Politecnico di Torino (logo)

Cipriano, Paola

Un luogo di incontro alpino. Progetto e immaginario folklorico in una valle valdostana.

Rel. Giacomo Donato, Alberto Borghini. Politecnico di Torino, Corso di laurea in Architettura, 2004

Abstract:

"Lo studio del folklore e del campo dell'immaginario in generale, così profondamente intrecciato proprio con l'identità e la specificità dei luoghi, può fornire strumenti unici, capaci di cogliere quegli aspetti qualitativi del territorio che spesso sfuggono ad altri approcci teorici per loro natura più quantitativi. Il paesaggio, anch'esso ha una dimensione simbolico-immaginaria, dimensione in cui, più che in altre, è da ricercare l'identità specifica dei luoghi." (Alessandro Amirante, Immaginario, struttura del territorio e prospettive turistiche, «Tradizioni popolari» n. 1, p.31.) Questo lavoro di Tesi di Laurea si divide in due parti: un'analisi folklorica e una parte progettuale. Per la parte relativa alla ricerca folklorica si è condotta un' indagine sul campo che prevedeva un accurato rilevamento delle fonti. Lo strumento adottato per la raccolta del materiale è stata la registrazione su nastro magnetico delle testimonianze tramandate oralmente. Per non sconvolgere il documento orale, che diversamente perderebbe di valore e di "stile popolare", le attestazioni sono state trascritte mantenendo la sintassi e l'andamento della forma orale; alcuni vocaboli e alcune frasi sono stati riportati nel dialetto locale, senza alcuna pretesa dialettologica che necessiterebbe studi specifici in materia. Nel delineare l'impostazione di questa parte, di tipo documentario, si è scelto di suddividere i racconti per comuni nel tentativo di smembrare il meno possibile il materiale, evitando classificazioni fuorvianti. Un'analisi approfondita sul territorio e un particolare interesse nei confronti della peculiarità della comunità di Issime (Valle d'Aosta), mi ha portato ad indicare il Vallone di San Grato come luogo di incontro ideale fra passato, natura, architettura e cultura popolare. Ho quindi cercato di evidenziare in questo territorio alcuni percorsi che andassero a toccare i luoghi che hanno segnato la vita dei nostri avi, i luoghi di particolare interesse naturalistico, e quelli di considerevole rilevanza architettonica e paesaggistica.

Relatori: Giacomo Donato, Alberto Borghini
Parole chiave: progettazione ambientale - Val d'Aosta - immaginario folklorico
Soggetti: G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GA Antropologia
G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GI Tradizioni popolari
Corso di laurea: Corso di laurea in Architettura
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/89
Capitoli:

