polito.it
Politecnico di Torino (logo)

L'oratorio di San Domenico a Pinerolo : conservazione, valutazione e sicurezza

Santi, Cinzia

L'oratorio di San Domenico a Pinerolo : conservazione, valutazione e sicurezza.

Rel. Maria Grazia Vinardi, Cristina Coscia, Elisa Cavallo. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura (Restauro E Valorizzazione), 2012

Abstract:

In questi cinque anni di studio presso il Politecnico di Torino, seguendo dapprima il Corso di Laurea in Storia e Conservazione ed in seguito la Specialistica in Architettura (Restauro e Valorizzazione), mi sono accostata a moltissime discipline, che vanno dalla storia dell'architettura, alla teoria del restauro, alla valutazione e restauro dei beni architettonici e molte altre. Nel corso degli anni ho lavorato su diversi beni e siti nell'area Piemontese, applicando così ogni volta gli insegnamenti dei vari corsi frequentati ad un caso studio, ma mai nel Pinerolese, territorio ricco di permanenze ad alto valore storico - artistico, tra le quali l'Oratorio di San Domenico di Pinerolo ne è un importante esempio. È questo infatti un bene che ha attraversato moltissimi secoli di storia e che, nonostante il suo passato travagliato, occupa ancora oggi un importante posto all'interno della città. Nonostante il fabbricato sia oggi ancora utilizzato, sia per ciò che riguarda la chiesa, ancora in parte consacrata, sia per ciò che riguarda l'ex convento, designato a diversi usi legati alla Parrocchia, è in gran parte trascurato ed abbandonato, poco valorizzato, e talvolta addirittura scarsamente conosciuto agli abitanti del territorio stesso. Questo lavoro vuole essere un supporto, seppur limitato, ad un futuro intervento su questo importante Bene presente sul "mio" Territorio, che potrebbe diventarne uno dei tasselli di punta, all'interno di un quadro architettonico -artistico; più precisamente si è cercato di simulare il naturale percorso che un progetto di conservazione, valorizzazione e riuso di un Bene di questa portata dovrebbe seguire, stendendo quindi una solida base di conoscenza del manufatto, seguendone l'evoluzione dalle origini alla soppressione ed agli usi successivi, ma prima ancora dell'Ordine Mendicante Domenicano grazie al quale esso è nato, e degli altri complessi conventuali domenicani appartenenti all'area Subalpina, proprio per meglio inquadrare quello Pinerolese. A seguito di questa fase iniziale si è poi passati alla stesura di un progetto conservativo, concentrandosi sulla sola chiesa, dapprima analizzandone la consistenza materica e dei degradi, per poi individuare gli interventi necessari ad un recupero della zona absidale, la sua porzione più preziosa, ovvero una delle uniche parti del complesso originarie superstiti; questo progetto è stato affiancato dalla redazione di un ipotetico Piano di Sicurezza e Coordinamento per l'area di cantiere relativa, ed infine, tramite l'uso di strumenti di valutazione, si è poi giunti ad un'analisi del territorio e del Bene per l'individuazione di una nuova funzione da inserite all'interno del complesso, che grazie all'analisi eseguita potrebbe rivelarsi una delle funzioni maggiormente compatibili per questo manufatto, che merita di essere opportunamente valorizzato.

Relatori: Maria Grazia Vinardi, Cristina Coscia, Elisa Cavallo
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: A Architettura > AE Edifici e attrezzature per il culto
G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GG Piemonte
R Restauro > RA Restauro Artchitettonico
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura (Restauro E Valorizzazione)
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/2868
Capitoli:

Premessa.

Parte Prima: Fasi di impianto e trasformazione, dall'origine dell'ordine all'evoluzione del complesso pinerolese.

1. L'ordine domenicano: fonti e bibliografia

1.1 L'Ordine.

1.1.1 Nascita e pieno sviluppo dei Padri Predicatori: i secoli XII - XIII.

1.1.2 Il secolo XIV.

1.1.3 Dal secolo XV all'età contemporanea.

1.2 Principi ed organizzazione.

1.3 Architetture e insediamenti urbani.

1.3.1 La prima fase edilizia: le origini (inizio XIII secolo, primo e secondo decennio).

1.3.2 La seconda fase edilizia: il XIII secolo (dal terzo al quinto decennio).

1.3.3 La terza fase edilizia: dalla metà del XIII secolo al XIV secolo.

1.4 Tipologie edilizie.

2.I domenicani nell'area Subalpina

2.1 Nascita dei primi insediamenti domenicani: i secoli XIII - XV.

2.1.1 Insediamenti conventuali e contesto urbano.

2.1.2 Edilizia domenicana e primi insediamenti.

2.1.3 Fondazioni prima della metà del Duecento: Asti, Vercelli, Savigliano, Alessandria.

2.1.4 Fondazioni tra la seconda metà del Duecento e inizio Trecento: Novara, Torino, Chieri, Rivoli, Alba, Tortona ed Ivrea.

