polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Progetto di conservazione e di rifunzionalizzazione delle scuderie, dei rustici annessi e del castello "Crotti - Calciati" in San Lorenzo Picenardi - Cremona.

Fiorini, Filippo

Progetto di conservazione e di rifunzionalizzazione delle scuderie, dei rustici annessi e del castello "Crotti - Calciati" in San Lorenzo Picenardi - Cremona.

Rel. Carla Bartolozzi. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura (Restauro E Valorizzazione), 2012

Abstract:

L'interesse verso l'architettura si è sviluppato durante il triennio del liceo scientifico, al termine del quale ho intrapreso il cammino universitario. Il primo approccio con il restauro è avvenuto al secondo anno della laurea triennale in Architettura delle Costruzioni, conseguita presso la Facoltà di Architettura Civile del Politecnico di Milano, durante il laboratorio del professor Campanella; è stato questa esperienza ad invogliarmi nell'approfondimento del restauro architettonico, tema assai articolato e non pienamente sviscerato durante un solo anno di laboratorio. La volontà di approfondire le mi conoscenze nel restauro mi ha spinto al cambio di ateneo e da Milano mi sono spostato a Torino, dove ho potuto colmare le mie lacune sul restauro e, nello stesso tempo, sintetizzarle con le conoscenze progettuali e tecniche della laurea triennale. Un'altra arte coltivata negli anni è la musica, inizialmente legata allo studio del pianoforte e affiancata, da una decina d'anni, dalla musica sacra e dalla direzione di un coro. Il legame tra architettura e musica è consolidato che la proposta di progettare una scuola di musica rappresenta la sintesi percorsi diversi convergenti in un progetto comune. La scelta del castello come base di lavoro è nata dalla volontà di inserire il progetto in un contesto che sia legato al territorio, includendo anche un valore affettivo mai riscontrato nelle varie esperienze didattiche. Il tema dell'edilizia storica e, soprattutto, medievale, ha un fascino intrinseco che da sempre mi attrae. La storia è sempre stata una delle discipline più interessanti, sia quella studiata al liceo, sia la storia dell'architettura approfondita in questi anni in entrambi gli atenei. La tesi è stata l'occasione per confrontarmi, da solo, con un tema vasto, complesso, difficile, ma ricco di sorprese e soddisfazioni, ma soprattutto un tema ricco di elementi personali. Il percorso della tesi si è sviluppato su tappe lunghe intervallate dalla vita universitaria, e solo alla fine si comprende la complessità e la vastità del lavoro svolto, dalle ricerche ai sopralluoghi, dall'elaborazione delle tavole ai primi schizzi di progetto. L'obiettivo principale della tesi è quello di iniziare uno studio di questo castello, sfruttando l'ipotesi di rifunzionalizzazione, perché si possa mantenerlo attivo e funzionante: una memoria del passato da non lasciar andare alla deriva ma da tutelare e serbare.

Relatori: Carla Bartolozzi
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: A Architettura > AL Edifici e attrezzature per l'istruzione, la ricerca scientifica, l'informazione
R Restauro > RA Restauro Artchitettonico
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura (Restauro E Valorizzazione)
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/2600
Capitoli:

Sommario

Premessa

Capitolo 1 - Inquadramento territoriale

1.1 L'ambito territoriale: il cremonese

1.2 Un'area fortemente antropizzata

1.2.1 Un'importante risorsa per il territorio: le acque

1.3 Un territorio frammentato: il comune di Torre de' Picenardi

1.4 Il castello e il borgo

1.5 La fabbrica: l'esterno

1.6 L'interno: la villa

Foto capitolo 1

Capitolo 2

Inquadramento storico

2.1 Il territorio soggetto alla giurisdizione cremonese dalla dominazione romana al tardo medioevo

2.1.1 I primi insediamenti e la colonizzazione romana

2.1.2 L'erezione della Diocesi e la caduta dell'Impero Romano

2.1.3 Alto e Basso Medioevo, lo splendore dei liberi comuni

2.2 I secoli XIV e XV nel contado di Cremona: i secoli maggiormente significativi nell'evoluzione della rete castellana cremonese