Indice

Premessa

Capitolo 1. Ricerca folklorica

1.l. Considerazioni generali

1.2. Testimonianze raccolte nel comune di Issime

1.2. L Clementina e Giovanni Storto

1.2.2. Vittoria, Giulia e Laura Busso

1.2.3. Luisella e Ugo Ronc

1.2.4. Carolina Storto e Sabina Linty

1.2.5. Imelda Ronco

1.2.6. Esterina e felice Busso

1.2.7. Angiolina Busso

1.2.8. Valentina Busso e Eligio Alby

1.2.9. Persona Anonima

1.3. Testimonianze raccolte nel comune di Lillianes

1.3.1. Persona Anonima e S. Bastrenta

1.4. Testimonianze raccolte nel comune di Fontainemore

1.4. L Celestina e Candido Giro

1.4.2. Celestina Girod e Celina Gros

1.5. Testimonianze raccolte nel comune di Gaby

1.5.1. Matilde Bastrenta

1.6. Testimonianze raccolte nel comune di Gressoney-Saint-Jean

1.6.1. Pierina Laurent

1.6.2. E. Squindo

1.6.3. M. Chiara

1.7. Testimonianze raccolte nei comuni di Pont-Saint-Martin e Carema

1.7.1. Daniela Peretto

1.7.2. Alma V airetto

Capitolo 2. Lineamenti storici

2.1 I Walser

2.2 I Walser della Valle del Lys

2.3 La comunità di Issime

Capitolo 3. Analisi territoriale

3.1 Issime

3.2 Il Vallone di San Grato - Sen Kroasch Gumbu

Capitolo 4. Tipologia delle costruzioni rurali nel vallone di San Grato

4.1 Le tipologie costruttive

4.2 Elementi strutturali

Capitolo 5. Percorsi nel Vallone di San Grato

5.1 Architettura, tradizione e storia

Conclusioni

Bibliografie

Biblìografia - L'immaginario folklorico in Valle d'Aosta Bibliografia generale

Allegati

A.1 - Preghiere di Lillianes

A.2 - Alcuni racconti di Gaby

A.3 - "Mascarie"

A.4 - "I nonni raccontano..."

Elaborati grafici

Bibliografia:

A.V.A.S., Ayas, histoire, usages, coutumes et traditions de la vallée, Virginia-Pero, Milano 1968

ID., La conta di tsèèvro, «Monde Alpin et Rhodanien n. 2-3/1985

ID., Tobie de Brissogne, Ed. Musumeci, Aosta 1987

AA. VV., Fiabe e leggende delle montagne. I bambini raccontano, Keltia Edizioni, Aosta 1996

AA.VV., Bestiario alpino, «L'Alpe» 2 (giugno 2000)

ALBY I., Il folletto del capoluogo, «Augusta» (1995), pp. 28-29

APPIA R., Vento di lassù. Racconti valdostani, Ed. Petrini, Torino 1982 BALESTRONI R., L'Vecc dal Kali una leggenda di Campello Monti, «Augusta» (2001), p. 2

BALLIANO A., Aria di leggende in Val d'Aosta, Ed. Cappelli, Bologna 1951 BARREL A., In tempi antichi: la veglia, «Augusta» (1994), p. 36

EAD., Leggenda o fatto realmente accaduto?, «Augusta» (1989), pp. 10-11

EAD., Leggende e storie di altri tempi, «Augusta» (1995), pp. 22-23

BETEMPS A., Ces étre merveilleux... Fées, gnomes, follets, géant, loup-garou ont-ils abandonné nos montagne?,«Pagine della Valle d'Aosta» 1 (1994), pp. 117-120

ID., La Vallée d'Aoste dans les légendes populaire, «Lo Flambò» 1(Printemps 1971), p. 19

ID., La Vallée d'Aoste dans les légendes populaires : la femme, «Lo Flambò» 1 (Printemps 1972), p. 79

ID., La Vallée d'Aoste dans les légendes populaires : la magie, «Lo Flambò» 2 (Eté 1971), p. 59

ID., La Vallée d Aoste dans les légendes populaires : le berger, le paysan, «Lo Flambò» 2 (Eté 1972), p. 65

ID., La Vallée d'Aoste dans les légendes populaires : le diable, «Lo Flambò» 3 (Automne 1971), p. 59

ID., La Vallée d'Aoste dans les légendes populaires : Les fées, les géants, Les dragons, le loup-garou, l'enfant, les jeunes hommes, «Lo Flambò» 4 (Hiver 1971), p. 49

ID., La Vallée d'Aoste dans les légendes populaires : Les métiers, les représentants de la loi, les intellectuels, «Lo Flambò» 3-4 (Automne-Hiver 1972), p. 151

ID., La Vallée d'Aoste dans les légendes populaires : Les prétres, «Lo Flambò» 2 (Printemps 1973), p. 127

ID., Le Charivari, «Lo Flambò» 2(Été 2002), p. 49

ID., Le Conte traditional orale et identité culturelle, Actes des rencontres de Lyon (27, 28, 29 novembre 1986), p. 221-247

