polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Valore culturale e valore d'uso del Castello Superiore di Arnad: progetto di restauro e musealizzazione = Cultural value and value of use of the Castello Superiore of Arnad: restauration and musealization project

Alberto Duc

Valore culturale e valore d'uso del Castello Superiore di Arnad: progetto di restauro e musealizzazione = Cultural value and value of use of the Castello Superiore of Arnad: restauration and musealization project.

Rel. Valeria Minucciani, Emanuele Romeo. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città, 2019

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (110MB) | Preview
[img] Archive (ZIP) (Documenti_allegati) - Other
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (25MB)
Abstract:

Nella primavera del 2017 la Regione Autonoma Valle d’Aosta mette all’asta il Castello Superiore di Arnad, che rientrava in un piano di dismissione immobiliare. Ad aggiudicarsi la rovina medievale è un noto imprenditore e collezionista valdostano, che vuole trasformare la sua nuova proprietà in una edificio museale. Nasce quindi un interesse personale nei confronti di questo bene, che già da diversi anni coglieva la mia attenzione per un’affinità territoriale con Arnad e la sua collina, dove ha radici la mia famiglia. L’occasione di elaborare una tesi diventa quindi la possibilità di fondare uno studio storico dei ruderi della roccaforte e di poter fondare un’analisi di tipo progettuale. In una prima fase viene analizzato il contesto storico-paesistico del comune di Arnad e delle testimonianze storiche che ne qualificano il territorio. In seguito si è cercato, attraverso un’indagine storica e tipologica, di analizzare l’offerta culturale della “Bassa Valle”, per poter delineare un quadro completo in cui poter inserire il Castello Superiore di Arnad nel XXI secolo. Dopodiché l’attenzione è stata rivolta esclusivamente alla rovina, conducendo una raccolta dei numerosi studi che sono stati condotti in passato sul bene da parte di illustri autori, tra cui Alfredo D’Andrade. Non essendo mai state condotte indagini di tipo archeologico sul manufatto questa fase è risultata di fondamentale importanza per delineare un quadro completo delle trasformazioni che lo hanno interessato a partire dal XII secolo. Un’ulteriore capitolo è dedicato invece alle indagini preliminari di un progetto di restauro, che hanno interessato le tecniche del rilievo, dell’analisi dei degradi e dei dissesti, ponderati al contesto di rudere in cui versa il castello. Infine l’elaborato di tesi tratta il progetto finale di restauro e musealizzazione del complesso, partendo dal dibattito attuale circa il tema del riuso di beni archeologici, attraverso gli interventi architettonici proposti, concludendo con l’offerta museale pensata basandosi sulle collezioni d’arte private dell’attuale proprietario del castello. A completare l’offerta sono stati pensati dei servizi connessi alla funzione museale tra cui un bookshop e una caffetteria in grado di ospitare anche eventi all’aperto nella bella stagione. Al centro della tesi si colloca un’appendice dedicata ad un viaggio realizzato in Alto Adige alla scoperta delle proposte museali realizzate nei numerosi manieri medievali dislocati nella regione.

Relators: Valeria Minucciani, Emanuele Romeo
Academic year: 2018/19
Publication type: Electronic
Number of Pages: 113
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-04 - ARCHITECTURE AND ARCHITECTURAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/11748
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)