polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Applicazione dell’ingegneria della qualità all’analisi e alla riduzione delle piccole fermate di una linea automatizzata. Il caso Aperol di Canale d’Alba, Davide Campari – Milano N.V. = Application of quality engineering to the analysis and reduction of small stops on an automated line. The Aperol case of Canale d'Alba, Davide Campari – Milano N.V.

Mafalda Murador

Applicazione dell’ingegneria della qualità all’analisi e alla riduzione delle piccole fermate di una linea automatizzata. Il caso Aperol di Canale d’Alba, Davide Campari – Milano N.V. = Application of quality engineering to the analysis and reduction of small stops on an automated line. The Aperol case of Canale d'Alba, Davide Campari – Milano N.V.

Rel. Elisa Verna. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Ingegneria Gestionale, 2023

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (12MB) | Preview
Abstract:

Il seguente elaborato si sviluppa attorno ad un progetto di tirocinio aziendale presso la società Davide Campari – Milano N.V. L’obiettivo è quello di illustrare come la riduzione delle piccole fermate di una linea automatizzata possa portare a miglioramenti di efficienza significativi attraverso l’applicazione dell’ingegneria della qualità. Si vuole porre l’attenzione su anomalie di poca durata, ma ripetitive che, per queste caratteristiche, possono impattare nello stesso modo di guasti, per natura di più lunga durata. Questo è stato ritenuto fondamentale, data la crescita esponenziale del settore del beverage negli ultimi anni, per adattarsi alle esigenze del mercato. Nel primo capitolo, si approfondirà il contesto nel quale si inserisce il progetto, ossia il settore del beverage e la sua evoluzione. Questo settore ha un ruolo di primaria importanza non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Dopo una panoramica generale del settore in cui si inserisce la società, nel secondo capitolo sarà introdotto il Gruppo Campari. Attualmente, è tra le numerose società operanti nel settore della produzione e commercializzazione di bevande alcoliche ed analcoliche e si classifica come sesta azienda nel mercato del beverage. Partendo da una breve descrizione della storia riguardante i proprietari della società dalla fondazione fino ad oggi, si concluderà con dati commerciali e strategie aziendali. A questo proposito, si discuterà della strategia vincente di crescita organica del Gruppo. In concreto, nel terzo capitolo sarà preso in esame il caso della linea numero 3 dell’Aperol dello stabilimento di Canale d’Alba, uno dei 21 impianti del Gruppo. Nel capitolo successivo verrà discussa la letteratura utilizzata a supporto dell’elaborato con il fine di delucidare l’utilizzo degli strumenti descritti nei successivi capitoli. Il quinto capitolo esporrà il progetto di miglioramento continuo svolto nei mesi di luglio, agosto e settembre presso lo stabilimento di Canale. L’obiettivo principale è stato la riduzione delle piccole fermate sulla linea di imbottigliamento dell’Aperol. Seguendo l’approccio dell’ingegneria della qualità, si andranno a definire le varie fasi di analisi del progetto in questione. Il macro-capitolo seguirà gli step del DMAIC, uno strumento di gestione dei processi. Saranno analizzate nel dettaglio le causali delle piccole fermate della linea che vanno a incidere negativamente sull’efficienza della linea, misurata con l’OEE. Tali anomalie sono state prese in esame poiché ripetitive nel corso della produzione giornaliera e per i volumi in costante crescita. Successivamente verranno proposte le azioni migliorative pensate per le piccole fermate più impattanti e più ripetitive. Infine, sarà sottolineata l’importanza della fase di controllo e monitoraggio dei risultati ottenuti. Il progetto di tesi ha permesso di raggiungere l’obiettivo della Campari di focalizzarsi sulle piccole fermate della linea dell’Aperol. Nonostante le alte efficienze e la durata minima degli stop della linea, la riduzione delle piccole fermate può, tuttavia, avere una ripercussione positiva sull’andamento complessivo della linea e, se eliminate, garantire l’efficienza richiesta e risparmiare in termini di scarti. L’azione correttiva non sarà sempre definitiva, l’importante è che si ottenga un risultato significativo. Questo è, infatti, il concetto di miglioramento continuo, ossia di piccole azioni perpetue che passo dopo passo migliorano l’efficienza della linea.

Relators: Elisa Verna
Academic year: 2023/24
Publication type: Electronic
Number of Pages: 111
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Ingegneria Gestionale
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-31 - MANAGEMENT ENGINEERING
Aziende collaboratrici: DAVIDE CAMPARI-MILANO N.V.
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/29658
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)