Politecnico di Torino (logo)

Bellini, Alessandra

Le esperienze di governance negli strumenti per la promozione dello sviluppo locale : il quadrante nord dell'area metropolitana torinese.

Rel. Carlo Alberto Barbieri, Alberta De Luca. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale, 2010

Abstract:

A partire dagli anni '90 i caratteri dello sviluppo locale hanno trovato applicazione in Italia in due famiglie di politiche: i programmi urbani complessi e la programmazione negoziata. Questi strumenti, Seppur molto diversi per oggetto, finalità, soggetti coinvolti e scala di intervento "presentano un elemento in comune costituito dal loro esplicito contenuto «contrattuale» "' (Governo, 2008). Tali Strumenti hanno contribuito al ripensamento delle modalità di azione dello Stato e degli Enti pubblici nell'economia e nelle trasformazioni urbane; contemporaneamente hanno promosso il principio di integrazione tra i diversi settori di intervento e il principio di cooperatone tra scale territoriali e tra soggetti, anche non istituzionali, Che hanno iniziato a manifestare apertamente il proprio interesse Verso le questioni territoriali.(CR) Molteplici sono infatti le innovazioni apportate da queste due famiglie di politiche: l'apertura dell'arena decisionale ad attori di natura diversa (pubblici, privati, misti), lo sviluppo di partnership pubblico/privato, la cooperazione istituzionale, lo sviluppo di nuove forme di rappresentazione degli attori e degli interessi in gioco, l'importanza assunta dai contesti locali nei confronti delle reti globali per la promozione di processi integrati di Sviluppo (Governa, Salone, 2005). Inoltre, la Concezione multidimensionale ed integrata delle politiche territoriali, l'approccio bottom-up allo sviluppo e la partecipazione diffusa dei cittadini alle trasformazioni del territorio sono aspetti Che si sono affermati conseguentemente all'applicazione di queste politiche. Si sono così delineati dei meccanismi di governance territoriale parallelamente all'affermarsi del modello dello sviluppo locale che ha fatto del territorio la chiave di lettura per interpretare i fenomeni attuali di sviluppo. In questo senso, lo sviluppo locale viene concepito come un processo generato da un'interazione continua tra la dimensione territoriale e quella sociale, per cui una pluralità di attori (locali, istituzionali e non) promuovono lo sviluppo del territorio interpretandone le risorse e le criticità. Non entrando in merito alla discussione in corso circa i possibili fallimenti delle politiche per la promozione ed il sostegno dello sviluppo locale, è indubbio che queste abbiano comunque contribuito a ridefinire l'azione politica e amministrativa, riconoscendo e valorizzando il ruolo degli attori, portatori di comportamenti e risorse proprie, tradizionalmente esclusi dai processi decisionali (Bagnasco, 2009; Governa, 2008). Gli spunti che motivano questo lavoro derivano dalla ricerca condotta per il conferimento della laurea triennale e dal tirocinio svolto presso l'azienda SAT s.r.l.2. La tesi aveva analizzato il Programma Territoriale Integrato "RETI 2011" nell'ottica della promozione dello sviluppo locale; nella ricerca condotta circa il riconoscimento e la valorizzazione del capitale territoriale era emersa la questione della governance territoriale*. Si comprendeva infatti come al buon esito del programma complesso avesse contribuito l'azienda SAT a cui era stata affidata la gestione del programma con compiti di assistenza tecnica. Tale Ente ha fornito un valore aggiunto all'elaborazione del PTI e alla cooperazione degli Enti Locali coinvolti poiché beneficiava di esperienze pregresse nel campo dell'elaborazione di programmi complessi, anche intercomunali, in cui erano stati coinvolti alcuni dei Comuni aderenti al Programma Territoriale Integrato "RETI 2011"4. L'esperienza di tirocinio ha riguardato il campo dell'assistenza tecnica ai programmi complessi nonché l'assistenza ai tavoli di governance territoriale5. Durante lo svolgimento del tirocinio si è avuta l'opportunità di assistere alla seconda fase della Conferenza di Pianificazione inerente la Variante 20 al P.R.G. di Settimo Torinese, nonché all'approvazione di questa da parte del Consiglio Comunale6. Questi momenti di confronto tra soggetti modificano sostanzialmente i rapporti tra gli Enti (Regione, Provincia, Comune) dando effettiva applicazione ai principi di sussidiarietà, cooperazione istituzionale e copianificazione a scala comunale, promuovendo altresì una nuova forma di governance territoriale. I mutamenti sopraccitati inerenti le politiche territoriali incidono non solamente sul ruolo dell'azione pubblica e sulla ridefinizione della presenza e dei compiti dei soggetti pubblici, ma anche sul ruolo di altri attori, economici e non, che interagiscono nella dimensione territoriale. Questa tesi si propone dunque di analizzare le esperienze di governance territoriale messe in campo dai recenti strumenti regionali per la promozione dello sviluppo locale. Il quadrante nord dell'area metropolitana torinese rappresenta l'ambito territoriale oggetto dell'indagine attraverso il quale si intende comprendere quali siano gli attori pubblici e privati che animano il territorio, quali siano i rapporti instaurati tra di essi, ma soprattutto quali siano le modalità attraverso cui il territorio "viene messo al lavoro" dagli attori nell'attuazione delle politiche territoriali. Le reti locali/sovralocali di soggetti e le risorse territoriali costituiscono pertanto le chiavi di lettura per questo lavoro e offrono lo spunto per due ordini di riflessioni: la prima verte sulle modalità in cui viene interpretato il territorio dagli attori locali per la promozione dello sviluppo locale; la seconda invece cerca di comprendere se sia possibile identificare, all'interno del quadrante nord dell'area metropolitana torinese, un'area "forte" territoriale in cui i processi di governance e le risorse territoriali concorrano alla definizione di un sistema locale. Le relazioni tra gli attori, i tenitori coinvolti e le risorse territoriali utilizzate e/o generate dai processi di promozione dello sviluppo locale costituiscono pertanto i caratteri di queste analisi. Il tema viene strutturato in due parti. La prima, teorica, tratta il tema della governance territoriale dal punto di vista dei cambiamenti che essa ha generato nell'elaborazione e nell'attuazione delle politiche territoriali, con riferimento anche alle sue interrelazioni rispetto ai caratteri dello sviluppo locale: il capitolo 1 illustra i fattori che hanno contribuito alle trasformazioni delle pratiche decisionali esplicitando il significato di government, governance e governance territoriale; il capitolo 2 affronta le dimensioni del cambiamento; mentre il capitolo 3 ricerca i principi e i criteri per un modello di governance territoriale riportando anche alcune esperienze svoltesi nel contesto nazionale. La seconda parte, articolata anch'essa in tre capitoli, studia le diverse forme di govemance che animano il territorio oggetto d'indagine: il capitolo 4 presenta il quadrante nord dell'area metropolitana torinese, ponendo l'attenzione su Settimo Torinese e sui Comuni che hanno partecipato almeno una volta ad un'esperienza di sviluppo intercomunale con esso; il capitolo 5 analizza il processo di govemance nell'elaborazione degli strumenti di promozione dello sviluppo locale messi in atto dal territorio del caso studio; mentre il capitolo 6 osserva le principali caratteristiche della governarne territoriale creatasi per la stratificazione di questi strumenti, individuando gli aspetti di maggior valore in grado di contribuire al rafforzamento della govemance metropolitana.

