polito.it
Politecnico di Torino (logo)

La Vallée du Trient, dall'escursionismo ottocentesco al cicloturismo = The Valley of Trient, from nineteenth century hiking to cycle tourism

Benedetta Leway

La Vallée du Trient, dall'escursionismo ottocentesco al cicloturismo = The Valley of Trient, from nineteenth century hiking to cycle tourism.

Rel. Riccardo Palma, Chiara Lucia Maria Occelli, Massimo Ferrari, Corentin Fivet. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città, 2019

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (66MB) | Preview
Abstract:

Obiettivo del progetto è tracciare le linee guida per la ciclabile Chamonix - Martigny, che oltre a fornire un collegamento tra la rete di ciclovie francesi e quella svizzera, valorizzerebbe l'importanza strategica all'area del Monte Bianco come punto di smistamento del traffico cicloturistico internazionale. In particolare la pista si snoderebbe attraverso la vallée du Trient, località del Canton Vallese nota per i paesaggi e il turismo sportivo ma non altrettanto per la sua ricchezza storica e culturale. La scelta di lavorare sul collegamento tra Chamonix e Martigny non è casuale ma si inserirebbe nell'ambito di una lunga tradizione di flussi turistici che ha plasmato e arricchito la valle sin dal XVIII secolo. Si nota infatti una certa risonanza tra il tema contemporaneo della mobilità dolce e quello delle diligences e dell'escursionismo romantico alla ricerca di paesaggi terrificanti e sublimi. È interesse del progetto riutilizzare i percorsi esistenti tramite un'operazione di ricucitura che interessi sia le strade di recente costruzione che quelle antiche, nei limiti indicati dalla sovrintendenza per i tracciati storici. Tra questi, si predilige riproporre parte della route de la Tête-Noire, che attraversa i luoghi più suggestivi ma anche più pericolosi della valle. Il rischio di valanghe e di caduta di massi non costituisce tuttavia un ostacolo bensì un'occasione per il progetto, così come la presenza delle tracce di uno dei più antichi e celebri hotel del Canton Vallese, l'Hotel de la Tête-Noire, oggetto di una spregiudicata damnatio memoriae. Radicandosi nel luogo per raccontarne la forma, e quasi scontrandosi con l'asperità della natura, il progetto utilizza a proprio vantaggio i risultati degli studi tipologici sugli hotel della valle e gli strumenti della statica grafica per arrivare alla proposta del sistema distributivo e della forma.

Relators: Riccardo Palma, Chiara Lucia Maria Occelli, Massimo Ferrari, Corentin Fivet
Academic year: 2018/19
Publication type: Electronic
Number of Pages: 74
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-04 - ARCHITECTURE AND ARCHITECTURAL ENGINEERING
Ente in cotutela: EPFL - École polytechnique fédérale de Lausanne (SVIZZERA)
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/10168
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)