polito.it
Politecnico di Torino (logo)

BiosPHera 2.0 tra efficienza energetica e benessere psicofisico

Niccoli, Maria and Rizza, Karen

BiosPHera 2.0 tra efficienza energetica e benessere psicofisico.

Rel. Guido Callegari. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura costruzione citta', 2017

Abstract:

BiosPHera 2.0 è un progetto sperimentale nato da una collaborazione tra sistema di ricerca e sistema di impresa. L’iniziativa è stata promossa dal Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino, dal gruppo studentesco Woodlab del Politecnico di Torino, l’Istituto

Zephir Passivhaus Italia, Aktivhaus gruppo Nexlogic, la Regione autonoma Valle d’Aosta, l’incubatore d’impresa valdostano Pépinière d’Entreprises Espace Aosta e la spin-off del Politecnico di Torino Be-Eco.

Il progetto BiosPHera 2.0 si inserisce nell’ambito della progettazione architettonica sostenibile, finalizzato alla realizzazione di un modulo abitativo che concili i principi teorici e tecnici relativi al basso consumo energetico (NZEB), in riferimento ai protocolli di certificazione di case passive, con gli aspetti relativi al benessere psico-fisico dell’utente finale, in riferimento ai principi teorici espressi dalla biofilia, studiati in collaborazione con il Laboratorio di Ecologia Affettiva dell’Università della Valle d’Aosta.

Lo studio dell’interazione di questi due campi, aspetti fisico-energetici con gli aspetti cognitivi-sensoriali, caratterizza il progetto di una forte componente sperimentale e d’innovazione. Per la prima volta si è attuato un complesso lavoro di ricerca scientifica,

tecnologica e di monitoraggio ambientale che ha permesso di studiare il benessere umano all’interno di un ambiente domestico, al fine di definire il legame che intercorre tra tecnologie d’involucro, sistema impiantistico, spazialità architettoniche, ambiente e comportamento

psicofisico del corpo umano.

L’obiettivo del lavoro di tesi si è concretizzato nella costruzione di un modulo abitativo

itinerante di 26 m2 di dimensioni 12x3x3m, denominato BiosPHera 2.0, che rappresenta la prosecuzione ideale di una precedente esperienza sviluppata dall’Istituto Zephir Passivhaus Italia ovvero BiosPHera 1.0.

Il progetto ha avuto una durata di un anno e tre mesi, dal 26 settembre 2015 giorno d’inizio del workshop “Thinking outside the box” a Torino, fase di sviluppo del concept, fino al 27 gennaio 2017 giorno di conclusione della fase sperimentale in concomitanza della fiera

Klimahouse a Bolzano.

Nell’arco di un anno intero il modulo è stato oggetto di un roadshow internazionale che,facendo tappa in diverse città tra cui Courmayeur, Milano, Riccione, Torino e Locarno, ha

sottoposto BiosPHera 2.0 e i 32 ospiti che hanno vissuto al suo interno a stress termici e ambientali continui. Durante questa fase, attraverso dispositivi di monitoraggio innovativi, sono stati raccolti più di 25 parametri legati al comportamento dell’involucro edilizio (temperatura, umidità dell’aria, presenza di inquinanti), e sono stati studiati gli indicatori del benessere psicofisico degli abitanti.

Le principali fasi delle quali siamo state partecipi in prima persona hanno riguardato l’ideazione del concept architettonico, la costruzione del modulo, il periodo del roadshow corrispondente alla fase della sperimentazione e della raccolta dati.

In stretta relazione al progetto BiosPHera 2.0 l’obiettivo della nostra tesi è stato duplice.

Da un lato nell’ambito di una formazione del learning by doing, ci siamo misurate in quanto studentesse di architettura nella progettazione di un modulo abitativo seguendone tutte le fasi, dall’ideazione al periodo di sperimentazione.

In secondo luogo, terminato il periodo della raccolta dati, abbiamo analizzato e confrontato i parametri relativi agli aspetti fisici-energetici con quelli relativi agli aspetti sensorialicognitivi, con il proposito di metterli a sistema.

Nella tesi pertanto vengono esposte le premesse teoriche sulla base delle quali si è sviluppata l’idea progettuale, le fasi del progetto BiosPHera 2.0 in riferimento al nostro

contributo, la descrizione del progetto, le analisi riguardanti l’anno della sperimentazione e le conclusioni alle quali siamo giunte.

Per ulteriori informazioni contattare:

Maria Niccoli marianiccoli@hotmail.it, Karen Rizza karenrizza85@tiscali.it

Relatori: Guido Callegari
Soggetti: A Architettura > AD Bioarchitettura
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura costruzione citta'
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/6091
Capitoli:

ABSTRACT

1 INTRODUZIONE

1.1 L'Efficienza energetica

1.1.1 Il contesto

1.1.2 Strumenti e politiche N-ZEB

1.1.3 Le case passive

1.2 II Benessere

1.2.1 Comfort abitativo

1.2.1.1 Benessere termo-igrometrico

1.2.1.2 Benessere acustico

1.2.1.3 Benessere luminoso

1.2.1.4 Benessere respiratorio-olfattivo

1.2.2 Benessere psicofisico Biofilia

2 L' ESPERIENZA DIDATTICA

2.1 II workshop

2.2 Dal concept al progetto esecutivo

2.3 La costruzione

2.4 L'inaugurazione e l'inizio del roadshow

2.5 L' esperienza abitativa e la sperimentazione

2.6 I diari

3 IL PROGETTO BIOSPHERA 2.0

3.1 Inquadramento

3.1.1 Come nasce il progetto

3.1.2 Il modulo

3.1.3 La sperimentazione

3.2 II progetto

3.2.1 Il concept

3.2.2 Il progetto definitivo

3.3 La tecnologia

3.3.1 La struttura portante

3.3.2 L'involucro

3.3.3 I serramenti

3.3.4 Gli impianti

3.4 BiosPHera 2.0 e l'efficienza energetica

3.5 BiosPHera 2.0 e il benessere psicofisico

4 SPERIMENTAZIONE

4.1 Finalità e obiettivi

4.2 II Roadshow

4.3 Gli ospiti

4.4 II monitoraggio: metodi e strumenti

4.5 Raccolta dati

4.6 Analisi

CONCUSIONI

ALLEGATI

Bibliografia:

L. Rubini, S. Sangiorgio, C. Le Noci, "Il nuovo edificio green", Hoepli, Milano, 2011

Manuale corso CEPH progettista/consulente certificato PassivHaus, "Zero Energy and Passivhaus Institute for Re-search"

ZEPHIR PassivHaus ITALIA , PARTE 1 -2

"Introduzione alla biofilia. La relazione con la natura tra genetica e psicologia", G. Barbiere, R. Berto Editore Carocci, Roma 2016

"Dalla Caverna alla Casa Ecologica.Storia del comfort e dell'energia", Federico M. Bufera, Editore Edizioni Ambiente

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)