polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Strumenti di indagine per lo studio di un fenomeno artigianale diffuso sul territorio piemontese : i solai di gesso decorati del Basso Piemonte.

Ottino, Elisa

Strumenti di indagine per lo studio di un fenomeno artigianale diffuso sul territorio piemontese : i solai di gesso decorati del Basso Piemonte.

Rel. Antonia Teresa Spanò, Margot Pellegrino. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura, 2010

Questa è la versione più aggiornata di questo documento.

Abstract:

La ricerca sviluppata consiste nello studio di alcune decorazioni a rilievo dei solai di gesso del Basso Monferrato; si tratta di una particolare soluzione edilizia documentata a partire dalla fine del Cinquecento, fino a tutto l'Ottocento, che utilizzava materiali economici e disponibili in loco, quali il gesso ed il legno, al fine di ottenere una ottimale funzionalità della struttura legata ad un aspetto di alta qualità decorativa. Il grande effetto ornamentale abbelliva gli interni delle semplici dimore le quali concedevano poche soluzioni estetiche. Il presente lavoro di ricerca si inserisce in un quadro assai più grande di studi e indagini che hanno avuto inizio negli anni Settanta per volontà dell'Arch. Enrica Fiandra, la quale, conoscendo i solai di gesso per averli da sempre visti nelle case del suo borgo natale, Bagnasco d'Asti, decise di studiarli ed analizzarli al fine di valorizzarli come beni culturali. Con lo scorrere degli anni, molte sono state le persone coinvolte nella ricerca e lo studio degli stessi non è giunto ad una conclusione bensì continua ad appassionare molte persone ed ognuna delle quali cerca di approfondirne la conoscenza da un punto di vista differente, in base anche alle proprie competenze ed interessi.

Il lavoro di ricerca, iniziato negli anni '70 ed esteso in primo luogo dal CIRAAS ha richiesto, circa cinque anni fa, la collaborazione del Politecnico di Torino il quale, inserendo lo studio del fenomeno nei corsi didattici, riesce ad apportare un grande contributo allo stato dell'arte della manifestazione artigianale. Il tema dei solai di gesso è anche oggetto di proposte di tesi e tal proposito, in occasione della mia Tesi di Laurea di Primo Livello, cercai di sfruttare le capacità di analisi spaziale del Sistema Informativo Territoriale per valutare il possibile legame tra la presenza del fenomeno ed il relativo territorio di diffusione, il Basso Monferrato.

Inoltre, il 12 Luglio 2010, nella Sala delle Colonne del Castello del Valentino di Torino, è stata inaugurata la mostra "/ solai in gesso decorati del Piemonte. Documentazione e rilievo per la ricerca territoriale" che si poneva come principale fine la presentazione di alcuni risultati della documentazione sui solai e sul territorio in cui sono inseriti, realizzati dagli studenti della Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino. Il fenomeno dei solai di gesso, non ancora oggetto di tutela in quanto non considerato Patrimonio culturale dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, sviluppatosi in un contesto rurale, è racchiuso all'interno di una serie di fatti più ampi tra loro relazionati e pertanto necessita di uno studio attento ed approfondito, che definisca la totale conoscenza e documentazione dello stesso.

All'interno di questo filone di studi in atto, il mio contributo alla ricerca si pone come obiettivo principale quello di approfondire alcuni particolari aspetti legati al fenomeno artigianale, cercando di indagare quei campi ancora poco analizzati, in particolare lo studio dei motivi decorativi anche attraverso testi storici e una lettura comparativa con altri elementi di sicura ispirazione appartenenti a manufatti edilizi e architettonici di riferimento presenti sul territorio, ovvero i portoni lignei intagliati.

Relatori: Antonia Teresa Spanò, Margot Pellegrino
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: AR Arte > ARG Scultura
G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GC Cartografia, topografia
T Tecnica e tecnologia delle costruzioni > TE Tecnologia dei materiali
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: II Facoltà di Architettura - Politecnico di Torino
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/2071
Capitoli:

PRESENTAZIONE.

