Politecnico di Torino (logo)

Rocca, Sabrina

L'architettura dipinta : riflessioni sulle interpretazioni del XX secolo.

Rel. Costanza Roggero, Cecilia Castiglioni. Politecnico di Torino, Corso di laurea in Architettura, 2012

Abstract:

Architettura dipinta: paesaggio architettonico o architettura utopistica?

Arte e architettura o architettura è arte?

Queste sono le domande che mi pongo quotidianamente quando, in veste di pittrice e ancora di studentessa di architettura, realizzo i miei lavori, o quando, come artista, in giro per le Fiere Internazionali, ammiro le opere di colleghi che spaziano da paesaggi surreali degni di De Chirico a quelli futuristici alla Sant'Elia.

Tutto è un ciclo storico che inevitabilmente si ripete: De Chirico è diventato Salvo e Sant'Elia si chiama Giacomo Costa e sebbene utilizzino tecniche e supporti diversi, l'idea che li genera è la stessa.

Se devo pensare al mio lavoro invece, mi rendo conto che potrei essere una Canaletto pop metropolitana, mi piace partire da dettagli architettonici di opere esistenti, da un lato per stimolare una riflessione più ampia, dall'altro per il mio semplice gusto estetico.

Dal punto di vista di un quasi Architetto, la pittura fino ad un decennio fa ed i render, oggi, permettono invece ai Grandi di far vivere progetti fantastici, ideali, utopistici.

Secondo l'accezione contemporanea del termine, infatti, all'architettura non risulta indispensabile l'atto finale, ovvero il costruire. La fase progettuale consente di liberare la fantasia creativa come accadeva agli utopisti dell'ottocento. Architetti di carta o, nel nostro caso, di tela come viene chiamata quella scuola dedita al sogno.

Ci si potrebbe convincere che in questo modo l'arte e l'architettura si rafforzino a vicenda e siano inevitabilmente legate.

L'architettura dipinta è finzione di luoghi determinati, o, se si preferisce, rappresentazione o descrizione realistica di luoghi inesistenti. Anche le scene di conversazione non sono solo ritratti di persone, ma sono ritratti di luoghi la cui esistenza è legata necessariamente all'architettura. D'altronde l'architettura è parte integrante della nostra vita, dei nostri ricordi ed inevitabilmente luogo memorico ed emozionante che viene rappresentato pittoricamente.

Cambia il modo in cui si rappresentano nelle varie correnti artistiche ma sempre ciclicamente passiamo da architetture utopistiche ad architetture di paesaggio o si rappresentano archetipi legati a luoghi ricordati ed evocati, nel passato come oggi.

La sequenza storica aiuta a cogliere questi cicli ed a farci capire quanto stretto sia il legame che interagisce tra le due discipline. Facendo una analisi storica si evince quanto la fine della Seconda Guerra Mondiale segni uno spartiacque nella ricerca artistica. Per questo ho deciso di dividere la ricerca in due parti, la prima che analizza la prima metà del XX secolo con le Avanguardie storiche ed il Realismo, la seconda (dal 1950) dalle Neoavanguardie ad oggi. Tale divisione è mantenuta anche nella organizzazione della bibliografia. In generale la tesi è costituita da una introduzione, dalle due parti divise complessivamente in dodici capitoli, da opportune conclusioni in cui, attraverso tabelle e grafici, analizzo elementi comuni del modo di rappresentare l'architettura, se usata come sfondo o protagonista, se segue geometrie euclidee o immaginarie, se è archetipo, fantastica o reale. La ricerca è partita dalla selezione di 119 opere catalogate nell'appendice attraverso un indice e delle schede. Nella selezione ho cercato quadri che meglio potessero rappresentare all'interno di ogni corrente il rapporto tra architettura e pittura, cercando di far emergere scegliendo quadri noti, quanto spesso le grandi opere nascano da questo connubio. Tra gli artisti contemporanei ho inserito otto miei lavori che in fondo sono stati lo stimolo iniziale della mia ricerca, mi interessava l'approfondimento al fine di poter arricchire ol mio lavoro di spunti o nuove consapevolezze. Nello specifico di questi otto lavori, sei sono stati prodotti prima dell'inizio della tesi, mentre gli ultimi due con il concludersi del lavoro di ricerca. La quale ha avvalorato le mie consapevolezze, rendendomi più libera di poter attraverso l'architettura rappresentare anche problemi sociali che si sviluppano nelle nostre città.