BÉTEMPS A., PHILIPPOT L., Aspects de la Synagogue en Val d'Aoste, «Monde Alpin et Rhodanien» 1-4/1992 « Étres fantastiques dans les Alpes » BIBOIS I., Recueil de poésies et de contes en patois de Cogne, ITLA, Aoste 1975

ID., Su pe Cogne no s-allen. La Senagoga, «Lo Flambò» 2 (Eté 1967), p. 129

BOCCA C., CENTINI M., Processo al diavolo. Esorcismo, satanismo e superstizioni nelle Alpi del XVII secolo, Editrice Il punto, Torino 1993 BOCCAZZI-VAROTTO A., I racconti della stalla. Le conte di baou, Priuli & Verlucca Editori, Ivrea 1992

ID., La montagna dei segni. I mondi simbolici dell'arte alpina, Priuli & Verlucca Editori, Ivrea 1978

BORGHINI A., Le croste della polenta, di prossima pubblicazione (analisi di una tradizione valdostana di Lillianes)

ID., Seriosi nel folklore III. Prospettive tipologiche e analisi locali, Centro di documentazione della tradizione orale, Piazza al Serchio (LU) 2003

ID., Zonodrakontis. Momenti di una mitologia, Meltemi, Roma 2003 BUSSO O., A Blackgoavunu, «Augusta» (1995), p. 34

ID., Alle serpi piace pane e latte, «Augusta» (1993), p. 8

ID., Il tesoro, «Augusta» (1994), p. 43

ID., La rosa canina, «Augusta» (1995), p. 33

CANTINO C., Repertorio delle unità figurative in Valle d'Aosta, Relatore Prof. Gian Paolo Caprettini, Torino - Facoltà di lettere moderne, 1997 CAPELLO E., Gente di qua, Priuli & Verlucca Editori, Ivrea

CAPPA G., Leggende dell'uomo selvatico tra Valle d'Aosta e Canavese, in AA.VV., «L'uomo selvatico in Italia», a c. di Premoli B., Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni popolari, Roma 1986, pp. 95-101.

CARMELENGO M., Immagini dal territorio. L'immaginario come forma di strutturazione del territorio nella Valle di Champorcher e in alcune località circostanti, Relatore Prof. Alberto Borghini, Politecnico di Torino Facoltà di Architettura, A. A.2001-2002

CASTELLI A. F., Leggende alpine e valdostane, Società Editrice S. Alessandro, Bergamo 1935

CASTELLI ALCEO F., Leggende alpine valdostane, Ed. S. Alessandro, Bergamo 1935

CAVERI S., Sous les arbres toujours en fleurs, Imp. Due, Aoste 1961

CENTRE PEDAGOGIQUE POUR L'ENSEIGNEMENT DU FRAN(~AIS, Le dragon du Pont de Morettaz, Imp. Duc, Aoste 1983

ID, Quand le diable faisait le ma(~on, Imp. Musumeci , Aoste 1982

CERESA A., Sentieri e leggende della Valtournenche, Edint, Milano 1980

CERLOGNE J.B., Comnte de Dzan-Pouro, Imp. Catholique 1906

CERRIANA R., GLAREY L., GLAREY R., GONTIER M., MOCHETTAZ G., PITET A., SAVIN O., Per guarire facevano così: note sulla medicina di una volta raccolte a Champorcher in Valle d'Aosta, Priuli & Verlucca Editori, Ivrea 1995

CHANOUX A., Choix de Contes, i «Noutre dzèn patoué» Vol. 4, pp. 176-183

ID., Contes de ma Vallée, Viassone, Ivrea 1924

ID., Mon patois. Légende suivie de quelques notices sur le dialecte valdòtain, Premiato Stabilimento Tipografico Giorgetti, Macerata 1911

CHARLES T., Les récits de Salimon, Musumeci, Quart 1992

CHENAL A., De quelle fa~on sont nées les réunions de diables et de sorcières de nos légendes, «Lo Flambò» 1(Printemps 1993), p. 125

