polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Coltivare in città : proposte di agricoltura urbana a Torino e Vancouver

Bobbio, Emanuele

Coltivare in città : proposte di agricoltura urbana a Torino e Vancouver.

Rel. Matteo Robiglio, Daniel Roehr. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura (Costruzione), 2009

Questa è la versione più aggiornata di questo documento.

Abstract:

Il 20 gennaio 2009, quasi un anno fa, in una fredda mattinata di gennaio, a Washington D.C., Barack Obama prestava giuramento come primo presidente di colore degli Stati Uniti d'America, di fronte ad una immensa folla raccolta davanti al Campidoglio. Le immagini di quella giornata hanno ispirato milioni di persone in tutto il mondo e sono diventate simbolo di speranza per un possibile nuovo corso del secolo da poco iniziato. A qualche mese da questa storica giornata, Obama, supportato dalla moglie Michelle, che nel sistema presidenziale americano rappresenta la controparte familiare e domestica del lavoro del presidente, ha preso una decisione con un significato simbolico altrettanto importante: nei giardini della Casa Bianca è stata rimossa una parte del prato verde, per creare un kitchen garden, ossia un orto i cui prodotti serviranno le cucine della casa del presidente e una mensa dei poveri. Coltivare frutta e verdura in città è un semplice gesto che da millenni si compie ogni giorno in pressoché tutti i nuclei urbani del mondo, in quelli altamente sviluppati così come in quelli più poveri, ma il fatto che ora venga anche compiuto nel più importante giardino degli Stati Uniti, è significativo della centralità che gli orti tornano ad avere all'inizio del XXI secolo.

L'orto è sempre stato un elemento importante nella storia dell'umanità, insieme come luogo fisico e come simbolo culturale. Allegoria dell'Eden, l'orto rappresenta il positivo rapporto che l'uomo deve creare con la natura ed è costituito da alcuni elementi che ne fanno un archetipo: "il recinto, per soddisfare l'innato bisogno di sicurezza, di protezione e di riparo dall'ostilità esterna; l'acqua, nelle varie forme, che evoca il fluire e il rinnovarsi della vita in senso materiale e spirituale; e naturalmente la vegetazione e il terreno fertile e curato da cui tutto nasce e dove ogni cosa si sviluppa secondo il ciclo naturale, aiutata dal misurato intervento della mano dell'uomo". Il secolo scorso però ha visto gli orti, un po' per volta scomparire dal panorama urbano, espulsi da una forza centrifuga verso i margini della città, relegati in spazi di risulta quali le scarpate delle ferrovie e le rive dei fiumi. A questo allontanamento fisico è corrisposta una discesa nella scala dei valori culturali, tanto che fino a qualche decennio fa l'agricoltura in città era considerata da gran parte dell'urbanistica ufficiale, (almeno per quel che riguarda le città dei paesi sviluppati), un tema secondario, antimoderno, retaggio di antiche abitudini in via di estinzione: per dirlo con parole di Girardet "a messy business for which there is no room in modern cities". Non per questo gli orti sono scomparsi dalla scena, grazie al lavoro e alla perseveranza di migliaia di persone, che in questi angoli verdi hanno continuato a trovare le piccole e grandi soddisfazioni che spesso solo la coltivazione con le proprie mani riesce a dare. Gli orti urbani sono quindi diventati "minuscoli atti d'insubordinazione - contro la rendita fondiaria, contro il piano regolatore, contro il mercato immobiliare, contro il tempo della vita rubato giorno dopo giorno dal tempo del lavoro (o, sempre più, del non-lavoro)".

Relatori: Matteo Robiglio, Daniel Roehr
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: A Architettura > AI Edifici e attrezzature per l'agricoltura
U Urbanistica > UG Pianificazione del paesaggio
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura (Costruzione)
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: School of Architecture - University of British Columbia - Vancouver - Canada
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/1741
Capitoli:

Ringraziamenti

Introduzione

Parte prima - La Teoria

Capitolo 1 - L'agricoltura

1. Mangiare è un atto agricolo

2. Qualche dato sul mondo agricolo

3. La rivoluzione verde

4. Insostenibilità dell'agricoltura industriale

5. Quali scenari per il futuro?

Capitolo 2 - La città

1. Il conflitto tra città e campagna

2. Alcuni dati sulla città contemporanea

3. Cenni storici

4. Come definire lo sprawl?

5. Conseguenze della nuova forma urbana

Capitolo 3 - L'agricoltura urbana

1. Definizione dell'agricoltura urbana

2. L'agricoltura nella storia delle città

3. Un rinnovato interesse nella città contemporanea

4. Benefici dell'agricoltura urbana

4.1 Benefici sociali

4.2 Benefici ecologici

4.3 Benefici economici

5. Prospettive per il futuro

Parte Seconda - Le forme dell'agricoltura urbana

Parte Terza -Il contesto - North Vancouver e Barriera di Milano

Parte quarta - Le proposte

Conclusioni

Bibliografia

Bibliografia:

1955

LUDWIG HILBERSEIMER, The Nature of Cities, Paul Theobold & Co, Chicago 1955

1961

JANE JACOBS, The Death and Life of Great American Cities, The Modern Library, New York 1961

