polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Sviluppo di un nuovo modello di gestione delle competenze nella supply chain. Il caso FCA. = Development of a new model of skills management in the supply chain. FCA case study.

Grammauro, Paola

Sviluppo di un nuovo modello di gestione delle competenze nella supply chain. Il caso FCA. = Development of a new model of skills management in the supply chain. FCA case study.

Rel. Anna Corinna Cagliano. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Ingegneria Gestionale, 2018

Abstract:

In un mondo sempre più globalizzato, tecnologico, veloce, in cui la competitività tra imprese diventa ogni giorno più intensa, al Knowledge Management, ovvero il filone della teoria manageriale che si occupa della gestione delle competenze, viene riconosciuto il merito di poter essere fonte di nuovo vantaggio competitivo, nonostante i mutamenti del contesto economico. Esso infatti comprende tutti i processi di acquisizione, condivisione, creazione, immagazzinamento, trasferimento e utilizzo della conoscenza al fine di migliorare le performance aziendali. Per tale motivo questo lavoro di tesi è volto a sviluppare un modello di competenze necessarie ai principali ruoli di una supply chain automotive. Partendo dall’analisi della supply chain di FCA, presso cui è stato svolto un tirocinio, vengono descritti i suoi principali processi che vedono protagoniste le cinque figure su cui è strutturato il modello. Queste sono il Sales and Operations Planning Manager, lo Scheduler and Order Manager, il Distribution Manager, il Materials Manager e il Service Contracts Manager. Ad ognuna di esse sono state attribuite le competenze necessarie a svolgere il proprio ruolo e il grado con cui queste devono essere possedute. Le novità principali del modello, rispetto a quelli presenti in letteratura, sono la dettagliata associazione ruolo-competenza e la definizione del grado con cui queste debbano essere possedute, dal momento che il metodo più comune precedentemente utilizzato è quello di individuare una serie di competenze valide globalmente per l’intera supply chain e non ulteriormente dettagliate per profondità di possesso. Nella fase conclusiva, poi, è condotta un’analisi su come tali competenze evolveranno in seguito all’avvento dell’Industry 4.0, o quarta rivoluzione industriale: quali sopravvivranno, quali verranno soppiantate dall’uso della digitalizzazione e quali saranno da sviluppare ex novo. L’obiettivo è quindi quello di generare un modello che possa guidare i carmaker nella complessità che affligge il loro settore, data dall’alto numero di figure con cui si devono interfacciare, dalla complessità del prodotto e dalla necessità di rendere l’automobile un bene sempre più tecnologico nel minor tempo possibile, senza possedere spesso le competenze softwaristiche necessarie (si pensi, ad esempio, alla guida autonoma). Soltanto una buona sistematizzazione delle competenze e una politica di continuo apprendimento e miglioramento del bagaglio culturale dei lavoratori possono permettere di costruire un vantaggio competitivo sostenibile nel tempo.

Relatori: Anna Corinna Cagliano
Anno accademico: 2017/18
Tipo di pubblicazione: Elettronica
Informazioni aggiuntive: Tesi secretata. Full text non presente
Soggetti:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Ingegneria Gestionale
Classe di laurea: Nuovo ordinamento > Laurea magistrale > LM-31 - INGEGNERIA GESTIONALE
Aziende collaboratrici: FCA ITALY SPA
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/7891
Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)