polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Sviluppo e sperimentazione di tecniche di localizzazione indoor tramite dispositivi bluetooth low energy = Development and experimentation of indoor localization techniques via bluetooth low energy devices

Zafiri, Marina

Sviluppo e sperimentazione di tecniche di localizzazione indoor tramite dispositivi bluetooth low energy = Development and experimentation of indoor localization techniques via bluetooth low energy devices.

Rel. Andrea Acquaviva, Daniele Jahier Pagliari, Edoardo Patti, Massimo Poncino. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica (Computer Engineering), 2018

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Accesso al documento: Accesso libero
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (2MB) | Preview
Abstract:

La continua ricerca di tecnologie a basso consumo energetico ha portato allo sviluppo di molti dispositivi. Un esempio è dato dai beacon, piccoli dispositivi in grado di trasmettere informazioni ad altri dispositivi mobili ad una distanza limitata tramite la tecnologia Bluetooth Low Energy. Consumano pochissima energia e per questo sono in grado di trasmettere il segnale per anni usando delle piccole batterie. Sono spesso utilizzati come mezzo per trasmettere pubblicità nei centri commerciali o per rilevare oggetti vicini. Lo scopo della tesi è quello di utilizzare i beacon per sviluppare e sperimentare tecniche la localizzazione all'interno di uno spazio chiuso di tipo industriale. L’obiettivo è individuare un algoritmo e una configurazione che permettano al personale di localizzare velocemente oggetti e veicoli all'interno dell’ambiente di lavoro. Per raggiungere l’obiettivo sono stati eseguiti diversi esperimenti di misurazione della forza del segnale ricevuto dal nodo mobile e inviato dal beacon. Tali misurazioni sono state eseguite prima in ambiente aperto e successivamente in due ambienti industriali utilizzando da tre a quattro beacon. La localizzazione è stata testata con gli algoritmi di trilaterazione e con la mappatura del segnale nell'ambiente abbinata a k-NN, rete neurale e SVM. Queste soluzioni sono state testate al variare del tipo di edificio, del numero di beacon al metro quadro, della densità dei punti della griglia di fingerprint e in presenza di cambiamenti nell'arredamento dell’ambiente.

Relatori: Andrea Acquaviva, Daniele Jahier Pagliari, Edoardo Patti, Massimo Poncino
Anno accademico: 2018/19
Tipo di pubblicazione: Elettronica
Soggetti:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica (Computer Engineering)
Classe di laurea: Nuovo ordinamento > Laurea magistrale > LM-32 - INGEGNERIA INFORMATICA
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/9013
Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)