LEWIS MUMFORD, The City in History: Its Origins, Its Transformations, and Its Prospects, 1961, trad. it La città nella storia, Bompiani, Milano 1977

1964

BERNARD RUDOFSKY, Architecture without Architects: a short introduction to non-pedigreed architecture, Doubleday, New York 1964

1971

BARRY COMMONER, The Closing Circle: Nature, Man, and Technology, 1971, trad. it. Il cerchio da chiudere, Garzanti, Milano 1972

1975

NICHOLAS GEORGESCU-ROEGEN, Energy and economic myths, 1975, trad. it. Energie e miti economici, Bollati Boringhieri, Torino 1998

1974

JOHN JEAVONS, How to Grow More Vegetables, Ten Speed Press, Berkeley 1974

PETER KROPOTKIN, Fieids, Factories and Workshops Tomorrow, George Allen & Unwin, Londra 1974

1980

MARION SHOARD, The Theft of the Countryside, Temple Smith, Londra 1980

1985

JOHN BLUNDEN, NIGEL CURRY, The Changing Countryside, The Open University, published by Croom Helm, Londra 1985

1988

COLIN WARD, DAVID CROUCH, The Allotment. Its Landscape and Culture,Faber and Faber, Londra 1988

1990

KEVIN LYNCH, Wasting Away, Sierra Club Books, San Francisco 1990

1991

JOEL GARREAU, Edge City. Life on the New Frontier, Doubleday, New York 1991

1992

JEREMY RIFKIN, Beyond Beef: The Rise and Fall of the Cattle Culture, 1992, trad. it. Ecocidio, Ascesa e caduta della cultura della carne, Mondadori, Milano 2001

CLAUDIO STROPPA, La campagna in città. L'agricoltura urbana a Milano, Liguori Editore, Napoli 1992

1994

FLAVIO BOSCACCI, ROBERTO CAMAGNI, Tra città e campagna. Periurbanizzazioni e politiche territoriali, Il Mulino, Bologna 1994

1995

EMILIO GERELLI, Società post-industriale e ambiente, Laterza, Roma-Bari 1995

MICHAEL HOUGH, Cities and Naturai Process, Routledge, Londra 1995

1997

WENDEL BERRY, Conserving Communities, in JERRY MANDER, EDWARD GOLDSMITH, The Case Against the Global Economy: and for a turn toward the Locai, Sierra Club, San Francisco 1997

JOAN THIRSK, Alternative Agriculture. A History. From the Black Death to the Present Day, Oxford University Press, Oxford 1997

1998

PIERRE DONADIEU, Campagnes Urbaines, 1998, trad. it. Campagne Urbane. Una nuova proposta di paesaggio della città, Donzelli Editore, Roma 2006 PETER HALL, COLIN WARD, Sociable Cities. The Legacy of Ebenezard Howard, John Wiley and Sons Ltd, Chichester 1998

1999

HERBERT GIRARDET, Creating Sustainable Cities, Green Books for the Schumacher Society, Totnes 1999

STANFORD KWINTER, Introduction: War in Peace. Pandemonium, Princeton Architectural Press, New York 1999

PIERRE DONADIEU, Può l'agricoltura diventare paesistica in «Lotus International», n. 101, 1999

RUTH MARTIN, Terry Marsden, Food for Urban Spaces; The Development of Urban Food Production in England and Wales, «International Planning Studies», n.3, 1999

2000

RICHARD MANNING, Food's Frontier. The next Green Revolution, North Point Press, New York, 2000

LUC MOUGEOT, Urban Agriculture: Definition, Presence, Potentials and Risks, in Growing Cities, Growing Food - Urban Agriculture on the Policy Agenda, 2000

ROBERT D. PUTNAM, Bowling alone. The Collapse and Revival of American Community, Simon & Schuster Paperbacks, New York 2000.

2001

FRANCES E. KUO, WILLIAM C. SULLIVAN, Environment and Crime in thè Inner City: DoesVegetation Reduce Crime? in «Environment and Behavior», n. 33, marzo 2001

2002

ANDREW KIMBRELL (a cura di), Fatai Harvest: The tragedy of industriai agriculture, Foundation for Deep Ecology, Island Press, Washington D.C. 2002

LEO HORRIGAN, ROBERT S. LAWRENCE, POLLY WALKER, How Sustainable Agriculture Can Address the Environmental and Human Health Harms of Industriai Agriculture in «Evironmental Health Perspectives», n. 110, maggio 2002

2003

LIZABETH COHEN, A Consumer's Republic: the Politics of Mass Consumption in Postwar America, Knopf, New York 2003

FRANCESCO ERBANI, L'Italia Maltrattata, Laterza, Roma-Bari 2003

2004

GILLES CLEMENT, Manifeste pour le Tiers-paysage, 2004, trad. it. Manifesto del Terzo paesaggio, Quodlibet, Macerata 2004

MARCO D'ERAMO, II maiale e il grattacielo. Chicago: una storia del nostro futuro, Feltrinelli, Milano 2004

