Politecnico di Torino (logo)

Viscardi, Luca

Villa dei conti Piossasco Asinari di None : progetto di rifunzionalizzazione e restauro.

Rel. Giovanni Durbiano, Silvia Valmaggi. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura costruzione citta', 2016

Questa è la versione più aggiornata di questo documento.

Abstract:

In un periodo in cui le residenze nobiliari e sabaude sono fulcro di un ingente investimento per la loro attrattiva storico culturale, il recupero di una architettura dimenticata della nobiltà piemontese può rappresentare una significativa opportunità per un piccolo comune e per il territorio.

La villa dei Conti Piossasco Asinari di None, costruita dal conte Gian Michele Piossasco Asinari di None all’inizio del XVIII secolo, nel comune di Virle Piemonte è un esempio del barocco piemontese, nodo cruciale della storia dove non sono mancati personaggi famosi come Massimo D’Azeglio, la regina Lorena D’Asburgo e il generale Nicolas de Catinat de La Fauconnerie.

Lo studio della tesi è il proseguimento della mia tesi triennale la quale terminava con ritrovamento di un consegnamento del 1841 rinvenuto nell’archivio di stato di Torino. Nel documento il conte Piossasco di None e della Volvera nomina il famoso architetto Filippo Juvarra come probabile costruttore. Da qui inizia una analisi storica per una ricostruzione di tutta la storia del palazzo, dalla sua demolizione durante la battaglia della Marsaglia fino all’abbandono dei giorni d’oggi. La finalità è raggiungere una conoscenza dettagliata essendo la storia di questo edificio sempre stata confusa e raffazzonata a causa della difficile reperibilità dei documenti storici la cui maggior parte è stata perduta o erroneamente studiata.

L’analisi avrà come termine una analisi della veridicità dell’affermazione del conte del probabile costruttore attraverso una analisi comparativa con altre architetture famose esistenti.

Definirne la storia però non basta per far “rivivere” un’architettura dimenticata. Questo edificio non può giacere nell’anonimato rimanendo dimenticato in un piccolo paese della provincia di Torino. Nel corso degli anni numerose volte è stata proposta la sue demolizione per dare la possibilità di creare nuove costruzioni quindi per evitare l’ennesimo “sacco della civiltà” il metodo migliore è quello di riportare la vita al suo interno trovandone una nuova destinazione d’uso che porti ad un nuovo interesse da parte da parte della comunità e di un pubblico più generale verso un importante edificio storico.

Il restauro e la progettazione delle nuove funzioni vogliono essere un lavoro professionale, non un ipotesi concettuale. Un lavoro che tenga conto delle maggior parte delle variabili per poter definire un progetto “reale” e fattibile.

Approfondendo nel dettaglio l’analisi dei degradi del complesso edilizio per definire i principali interventi di recupero. Gli aspetti burocratici, legali ed economici per capire quali siano i principali stakeholders che influiranno o saranno influiti dalla realizzazione di tale progetto e di tenerli in considerazione durante il suo iter progettuale.

Per definire una effettiva efficienza economica del progetto verrà effettuata una analisi costi e ricavi sviluppando un mercato economico ipotetico per la residenza assistenziale e per il museo.

Anche gli aspetti normativi saranno fulcro di una attenta analisi influenzando la definizione delle modalità di intervento e definendo le dimensioni per la corretta e sicura gestione degli spazi in caso di emergenza.

Il progetto non mancherà di interventi architettonici caratteristici e di spicco che potranno rendere questo progetto un esempio di recupero funzionale di un edificio di particolare pregio artistico e culturale.

Relatori: Giovanni Durbiano, Silvia Valmaggi
Soggetti: A Architettura > AP Rilievo architettonico
R Restauro > RA Restauro Artchitettonico
R Restauro > RD Tecniche del restauro
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura costruzione citta'
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/4913
Capitoli:

Introduzione

1. Virle Piemonte - Inquadramento storico e morfologico

2. Storia delle vicende costruttive

Le origini e il castello medievale

La ricostruzione del palazzo (secolo XVII)

Da villa signorile a ricovero e collegio

L' abbandono

3. Analisi storica e definizione del probabile costruttore

Ricerca archivistica

Confronto di elementi caratterizzanti l'architettura juvarriana

Atrio

Scalone

Salone principale

Confronto di elementi caratterizzanti lo stile architettonico dell'architetto Plantery