CHRISTILLIN J. J., Contes du Val d'Aoste recueillis dans la Vallée de Cogne, Aoste A.V.A.S., Musumeci, Quart 1992

ID., Leggende e racconti della Valle del Lys, Ed. Guindani, Gressoney-St-Jean (Aosta)1988

CIRCOLO CULTURALE RICREATIVO SANT'ORSO, Les contes d'un cou : noutro patoué et cit-di-s-atre, Circolo culturale e ricreativo Sant-Orso, Aoste

COMBIER J., Des Contes du baou, in «Notro dzèn patoué» Vo13

EAD., Les neuffileuse. Légende valdòtaine recueillie en 1971, «Le Monde Alpin et Rhodanien» n. 1 (1973), p.97

CONSOL A., PERINETTO R., Filastrocca Issimese, «Augusta» (1976), pp. 30-32

CORRAS C., Magia e religionenella cultura walser di Gressoney e Issime : un'approccio etnolinguistico, Relatore Prof.sa Maria Sandra Bosco Colestos, Torino, Facoltà di lettere e di filosofia, A.A. 1994/1995

COSSARD D., Lo stemma comunale di Saint-Vincent e la storia della strega di Chenal, Lions Club Cervino, Aosta 1983

COSTA R., Racconti delle nostre valli, Musumeci Editore, Aosta 1980

COUT F., Secret, formule di guarigione in uso in Valle d'Aosta, Priuli & Verlucca Editori, Ivrea 1999

DAUDRY D., Lo barme di diablo et la borna de l'enfeueu, «Lo Flambò» 3 (Automne 1961), p. 98

DAUDRY D., Lo berio dy faye, «Lo Flambò» 4 (Hiver 1962), p. 118

DECIME R., Conte pe le petchou de inque, Musumeci, Aosta 1984

DIEMOZ G., Etroubles. Nature et culture d'un Pays sur la route du Grand-Saint-Bernard, Musumeci, Aosta 1986

DUC L., Aux creux des vallons, ITLA, Aoste 1964

DUC-TEPPEX J., Légendes et nouvelles, Imp. Due, Aoste, 1976

ECOLE ELEMENTAIRE DE LA THUILE CHEF-LIEU, Les Veiilées du Ruitor. Il était une fois... La Thuile, Écoles 1972

FABRETTI A., VAYRA P., Il diavolo ad Issime: il più sensazionale processo del Seicento, Editrice Piemontese in bancarella, Torino 1970

ID, Il processo del diavolo ad Issime nella Valle di Gressoney, A. Faretti, Torino 1891

FAVRE F., Immagini dal territorio. L'immaginario come forma di strutturazione del territorio nella bassa Valle d'Aosta e in alcune località circostanti, Relatore Prof. Alberto Borghini, Politecnico di Torino Facoltà di Architettura, A. A.2002-2003

FAVRE J.-S., Voyage autour d'un artiste par les soins de Bruno Salvadori, Musumeci, Aoste 1972

FERRARI TRECATE L., INZAGHI L., Lassù sulle montagne - canti e leggende, Libreria Meravigli Editrice, Vimercate 1993

FERRÉ A., Contes, Légendes et paysages du Val d'Aoste, Imp. Valdótaine, Aoste 1953

ID., La légende de Jean Kann, «Lo Flambò» 1(Printemps 1952), p. 24

ID., Le moulin d'Arles, «Lo Flambò» 3 (1950), p. 44

ID., Le rocher de Jupiter, «Lo Flambò» 1 (eté 1950), p. 60

ID., Les deux bossus de Teinsod, «Lo Flambò» 1 (Eté 1950), p. 60

FERRERO F., Val d'Aosta. La perla delle Alpi, Viglongo & C., Torino 1975

GATTO CHANU T., Motivi leggendari valdostani, ITLA, Aosta 1979 EAD., Caccia alla strega, Musumeci Editore, Aosta 1983

