polito.it
Politecnico di Torino (logo)

The great Pittsburgh and steel towns : la città d'acciaio nel XIX secolo

Furno, Elena

The great Pittsburgh and steel towns : la città d'acciaio nel XIX secolo.

Rel. Annalisa Dameri. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Restauro E Valorizzazione Del Patrimonio, 2013

Abstract:

La mia ricerca su Pittsburgh si focalizza sullo sviluppo urbano che ha investito la città durante il XIX secolo, con l’arrivo dell’industria. Quando si parla di Pittsburgh, a qualcuno è chiaro che fu uno dei più importanti centri siderurgici degli Stati Uniti, sede di alcuni dei più grandi impianti industriali della Nazione e di enormi capitali che monopolizzarono l’economia americana per tutto l’Ottocento.

Ciò che invece passa in secondo piano, anche se di enorme importanza a mio parere, è come la città si sia sviluppata, sia cresciuta e cambiata non solo sotto l’aspetto economico, ma anche architettonico e sociale.

Le grandi innovazioni tecnologiche, tra le quali la macchina a vapore, di cui si avvalse il settore dei trasporti, sui fiumi con l’impiego dei battelli a vapore e successivamente la ferrovia con la locomotiva a vapore, hanno fatto si che molte città del mondo, europee ma anche americane, si sviluppassero molto velocemente durante la prima metà del XIX secolo, anche in termini di crescita demografica.

Questa crescita fu favorita da numerosi altri fattori: la presenza di giacimenti minerari, il facile accesso a riserve d’acqua e soprattutto, e per quanto riguarda gli Stati Uniti, l’ondata migratoria che interessò il continente americano nell’Ottocento.

Sotto questo punto di vista Pittsburgh possedeva tutte le caratteristiche per diventare un grande centro produttivo fin dai primi decenni dell’Ottocento. Collocata alla confluenza di tre fiumi, l’Ohio, il Mononghaela e l’Allegheny che permettevano lo spostamento di merci e persone in tutte le direzioni, Pittsburgh sorse innanzitutto come città commerciale.

Si trasformò velocemente in un centro produttivo grazie alle innovazioni tecnologiche che le consentirono, da una parte, il facile accesso ai giacimenti minerari di carbone e ferro nelle regioni adiacenti, dall’altra l’avviamento di grandi impianti siderurgici collocati ai margini della città.

E’ nei pressi degli stabilimenti industriali, situati lungo le ampie pianure fluviali, che si svilupparono quegli insediamenti che si è soliti chiamare steeltowns, città dell’acciaio.

Le città industriali dell’area di Pittsburgh, solitamente localizzate alle spalle dello stabilimento industriale, dove il territorio diventava collinare, avevano, circa tutte, le stesse caratteristiche. Alcune di antica fondazione, altre sorte insieme all’impianto, erano costituite da diverse comunità di etnie differenti, ciascuna città era dotata di tutti i servizi collettivi, scuole, chiese, esercizi commerciali, che le rendevano indipendenti dal “grande” centro urbano, la cosiddetta “down town,” che nel frattempo acquisì una funzione direzionale e di servizio.

Caratteristiche simili a quelle delle steel towns si individuano anche in diversi quartieri di Pittsburgh, geograficamente e socialmente separati dal centro a causa della topografia del terreno ma anche della diversità etnica dei loro abitanti, anche successivamente all’unificazione sotto un unico distretto.

Ciò che ho percepito fin da subito a Pittsburgh studiando la storia della città - ma ancor di più abitandoci grazie alla borsa di studio che mi ha consentito di raccogliere sul campo il materiale d’archivio per la stesura di questa tesi, è infatti la frammentazione del tessuto urbano che, interrotto da colline e valli, risulta disomogeneo.

E’ probabile che i fattori a cui ho accennato, il territorio collinare, la presenza dei tre fiumi, le industrie che si collocarono sulle loro sponde e attorno alle quali crebbe la città, siano stati all’origine di questa frammentazione, e forse proprio grazie a essi non si verificò la crescita incontrollata delle periferie tipica delle città americane.

Man mano che approfondivo la mia ricerca, durante i tre mesi trascorsi a Pittsburgh, ho realizzato che fondamentalmente la città non ha subito grandi cambiamenti nell'ultimo secolo. E’ stata sottoposta a demolizioni e ricostruzioni, soprattutto nell’area di downtown e dei siti industriali, ma la conformazione

urbana e sociale non è cambiata. Ancora oggi esiste una divisione di fondo tra i vari quartieri della città. Così come avvenne nell’Ottocento, con le famiglie di immigrati italiani insediate a Bloomfield, o la comunità ebraica a Squirrel Hill, comunità distinte che erano solite vivere principalmente all'interno dei confini del quartiere, dotato di tutti i servizi necessari al fabbisogno della comunità e organizzato intorno a una o due strade principali dove si localizzavano gli esercizi commerciali (proprio come accadde nelle steel towns). Non sembra del tutto realizzato il meeting potere è stato il fondamento della società americana, caratterizzata da sempre dal fenomeno immigratorio.

