polito.it
Politecnico di Torino (logo)

METODI REALITY BASED E HBIM PER IL PATRIMONIO ARCHEOLOGICO Il caso studio della villa romana di Costigliole Saluzzo = REALITY BASED METHODS AND HBIM FOR ARCHAEOLOGICAL HERITAGE The study case of roman villa of Costigliole Saluzzo

Federico Dodero Podio

METODI REALITY BASED E HBIM PER IL PATRIMONIO ARCHEOLOGICO Il caso studio della villa romana di Costigliole Saluzzo = REALITY BASED METHODS AND HBIM FOR ARCHAEOLOGICAL HERITAGE The study case of roman villa of Costigliole Saluzzo.

Rel. Antonia Teresa Spano', Filiberto Chiabrando. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile, 2018

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (15MB) | Preview
[img] Archive (ZIP) (Documenti_allegati) - Other
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (140MB)
Abstract:

La tesi ha come oggetto l'applicazione dei metodi della geomatica applicati allo studio del patrimonio archeologico, ed in particolare, il caso specifico oggetto dell'analisi sarà la villa romana sita nel comune di Costigliole Saluzzo.La villa, con la sua estensione di circa tre ettari, rappresenta un unicum nell'Italia settentrionale per la tipologia dell'impianto.L'obiettivo è quello di realizzare uno strumento di supporto alla comunicazione dei segni lasciati dalle popolazioni che hanno vissuto nell’area nord-est padana, attraverso l'utilizzo di metodi di rilievo e modellazione reality-based e HBIM(Historical Building Information Modeling) e alla rappresentazione del territorio attraverso gli strumenti GIS(Geographical Information System).Applicando il rilievo geomatico si risponderà all'esigenza di elaborare interdisciplinarmente e in modo interoperabile un gran quantitativo di informazioni derivanti da molteplici procedure.A valle del rilievo 3D, si mirerà anche a realizzare la ricostruzione architettonica dell'intero organismo della villa, che ora presenta limitati alzati e alcune pavimentazioni, andando a utilizzare lo strumento HBIM che integrerà al modello ricostruttivo volumetrico informazioni legate agli studi e ai ritrovamenti eseguiti dagli archeologi in modo da ottenere una documentazione affidabile e consultabile, oltre che ulteriormente implementabile nel futuro.Lo sviluppo di questa dissertazione è stato possibile grazie alla collaborazione tra il Laboratorio di Geomatica per i Beni Culturali del Politecnico di Torino ed i professori Diego Elia e Valeria Meirano dell’Università degli Studi di Torino, coordinatori degli scavi archeologici presso la villa romana di Costigliole Saluzzo.

Relators: Antonia Teresa Spano', Filiberto Chiabrando
Academic year: 2017/18
Publication type: Electronic
Number of Pages: 167
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-04 - ARCHITECTURE AND ARCHITECTURAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/7971
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)