EAD., Doce motivos leggendarioss valdostanos, Tipografia moderna, Aosta 1980

EAD., Guida insolita ai misteri, ai segreti, alle leggende e alle curiosità della Valle d'Aosta, Newton & Compton Editori, Roma 2001

EAD., Il fiore del leggendario valdostano. Enciclopedia dei motivi e dei personaggi della tradizione narrativa popolare, Ed. Emme, Torino 1988

EAD., Légendes valdótaines, Tip. Ambert, Verolengo 1981

EAD., Leggende e racconti ella Valle d'Aosta: storie di streghe e fantasmi, di diavoli e santi, di furbi contadini e di terribili draghi, nella tradizione popolare di un'isola alpina che affonda le sue radici in epoche remote, Newton & Compton, Roma 1991

EAD., Saghe e leggende delle Alpi. Tra diavoli e santi, nani, fate, streghe e folletti, alla scoperta del magico mondo dell'immaginario alpino, Newton & Compton Editori, Roma 2002

GIACOSA G., Novelle e paesi valdostani, Giacomo Caula Editore, Torino 1974

GIACOSA P., Cogne, Viassone, Ivrea, 1925

GIARDELLI P., Santi e diavoli. Le trazioni popolari valdostane, Sagep, Genova 1997

JACCOD C., Gli esseri fantastici nella tradizione popolare valdostana, Relatore Prof. Gian Luigi Bravo, Università degli Studi di torino, Facoltà di Magistero, Corso di Laurea in Pedagogia, A.A. 199571996 (in due volumi)

JACCOD L., Glanures Valdòtaines, A.H.R., Aoste 1971

JORIO P., Acque, fonti, diavoli nel leggendario alpino, Priuli & Verlucca Editori, Ivrea 1999

ID., Fra streghe possibili, santi improbabili, montagne vere, Priuli & Verlucca Editori, Ivrea 1988

ID., Il magico, il divino, il favoloso nella religiosità alpina, Ivrea, 1983

ID., L'immaginario popolare nelle leggende alpine, Priuli & Verlucca Editori, Ivrea 1994

ID., La montagna dei segni: i mondi simbolici dell'arte alpina, Priuli & Verlucca Editori, Ivrea 1992

ID., Sereni santi ignoti: madonne e santi dell' immaginario popolare alpino,

Priuli & Verlucca Editori, Ivrea 1995

LALE-DEMOZ G., Les bfichers de Dieu, «Lo Flambò» 4 (Hiver 1997), p.121

LANDI L., Coutumes et superstitions, «Augusta» (1986), pp. 34-38

LINTY A., Il padre, il figlio e l'asino, «Augusta» (1971), p. 39

ID., Una vecchia tradizione issimese: la Cebbara, «Augusta» (1981), pp. 44-45

LUGON G., Souvenirs d'autrefois, «Lo Flambò» 3(Automne 1998), p. 26

MARTIN G., Les ramoneurs de la Vallée de Rhémes. Leur vie et leur "dzàrgo », Musumeci, Aosta 1981

MONTERIN U., La leggenda della città di Félik, «Augusta» (1973), pp. 8-15

MORCIANO E., Contes et légendes du Valais Romand et de la Vallée d'Aoste, Relatore Prof. M. D. Combe, Faculté de lettre, Université de Fribourg, 1995

MUSSO M., Il lupo, «Augusta» (1992), pp. 8-11

NUVOLARI P., Légendes du Val d'Aoste pour les enfants, Tipografia Valdostana, Aosta 1992

PERRENCHIO O., Contes de chez nous, Imprimerie Valdótaine, Aosta 1974

PICCIGALLO M., Contes de ma Vallée, Relatore Prof.sa Giulia Baselica, Scuola superiore interpreti e traduttori Vittoria, 1998/1999

PRAMOTTON L., Itinerari del sortilegio nella Valle del Lys, «Pagine della Valle d'Aosta» (giugno 1996)