2.1.5 Fondazioni Trecentesche: Cherasco, Saluzzo, Mondovì.

2.1.6 L'Inquisizione in area subalpina.

2.2 Sviluppo dei complessi conventuali tra i secoli XV e XIX.

2.2.1 Ultime fondazioni Quattrocentesche: Biella, Casale.

2.2.2 Trasferimenti, trasformazioni e restauri dei complessi fondati tra il XIII ed il XV secolo.

2.3 Domenicani in Piemonte dal XIX secolo ad oggi.

2.3.1 I provvedimenti per la soppressione degli Ordini Religiosi fino al periodo napoleonico.

2.3.2 Leggi di soppressioni unitarie e post unitarie.

2.3.3 Soppressione dei complessi domenicani piemontesi.

2.3.4 Trasformazioni e usi dei complessi conventuali a seguito delle soppressioni (XIX -XX secolo)

2.3.5 Allegati: principali provvedimenti di soppressione pre e post unitari.

3. La conoscenza del bene: il convento dei SS. Antonio e Domenico in Pinerolo

3.1 La fondazione del complesso conventuale (10 agosto 1438)

3.2 L'Inquisizione a Pinerolo.

3.3 Le vicende costruttive del complesso.

3.4 Dispute con altri religiosi.

3.5 Lasciti, donazioni, sepolture,

3.6 La soppressione e gli usi successivi (1801 - 2004)

3.7 Regesto cronologico dei principali avvenimenti riguardanti l'evoluzione del complesso conventuale.

3.8 Il complesso conventuale nelle immagini e nell'iconografia.

Tavole allegate: Tavola 2, inquadramento storico.

3.9 L'architettura del complesso.

3.9.1 La chiesa.

3.9.2 Il convento.

3.10 Il S. Domenico di Pinerolo a confronto con i complessi domenicani piemontesi.

3.11 Consistenza architettonica attuale.

3.11.1 La chiesa.

3.11.2 Il convento.

3.12 Schede di analisi dei singoli locali componenti l'Oratorio.

Tavole allegate: Tavola 1, inquadramento territoriale; tavola 3, inquadramento fotografico: tavola 4, planimetria generale e sezioni ambientali 1:500; tavole 5-8, planimetrie 1:500; tavole 9 - 17, rilievo chiesa 1:200, piante, prospetti e sezione longitudinale; tavole 34 - 37, destinazioni d'uso attuali, percorsi ed accessi.

Parte Seconda: Il progetto conservativo.

Premessa.

4. Analisi materica

Tavole allegate: Tavole 18 - 21, analisi materica prospetti chiesa 1:200.

5. Analisi del degrado.

Tavole allegate: Tavole 22 - 26a, analisi dei degradi sulla zona absidale 1:100.

6. Progetto di restauro conservativo della zona absidale.

6.1 Computo metrico estimativo.

Tavole allegate: Tavole 27 - 31, interventi conservativi sulla zona absidale 1:100; tavole 32 - 33, cronoprogramma, calcolo uomini giorno e computo metrico dei lavori relativi.

Parte Terza: Piano di sicurezza e coordinamento in cantiere.

Premessa.

7. Identificazione e descrizione dell'opera

7.1. Indirizzo di Cantiere.

7.2. Descrizione del contesto in cui è collocata l'area di cantiere.

7.3. Destinazioni d'uso e accessibilità - percorsi.

7.4. Descrizione sintetica dell'opera, con particolare riferimento alle scelte progettuali, architettoniche, strutturali e tecnologiche.

