polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Analisi, progettazione e sviluppo di applicazioni inerenti servizi di connettività, sia lato infrastruttura che veicolo. = Analysis, design and development of applications related to connectivity services, both on the infrastructure and vehicle side.

Triggiani, Francesco

Analisi, progettazione e sviluppo di applicazioni inerenti servizi di connettività, sia lato infrastruttura che veicolo. = Analysis, design and development of applications related to connectivity services, both on the infrastructure and vehicle side.

Rel. Gianpiero Cabodi. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica (Computer Engineering), 2018

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Accesso al documento: Accesso libero
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (5MB) | Preview
Abstract:

Sviluppato in vista di un progetto futuro che è quello della guida autonoma, il V2X (vehicle-to-everything) rappresenta un sistema di comunicazione veicolare in cui tutti gli elementi coinvolti nella guida, che non sono solo veicoli ma anche infrastrutture, pedoni e dispositivi elettronici, si scambiano informazioni utili per migliorare la sicurezza e l’efficienza del sistema stradale. Oggigiorno, il focus è posto sul V2V (vehicle-to-vehicle) e sul V2I (vehicle-to-infrastructure). La comunicazione è basata sul DSRC che è una comunicazione dedicata a corto raggio e lo standard usato è l’IEEE 802.11p, estensione dell’IEEE 802.11a. La tesi è stata sviluppata nella sezione TI-IC (Technology Innovation – Innovation Connectivity) del gruppo italiano Magneti Marelli. Durante questo lavoro, è stato progettato, creato ed implementato il Visualizzatore (TSV), un modulo che permette lo sniffing dei pacchetti che vengono scambiati tra i veicoli e la visualizzazione in real-time sulla mappa della loro posizione corrente mentre sono in movimento. È diviso in due grandi parti: il backend e il frontend. La prima è rappresentata dall’Interpreter, un modulo che funge da sniffer dei pacchetti BSM, ne estrapola le informazioni richieste, come ad esempio la latitudine e la longitudine del veicolo, e riempie un oggetto JSON con questi dati da mandare al web server. Una funzione molto utile dell’Interpreter è quella di riuscire a riscontrare se c’è stato un malfunzionamento o un danno durante la comunicazione, risalendo alla fonte del problema. Infatti, tra le informazioni di cui dispone è presente l’ID univoco del veicolo che potrebbe aver riscontrato un danno. La seconda parte è rappresentata da un web server, che riceve l’oggetto JSON inviato dall’Interpreter e dal web site che è utile per tenere traccia del tragitto percorso dai veicoli, estrapolando le coordinate geografiche dall’oggetto e segnando dinamicamente sulla mappa la loro posizione con dei marker. Inoltre, è possibile selezionare dei layer da visualizzare sulla mappa e crearne o caricarne dei nuovi.Il Visualizzatore è stato testato completamente in questo modo: il codice dell’Interpreter è stato caricato sull’MK5, un board capace di comunicare i dati al web server ed il web server ed il web site sono stati caricati sul CAR-PC collegato ad un monitor. Durante il test, due veicoli hanno percorso un tratto prestabilito e la loro posizione è stata correttamente visualizzata sul circuito presente sulla mappa del web site. Il progetto è stato utilizzato all’evento ufficiale MASA, tenutosi presso l’Autodromo di Modena nel Settembre 2018.

Relatori: Gianpiero Cabodi
Anno accademico: 2018/19
Tipo di pubblicazione: Elettronica
Soggetti:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica (Computer Engineering)
Classe di laurea: Nuovo ordinamento > Laurea magistrale > LM-32 - INGEGNERIA INFORMATICA
Aziende collaboratrici: Magneti Marelli spa
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/9505
Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)