2.2.1 Dal XVI secolo ai nostri giorni

2.3 Il castello di San Lorenzo: documenti d'archivio e passaggi di proprietà

2.4 Il Comune di San Lorenzo Picenardi

Allegato 1 : Atto notarile del notaio Giuseppe Simoni e suoi allegati

Testo originale dell'atto notarile

Trascrizione del testo dell'atto notarile

Relazione dell'ing. Girolamo de Micheli

Lettera di accompagnamento del Conte Fermo de Moscardini

Allegato 2: Cartografia storica

Catasto Teresiano, 1724

Catasto 1901

Catasto 1903

Catasto 1931

Catasto 1961

Capitolo 3 - Rilievi dello stato di fatto

3.1 Le funzioni attualmente presenti nel castello

3.1.1 Il ristorante nell'ala aulica

3.1.2 Il piano interrato

3.1.3 La cappella

3.1.4 Il resto del complesso

3.1.5 I rustici

3.1.6 I giardini e i cortili

3.2 Il restauro dei manti di copertura

3.3 La campagna di rilievo

3.4 Analisi dei degradi

Capitolo 4-Il progetto di conservazione e restauro

4.1 La conservazione e l'eliminazione

4.1.1 La manutenzione

4.1.2 La sostituzione

4.2 Premessa alla rifunzionalizzazione: Cremona terra di musica, le presenze ed eccellenze locali

4.3 L'intervento

4.3.1 Le scuderie

4.3.2 Il fienile

4.3.3 Le baronesse

4.3.4 Gli spazi esterni

4.3.5 Gli accessi

Elenco delle tavole

Allegato 3: Le tavole

Bibliografia

Libri

Saggi

Atlanti

siti internet

Bibliografia:

•Campanella Christian (2000) Opere di conservazione e restauro, Milano, II Sole 24 ore;

•Campanella Christian (2004) Il rilievo degli edifici, Milano, Il Sole 24 ore;

•Campi Antonio (1585) Cremona Fedelissima (città et nobilissima Colonia de' Romani), Cremona; ristampa anastatica 1990, Cremona, Edizioni Turris;

•Carreri Ferruccio Carlo (1895) Compendio popolare delle memorie storiche di San Lorenzo de' Picenardi e suo Distretto Parrocchiale, Piadena (Cr), Tipografia B. Gerevini, ristampa 2003, Cremona, Edizioni Cremonabooks99;

•Croci Giorgio (2001) Conservazione e restauro strutturale dei beni architettonici, Torino, UTET;

•Monteverdi Mario (1 970) Storia di Cremona, Cremona, Libreria del Convegno;

•Robolotti Francesco (1859) Storia di Cremona e sua provincia, seconda edizione 1974, Bornato in Franciacorta (Bs), Fausto Sardini Editore;

•Sommi Picenardi Guido (1909) Le Torri de' Picenardi, pubblicato a spese dell'autore, ristampa 2003, Cremona, Edizioni Cremonabooks;

•Stumpo Fulvio (2011) Uomini e terre Cremonesi famosi e non, Cremona, Fonografica; pubblicazione omaggio in allegato al quotidiano locale e realizzata grazie alla Associazione Culturale Eridano di Cremona;

Edizione originale consultata presso l'Archivio di Stato di Cremona, Archivio "Sommi Picenardi", Busta 195.

- Saggi

•Arcangeli Letizia (2008) "La città nelle guerre d'Italia (1494-1535)", in Storia di Cremona -Il Quattrocento, Cremona nel Ducato di Milano (1395-1535), Cremona, Bolis Edizioni, pp. 40-63;

•Bellini Amedeo (1995) "Architettura romantica ed eclettica", in Ottocento cremonese IV -Le forme dell'architettura, attività edilizia nei centri urbani, Cremona, editrice TURRIS, pp. 117-125;

•Bellini Amedeo (1995) "Luigi Vogherà", in Ottocento cremonese IV - Le forme dell'architettura, attività edilizia nei centri urbani, Cremona, editrice TURRIS, pp. 21 -34;

•Chittolini Giorgio (2008) "Centri minori del territorio: terre 'separate', piccole città", in Storia di Cremona - Il Quattrocento, Cremona nel Ducato di Milano (1395-1535), Cremona, Bolis Edizioni, pp. 64-79;

•Covini Nadia (2008) "Oltre il 'castello medievale': fortificazioni, terre murate e apparati difensivi del territorio cremonese nel Quattrocento", in Storia di Cremona - Il Quattrocento, Cremona nel Ducato di Milano (1395-1535), Cremona, Bolis Edizioni, pp. 80-99;

•Gamberini Andrea (2008) "Cremona nel Quattrocento: la vicenda politica e istituzionale", in Storia di Cremona - Il Quattrocento, Cremona nel Ducato di Milano (1395-1535), Cremona, Bolis Edizioni, pp. 2-39;

•Gentile Marco (2007) "Dal Comune cittadino allo stato regionale: la vicenda politica (1311-1402)", in Storia di Cremona - Il Trecento, chiesa e cultura (VIII-XIVsecolo), Cremona, Bolis Edizioni, pp. 260-300;

-Atlanti

Grande Atlante Geografico e Storico (1993) Garzanti

-Siti internet

www.castellosanlorenzo.com

www.comune.torredepicenardi.cr.it

www.demo.istat.it

www.dugali.it

www.geoportale.provincia.cremona.it

www.it.wikipedia.org

www.lombardiabeniculturali.it

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)