1. I solai in gesso del Monferrato: un fenomeno artigianale

1.1 L'area di diffusione

1.2 La tecnica costruttiva

1.3 Lo sviluppo planimetrico e l'urbanistica

1.4 Due differenti interpretazioni sui motivi decorativi di gesso

1.4.1 La classificazione che ricerca i motivi ispiratori di E. Fiandra

1.4.2 I contenuti iconografici dei motivi decorativi in una lettura antropologica

2. Strumenti di indagine: dalla scala di dettaglio alla scala territoriale

2.1 La fotografia nella documentazione dei solai di gesso

2.2 II ruolo del rilievo fotogrammetrico dei beni culturali

2.3 II ruolo del rilievo fotogrammetrico dei solai di gesso

2.4 I Sistemi Informativi Territoriali. Cenni e contributo alla ricerca sui solai di gesso

2.4.1 Cenni sulla nascita dei GIS

2.4.2 Fondamenti di un Sistema Informativo Territoriale

2.4.3 La base cartografica

2.4.4 Le applicazioni del GIS e le sue potenzialità: risultati di un'applicazione sui solai

3. Tipologie di solaio ad imitazione delle porte e delle decorazioni ad intaglio

3.1 Le decorazioni ad intaglio

3.2 I minusieri e gli ebanisti: gli artisti del legno

3.2.1 I regolamenti dei minusieri

3.2.2 Gli strumenti del minusiere e gli antichi strumenti da disegno

4. Comparazione tra decorazioni di solai in gesso e intagli lignei in Piemonte

4.1 Analisi complessiva delle analogie tra i motivi decorativi dei portoni piemontesi e quelli dei solai

4.4.1 Analogia tra motivi decorativi: osservazioni generali

5. Intagli lignei a Cherasco

5.1 Cherasco e suo ruolo nel territorio del Roero

5.2 La comparazione tra i decori di gesso e gli intagli dei portoni cheraschesi

5.3 I rilievi fotogrammetrici dei portoni di Cherasco

5.4 Studio delle geometrie alla base delle decorazioni lignee

5.5 Tracciamento delle geometrie decorative

5.5.1 II portone della Chiesa della Madonna del Popolo

5.5.2 II portone della Scuola Materna

5.6 Proporzioni e unità di misura coeve alla realizzazione dei solai

6. Studio della distribuzione del fenomeno di diffusione dei solai in ambiente GIS: due casi applicativi

6.1 Rappresentazione della diffusione dei solai nel quadro storico territoriale

6.1.1 Osservazioni generali

6.2 Rappresentazione cartografica delle relazioni tra le decorazioni dei portoni lignei e i decori dei solai di gesso

6.2.1 Ulteriore raggruppamento delle schede di analogia tra i motivi

decorativi dei portoni piemontesi e quelli dei solai

Allegati:

• Allegato A

• Allegato B

• Allegato C

• Allegato D

Conclusioni

Bibliografia

Bibliografia:

G. Giacomino, Tavole di ragguaglio delle misure e dei pesi metrici decimali con le misure e coi pesi di Piemonte e viceversa, Stamperia Sociale degli Artisti Tipografi, Torino 1846.

G. Richiardi, Saggio sul sistema metrico relativo ai pesi ed alle misure che generalmente deve essere in vigore nel Piemonte al principio dell'anno 1850 contenente la nomenclatura dei pesi e misure del Piemonte e di quelle del sistema metrico, Carlo Schiepatti, Torino 1846.

R. Brayda, Porte piemontesi dal XV al XIX secolo raccolte ed illustrate da Riccardo Brayda, Molfese, Torino 1888.

G. Giorcelli (a cura di), Le città, le terre, ed i castelli del Monferrato descritti nel 1604 da Evandro Baronino, Tipografia Piccone, Alessandria, 1905.

A. Midana, L'arte del legno in Piemonte nel Sei e Settecento: mobili, decorazioni, arredi barocchi e rococò, Itala Ars., Torino 1924.

