Politecnico di Torino (logo)

Naranjo Leon, Jorge Andres

Nuovo Rincon.

Rel. Giuseppe Cinà, Gonzalo Correal. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura costruzione citta', 2017

Abstract:

NUOVO RINCON

La espansione e diversificazione della Centralità Suba

attraverso la mobilità e la rinnovazione della UPZ El

Rincon.

Relatore

Giuseppe Cinà

Candidato

Jorge Andrés Naranjo León

Luglio 24 2017

Il documento si concentra a Bogotá, questa megalopoli come tante altre città latinoamericane deve affrontare molti problemi a livello sociale, economico e politico che

hanno molti effetti nel campo della urbanistica e la pianificazione territoriale. Intanto, continua ad essere una città con un alto potenziale di sviluppo aperta alla sperimentazione ed a nuovi interventi.

La ricerca nasce a partire di una ipotesi che giustifica la frammentazione funzionale della città. Questa, visibile non solo dal punto di vista dei residenti ma nella organizzazione e distribuzione della città e delle attività che essa raggruppa.

Il approccio multiscala di questo analisi permette, in un primo momento, una contestualizzazione più precisa del funzionamento della città e le sue problematiche

generale e specifiche;; per continuare ad individuale strategie e possibile azioni da intraprendere.

Si zooma da una scala di città-­regione ad una scala metropolitana dove la porzione all’ovest acquisisce un ruolo molto importante per poi avvicinarsi ad una scala zonale nella circoscrizione più popolata di Bogotá dove emergono nuove dinamiche creando il bisogno di visualizzare persino, scale più piccole verso la micro zona e la scala locale.

Entrare in questi ambienti hanno rivelato inoltre, fattori che danno un carattere particolare alla zona di intervenzione, quella di nome El Rincón a Suba, che hanno condizionato i tipi di interventi da realizzare.

El Rincón è una zona notevolmente complessa poiché è una ripresentazione fisica della crisi politica, economica, e sociale di Colombia e di quasi tutti i paesi latinoamericani.

È una zona con alti livelli di violenza e povertà, con bassa qualità ambientale e di habitat umano, e bassa intervenzione dello stato.

Perciò qualsiasi intervento nel territorio doveva essere pensato come innesco di altri effetti collaterali su la popolazione della micro zona e addirittura sulla città. Azione e strategie dovevano essere pensate a livello di sistema. Un sistema di rinnovazione integrale.

A causa della immensità del sito e del tipo di trasformazione da fare era necessario prevedere quattro fasi, ognuna con tempi di azione fra gli 5 e gli 10 anni, con la sua strategia e base di gestione secondo norme Colombiane, per un totale di 35 a 40 anni di

esecuzione del master plan.

La prima fase consiste nella implementazione di assi di trasporto massivo all’interno della UPZ EL Rincon (Micro Zona) come primo meccanismo per il finanziamento delle fasi

successive.

La seconda fase prevede l’acquisto di lotti da parte del comune per la costruzione di alloggi sociali gratuiti e a basso costo per quelli di più basso reddito o in situazione di povertà estrema.

La terza fase comprende la trasformazione più grossa di tutti, la riorganizzazione della struttura del sito. Comincia con processi di cessione del suolo da parte di alcuni residenti per liberare parte del territorio lasciando spazio per piazze, parchi, zone umide ecc. Questi

residenti vengono rilocalizzati negli alloggi sociali. In seguito, la trasformazione della rete di mobilita sia pedonale che veicolare incentivando attività commerciale e nuovi caratteri dello spazio in scala umana.

La quarta e ultima fase in seguito, comprende la trasformazione delle tipologie di alloggi esistente, la adeguazione tecniche di resistenza sismica, la istallazione e messa in regola delle reti di servizi basici domiciliari e soprattutto la loro legalizzazione, permettendo così il

miglioramento delle qualità di vita.

Alla fine di queste fasi si considera che sarebbe visibile una trasformazione non solo a livello urbano ma anche sociale nei problemi profondamente radicati Lo scopo del progetto una volta completato, è generare sviluppo in onda di espansione in altri parti della circoscrizione servendo come modello di intervento anche per le circoscrizioni della parte ovest di Bogotá.

___________________

Per ulteriori informazioni contattare:

Jorge Andrés Naranjo León

e-­mail: j.andres.nl91@gmail.com -­ s225425@studenti.polito.it

cellulare: +39 3887839537

Relatori: Giuseppe Cinà, Gonzalo Correal
Soggetti: U Urbanistica > UG Pianificazione del paesaggio
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura costruzione citta'
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/6061
Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)