polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Metodi di Rilievo metrico 3D multiscala per il patrimonio costruito. Applicazioni aeree e terrestri in differenti scenari.

Stefano Perri

Metodi di Rilievo metrico 3D multiscala per il patrimonio costruito. Applicazioni aeree e terrestri in differenti scenari.

Rel. Antonia Teresa Spano', Filiberto Chiabrando. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile, 2018

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (16MB) | Preview
Abstract:

L’obiettivo principale della tesi è quello di illustrare e approfondire differenti metodi di intervento nel campo della Geomatica per la documentazione dei beni culturali. Sono stati identificati tre scenari a scala diversa, nei quali sono state eseguite attività di conoscenza e analisi delle consistenza e dello stato di fatto, con l’impiego di diversi metodi e tecniche, atti ad ottenere una grande quantità di dati caratterizzati da una ricchezza metrica e tematica. In risposta ad una sempre crescente richiesta di conoscenza dei manufatti antropici e del patrimonio paesaggistico, si ricorre ormai, sempre più, all’impiego di strumenti e tecniche innovative. Grazie all’avanzare dei processi tecnologici e della relativa automazione che permette di ridurre i tempi delle operazioni di rilievo sul campo e delle successive elaborazioni in laboratorio.Lo scopo finale delle operazioni del rilievo metrico è quello di fornire specifiche e accurate rappresentazioni di tipo morfo-geometrico e di natura tematica, relativa ai contenuti dello stato di conservazione di materiali e sistemi costruttivi del bene oggetto di indagine, al fine di poter essere fruite in un secondo momento da altri attori che interverranno nella conservazione del manufatto. I tre casi studio rappresentano differenti ambiti del patrimonio costruito: il primo è un esempio di manufatto archeologico inserito in un contesto di grande valore paesaggistico (Rocca di San Silvestro nel comune di Campiglia Marittima); il secondo è un’architettura religiosa con apparati pittorici murari (Cappellone della Basilica di San Nicola in Tolentino); ed infine, un manufatto appartenente all’ambito dell’archeologia industriale (Paraboloide di Casale Monferrato). Per la fase di documentazione sono stati impiegati diversi metodi e strumenti, ormai affermati nel campo della Geomatica: il metodo image based in cui si utilizza la tecnica fotogrammetrica digitale, sia terrestre, che aerea con l’utilizzo di dispositivi UAV (Unmanned Aerial Vehicle) e il metodo range based che ha previsto l’utilizzo di un sistema LIDAR (Light Detection and Ranging) terrestre. E' possibile identificare due importanti fasi del processo di rilievo, il primo consistente nel rilievo sul campo, dove si cerca di ridurre il più possibile l’impiego di risorse umane e i tempi nella raccolta di dati grezzi, optando per un approccio sostenibile, a differenza di procedure più datate dove l’intervento di rilievo sul campo richiedeva tempi e risorse maggiori. Il secondo, consiste invece, nell’organizzazione e nell’elaborazione in laboratorio, da parte dell’operatore, dei dati raccolti in tempi più ampi. Lo scopo finale è quello di ottenere aggiornamenti ed integrazioni agli elaborati grafici tradizionali, comuni al linguaggio architettonico, (planimetrie e sezioni territoriali, piante prospetti e sezioni di manufatti architettonici) a partire da elaborati 3D, come nuvole di punti, che vengono analizzate ed elaborate per poter generare sezioni, sviluppi di isoipse ed interpretazioni metriche del manufatto, oppure mesh 3D texturizzate utili a fornire invece informazioni geometriche e radiometriche dell’oggetto.Lo svolgersi di queste attività di analisi e monitoraggio è spinta dalla consapevolezza sempre crescente dell’importanza del nostro patrimonio culturale e paesaggistico; la fragilità del patrimonio è infatti costantemente minacciata da incuria umana ed eventi naturali, che espongono la vita del bene sia al lento e graduale decadimento nel tempo, che a rischiosi quanto disastrosi eventi.

Relators: Antonia Teresa Spano', Filiberto Chiabrando
Academic year: 2017/18
Publication type: Electronic
Number of Pages: 167
Subjects: A Architettura > AP Architectural survey
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-04 - ARCHITECTURE AND ARCHITECTURAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/8019
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)