QUAIZIER M.L., La légende du Mont Maudit, «Lo Flambò» 3 (Automne 1961), p. 106

EAD., La légende du Négrillon, «Lo Flambò» 4 (Hiver 1953), p. 37

RAMELLA P., a cura di, Andar per streghe in Canavese, Val d'Aosta e Piemonte, Cossavella, Ivrea 2000

REY G., Il Monte Cervino, Viglongo, Milano 1953

RONC DESAYMONET A., In Val di Cogne. Usi e costumi leggende e superstizioni, Viasson, Ivrea 1929

EAD., La faye di Gran Crot, «Lo Flambò» 2 (Eté 1978), p. 81

RONCO I, MUSSO M., Fede e credenze, «Augusta» (2002), pp. 7-13

RONCO I., Antoine de Bourines, «Augusta» (1992), pp. 31-33

EAD., Di tockhjini, «Augusta» (1985), pp. 10-11

EAD., Il folletto coiffeur, «Augusta» (2001), p. 43

EAD., L'omino sempliciotto, «Augusta» (2002), p. 40

EAD., L'orso di Pian-dou-Béili, «Augusta» (2002), p. 41

EAD., San Martino e il diavolo..., «Augusta» (1996), p. 38

RONCO I., MUSSO M., Les diables de Tourrison, «Augusta» (2000), pp. 4-12

RONCO S., RONCO B., Rfolletto del mulino diroccato, «Augusta» (1999), p. 32

RONCO S., Stregonerie, «Augusta» (1994), p. 42

ROSSETTI B., Favole e leggende della Val d'Aosta, Ed. Malipiero, Bologna 1961

STEVENIN J., Au pays ensorcelé. Contes de Gaby et de ses alentours, Musumeci, Quart 1990

EAD., Gens d Gaby. Les mentalités, Imprimerie Valdótaine, Aoste 1997

EAD., I misteriosi abitanti di un bosco dell'envers, «Pagine della Valle d'Aosta» 10 (199), pp. 56-59

EAD., Rien que le souvenir. Gaby. L'histoire d'hier et avant-hier, Musumeci Editore, Aoste 1988

THOMASSET M., Pages volantes. Poésies et proses en dialecte valdòtain, Stevenin, Aoste 1911

TIBALDI T., Il diavolo nella leggenda e nella tradizione in Val d'Aosta, Sala Bolognese, Forni 1984

IA., Serate valdostane - Saggi di folklore, Lattes, Torino 1913

ID., Veillées Valdòtaines illustrées. Contes, tradition et légendes, esquisses de mceurs, proverbes, dictions, Stabilimento Típografico Edoardo Pianca, Torino 1912

TIBALDI-CHIESA M., Leggende del Cervino, Ed. Hoepli, Milano 1963

EAD., Leggende della Valle d'Aosta, Ed. Signorelli, Milano 1963

VAUTHERIN R., Le conte de Touèno. Histoires comiques en patois faciles à retenir et à dire en dans toutes circostances, Musumeci, Aosta

VERCELLIN C., Racconti e proverbi della Valle del Lys (Perloz e Lillianses), Giglio Tos, Ivrea 1958

WILLIEN R., Dié conte de Cromèyeui (Dix contes de Courmayeur. Dieci racconti di Courmayeur). Gravures de Nex, ITLA, Aoste 1953

YON L., La processione dei morti, «Augusta» (1995), p. 34 ZUMSTEIN C. F., Nouvelles et récits, Aoste 1966

AA. VV., Campello Monti ed i Walser. Atti del Convegno di Studi, Campello Monti 7 agosto 1993

AA. VV., Catalogo del museo Walser di Alagna Valsesia

AA. VV., Issime e il suo territorio. Pastorizia ed alpeggi nel corso del XX secolo, «Augusta» (2001), pp. 17-29

AA. VV., La casa rurale negli insediamenti Walser. Atti della Prima Giornata Internazionale di Studi Walser, Alagna Valsesia I S giugno 1985, a c. di E. Rizzi, Anzola d' Ossola 1984