A. Pedrini, Portoni e porte maestre dei secoli XVII e XVIII in Piemonte, Pozzo Salvati Gros Monti, Torino 1955.

P. Toschi, Guida allo studio delle tradizioni popolari, Torino, Boringhieri 1962.

D. Denis, Enciclopedia o dizionario ragionato delle scienze, delle arti e dei mestieri ordinata da Diderot e D'Alembert, Laterza, Bari 1968.

E. Fiandra, Isoffitti di gesso nel Basso Monferrato, Palladio, 1/4, 1970.

Maria Gabriella Contratto, Sebastiano Taricco, Società Studi Storici Archeologici ed

Artistici, Cuneo 1974.

R. Antonetto, Minusieri ed ebanisti del Piemonte, Daniela Piazza, Chieri-Torino 1985.

Archivio di stato di Torino, Antica università dei minusieri di Torino. Documenti per la

storia delle arti del legno, Archivio di stato di Torino, Torino 1986.

E. Pellegrini, M. F. Roggero, // mobile barocco piemontese, Viglongo, Torino 1986.

A. Marotta Carboni, Tecniche e materiali "poveri" del cantiere edilizio: i soffitti in gesso del Basso Monferrato, in L'architettura popolare in Italia, Piemonte, a cura di Vera Comoli Mandracci, Laterza, Piemonte, Bari 1988.

AA.VV., Storia delle scienze - Gli strumenti, Torino 1991.

M. Cappellino, La lavorazione preindustriale del gesso nel Basso Monferrato, in L'Industria Italiana del Cemento, n. 654,1991.

D. Mondo, La decorazione dei soffitti dì gesso, II Platano, XVII, 1992.

A. Spanò, Disegno, geometria e musica : le geometrie del Betts di Stradivari, tesi di laurea, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, relatore Prof. Paolo Bertalotti, Prof. Sergio Santiano, Dicembre 1993.

E. Aitò, C. Bartolozzi, P. Bovo, R. Gabetti, G. Genta, S. Giriodi, L. Marnino, M. Momo, Portoni di Saluzzo, Celid, Torino 1993.

K. Kraus, Fotogrammetria, vol.l, Levrotto e Bella, Torino 1994.

G. Peverieri, GIS: strumenti per la gestione del territorio, II Rostro, Milano 1995.

M. Toscano, / soffitti di gesso nel basso Monferrato, tesi di laurea, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, relatrici Prof.ssa L. Stafferi, Prof.ssa E. Fiandra, Ottobre, 1995.

A. Lodovisi, S. Torresani, Storia della cartografia, Patron Editore, Bologna 1996.

M. Carpiceci, La fotografia per l'architettura e l'ambiente : documentare, riprodurre e misurare, Fratelli Palombi, Roma 1997.

M. L. De Bernardi, La forma e la sua immagine, ETS ed., Pisa 1997.

F. Garnero, Le soglie dell'arte: porte e portoni di Saluzzo, Basegrafica Uno, Cuneo 1998.

I. Vigna, Tecnologie ed architetture del gesso in Piemonte, tesi di laurea, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, relatore Prof.ssa Luisella Barosso, Torino, luglio 1998.

G. L. Bravo (a cura di), Fantasie in gesso e stanze contadine, Meltemi Editore, Roma 1999.

E. Rovida, Dallo scalpello al mouse, Torino 1999.

P. Bertalotti, Divisione di un segmento : proporzioni musica e misure, II capitello, Torino

2000.

E. Fiandra,, V. Borasi, M. Cappellàio, / Soffitti di gesso del Basso Monferrato, ristampa, Mombello 2000.

G. Cavaglià, L'analisi fotografica e la comprensione del costruito : dalle patologie edilizie al progetto tecnologico, CELID, Torino 2001.

B. Taricco, Cherasco medievale: per un inventario del patrimonio storico-artistico medievale di Cherasco, Città di Cherasco, Cherasco 2001.