Relatori: Costanza Roggero, Cecilia Castiglioni
Soggetti: AR Arte > ARB Arti visive
AR Arte > ARS Storia dell'arte
A Architettura > AS Storia dell'Architettura
Corso di laurea: Corso di laurea in Architettura
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/2535
Capitoli:

Parte prima

1900-1950: le Avanguardie storielle

1.Il futurismo, avanguardia di pensiero e di arte

2.Il Cubismo, come la quarta dimensione cambia lo spazio architettonico

3. La protesta dell'Espressionismo, nel mondo che cambia tra le due guerre

4.La Metafisica, architettura di memoria 5.Il Surrealismo, sogno o realtà?

6.Il Realismo, l'ottimismo dello sviluppo

Parte seconda

1950-2011: dalle Neoavanguardie ad oggi

7. Anni 50: conciliare immagini figurative con l'arte astratta

8. Gli anni Sessanta: Pop Art

9. Iperrealismo oltre il realismo

10.Postmoderno 11.Come viene interpretata l'architettura oggi

12.Un'artista contemporanea torinese

Conclusioni

Appendice

Indice delle opere

Schede delle opere citate

Tabelle e grafici

Bibliografia tematica

Bibliografia:

ROBERTO LONGHI, Viatico per cinque secoli di pittura veneziana, Firenze, 1952

GIULIO CARLO ARGAN, Brunelleschi, A.Mondadori Editore, Milano, 1955

PIERRE FRANCASTEL, Lo spazio figurativo dal rinascimento al cubismo, Torino, Einaudi, 1960.

ERWIN PANOFSKY, La prospettiva come forma simbolica, Milano, Feltrinelli, 1961.

DECIO GIOSEFFI, dotto architetto, Milano, Edizioni di comunità, 1963.

ROBERTO PANE, Antoni Gaudi, Edizioni di Comunità, Milano, 1964

FRANGOISE CHOAY, Le città, Utopie e realtà, Einaudi, Torino, 1965

RENATO DE FUSCO, Architettura come mass medium. Note per una semiologia architettonica,

Bari, Dedalo Libri, 1967

GIANNI CARLO SCIOLTA (a cura di), La città ideale del Rinascimento, Torino, Utet, 1975

EROUART GILBERT, Architettura come pittura: Jean-Laurent Legeay, un piranese francese nell'epoca dei lumi, Milano, Electa, 1982.

ANDRE CARBOZ, Canaletto, una Venezia immaginaria, Alfieri Electa, Milano, 1985

PAVEL FLORENSKIJ, La prospettiva rovesciata ed altri scritti, Roma, La casa del libro, 1983.

DONATELLA MAZZOLENI, La città e l'immaginario, Roma, Officinia, 1985.

FRANGOISE CHOAY, La regola e il modello: sulla teoria dell'architettura e dell'urbanistica,

Roma, Officina, 1986

SERGIO CORADESCHI, Come costruire un modello plastico architettonico, Milano, Di Baio, 1987

GIULIO CARLO ARGAN, Storia dell'arte italiana, 3 volumi, Firenze, Sansoni editore, 1988.

GIOVANNA MASSOBRIO, L'immaginario architettonico nella pittura, Roma, Laterza, 1988.

CARLO CRESTI, Architettura senza cantiere: Immagini architettoniche nella pittura e scultura

del rinascimento, Siena, Pericciolli, 1989

ANDRE' CARBOZ, Ordine sparso, saggi sull'arte, il metodo, la città ed il territorio, Milano 1988.