Ancora oggi è visibile il divario sociale tra la popolazione bianca che vive ad esempio nell’area di Oakland o Squirrel Hill, e la popolazione per lo più afroamericana dell'attuale uptown, un’area molto degradata della città e quasi abbandonata, nonostante la vicinanza a downtown.

Il divario sociale e la frammentazione urbana ha certamente riconducibile alla gestione della città durante l'Ottocento e il Novecento, quando i politici e i bosses della città si concentrarono sulla riorganizzazione di downtown e soprattuto agirono nella pianificazione di interventi mirati e puntuali secondo l'ideale della city beautiful, movimento che prese piede in tutte le maggiori città americane e che prevedeva interventi mirati alla soluzione di problemi singoli e localizzati, senza considerare la città come un tutt'uno.

Relators: Annalisa Dameri
Publication type: Printed
Subjects: R Restauro > RC Restauro urbano
SS Scienze Sociali ed economiche > SSE Scienze economiche
SS Scienze Sociali ed economiche > SSG Sociologia
U Urbanistica > UK Pianificazione urbana
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Restauro E Valorizzazione Del Patrimonio
Classe di laurea: UNSPECIFIED
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/3381
Chapters:

INTRODUZIONE

1. URBAN-INDUSTRIAL AMERICA _1830/1860

1.1. INNOVAZIONI TECNOLOGICHE E L’ERA DELL’ACCIAIO

1.2. CITTÀ E VIE DI COMUNICAZIONE

1.2.1. Il sistema fluviale e le fabbriche

1.2.2. Le ferrovie e l’espansione della città

1.2. LA «GREATPITTSBURGH» EI GIACIMENTI MINERARI

1.3. GLI ANNI PRECEDENTI ALLA GUERRA CIVILE AMERICANA (1861-1865)

2. L’URBANISTICA NEGLI STATI UNITI TRA IL LMSSER FAIR E IL PLANNING _1860/1923

2.1. IL BOSS/SMO E / TENTATIVI DI PIANIFICAZIONE A PITTSBURGH

2.1.1. Magee e Bigelow (1879-1900)

2.1.2. Il «park movement» e il «city beautiful movement»

2.2. GUTHRIE EI RIFORMISTI (1906-1909)

2.3. OLMSTED E IL PIANO PER DOWNTOWN DEL 1910

2.4. PIANIFICAZIONE NEL XX SECOLO

2.4.1. Sviluppo metropolitano e i «suburbs»

3. DALLA FABBRICA ALLA CITTA’

3.1. LE «STEEL TOWNS» NEL DISTRETTO DI PITTSBURGH

3.2. ANDREW CARNEGIE E LA UNITED STATES STEEL COMPANY (1865-)

3.2.1. Braddock

3.2.2. Homestead

3.2.3. Duquesne

3.3. JONES & LAUGHUN STEEL COMPANY(1859-1984)

3.3.1. South Side

3.3.2. Aliquippa Works

CONCLUSIONE

BIBLIOGRAFIA

Bibliography:

_ 1927, M. Sioli (a cura di), Metropoli e natura sulle frontiere americane. Dalle non-città indiane alla città di Thoreau, dalle metropoli industriali alla città ecologica, Franco Angeli,Storia Urbana, Milano;

_ 1969, A. B. Callow Jr, American Urban History. An interpretative reader with commentaries, Oxford University Press, University of California, Santa Barbara;

_ 1973, M. Tafuri, La montagna disincantata, in G. Ciucci, La città americana: dalla guerra civile al New Deal, Laterza, Roma;

_ 1974, A. Llyod, Pittsburgh 1923zoning Ordinance, Western Pennsylvania Historical Magazine, n°57, July;

_ 1974, B. J. Sauer, A political process of urban growth: Consolidation of the South Side with the City of Pittsburgh, 1872, Pennsylvania History, Vol. 41, n° 3 (July 1974)

_ 1975, P.L. Crosta, L’urbanistica del riformismo, USA 1890-1940\ Mazzotta, Milano;

_ 1976, E.K. Muller, SocietySeiective Urban Growth in the Middle Ohio Valley, 1800-1860 Geographical Review, Vol. 66, No. 2 (Apr., 1976), pp. 178-199; _ 1977, E.K. Muller, Regional urbanization and the selective growth of towns in North American regions, Journal of Historical Geography,3,1 (1977) 21 -39 _ 1981, P. Sica, Storia dell’Urbanistica, l’Ottocento, Vol. Il, Laterza, Bari;

