polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Progettare la strategia. Una nuova Biblioteca per la Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Torino. = Design the strategy. A new Library for the Faculty of Engineering of the Politecnico di Torino.

Giulia Monardo

Progettare la strategia. Una nuova Biblioteca per la Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Torino. = Design the strategy. A new Library for the Faculty of Engineering of the Politecnico di Torino.

Rel. Giovanni Durbiano. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città, 2019

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (70MB) | Preview
Abstract:

Il Politecnico di Torino da ormai più di vent’anni sta portando avanti un’operazione di ampliamento delle proprie sedi. Nel 2016 si è dotato di un Masterplan di Ateneo per ripensare e riqualificare gli spazi dell’università. Tra i vari progetti previsti nel Masterplan vi è quello di una nuova Biblioteca per la Facoltà di Ingegneria, nell’area del raddoppio nella Cittadella, affacciata sulla Spina 2. A settembre 2018, nel momento in cui ha avuto inizio questo lavoro di tesi, il dibattito interno al Politecnico legato alla Biblioteca era appena cominciato. Lo scopo di questa tesi è dunque quello di inserirsi all’interno di un processo, proponendo una possibile strategia legata al questo progetto. Lo strumento utilizzato nella tesi per raccontare la strategia è quello dello scenario, che ha permesso la costruzione progressiva di un percorso sempre più orientato. L’elaborazione di nuovi scenari è sempre dovuta l’inclusione di nuove istanze che determinano delle deviazioni rispetto allo scenario precedente. Al centro dell’indagine portata avanti durante la tesi non vi è stato il tema architettonico legato alla tipologia della biblioteca ma bensì quanto ogni proposta progettuale riuscisse ad includere istanze ed attori. In questo senso, l’intervento spaziale non risulta mai fine a sé stesso ma viene legittimato da un collettivo che nel tempo acquisisce una dimensione sociale allargata. La metodologia adottata mira a rendere misurabili e tracciabili le scelte progettuali, per questo motivo l’impostazione della tesi è quella di un diario di bordo in cui difficolta, errori e passi indietro non sono nascosti ma anzi, stanno alla base di una continua riformulazione della strategia. Lo sviluppo del percorso della tesi è stato diviso in tre parti: la prima parte volta a descrivere il problema per come, personalmente, è stato colto; la seconda parte è dedicata alla spiegazione del processo progettuale che è stato svolto e alla descrizione degli scenari; la terza parte è un approfondimento dell’ultimo scenario progettuale, con un focus sulla modularità del progetto rispetto a procedure di realizzazione, tempi e costi e sulla scala architettonica.

Relators: Giovanni Durbiano
Academic year: 2018/19
Publication type: Electronic
Number of Pages: 132
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-04 - ARCHITECTURE AND ARCHITECTURAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/11472
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)