LARA VINCA MASINI, L'arte del 900 : dall'espressionismo al multimediale, Firenze, Giunti, 1989

WALTER KRUFT, Le città utopiche: la città ideale dal XV a XVIII secolo fra utopia e realtà, Roma-Bari, Laterza, 1990

JUAN JOSE' LAHUERTA, Antoni Gaudi 1852-1926. Architettura, ideologia e politica, Milano, Electa, 1992

MARIA ANTONIETTA CRIPPA (a cura di), Nuovi metodi di indagine e comunicazione della storia dell'architettura, Milano, Sinai, 1992

AUGUSTO ILLUMINATI, La città e il desiderio, Roma, Manifestolibri, 1992

HENRY MILTON, VITTORIO MAGNAGO LAMPUGNANI(a cura di), Rinascimento da Brunelleschi a Michelangelo, la rappresentazione della architettura, catalogo della mostra, Milano, Bompiani, 1993

ROSARIO PAVIA, L'idea di città. Teorie urbanistiche della città tradizionale, Milano, Franco Angeli, 1994

VIRGILIO VERCELIONI, Atlante storico dell'idea europea della citta', Milano, Jacabook, 1994

LUCIANO PATETTA, Rapporto tra pittura e architettura dal Rinascimento al romanticismo, Milano, Graafo, 1995

LEWIS MUMFORD, Storia dell'utopia, Roma, Donzelli, 1997

MARIA BETTATIN(a cura di), La città dell'utopia. Dalla città ideale alla città del terzo millennio, Milano, Scheiwiller,1999

MAURIZIO LUCCHESI, L'idea di città fra simbolo, esoterismo e utopia: temi di riflessione,Foggia, Bastogi 1999

MARSHALL MCLUHAN, Gli strumenti del comunicare (titolo originale: Understanding media, 1964, traduzione a cura di Ettore Capriolo), Milano, Il Saggiatore, 1999

LEONARDO PARIS, Il problema inverso della prospettiva, Roma, Kappa, 2000

ERIC MUMFORD, The CIAM Discourse on Urbanism, 1928-1960, The MIT Press, Cambridge MA, 2002

SALVATORE SANTUCCIO, L'utopia nell'architettura del '900, Firenze, Alinea, 2003

NICOLO' SARDO, La figurazione plastica dell'architettura: modelli e rappresentazione, Roma, Kappa, 2004

MASSIMO SOLARI, Il disegno obliquo, Venezia, Marsilio Editori, 2005. MARCO MENEGUZZO, Il Novecento, Arte contemporanea, Milano, Mondadori Electa, 2008.

PARTE PRIMA

1900-1950: Le Avanguardie Storiche

ROBERT ROSENBLUM, La storia del cubismo e l'arte del ventesimo secolo, Milano, Il saggiatore, 1962

FRANCESCO ABBATE, Dalla Scuola di Parigi, alla Seconda guerra mondiale, Milano, Fabbri, 1966

A. EDWIN ABBOT, Flatlandia. Racconto fantastico a più dimensioni, Milano, Adelphi, 1966

PATRICK EALDBERG, Surrealismo, Milano, Mazzotta, 1967

REYNER BANHAM, Ambiente e tecnica nell'architettura moderna, Bari, Laterza, 1978

PLACIDO CHERCHI, Paul Klee teorico, De Donato, Bari, 1978

GIANNI LARONE, Realismo americano: immagini nell'arte USA 1865-1975, Venezia, Marsilio, 1980

EZIO GODOLI, Il futurismo, Bari, Laterza e figli, 1983

ENRICO CRISPOLTI, Attraverso l'architettura futurista, Modena, La grafica Mori, 1984

GIANNI CONTESSI, Architetti pittori, pittori architetti, Bari, Dedalo edizioni, 1985.

GIORGIO DE CHIRICO, Il meccanismo del pensiero, Torino, Einaudi, 1985.

PIERO ALBISSINI (a cura di). La città ideale nei disegni di Leonardo Savioli, Firenze, Il Ponte, 1986

PONTUS HULTEN(a cura di), Futurismo e Futurismi, catalogo della mostra, Milano, Bompiani, 1986.