P. Atzeni, Basi di dati. Modelli e linguaggi di interrogazione, McGraw-HiU, Milano 2002. E. Fiandra, II patrimonio edilizio rurale: esperienze di tutela a confronto; E. Fiandra, L'uso del gesso. Solai a pannelli di gesso decorati in Piemonte: le repliche; A. Adriano, I soffitti di gesso dell'albese: storia di una ricerca sul campo; Gli intagliatori delle matrici lignee minusiè e meistr da bòsch; Grappoli d'uva e festa galante nelle decorazioni dei soffitti di gesso; Cave di gesso e loro peso economico; Mezzi di trasporto del gesso: l'asino; Cave e fornaci di gesso (notizie storiche); M. Cigna, Solai di gesso e solai dì legno in Casalborgone; I. Vigna, Contributo alla ricerca sul territorio: il soffitto di gesso nobile; M. Cappelline», Solai di gesso a Montechiaro; O. Musso, Solai economici in Piemonte e in altre località italiane, in II platano XXVII, 2002.

A. Spanò, Progetto e realizzazione per l'analisi di un contesto storico-territoriale, Tesi di Dottorato, Politecnico di Milano, Milano 2002.

F. Sabino, Istituzioni religiose e politica comunale: Cherasco tra XIII e XVIII secolo, tesi di laurea, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, relatore Prof.ssa C. Bonardi, Torino, ottobre 2003.

E. Lusso, La villanova di Cherasco nel contesto piemontese del XIII secolo, in La costruzione di una villanova: Cherasco nei secoli XIII-XIV, a cura di Claudia Bonardi,Cherasco: Centro internazionale di studi sugli insediamenti medievali; Cuneo: Società per gli studi storici, archeologici ed artistici della provincia di Cuneo 2004.

M. S. Poletto, Cartografia storica: contributo per lo studio del territorio piemontese, Artistica Piemontese, Savigliano 2004.

M. Picollo (a cura di), Portoni astigiani. Appunti per una storia dei portoni astigiani tra XVI e XVIII secolo, Asti, 2005.

S. Steinberg, S. Steinberg, Geographic information systems for thè social sciences : investigating space and piace, SAGE Publication, Thousand Oaks (CI) 2006.

S. Sammarone, Disegno, Disegno geometrico, tecniche di rappresentazione, elementi di progettazione, Zanichelli Editore, Bologna 2007.

G. Fanelli, Storia della fotografia di architettura, Editori Laterza, Bari 2009.

M. Panzeri, A. Farruggia (a cura di), Fonti, metafonti e GISper l'indagine della struttura storica del territorio, Celid, Torino 2009.

G. Genovesio, La tecnica GIS per la documentazione del patrimonio costruito, tesi di laurea, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, relatore Prof. Fulvio Rinaudo, Luglio 2009.

A. Spanò, E. Costamagna, Geomantic training experiences for a high vulnerability cultural heritage item, Atti del convegno GÌ4DM - Geomatics for Crisis Management, Torino, 2-4 febbraio 2010.

M. Pellegrino, "Territorio, tecnica e arte: i solai in gesso del Monferrato - Roero (XVII-XIX sec). Lettura e analisi dei caratteri industriali, tecnologici e dei motivi decorativiattraverso la riproposizione di testi e iconografie storiche piemontesi ", Progetto di ricerca, 2009.

E. Fiandra, A. Spanò (a cura di), / solai in gesso. Catalogo dei motivi decorativi e loro distribuzione territoriale, prossima pubblicazione.

A. Spanò, Dispense per il corso "Fotogrammetria", Corso di Laurea in Storia e

Conservazione dei Beni Architettonici e Ambientali, Facoltà di Architettura II, Politecnico

di Torino.

A. Spanò, Dispense per il Workshop "Fotogrammetria digitale e scansioni 3D per il rilievo

dei beni culturali", Facoltà di Architettura II, Politecnico di Torino.

M. De Maio, Dispense per il Corso "GIS e Cartografia Tematica", Corso di Laurea

Specialistica in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio e Ingegneria della Protezione del

Territorio, Facoltà di Ingegneria I, Politecnico di Torino.

Sitografia:

http://www.icomositalia.com http://www.unesco.org

http://it.wikisource.org/wiki/Regno_di_Sardegna_Regolamento_misurazioni_territoriali_5 dicembre 1775

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)