8. Individuazione dei soggetti con compiti di sicurezza.

9. Area di cantiere e ambiente esterno.

9.1. Tabella sintetica dell'area di cantiere e dell'ambiente esterno.

9.2. Relazione di analisi dell'area di cantiere e dell'ambiente esterno.

9.3. Schede di valutazione dei rischi dell'area di cantiere e dell'ambiente esterno.

10. Allestimento area di cantiere.

10.1 Tabella sintetica di allestimento dell'area di cantiere.

10.2 Segnaletica di sicurezza presente in cantiere.

10.2.1 Tabella della segnaletica di sicurezza presente in cantiere.

10.3 Schede valutazione rischi organici.

Tavole allegate: Tavole 32 -33, crono programma e computo; Tavola 38, viabilità esterna al cantiere 1:1000; tavola 39, planimetria di allestimento dell'area di cantiere 1:200; tavola 40, planimetria della segnaletica in cantiere 1:200.

11. Analisi in relazione alle lavorazioni di cantiere.

11.1 Schede di valutazione dei rischi delle interferenze nelle lavorazioni.

Parte Quarta: Verso Un riuso dell'oratorio S. Domenico.

12. Valutazione strategica per la definizione di nuove funzioni.

12.1 Il Territorio.

12.2 Analisi SWOT del Territorio.

12.3 Analisi SWOT del Bene.

12.4 Genius Loci.

12.5 Analisi SWOT della funzione "vincente".

12.6 La fattibilità tecnica.

13. Ipotesi di ridestinazione e valorizzazione.

Tavole allegate: Tavole 41-43, ipotesi di riuso 1:500.

Tavole allegate.

Bibliografia.

Conclusioni

Ringraziamenti

Bibliografia:

- G. Croset - Mouchet, Pinerolo antico e moderno ed i suoi dintorni: cenni, Pinerolo, 1854;

- G. Minina, Della chiesa casalese: il santo patrono, la cattedrale, i vescovi, cenni storici, Casale, 1887;

- P. Caffaro, Notizie e documenti della Chiesa Pinerolese, Pinerolo, 1893- 1903;

- A. Caffaro, Pineroliensia: contributo agli studi storici su Pinerolo, ossia vita pinerolese specialmente negli ultimi due secoli del Medioevo, Pinerolo, 1906;

- F.Rondolino, R. Brayda, La chiesa di San Domenico in Torino, Torino, 1909;

- N. Gabiani, Chiesa e convento della "Maddalena" o dei PP. Predicatori di San Domenico in Asti (1212- 1802), Torino, 1918;

- M. Gallo, Asti e i suoi antichi conventi, le chiese, i santi titolari, i santi astigiani, i vescovi, gli uomini illustri, i monumenti, istituti, opere pie: miscellanea, Asti, 1931;

- AA.VV. Due secoli di storia della diocesi di Pinerolo: bicentenario, 1748 - 1948, Pinerolo, 1949;

- R. Bossaglia, Per un profilo del gotico piemontese: le chiese degli ordini mendicanti nei secoli XIII e XIV, in Palladio, n. s.,4, n. 1 -2, Roma, 1954, pp. 27-43;

- P. Angelico Guarienti, La chiesa di San Domenico di Chieri, Torino, 1961;

- D. Lebole, Chiesa biellese nella storia e nell'arte. Biella, 1962;

- A.Pittavino, Storia di Pinerolo e del Pinerolese, 2v., Milano, 1964- 1966;

- G. Gardano (a cura di), prefazione di E. Pellegrini, Rilievo del centro storico di Pinerolo: chiese e palazzi, Torino, 1965;

- G. Brino (a cura di), prefazione di E. Pellegrini, Rilievo del centro storico di Pinerolo: quartieri e abitazioni, Torino, 1966;

- G, De Conti, Ritratto della città di Casale scritto dal casalese canonico Giuseppe De Conti nell'anno 1794, Casale, 1966;

- O. Rosati {a cura di), prefazione di E. Pellegrini, Rilievo del centro storico di Pinerolo: strade e piazze, Torino, 1967;

- G. Casalis, Dizionario geografico, storico, statistico, commerciale degli stati di S. M. il re di Sardegna, Bologna, 1972;

- G. A. Chenna, Vescovato, vescovi e chiese della città e diocesi d'Alessandria, Bologna, 1972, vol. II, p. 190-198;

- M. Cozzani, Il patrimonio del convento di S. Domenico di Torino nei secoli XIII - XV, Tesi di Laurea, rel. G. Cracco, Università degli Studi di Torino, Facoltà di Lettere e Filosofia, Torino, 1972-73;

- S.G, Incisa. Asti nelle sue chiese ed iscrizioni. Asti, 1974;

- M. Cassetti, Storia e architettura di antichi conventi monasteri e abbazie della città di Vercelli: mostra documentaria, Vercelli, 1976;