LUCIANO CARAMEL, ALBERTO LONGATTI, Antonio San'Elia, l'opera completa, Milano, Arnoldo Mondadori, 1987

GISELLA TARIZZO, La città trasparente: Lyonel Feininger, Milano, Il saggiatore, 1990

ANTONELLO NEGRI, Il Realismo dagli anni trenta agli anni ottanta, Roma, Laterza, 1994

SUSANNA PARTSCH, Paul Klee 1879-1940, Koln, Benedict Taschen, 1994

PAOLO FOSSATI, La pittura metafisica, Torino, Einaudi, 1998

VINCENZO CAPALBO, La metropoli futurista: progetti impossibili, Officine del Novecento, Firenze, 1999

NILOLAUS PEVSNER, I pionieri dell'architettura moderna: da William Morris a Walter Gropius, Garzanti, Milano, 1999

RUDY CHIAPPINI, (a cura di), Kircner, Milano, Skira, 2000

MAURIZIO FAGIOLO DELL'ARCO (a cura di), De Chirico, la metafisica del paesaggio, 1909-1970, Bologna, Fonografica edizioni d'arte, 2000

RUDY CHIAPPINI, ( a cura di), Mare Chagall, Milano, Skira, 2001

SANDRO PARMIGIANI, Fernard Leger: lo spirito del moderno, Milano, Skira, 2002

MICHELE DENTINI, Cubismo, distruggere per ricostruire, Firenze, Giunti, 2003

SALVATORE SANTUCCIO, L'utopia nell'architettura del '900, Firenze, Alinea, 2003

GIACINTO CERVIERE, Antonio Sant'Elia, La mia prospettiva interiore, Libria, Melfi, 2004

GIANNI CONTESSI, Vite al limite. Giorgio Morandi, Aldo Rossi, Mark Rothko, Milano, Edizione

Marinotti, 2004

FRANCESCO POLI, La Metafisica, Roma, Laterza, 2004

VINCENZO TRIONE, I luoghi e l'anima, Milano, Skira, 2005

GIANNI CONTESSI, Sulle tracce della metropoli, Torino, Ed. Galleria d'arte moderna di Torino,

2006

ALESSANDRO FONTI, Paul Klee. «Angeli» 1913-1940, Milano, Franco Angeli, 2006

BELTRAMO CEPPI ZERI, Chagall delle meraviglie, Milano, Skira, 2007

CARLO CRESTI, Futurismo ed architettura, Firenze, Pontecorboli, 2009

CARLO CRESTI, Architetture e Città Metafisiche: dalle Piazze d'Italia di De Chirico alla Piazza dei tre poteri di Brasilia, Firenze, Pontecorboli, 2009

MICHELE EMMER, Mathland. Dal mondo piatto alle ipersuperfici, Torino, Testo&lmmagine, 2003

CARTER E. FOSTER, Edward Hopper, Milano, Skira, 2009

FEDERICO POLETTI, Il Novecento, Avanguardie, Milano, Mondadori Electa, 2009.

VINCENZO TRIONE, Giorgio De Chirico: Le citta' del silenzio, Milano, Skira, 2009

BARBARA BUHLER LYNES, (a cura di), Georgia O'Keeffe, Milano, Skira, 2011

SECONDA PARTE

1950-2011: dalle Neoavanguardie a oggi

HELEN ROSENAU, The Ideai City, Studio Vista, London, 1974

REYNER BANHAM, Ambiente e tecnica nell'architettura moderna, Bari, Laterza, 1978

ALDO ROSSI, L'architettura della città, Milano, Città Studio, 1981.

MARCO GAMBARO, Informazione, Mass Media e telematica, Clup, Milano, 1985

MARIO COSTA, Il sublime tecnologico, Roma, Castelvecchi, 1990.

MARCO LIVINGSTONE, Pop art: una storia che continua, Milano, Leonardo, 1990

HANNO-HOWARD MANSFIELD, Cosmopolis, Yesterday's cities of thè future New Brunswick, Centerfor Urban Policy Research, 1990

ACHILLE BONITO OLIVA, La Transavanguardia Internazionale, Giancarlo Politi Editore, Milano,

1991

MARIA ANTONIETTA CRIPPA (a cura di), Nuovi metodi di indagine e comunicazione della storia

dell'architettura, Milano, Sinai, 1992

FRANCA SALVARANI, La costruzione del modello architettonico, Milano, Di Baio, 1992

GABRIELLA BELOTTI (a cura di), Del Virtuale, Milano, II Rostro, 1993

LUIGI BISTAGNINO, MASSIMO GIORDANI (a cura di), Percorsi tra reale e virtuale, Torino, Celid,

1995

FRANCESCO POLI, Minimalismo, arte povera, arte concettuale, Roma, Laterza, 1995

REYNER BANHAM, RENATO BARILLI, Pop Arf.artisti italiani degli anni 70, Milano, Mazzotta,

