polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Sistema di identificazione scena stradale = Identification system for street scene

Michele Pecchio Ghiringhelli Rota

Sistema di identificazione scena stradale = Identification system for street scene.

Rel. Massimo Sorli, Stefano Mauro. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Ingegneria Meccanica, 2019

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (10MB) | Preview
Abstract:

E’ esperienza comune ad ogni automobilista che la presenza dei montanti strutturali di tipo “A” possa talvolta compromettere seriamente la visibilità del conducente. La necessità di disporre di una rigidezza strutturale consistente, non permette la semplice rimozione di tali elementi senza sconvolgere il progetto del veicolo. Rassegnatomi di fronte a questo dato di fatto, l’idea che mi è sorta è quella di collocare un display in corrispondenza del montante A per tentare di riprodurre al guidatore l’immagine che egli dovrebbe percepire in assenza del pilastro stesso. La presente trattazione è quindi destinata a valutare gli aspetti tecnici necessari alla realizzazione di questo “sistema di identificazione scena stradale”. Uno dei grossi problemi che impone il continuo aggiornamento dell’immagine (oltre che alla velocità relativa tra veicolo e resto del mondo), è la possibilità che il conducente “ruoti” i propri occhi oppure che li sposti a seguito di una variazione di posizione della sua testa. La seguente tesi tuttavia, si arresta prima di giungere alla discussione degli algoritmi di rilevamento degli occhi (eyes detection), in quanto sono emersi numerosi aspetti che hanno rallentato parecchio lo sviluppo del programma di sintesi-immagine ancora nelle sue fasi intermedie. Si discuterà dunque soltanto una versione semplificata del problema, in cui si ipotizza che al posto di un’osservatore umano vi sia una fotocamera. Data inoltre l’attuale mancanza di budget, il passaggio dei dati al display non sarà fisicamente realizzato, ci si accontenterà bensì di simularla mediante un grafico animato in Matlab. Per quanto detto, in questo documento verranno esposti solo i principali step e risultati che hanno portato il progetto allo stato di avanzamento corrente. Si porrà l’accento sui diversi richiami teorici di cui è stato fatto uso, al fine di consentire al lettore di orientarsi e di comprendere sufficientemente a fondo le principali fonti di ritardo nell’ottenimento dell’immagine sintetizzata sul display. Poiché il progetto del sistema non è ancora stato completamente terminato, buona parte del tempo rimanente è stato investito nel rendere il programma “il più portabile possibile”. In altre parole, si sono realizzati diversi script Matlab per consentire agli eventuali interessati di realizzare con il proprio PC il setup sperimentale in un minor tempo possibile. In questo modo, lo studio del sistema resta potenzialmente ancora aperto. Si rimandano gli eventuali interessati alle conclusioni per capire immediatamente e da un punto di vista più concreto quali sono gli aspetti a cui occorre far fronte per la prosecuzione del progetto.

Relators: Massimo Sorli, Stefano Mauro
Academic year: 2018/19
Publication type: Electronic
Number of Pages: 173
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Ingegneria Meccanica
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-33 - MECHANICAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/10796
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)