Disposizione degli ambienti

Prospetti

Conclusioni

Schema dei legami tra la nobiltà sabauda

4. Rilievo architettonico per conoscere e conservare il manufatto

Residenza

Facciate

Planimetria ed interni del palazzo

Sezione

Degradi ed interventi

Stato e risanamenti degli affreschi dei Dallamano

Palazzotti

Facciate

Planimetria ed interni del palazzo

Degradi ed interventi

Rilievo dei locali della villa dei Conti Piossasco di None

5. Progetto di rifunzionalizzazione

6. Analisi del contesto sociale, territoriale e culturale

Analisi degli stakeholders

Stato dell'architettura

Passate iniziative

Analisi stakeholders

Power/interest grid

Analisi degli attori e morfologia del network

Analisi territoriale

Analisi delle vie di comunicazione

Analisi dei trasporti pubblici

Analisi dei servizi ricettivi -Analisi dei servizi sanitari

Analisi sociale

Analisi museale

7. Progetto preliminare

Masterplan

Area museale

Senior co-housing

Palazzotti di ingresso

8. Analisi costi e ricavi

Valutazione di fattibilità dell'opera

Stima dei costi e dei ricavi

Costruzione del piano

Analisi di sensibilità

Valutazione risultati

9. Analisi delle normative vigenti di sicurezza

Regolamentazione degli spazi

Misure di sicurezza in caso di emergenza

Sale espositive in edifìci storici

Strutture ricettive

Misure per l'evacuazione in caso di incendio

Regolamentazione locali di ristorazione

10. Progettazione

Palazzotti di ingresso

Villa dei conti piossasco di None

11. Tavole

Conclusioni

Bibliografia

Sitografia

Bibliografia:

AA. VV., Enciclopedia dei comuni d’Italia. Il Piemonte paese per paese, voi. VII, Ed. Bonechi, Firenze, 1996;

ALFREDO AMICO, Tecnica della prevenzione incendi, Flaccovio, Palermo, 2014;

GIOVANNI BATTISTA AUDRITO, Cronoca di Virle Piemonte, Ed Bigliardi, Chieri, 1866; GIOVANNI BATTISTA AUDRITO, Ricerca sulla storia di Virle, Tipografia Falletti, Torino 1866; CARLO BRAYDA, LAURA COLI, DARIO SESIA, Ingegneri e architetti del sei e settecento in Piemonte, estratto da atti e rassegna tecnica della società degli ingegneri e architetti in Torino, anno XVII, Torino Marzo 1963;

GOFFREDO CASALIS CAVALIERE DELL’ORDINE DI SAN MAURIZIO E LAZZARO E DELL’ORDINE CIVILE DI SAVOIA, Dizionario geografico storico-statistico-commerciale degli stati si S.M. il re di Sardegna, voi. XXVI, biblioteca istorica della antica e nuova Italia, forni editori Bologna, Torino 1854;

PAOLO CASTAGNO, Virle Piemonte Arte e Storia, Associazione Progetto Cultura e Turismo Onlus, 2000;

GIOVANNI CARBONARA, Avvicinamento al restauro, Liguori editore, Napoli, 1997;

LUCIA CATERINA , CRISTINA MOSSETTI, Villa della Regina. Il Riflesso dell'Oriente nel Piemonte del Settecento, Umberto Allemanni & C., Torino, 2005;

AUGUSTO CAVALLARI-MURAT, Nella ricorrenza del bicentenario della morte di Gian Giacomo Plantery, architetto barocco, atti della società degli ingegneri e degli architetti in Torino, 22/07/1957; FRANCO COSIMO, GIANFRANCO GRITELLA, “Juvarra l’architettura” volume II, Panini editore, Modena, 1992;

GIUSEPPE DARDANELLO, Sperimentare l’architettura Guarini, Juvarra, Alfieri, Borra e Vittone, Torino, fondazione CRT, 2001;

BRUNO DENTE, Le decisioni di policy Come si prendono, come si studiano, Il Mulino, Bologna, 2011;

MARIO DOCCI, Maestri Manuale di rilevamento architettonico e urbano, Bari, Laterza, 2009 FAUZIA FARNETI, DEANNA LENZI, Realtà e illusione dell’architettura dipinta. Quadraturismo e grande decorazione nella pittura in età barocca, Brossura, 2006;

FEDERAZIONE NAZIONALE ANZIANI CISL, Anziani ‘97. Tra emarginazione e opportunità. Rapporto sulla condizione della persona anziana, Edizione Lavoro, Roma, 1997; MICHELANGELO FERRERÒ, Loci Virlarum struttura ed evoluzione del pasaggio di Virle - Quaderno 1, Virle Piemonte, Maggio 2006;

MICHELANGELO FERRERÒ, Loci Virlarum struttura ed evoluzione del pasaggio di Virle - Quaderno 2, Virle Piemonte, Dicembre 2006;