- C. Sertorio Lombardi (a cura di), Il Piemonte antico e moderno delineato e descritto da Clemente Rovere, Torino, 1978;

- C. Bonardi, Insediamenti e tipologie architettoniche, nota per una lettura storica, Milano, 1979;

- V. Comoli Mandracci, Piano particolareggiato del centro storico / Comune di Pinerolo, Pinerolo, 1979;

- P. Rossi, F. Ferraris, La chiesa di San Domenico (in Casale Monferrato), Torino, 1979;

- M. Cassetti, G. Giordano (a cura di), L'archivio storico comunale di Casale Monferrato, Casale, 1980;

- H. Grundmann, Movimenti religiosi nel medioevo: ricerche sui nessi storici tra l'eresia, gli Ordini mendicanti e il movimento religioso femminile nel XII e XIII secolo e sui presupposti storici della mistica tedesca, Bologna, 1980;

- O. Fantozzi Micali, P. Roselli, Le soppressioni dei conventi a Firenze, riuso e trasformazioni dal sec. XVIII in poi, Firenze, 1980;

- P. Notario, La vendita dei beni nazionali in Piemonte nel periodo napoleonico (1800 -1814), Milano, 1980;

- G. C. Sciolla, Il biellese dal medioevo all'Ottocento: artisti, committenti, cantieri, Torino, 1980;

- G. G. Merlo, Presenza politica e proposta religiosa degli Ordini Mendicanti in area subalpina nel Trecento, Todi, 1981;

- P. Notario, L'alienazione della proprietà ecclesiastica in Piemonte nel periodo napoleonico: un sondaggio su Torino, in C. Carozzi, L. Gambi (a cura di), Città e proprietà immobiliare in Italia negli ultimi due secoli, Milano, 1981, p. 187 -197;

- V. Comoli Mandracci, Pinerolo: temi di storia della città, in Atti e rassegna tecnica della Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino, 1982, pp. 109-157;

- G. Ieni, Il complesso monumentale di Santa Croce di Bosco Marengo, Alessandria, 1983;

- U. Rozzo, R. Cartasegna, M. Costa, Storia urbana di Tortona, Tortona, 1983;

- V. Ferrua, H. Vicaire, San Domenico e i suoi frati, Torino, 1984;

- S. Boni, Riuso degli edifici di proprietà religiosa in Asti: il convento di San Bernardino, Tesi di Laurea, rel. L. Palmucci, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, Torino, 1985;

- L. Firpo, (a cura di), Theatrum Sabaudiae (Teatro degli stati del Duca di Savoia), vol. Secondo, Torino, 1985;

- A. Castelli, D. Roggero, Casale, immagine di una città, Casale, 1986;

- M. Drago, Fogli d'album '800: Pinerolo e il Pinerolese, Pinerolo, 1986;

- A. M. Nada Patrone, Le strutture ecclesiastiche e la fede, in Medioevo in Piemonte: potere società e cultura materiale, Torino, 1986;

- C. Spantigati (a cura di), La cattedrale di Alessandria, Alessandria, 1988;

- A. Vauchez, San Domenico e le origini dei Frati Predicatori, in Ordini mendicanti e società italiana XIII - XV secolo, Milano, 1990;

- S. Baiocco, Cultura figurativa astigiana tra Quattrocento e primo Cinquecento, Tesi di Laurea, rel. G. Romano, Università degli Studi di Torino, Facoltà di Lettere e Filosofia, Torino, 1991;

- S. Gatti, Il volto sconosciuto della Pinerolo romanica e gotica: con 12 disegni, Pinerolo, 1991;

- V. Ferrua, I frati predicatori a Torino: dall'insediamento a tutto il secolo XIV, in Bollettino storico - bibliografico subalpino, anno XC 1992, Gennaio - Giugno, Torino, 1992;

- W. Hinnebusch, I domenicani: breve storia dell'Ordine, Milano, 1992;

- R. Comba, R. Roccia (a cura di), Torino tra medioevo e rinascimento, dai catasti al paesaggio urbano e rurale, Torino, 1993, p. 131 - 132;

- F. Panero (a cura di), Cherasco, origine e sviluppo di una villanova. Cuneo, 1994;

- U. Marino, Storia di Pinerolo e dei Principi d'Acaja, Pinerolo, 1996;

- C. Tosco, Ricerche di storia dell'urbanistica in Piemonte: la città di Ivrea dal X al XIV secolo, in Bollettino Storico - Bibliografico Subalpino, 94, fase, 2, Torino, 1996, p. 467 - 511;