AA.VV., Cultura dell' alimentazione ad Issime, a e. del Walser Kulturzentrum, Tipografia Valdostana, Aosta 1998

AA.VV., Eisheme-Issime. La sua chiesa, la sua gente, Tipografia Valdostana, Aosta 1992

AA.VV., Formaggi e mercati. Economie di Alpeggio in Valle d'Aosta e Haute Savoie, Le Chàteau Edizioni, Aosta 2002

AA.VV., Gressoney e Issime. I Walser in Valle d' Aosta, a e. del Walser Kulturzentrum, Musumeci, Aosta 1986

AA.VV., Le case dei Walser, Fondazione Arch. Enrico Monti, 1996

AA.VV., Le Grand Sentier Walser: un voyage dans la culture alpine autour du Mont Rose, Tipografia Valdostana, Aosta 2000

ALIPRANDI L. e G., Gli antichi valichi fra Zermatt e le valli di Ayas e di Gressonyey, «Augusta» (1978), pp. 20-24

ALIPRANDI L. e G., Le vie dei Walser attraverso il Monte Rosa, «Augusta» (1983), pp. 15-18

BARGHINI A., Territorio, architettura gruppi etnici nella media Valle del Lys: il caso di Issime e Gaby, «Augusta» (1998), pp. 2-11

BERTON R., L' architecture valdótaine et son enracinement dans le paysage, Sagep Editrice, Genova 1974

BODO M. MUSSO M., Alcune osservazioni su un toponimo perduto: le Pré des Allemands, «Augusta» (1992), pp. 12-18

BODO M. MUSSO M., La presenza alemanna nella piana di Issime dopo il XIII secolo: la chapelle des allemands, «Augusta» (1994), pp. 15-20

BODO M. MUSSO M., Nuclei di insediamento alemanno nel territorio di Gaby e di Issime: il caso di Borines, «Augusta» (1993), pp. 16-30

BODO M. MUSSO M., Nuclei di insediamento alemanno nel territorio di Gaby e di Issime: il caso di Borines, «Augusta» (1993), pp. 16-30

BOSON F., Il Vallone di San Grato a Issime, «Augusta» (2000), pp. 14-22

BROCHEREL J., La casa rustica valdostana, Atto del terzo convegno di arti e tradizioni popolari, Trento, 1934, Roma 1936

CEREGHINI M., Introduzione alla architettura alpina, Edizione del Milione, Milano 1953

CERUTTI A. V., La storia del clima e delle genti del Monte Rosa, «Augusta» (1977), pp. 2-16

CHEVALLARD C. A., L' architettura spontanea della Valle di Gressoney: caratteri e influenze esterne, Milano 1968

CHRISTILLIN L., La Vallée du Lys, Piero Gribaudi Editore, Torino 1975

CUGNETTO C., Alla scoperta della Valle del Lys: Gaby, Issime, Gressoney-la-Trinité, Gressoney-St-Jean, Priuli & Verlucca Editori. Ivrea 1998

CURTA VALENTIN, Gressoney einst und jetzt aus alten chroniken und tJberlieferungen - Gressoney ieri e oggi antiche cronache e leggende, La Musica Moderna, Milano 1994

DE SAUSSURE H. B., Viaggi intorno la Monte Rosa, Fondazione Architetto Enrico Monti, Angola d' Ossola 1989

DEMATTEIS L., Case contadine in Valle d' Aosta, Priuli & Verlucca Editori, Ivrea 1984

LISCO T. e F., SQUINDO E., Gressoney. Racconti e tradizioni nella valle dell' oro, Arti Grafiche E. Duc, Saint-Christophe (Aosta) 2003

MESSNERR., RIZZI E., LANZI L., Monte Rosa. la montagna dei Walser, Fondazione Arch. E. Monti 1994