1996

PIERRE LEVY, Il virtuale, Milano, Raffaello Cortina Editore, 1997

LUCA BEATRICE, CRISTIANA PERELLA, Nuova Arte italiana, esperienza visiva ed estetica della

generazione anni Novanta, Roma Castelvecchi, 1998

GIANLUCA MARZIANI, N.Q.C. Arte italiana e tecnologie: il Nuovo Quadro Contemporaneo,

Roma, Castelvecchi, 1998

GIANNI POZZI, Epocale: pop art, graffiti art, cracking art, Milano, Mazzotta, 1998

MARIA BETTATIN(a cura di), La città dell'utopia. Dalla città ideale alla città del terzo millennio,

Milano, Scheiwiller, 1999

PETER COOK, Archigram, New York, Princeton architectural press, 1999

MARIO COSTA, L'estetica dei media: avanguardie e tecnologie, Roma, Castelvecchi, 1999.

MAIA ENGELI, Storie digitali, poetiche della comunicazione, Torino, Testo&lmmagine, 1999

SIMONETTA FADDA, Definizione zero, origini della videoarte fra politica e comunicazione

Ancona-Milano, Costa & Nolan Editori Associati, 1999

LUIGI PRESTINENZA PUGLISI, This is tomorrow: avanguardie e architettura contemporanea,

Testo & immagine, Torino, 1999

CHRISTIAN PANGRATZ, MARIA RITA PERBELLINI, Nati con il computer, giovani architetti

americani, Testo&lmmagine, Torino, 2000

MARCELLO PECCHIOLLI, Scansioni (estetiche tecnologie e sistemi navigazionali per l'arte del XXI sec), Milano, Edizioni associate, 2000

GIULIO SALVIONI, Architettura e Computer, Strumenti digitali per la gestione e la redazione del progetto di Architettura, Roma, Edizioni Kappa, 2000

REYNER BANHAM, Megaestructuras: futuro urbano delpasado redente, Gili, Barcellona, 2001

BRUCE LINDSEY, Gehry digitale: resistenza materiale/costruzione digitale, Torino, Testo&lmmagine, 2001

LUIGI PRESTINENZA PUGLISI, Silenziose avanguardie. Una storia dell'architettura 1976- 2001, Testo&lmmagine, Torino, 2001

JEFFREY ZELDMAN,Dalla carta al web, istruzioni per l'uso per designer di talento, Hops Libri,

Milano, 2001

ALFREDO RONCHETTA, Architetture della conoscenza, Teorie e metodiche della progettazione

multimediale, Celid, Torino, 2002

MATTEO CHINI, Pop Art, Firenze, Giunti, 2003

ANNARITA EMILI, Richard Buckminster Fuller e le neoavanguardie, Kappa, 2003

LIVIO SACCHI, MAURIZIO UNALI (a cura di), Architettura e cultura digitale, Milano, Skira, 2003

REYNER BANHAM, Architettura della seconda età della macchina: scritti : 1955-1988, Milano,

Electa, 2004

MARCO DI CAPUA, GIOVANNI IOVANE, LEA MATTARELLA(a cura di), Metropoltanescape,

Paesaggi urbani, nell'arte contemporanea, catalogo della mostra, Torino, Silvana Editoriale,

2006

CLAUDIA GIOIA, Ai confini della realtà: arte, scienza e tecnologia, Milano, Mondadori, 2006.

MARCO WOLFER, Archigram/Metabolism. L'utopia negli anni Sessanta, CLEAN, 2007

MARCO NARDINI, Design Virtuale: il digitale nel progetto, Fidenza, Mattioli 1885, 2003

Electa, 2008

FRANCESCO BONAMI, Italics. Arte italiana tra tradizione e rivoluzione 1968-2008, Milano,

Electa

MARCO MENEGUZZO, Il Novecento, Arte contemporanea, Milano, Mondadori, 2008

DANIELE MARINI, MARISA BERTELO, ALESSANDRO RIZZI, Comunicazione visiva digitale,

fondamenti di eidomatica, Milano, Addison Wesley Longman Italia

LUCA BEATRICE, Da che Arte stai?, Milano, Rizzoli, 2010.

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)