_ 1982, C. Zaitzevsky, Frederick Law Olmsted and the Boston Park system, The Belknap Press of Harvard University Press, Cambridge, Massachusetts and London, England;

1983, M. C. Boyer, Dreaming the Ration City. The Myth of American City Planning, The Massachusetts Institute of Technology, Boston;

_ 1988, Remaking the Monongahela Valley, a cura di Regional/Urban Design Assistance Team, a service of the American Institute of Architects, March 1988;

1989, E.K. Muller, The Legacy of Industrial Riversa Pittsburgh History, A Magazine of the City and Its Region, Summer 1989 Volume 72, Number 2, p. 64;

1995, B. Pace, Città d’acciao. Ascesa e caduta di Pittsburgh, Pennsylvania, in «Acoma» n°5, p.p. 85-89, Editori Internazionali;

-2006, John F. Bauman e Edward K. Muller, Before renaissance. Planning in Pitsburgh, 1889-1943, University of Pittsburgh Press, Pittsburgh;

_ 2008, J.F. McDonald, Urban America. Growth crisis and re birth, M. E. Sharpe, New York;

_ 2012, T.M. Collins, E. K. Muller e J. A. Tarr, Pittsburgh’s Three Rivers: From Industrial Infrastructure to Environmental Asset, in R. A. Mohl e R.Biles, The

Making of Urban America, Rowman&LittlefieldPublisher, Inc., Lanham, Maryland;

_ 1878, G. H. Thurson, Pittsburgh and Allegheny in the centennial year, A.A. Anderson&son, Pittsburgh;

_ 1889, T. Cushing, History of Allegheny County, Pennsylvania, Including its Early Settlement and Progress to the Present Time, VOLUME 2 PART 1, A.

Warner and Co., Chicago;

_ 1906, Sarah H. Killikelly, The History of Pittsburgh. It’s rise and progress, B.C.&Gordon Montogomery Co., Pittsburgh, Pa;

_ 1937, L.D. Baldwin, Pittsburgh: the story of a city, University of Pittsburgh Press, Pittsburgh;

_ 1967, S. J.Buck e E.H. Buck, The planting of civilization in western Pennsylvania, University of Pittsburgh Press, Pittsburgh;

_ 1976, M. Klein and H. A. Kantor, Prisoners of Progress: American Industrial Cities 1850-1920, Macmillan Publishing Co., Inc., New York;

_ 1984, F.G. Couvares, The remaking of Pittsburgh. Class and culture in an Industrializing city 1877-1919, State University of New York Press, Albany NY;

_ 1986, F. Toker, Pittsburgh. An urban portrait, The Pennsylvania State University Press, Pittsburgh;

_ 1989, S. P. Hays, City at the Point. Essay on the Social History of Pittsburgh, University of Pittsburgh Press, Pittsburgh;

_ 1999, A. Parker, The Monongahela. River of dreams, river of sweat, The Pennsylvania State Univesity Press, University Park, Pennsylvania;

_2001, E.K. Muller, Industrial suburbs and the growth of metropolitan Pittsburgh, 1870-1920, Journal of Historical Geography, 27, 1 (2001) pp.58-73, _2003, J.A. Taar, Devastation and Renewal. An enviromental History ofPittsburgh and its region, University of Pittsburgh Press, Pittsburgh;

_ 2005, W.C. Kidney, Images of America: Oakland, Arcadia Publishing, Charleston SC, Chicago IL, Portsmouth NH, San Francisco CA;

_ 2006, M. Aurand, The Spectator and the Topographical City, University of Pittsburgh Press, Pittsburgh;

_2009, B. Regan, The Names of Pittsburgh. How the city, neighborhood, streets, parks and more got their names, The Local History Company, Pittsburgh; _ 2009, F. Toker, Pittsburgh. A new Portrait, University of Pittsburgh Press, Pittsburgh;

_ R. Stryker e M. Seidenberg, A Pittsburgh Album 1758-1958, Two Hundred years of memories in pictures and text,

_ Walter C. Kidney, Pittsburgh: a study in urban Identity, Progressive Architecture 49,n°3 march 1968;

_ 1893, A. G. Burgoyne, Homestead, Press of Whashington Engraving and Printing Co.,Pittsburgh;

_ 1917, G. H. Lamb, The unwritten history of Braddock’s Field, prepared by History Committee for the celebration of the Golden Jubilee of Braddock,

_ 1974, M.F. Byington, Homestead: the household of a mill town, Paul Underwood Kellogg, Pittsburgh;

_ 1979, K. Cowles, The industrialization of Duquesne and the circulation of Elites, 1891-1933, The Western Pennsylvania HistoricalMagazine, Vol. 62, January 1979, n°1

_ 1989, S.J. Kleinberg, The shadow of the Mills: working class families in Pittsburgh 1870-1907, University of Pittsburgh Press, Pittrburgh;