MIRICCI CAPPA M., Ambiente e sistema edilizio negli insediamenti Walser di Alagna Valsesia, Macugnaga e Formazza, Priuli & Verlucca, Ivrea 1997

MORTAROTTI R., I Walser, Libreria Giovannacci, Domodossola 1979

MUSSO M., Alpeggi del Vallone di San Grato. Un secolo di storia sulla base della testimonianza orale, «Augusta» (2001), pp. 30-42

NOVELLO-ALPAGO A.- PALMUCCI L.- RONCHETTA D.- SCOLARI A. C., Gressoney. Architettuta spontanea e costume, Górlich, Novara 1979

REMACLE C., Architecture rurale. Analyse de l' évolution en Vallée d' Aoste, L'Erma di Bretschneider, Roma 1986

REMACLE C., Documenti. L' habitat rural valdótain, Umberto Allemandi Editore, Aosta 1991

REMACLE C., Histoire de maison, «Augusta» (2002), pp. 20-26

REMACLE C., Vallée d' Aoste. Une Vallée des paysages, Umberto Allemandi Editore, Torino 2002

RIZZI E., Storia dei Walser, Fondazione Arch. E. Monti, Anzola d' Ossola 1992

RIZZI E., Walser, gli uomini della montagna, Foncta~.ione Arch. E. Monti, Anzola d'Ossola 1981

RIZZI E., ZANZI L., CARLEN L., La casa dei Walser sulle Alpi, Fondazione Arch. Enrico Monti, Anzola d'Ossola 1996

RIZZI E., ZANZI L., I Walser nella storia delle Alpi, Ed. Universitarie Jaca, Milano 1987

RIZZI, ZANZI, SCHMID, La pace del Monte Rosa. Le relazioni tra l' Ossolana e il Vallese, Anzola d' Ossola 1991

SALVADORI B., FAVRE B., Walser. Testimonianza di una civiltà, Musumeci Editore, Aosta 1979

SOARDO G.P., Architettura rurale in Valle d'Aosta, Priuli & Verlucca, Ivrea 1999

STEVENIN J., Cenni storici sulla cappella di San Grato a Issime, «Augusta» (1997), pp. 8-15

STEVENIN J., Cenni storici sulla cappella di Santa Margherita al Buart di Issime, «Augusta» (1998), pp. 25-28

STEVENIN J., Cenni storici sulla cappella di Voury, «Augusta» (1995), pp. 2-11 STEVENIN J., Gaby, Quart 1993

STEVENIN J., La cappella di Rickard-Dessus di Issime, «Augusta» (2002), pp. 14-15

STEVENIN J., Les maisons de la Pouhrta, «Augusta» (1994), pp. 28-33

STROPPA C., Comunità e ambiente la cultura del popolo walser delle Alpi, Franco Angeli, Milano 2002

STUDER J., Le colonie tedesco-vallesane e walser delle Alpi, Fondazione Arch. Enrico Monti, Angola d' Ossola 1988

TORRA U., La Valle di Gressoney. Le sue antichità, Tipografia Paolo Bardessono, Ivrea 1966

TOS G. E., La Valle del Lys, Torino 1937

VALSESIA T., RESTELLI F., Walser, il fascino il mistero, Ed. Macchione di Azzate (Varese) 2000

VESAN Abbé Grat, Dates inoubliabes, a c. dell'Associazione Walser Augusta di Issime, Imprimerie Vald6taine, Aoste 1997

ZANZI L., Integrità ambientale e civiltà della montagna nel Vallone di San Grato, «Augusta» (2004), pp. 4-5

ZAPPA F., Balme e costruzioni sotto roccia nel Vallone di San Grato. Un progetto per la documentazione dei siti di Stein e Bétti, «Augusta» (2003), pp. 10-17

ZAVATTA L., Le Valli del Monta Rosa, Guide dell'Escursionista, Cierre Grafica, Caselle di Sommacampagna (Verona) 2002

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)