BRIAN HALWEIL, Eat Here. Reclaiming Homegrown Pleasures in a Global Supermarket, W.W. Norton and Company, New York 2004

DOLORESE HAYDEN, A Field Guide to Sprawl, W.W. Norton&Company, New York 2004

STEPHEN KIERAN, JAMES TIMBERLAKE, Refabricating Architecture. How Manufacturing Methodologies Are Poised to Transform Building Construction, McGraw-Hill, New York 2004

RICHARD MANNING, Against the Grain. How agriculture has hijacked society, North Point Press, New York 2004

2005

DAVE JACKIE, ERIC TOENSMEIER, Edible Forest Gardens. Ecological Vision and Theory for Temperate Climate Permaculture, Chelsea Green Publishing Company, White River Junction, Vermont 2005

NICHOLAS LOW, BRENDAN GLEESON, RAY GREEN, DARKO RADOVIC, The Green City. Sustainable homes, sustainable suburbs, UNSW Press, Sydney 2005

ANDRE VILJOEN, ANDRE, KATRIN BOHN E JOE HOWE, Continuous Productive Urban Landscapes: Designing urban agriculture for sustainable cities, Architectural Press, Burlington 2005

GIL DORON, Urban Agriculture. Small, Medium, Large, «Architectural Design», n. 3, maggio-giugno 2005

DAVID LEA HOHONESCHAU, Community food Security and the Landscape of Cities, tesi di Laurea, University of British Columbia, Vancouver, Canada 2005

2006

ALAN BERGER, Drosscape. Wasting Land in Urban America, Princeton Architectural Press, New York 2006

CHRISTOPHER G. BOONE, ALI MODARRES, City and EnvironmenX, Temple University Press, Philadelphia 2006

ANDREA BRANZI, Modernità debole e diffusa. Il mondo del progetto all'inizio del XXI secolo, Skira, Milano 2006;

MARCEL MAZOYER, LAURENCE ROUDART, A History of World Agriculture. From the Neolithic age to the current crisis, Monthly Review Press, New York 2006;

ALFREDO MELA, Sociologia della Città, Carocci, Roma 2006

KEITH G. TIDBALL, MARIANNE KRASNY, From Risk to Resilience: What Role for Community Greening and Civic Ecology in Cities?, settembre 2006

EDWARD ROBBINS PORTER, Integrating the Urban Agriculture Edge: an Exploration of New Ruralism in South Delta, Tesi di Laurea, University of British Columbia, Vancouver, Canada 2006

2007

ROBERT KRONENBURG, Flexible. Architecture that Responds to Change, Laurence King Publishing, Londra 2007

ROBERT E. LANG, JENNIFER B. LEFURGY, Boomburbs. The Rise of America's Accidental Cities, Brookings Institution Press, Washington D.C. 2007

VICKI BEEN, IOAN VOICU, The Effect of Community Gardens on Neighbouring Property Values, NY University Law and Economics Research Paper, n. 6, 2007

MARTIN BAILKEY, JOANNA WILBERS, RENE VAN VEENHUIZEN, Building Communities through Urban Agriculture in «UA Magazine», n 18, 2007;

SARAH RICH, Tales of the Self-Sufficient City

http://www.worldchanging.com/archives//005961.html. 2007;

AMIR DJALALI, Sistema alimentare e pianificazione urbanistica. Uno studio per l'agricoltura urbana a Bologna, Tesi di Laurea, rel. Giovanni Virgilio, Università degli Studi di Bologna, Bologna, 2007

ELLEN POND, Retrofitting existing neighbourhoods forclimate change mitigation, rei. Stephen Sheppard, Tesi di Laurea, University of British Columbia, Vancouver 2007

MICHAEL RAMSAY, Urban agriculture - Redefining urban communities through local growing, Tesi di Laurea, University of Waterloo, Ontano 2007.

2008

DOUGLAS FARR, Sustainable Urbanism: Urban Design with Nature, John Wiley and Sons Inc., Hoboken, New Jersey 2008

MICHELA PASQUALI, I giardini di Manhattan, Storie di guerrilla gardens, Bollati Boringhieri, Torino 2008

MICHAEL POLLAN, In Defense of Food. An Eater's Manifesto, Penguin Books, New York 2008

DOMENIC VITELLO, Growing Edible Cities, in EUGENIE L. BIRCH E SUSAN

M. WACHTER, (a cura di), Growing Greener Cities. Urban Sustainability in the Twenty-First Century, University of Pennsylvania Press, Philadelphia 2008

LISA MCLAUGHLIN, Inner-City Farms. Saving money and the planet one edible garden at a time in «Time», n. 7, 18 agosto 2008

DICKIE DESPOMMIER, Fattorie Verticali in «L'Arca», n. 235, aprile 2008

2009

JENNIFER WEHUNT, The Food Desert in «Chicago Magazine», Luglio 2009

REBECCA SMITHERS, Dig for recovery: allotments boom as thousands go to ground in recession in «The Guardian», 19 febbraio 2009

SEELA AMARATUNGA, Food-Oriented Development, rel. Cynthia Girling, University of British Columbia, Vancouver, Canada 2009 1955

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)