polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Metodologie innovative nell’era digitale: il BIM per la “cost optimal analysis”.

Farina, Marco

Metodologie innovative nell’era digitale: il BIM per la “cost optimal analysis”.

Rel. Anna Osello, Matteo Del Giudice, Manuela Rebaudengo. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile, 2018

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Accesso al documento: Accesso libero
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (23MB) | Preview
Abstract:

L’oggetto di studio della tesi riguarda il progetto di un centro diurno per malati di Alzheimer presso il Santuario del Trompone di Moncrivello, comune sito nella provincia di Vercelli. Pur essendo inserito in una manica di nuova costruzione, il progetto è in realtà parte integrante di un intervento che ha coinvolto tutto il complesso del Trompone, mediante il contributo di un gruppo di studenti in ambiti diversi. Il filo conduttore è rappresentato dall’utilizzo della tecnologia BIM per la realizzazione e la gestione di strutture sanitarie.

Il tema centrale della tesi riguarda la valutazione della sostenibilità di scelte progettuali volte al risparmio energetico. Sono diversi gli strumenti utili ad affrontare questa tematica e una di queste è rappresentato dalla Cost Optimal Analysis, definita come una metodologia attraverso la quale è possibile individuare il miglior livello di prestazione energetica in funzione dei costi. Si tratta quindi di fondere la sfera economica con quelle energetica ed ambientale. L’obiettivo è quello di effettuare scelte di risparmio energetico ottimizzando i costi.

Da un punto di vista pratico, la cost optimal consiste nel creare una serie di alternative progettuali concepite come combinazioni di diverse soluzioni tecnologiche ed im-piantistiche. Queste andranno poi sottoposte ad analisi energetiche ed economiche valutandone la prestazione lungo il loro ciclo di vita. In questa maniera è possibile valutare gli effetti che la singola soluzione progettuale provoca sulla performance energetica ed economica dell’intero edificio. Questa procedura, se utilizzata sin dalle fasi preliminari della progettazione, richiede tempo e coinvolge molteplici ambiti progettuali. Una risposta a questo presupposto può essere data dall’adozione di nuovi strumenti di progettazione digitale come il Building Information Modeling (BIM).

Lo scopo della tesi è stato quindi quello di proporre un’applicazione metodologica di integrazione tra BIM e Cost Optimality, al fine di creare uno strumento di decision making utilizzabile sin dalle fasi preliminari della progettazione e che, successivamente, permetta di eseguire un controllo continuo delle prestazioni energetiche ed economiche ad ogni sviluppo progettuale. Questa premessa è stata realizzata grazie all’ideazione di un workflow che sfruttasse l’interoperabilità per la condivisione di informazioni eterogenee contenute nel modello 3D parametrico per eseguire analisi di tipo energetico ed economico.

I risultati più significativi riguardano l’analisi dell’interoperabilità tra i diversi software. Nel complesso, non si sono verificate criticità in grado di compromettere il processo ma vi sono alcuni aspetti in contrasto con la metodologia BIM. Queste criticità riguardano soprattutto l’analisi energetica. Ad oggi, infatti, manca la possibilità di condividere informazioni con software di simulazione energetica in modo bidirezionale. Inoltre, la precisione del modello analitico richiede che vengano eseguiti una serie di accorgimenti che spesso riguardano la semplificazione del modello architettonico. A livelli di progetto avanzato, questo aspetto ostacola il grande vantaggio di avere un unico modello condiviso tra tutte le figure coinvolte nella progettazione.

Seppur il risultato possa essere considerato soddisfacente, occorre maggiore studio e ricerca sull’implementazione dell’interoperabilità BIM in maniera tale da sfruttare appieno il suo potenziale velocizzando e migliorando sempre più la progettazione integrata.

Per ulteriori informazioni contattare:

Marco Farina

marco_farina@live.it

Relatori: Anna Osello, Matteo Del Giudice, Manuela Rebaudengo
Anno accademico: 2017/18
Tipo di pubblicazione: Elettronica
Soggetti: A Architettura > AO Progettazione
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile
Classe di laurea: Nuovo ordinamento > Laurea magistrale > LM-04 - ARCHITETTURA E INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/6742
Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)