_ 1989, C. Miner, Homestead. The story of a steel town, Historical Society of Western Pennsylvania, Pittsburgh, Pennsylvania;

_ 1991, W. Keyes con il contributo di T. Necciai, B. Butko,C. Stremple e C. Stanny, Historic site survey of the greater Monongahela River Valley, Hi¬storical Society of Western Pnnsylvania, Pittsburgh,

_ 1992, D.P. Demarest Jr, The river ran red, Homestead 1892, University of Pittsburgh Press, Pittsburgh;

_ 1992, J.S.Garner, The Company Town. Architecture and society in the early industrial Age, Oxford University Press, New York, Oxford;

_ 1992, P. Krause, The battle for Homestead 1880-1892, University of Pittsburgh Press, Pittsburgh;

_ 1992, W. Serrin, Homestead. The Glory and tragedy of an American Steel Town, Times Book Random House, New York

_ 1998, J. Modell, A town without steel, University of Pittsburgh Press, Pittsburgh;

_ 2007, K.B. Metheny, From the Miner’s Doublehouse: Archeology and landscape in a Pennsylvania Coal Company Town, University of Tennessee Press, Knoxville;

_ 1903, J. H. Bridge, The Inside History of Carnegie Steel Company. A romance of Millions, The Aldine Book Company, New York;

_ 1916, A. Cotter, The Authentic History of the United States Steel Corporation, The Moody Magazine and Book Company, New York;

_ 1928, L. White, The Iron and the Steel Industry of the Pittsburgh [District], Economical Geography, Vol.4,N° 2 (Apr., 1928), Clark University;

_ 1968, Paul Baran e Paul Sweezy, H Capitate Monopolistico, saggio sulla struttura economica e sociale americana, Einaudi Editore,Torino;

_ 1988, J. P. Hoerr, And the wolf finally came. The decline of the American Steel Industry, University of Pittsburgh Press, Pittsburgh;

_ 1989-90, U.S. Steel Edgar Thomson Works, Historic American Engineering Record,HAER N° PA-384, National Park Service U.S. Department of the Interior, Washington, D.C.;

_ 1988, K. Warren, T he American Steel Industry, 1850-1970, University of Pittsburgh Press, Pittsburgh;

_ 1995, Mark. M. Brown (dissertation), The Architecture ofSteel: Site Planning and Building Type in the Nineteenth-Century American Bessemer Steel Industry, University of Pittsburgh, Pittsburgh;

_ 1999, R.B. Vukmir, The Mill, University Press of America, Lanham, Maryland;

_ 1999, H. Wollman and Donald R. Inman, Portraits in steel: an illustrated history of the Jones & Laughlin Steel Corporation, The Kent State University Press, Kent, Ohio, & London;

_ 2001, J. Rose, Duquesne and the rise of steel unionism, University of Illinois, Urbana and Chicago;

_ U.S. Steel Edgar Thomson Works, Historic American Engineering Record,HAER N° PA-384, National Park Service U.S. Department of the Interior, Washington, D.C

Advisory Counsil on Historic Preservation_www.achp.gov_data ultima consultazione 12/08/2013

Braddock Borough Municipality_http://braddockboro.com_17/11/2013

Brookline Collection_ www.brooklineconnection.com_data ultima consultazione 8/12/2013

Carnegie Mellon University Libraries_ http://search.library.cmu.edu_data utlima consultazione 18/11/2013

City of Pittsburgh_www.city.pittsburgh.pa.us_data ultima consultazione 06/12/2013

ExplorePA History_www.explorepahistory.com data ultima consultazione 03/12/2013

Harvard College Library _http://hcl.harvard.edu_ data ultima consultazione 07/12/2013

JStor_www.jstor.org/ data ultima consultazione 24/11/2013

Library Of Congress_www.loc.gov_data ultima consultazione 30/11/2013

Mifflin Township_http://mifflintownship.org_data ultima consultazione 09/11/2013

Old Rail History_http://oldrailhistory.com_data ultima consultazione 30/11/2013

Rivers of SteeLNational Heritage Area_http://www.riversofsteel.com_3/09/2013

Silogic System_http://www.silogic.com_data ultima consultazione 12/11/2013

The Duquesne Hunky_ http://duquesnehunky.com_data ultima consultazione 8/12/2013

Third Coast Daily_http://thirdcoastdaily.com_data ultima consultazione 03/09/2013

University of Massachusetts Library_http://library.uml.edu_data ultima consultazione 14/11/2013

US/ICOMOS_www.usicomos.org_data ultima consultazione 09/12/2103

Penn State University Libraries_ http://www.libraries.psu.edu_data ultima consultazione 07/12/2013

Pittsburgh 250_www.mapsofpa.com_data ultima consultazione 30/11/2013

Western Pennsylvania History_ http://ojs.libraries.psu.edu_data ultima consultazione 08/08/2013

Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)