polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Valutazioni preliminari per il completamento di un'opera pubblica incompiuta: il caso del Palasport di Gravellona Toce

Beltrame, Stefano

Valutazioni preliminari per il completamento di un'opera pubblica incompiuta: il caso del Palasport di Gravellona Toce.

Rel. Manuela Rebaudengo, Andrea Bocco. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile, 2018

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Accesso al documento: Accesso libero
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (41MB) | Preview
[img] Archive (ZIP) (Documenti_allegati) - Altro
Accesso al documento: Accesso libero
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (131kB)
Abstract:

Le ideologie del nuovo millennio che si ba- sano sulla diminuzione dell’ inquinamento, sulla salvaguardia e sul benessere del nostro pianeta hanno in uenzato anche l’ambito architettonico.La sostenbilità per quanto riguarda il mondo dell’ edilizia, non riguarda solo la diminuzione dello sfruttamento delle risorse non rinnovabili ed un aumento dell’utilizzo di risorse rinnovabili ma si lega, anche, ai concetti relativi al consumo di suolo, al riutilizzo di spazi ed al recupero.E’ importante rivalorizzare il patrimonio edilizio esistente attraverso il riutilizzo degli edifici dismessi rivivendo gli spazi o pensando ad una loro rifunzionalizzazione che potrebbe portare l’edificio ad una nuova vita. Non è facile una loro indivi-duazione e tanto meno una loro catalogazione. Solo nel settore dei lavori pubblici si è riusciti a smuovere le acque attraverso il con-tributo delle varie normative emanete nell’ ambito di una corretta realizzazione delle opere pubbliche.Le prime linee guida sono state date dalla legge Merloni che ha stabilito una regolariz-zazione dei lavori pubblici con il successivo passaggio al monitoraggio AVCP su ritardi in corso d’opera. Qualche anno dopo, seguendo la stessa linea, è stato emanato il decreto le- gislativo 163 del Codice dei Contratti che disciplinava i contratti delle stazioni appaltanti, degli enti e dei soggetti aggiudicatori. Dal tema sulle varianti e tempistiche sulle opere, le leggi si concentrarono sulla definizione di opera incompiuta e sul suo trattamento. E’ il D.M. 42/2013 che ha redatto le basi per la compilazione dell’ anagrafe delle opere incompiute dando la sua definizione, i tempi di pubblicazione, le modalità per il monitoraggio, regione per regione, anno per anno delle opere. Successivamente attraverso l’articolo 21 dei Codice dei Contratti 50/2016, le opere saranno inserite nel programma delle opere triennali con il fine di completarle, anche, attraverso soluzioni di erenti come il riutilizzo, il ridimensionamento, la vendita oppure la demolizione della stessa.Con questa tesi si andrà a spiegare il monitoraggio delle opere pubbliche incompiute, la sua normativa e la sua evoluzione. Uno sguardo sarà rivolto alla situazione nazionale ed uno più approfondito sulla regione Piemonte dove ci sarà un' analisi delle opere presenti nell’ elenco dell’ultimo anno.L’ intento finale sarà il concentrarsi su un’ opera pubblica incompiuta dell’anagrafe, analizzarla, raccontare la sua storia e di completarla secondo le direttive del decreto ministeriale.

Relatori: Manuela Rebaudengo, Andrea Bocco
Anno accademico: 2017/18
Tipo di pubblicazione: Elettronica
Soggetti:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile
Classe di laurea: Nuovo ordinamento > Laurea magistrale > LM-04 - ARCHITETTURA E INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/8304
Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)