- M. Crenna, Monache, frati, preti, ecc. a Novara (secc. IX-XIX), in Bollettino storico per la provincia di Novara, 88, n. 1, Novara, 1997, p. 127-263;

- L. Losito, I principali punti di riferimento della vita sociale e religiosa: l'area della platea e gli enti ecclesiastici, in L. Losito, Saluzzo tre medioevo e rinascimento, il paesaggio urbano, Cuneo, 1998, p. 30-37, 147, 150;

- R. Lanzavecchia, Storia della diocesi di Alessandria, Ovada, 1999, P. 402-406;

- E. Micheletto (a cura di), Una città nel medioevo: archeologia e architettura ad Alba dal VI al XV secolo, Alba, 1999;

- M. Perotti, C. Bessone, L'Arte della fede a Saluzzo nella storia delle chiese di San Giovanni e San Bernardino, Saluzzo, 1999;

- M. Viglino Davico, Pinerolo: da città fortezza a città borghese, in Bollettino della società piemontese di archeologia e belle arti, Torino, 1999, pp. 301 -311;

- M. Dalla Costa, Il progetto di restauro per la conservazione del costruito, Torino, 2000;

- M. Drago, M. Fenoglio, Pinerolo: le vie raccontano, dal colle di San Maurizio a Piazza Santa Croce, Pinerolo, 2001;

- V. Morero, Pinerolo a memoria, Fossano, 2001;

- B. Taricco, Cherasco medievale: per un intervento del patrimonio storico - artistico medievale di Cherasco, Cherasco, 2001;

- M. Calliero, Dentro le mura: il Borgo e il Piano di Pinerolo nel consegnamelo del 1428, Pinerolo, 2002;

- D. Seglie, R. Seglie (a cura di), Alfredo d'Andrade e i suoi studi sui monumenti nel Pinerolese a fine '800: atti del convegno, Pinerolo, 12 giugno 1999, Pinerolo, 2002;

- R. Bordone, Prime attestazioni della presenza degli Ordini Mendicanti nei comuni di Asti e Vercelli, in Bollettino Storico - Bibliografico Subalpino, fase. 2, Torino, 2003, p. 1515-533;

- W. Schenkluhn, Architettura degli Ordini mendicanti: lo stile dei domenicani e dei francescani in Europa, Padova, 2003;

- C. Tosco, Architetture del medioevo in Piemonte, Torino, 2003;

- C. Tosco, L'architettura religiosa nell'età di Amedeo VIII, in M. Viglino Davico, C. Tosco (a cura di), Architettura e insediamento nel tardo medioevo in Piemonte, Torino, 2003;

- M. Viglino Davico, Il territorio storico e la periodizzazione dell'indagine, in M. Viglino Davico, C. Tosco (a cura di), Architettura e insediamento nel tardo medioevo in Piemonte, Torino, 2003;

- G. Villetti, Studi sull'edilizia degli ordini mendicanti, Roma, 2003;

- D. Peirano, Le chiese di Cherasco, in C. Bonardi (a cura di), La costruzione di una villanova: Cherasco nei secoli XIII-XIV, Cuneo, 2004, p. 24;

- J. Le Goff, J.C. Schmitt (a cura di), Dizionario dell'Occidente medievale: temi e percorsi, Torino, 2004;

- AA.VV., Abbazie e monasteri: viaggio nei luoghi della fede, dell'arte e della cultura, Milano, 2004;

- M. Viglino Davico (a cura di), Fortezze "alla moderna" e ingegneri militari del ducato sabaudo, Torino, 2005;

- A. Grohmann, Le strutture collettive civili e religiose, in La città medievale, Bari, 2005;

- C. Ollino, C. Strola, La chiesa di San Domenico di Chieri dal rilievo architettonico all'analisi storica, Tesi di Laurea, rel. C. Tosco, correl. M. L. Debernardi, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura II, Torino, 2005;

- V. Russo, La tutela in Francia tra rivoluzione e Secondo Impero. Letterati, archeologi, "ispettori", in S. Casiello (a cura di), La cultura del restauro, teorie e fondatori, Venezia, 2005, p. 49 - 67;

- I. Scalco, M. Spadaro, Savigliano e Pinerolo: due fondazioni domenicane medievali, Tesi di Laurea, rel. C. Bonardi, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura II, Torino, 2005;

- A. Longhi, L'Occidente medievale: città e luoghi del potere, Torino, 2006, pp. 99 - 102;