MICHELANGELO FERRERÒ, Sul tutto, periodico della società italiana di studi araldici, N.14 anno XIV, Giugno 2008;

ROBERT EDWARD FREEMAN, Strategie management A stakeholder approach, Cambridge university press, Cambridge, 1384;

FRANCESCO GUASCOFORNI, Dizionario feudale degli antichi stati sardi e della Lombardia (1774-1909), voi. IV, editori Bologna, 1911;

GIOVANNI MARIA LUPO, PIER ENZO PEIRANO, LUCIANO RE, Un’architettura interrotta, fra otto e novecento: le opere pubbliche di Crescentino Caselli a Virle, voi., VII, fase. 1, Centro studi piemontesi, Torino, 1978;

LUIGI MALLE’, Le arti figurative in Piemonte, officine Vlllar Perosa, Torino 1960;

ANTONIO MANNO, Dizionario feudale degli antichi stati continentali della monarchia dei Savoia”( 1720-1797), forni editore, bologna;

ISABELLA MONDULA, NORBERTO TUBI, Umidità e risanamento degli edifici in muratura, Maggioli Editore, Santarcangelo di Romagna (RN), 2006;

EDOARDO PICCOLI, Strutture voltate composte nell’architettura civile piemontese del XVIII secolo: le volte planteriane, Palladio, N° 23, 1999;

FRANCESCO POLI, M. TERESA ROBERTO, MARCO ROSCI, Arte contemporanea le collezioni del XX secolo in Piemonte, Centro Studi Piemontesi, Torino, 2000;

D. PROLA, 40 chiese barocche in Piemonte, Savigliano 2002;

LUCIANO RE, Questione di conservazione, Celid, Torino, 1999;

RICCARDO ROSCELLI, Manuale di estimo, valutazioni economiche ed esercizio professionale, De Agostini Scuola , Novara ,2014;

ENRICO SCARSO, La valutazione economica dei progetti di R&D Richiami alla teoria e ai più recenti metodi in uso, Mimeo, Padova, 2000;

SEPLI - servizi per l’ingegneria, Prevenzione incendi: progettazione, modulistica ed esempi, Grafill, Palermo, 2013;

ROBERTA SPALLONE, MARCO VITALI Architettura-ri-Costruzione-Geometria: un percorso conoscitivo applicato allo studio delle volte “plateriane” in Torino;

ANTONIO TELLUCCINI, L’arte dell’architetto Filippo Juvarra in Piemonte, Torino, Crudo Editore, 1926;

http://www.comune.virlepiemonte.to.it/hh/index.php

http://www.provincia.torino.gov.it/

http://piemonte.italiaguida.it/arte/barocco.asp

http://technoratio.blogspot.it/2010_03_01_archive.html

http://www.italica-virtus.it/iv02/esercito_savoiacavalleria.html

http://www.treccani.it/enciclopedia/antonio-maria-lampo_(Dizionario_Biografico)/

http://www.treccani.it/enciclopedia/filippo-juvarra_(Dizionario-Biografico)/

http://www.giuseppelabua.it/2009/restauro-tra-conservazione-e-trasformazione/

http://www.intergenerationallearningcenter.org/

http://www.giuseppelabua.it/2009/restauro-tra-conservazione-e-trasformazione/

http://www.unesco.org/new/en/natural-sciences/environment/ecological-sciences/man-and-bio-sphere-programme/

http://www.luoghicomuni.org/

https://abitaresociale.net/2014/10/29/labitare-collaborativo-e-longevita-attiva-anche-in-italia-ce-bisogno-di-cohousing/

http://www.tuttitalia.it/piemonte/75-virle-piemonte/statistiche/

http://europa.eu/publications/statistics/index_it.htm

http://www.abitareeanziani.it/aea/Home.aspx

http://www.librari.beniculturali.it/opencms/export/sites/dgbid/it/documenti/Normativa/Leg- ge_ 1 _giugno_ 19 39_n_ 1089. p df

http://arianna.consiglioregionale.piemonte.it/base/coord/cl977056.html

http://www.comune.virlepiemonte.to.it/

http://www.vigilfuoco.it/aspx/ReturnDocument.aspx?IdDocumento=4993

http://presidenza.governo.it/USRI/confessioni/norme/D_lgs_42-2004.pdf

http://www.apamontecatini.it/uploads/allegato%20circl61%20(1).pdf

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/1995/10/07/095G0452/sg

http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2008/10/siste/00000148.html

http://www.intergenerationallearningcenter.org/

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)