polito.it
Politecnico di Torino (logo)

New generation crash test dummies: characterization of displacement sensor alternatives

Alessandra De Vitis

New generation crash test dummies: characterization of displacement sensor alternatives.

Rel. Cristina Bignardi. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Ingegneria Biomedica, 2020

[img] PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Restricted to: Repository staff only until 17 December 2023 (embargo date).
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (15MB)
Abstract:

La sicurezza in ambito automobilistico è in continua evoluzione per limitare il numero d'incidenti stradali e offrire massima protezione alle vittime coinvolte. Questo è reso possibile dall’evoluzione che l’elettronica ha subito negli ultimi decenni. La principale misura di precauzione consiste, sicuramente, nell’introduzione di dispostivi di ritenuta passivi e attivi, alcuni dei quali sono divenuti ormai obbligatori dal punto di vista normativo. È, perciò, sempre più solito sottoporre i nuovi veicoli a prove di crash test effettuate da enti autonomi. In Europa opera Euro NCAP (European New Car Assessment Program), il cui scopo è quello di valutare realisticamente il rischio provocato dai moderni autoveicoli. L’importanza che sta assumendo la sicurezza automobilistica si riscontra nella scelta di autovetture maggiormente sicure da parte dei consumatori, e di conseguenza, nell’interesse che i produttori di autoveicoli stanno riponendo nella scala di valutazione sulla sicurezza di ciascun veicolo. Le case automobilistiche eseguono quotidianamente diversi test sulle proprie auto andando a simulare la risposta dell’occupante nei vari tipi di urto, con l’ausilio di diversi ATD (Anthropomorphic Test Dummy). La seguente tesi di laurea, realizzata presso il Centro Sicurezza FIAT, ha come scopo lo studio di diversi sensori di nuova generazione utili alla valutazione dello schiacciamento del torace nei diversi tipi di urto, urti frontali e laterali per i quali vengono utilizzati rispettivamente il THOR-50M e il WorldSID-50M. Dopo una iniziale rassegna dei sensori presenti sul mercato, ci si è concentrati sullo studio di due sensori implementando un setup sperimentale che prevede l’implementazione di una singola costola toracica di WorldSID-50M e il sensore in esame.

Relators: Cristina Bignardi
Academic year: 2020/21
Publication type: Electronic
Number of Pages: 167
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Ingegneria Biomedica
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-21 - BIOMEDICAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: FCA ITALY SPA
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/17004
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)