- M. Congia, La Collegiata Alta di Santa Maria della Stella e il convento di San Domenico in Rivoli (TO): studio per la valorizzazione del complesso, Tesi di Laurea, rel. C. Bartolozzi, correl. C. Tosco, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura II, Torino, 2008;

- E. Lusso, E. Panero (a cura di), Langhe e Roero, storia e trasformazioni di un paesaggio tra antichità ed età moderna, La Morrà, 2008;

- L Toschino, Il convento di San Domenico di Chieri: un'occasione di rilancio del bene e del territorio, Tesi di Laurea, rel. C. Coscia, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura II, Torino, 2008;

- R. Ientile, E. Romeo (a cura di), La conservazione dell'architettura e del suo contesto: protocollo per la valutazione integrata del patrimonio di Pinerolo, Torino, 2009;

- D. Lanzardo, B. Taricco (a cura di), Gli Ordini Mendicanti e la città: i frati predicatori, la ricerca erudita cheraschese e la storia degli insediamenti tra Seicento e Ottocento, Cherasco, 2009;

- E. Lusso, F. Panero (a cura di), Insediamenti umani e luoghi di culto fra medioevo e età moderna, La Morrà, 2011;

Fonti archivistiche

- ASP, Archivio Storico di Pinerolo, Archivio città di Pinerolo, Conventi, monasteri e Ordini religiosi, Convento di San Domenico, mazzo 2271, Fascicolo 4.

- ASP, Archivio Storico di Pinerolo, Archivio delle Opere Pie, Congregazione di Carità, Affitto del convento di S. Domenico al Commissario di Guerra, cassetto 1, mazzo 81.

- ASP, Archivio Storico di Pinerolo, Archivio delle Opere Pie, Congregazione di Carità, Ospizio di Carità, Mazzo 86, Cassetto 16.

- ASP, Archivio Storico di Pinerolo, Archivio delle Opere Pie, Congregazione di Carità, Beni immobili, manutenzioni varie, mazzo 86, cassetto 17.

- ASP, Archivio Storico di Pinerolo, Archivio delle Opere Pie, Congregazione di Carità, Atti vari, mazzo 86, cassetto 18.

- ASP, Archivio Storico di Pinerolo, Archivio delle Opere Pie, Congregazione di Carità, Capitolazioni d'affittamento, mazzo 89, cassetto 22.

- ASP, Archivio Storico di Pinerolo, Archivio delle Opere Pie, Congregazione di Carità, Lavori di restauro e affittamenti e vendite, mazzo 99, cassetto 24.

- ACDP, Archivio della Curia Diocesana di Pinerolo, Chiese e cappelle in città, classe 1 - Chiese non parrocchiali aperte al pubblico. Serie 3 - San Domenico, mazzo II, Titolo 05/03.

- ASTO, Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Atti in materia finanziaria dell'amministrazione francese (1798 - 1814), Governo francese, conventi e corporazioni religiose soppresse 1801- 1814, mazzi 283- 287.

- ASTO, Archivio di Stato di Torino, Sezioni riunite, Ministero delle Finanze, Intendenza di Pinerolo, Sous préfecture de Pignérol (periodo napoleonico), Culto, (1801 - 1814), mazzi 482 - 484.

Sitografia

www.wikipedia.it

www.regione.piemonte.it

www.consiglioregionale.piemonte.it

www.provincia.torino.gov.it

www.lombardiabeniculturali.it

www.demo.istat.it

www.piemonteimmigrazione.it.

pinerolovalli - arte cultura.it.

www.cmpinerolese.it

www.parks.it

www.cesmap.it

www.comune.pinerolo.to.it

www.diocesipinerolo.it

http://www.comune.pinerolo.to.it/serv_strutture/biblioteche/arc_storico

Fonti normative

Legge n.° 1013, 9 aprile 1850.

Legge n.° 5 giugno 1850.

Legge n.° 878, 29 maggio 1855.

Regio Decreto n.° 879, 29 maggio 1855.

Regio Decreto n.° 3036, 7 luglio 1866.

Testo unico della sicurezza sul lavoro, D. Lgl 9 aprile 2008 e successive modifiche ed

integrazioni.

Abbreviazioni

ASP: Archivio storico di Pinerolo

ACDP: Archivio della Curia Diocesana Di Pinerolo

ASTO: Archivio di Stato di Torino

C.d.C: Congregazione di Carità

TU: Testo Unico, Testo unico della sicurezza sul lavoro, D. Lgl 9 aprile 2008.

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)