Relatori: Carlo Alberto Barbieri, Alberta De Luca
Soggetti: G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GG Piemonte
U Urbanistica > UK Pianificazione urbana
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/1929
Capitoli:

Introduzione(CR) (CR) Parte prima (CR) La governance nello sviluppo dei tenitori(CR) (CR) 1. Government, governance e governance territoriale(CR) (CR) 2. Le trasformazioni introdotte dalla governance territoriale(CR) 2.1 L'azione pubblica locale(CR) 2.2 La definizione di uno scenario strategico(CR) 2.3 L'integrazione interna: governance orizzontale(CR) 2.3.1 Il partenariato(CR) 2.3.2 La partecipazione(CR) 2.4 L'integrazione esterna: governance verticale(CR) 2.5 La territorializzazione dell'agire collettivo(CR) (CR) 3. Criteri di governance territoriale(CR) 3.1 Applicazione di criteri ad alto valore aggiunto alle azioni di governance territoriale(CR) 3.1.1 Il Piano Strategico dell 'Area Vasta di Tortoli 2020(CR) 3.1.2 Il Piano Strutturale Comunale del Nuovo(CR) Circondario Imolese(CR) 3.1.3 Il Piano Strutturale Comunale dell 'ambito faentino(CR) (CR) Parte seconda(CR) La governance territoriale nel quadrante nord dell'area metropolitana torinese(CR) (CR) 4. L'inquadramento territoriale del caso studio(CR) 4.1 Analisi del contesto territoriale attraverso gli Ambiti di(CR) integrazione territoriale (Ait) del nuovo Piano territoriale regionale(CR) 4.1.1 Il Quadrante metropolitano(CR) 4.1.2 Il territorio del caso studio interpretato secondo gli Ambiti di integrazione territoriale(CR) 4.2 Il territorio delle pratiche di governance(CR) 4.2.1 Strumenti di interazione progettuale nel territorio della governance locale: Patti territoriali, PRUSSTe URBAN Italia(CR) 4.2.2 Strumenti di interazione progettuale nel territorio della governance locale: PISL e PTI(CR) 4.3 Analisi del territorio per lo sviluppo locale(CR) 4.3.1 Dinamiche socio-demografìche(CR) 4.3.2 Istruzione e occupazione(CR) 4.3.3 Ambiente economico(CR) 4.3.4 Agricoltura e sistema ambientale(CR) 4.3.5 Sintesi delle caratteristiche del territorio locale(CR) (CR) 5. Le esperienze di governance nelle politiche di sviluppo locale: programmi urbani complessi e strumenti di programmazione negoziata(CR) 5.1 II PRUSST "2010 PLAN"(CR) 5.1.1 La governance promossa dal PRUSST "2010 PLAN"(CR) 5.1.2 II valore aggiunto del Comitato "PRUSST2010 Pian"(CR) 5.2 L'URBAN Italia "Set and three (S+3)"(CR) 5.2.1 La governance promossa dall 'URBAN Italia "S+3 "(CR) 5.2.2 II valore aggiunto della Rete delle Città Urban Italia(CR) 5.2.3 II valore aggiunto del Comitato dei Sindaci(CR) 5.3 II PISL "4x4"(CR) 5.3.1 La "governance di processo " del PISL "4x4 "(CR) 5.4 Il PISL "RETI2011"(CR) 5.4.1 La governance promossa dal PTI "RETI 2011"(CR) 5.4.2 Il valore aggiunto del Comitato "PTI RETI 2011 "(CR) (CR) 6. Caratteri e specificità della governance territoriale del quadrante nord dell'area metropolitana torinese(CR) (CR) Considerazioni conclusive(CR) (CR) Riferimenti bibliografici

Bibliografia:

Armondi S., Bolocan Goldstein M., Pasqui G. (2004), "Appunti per la costruzione e la gestione dei PISL in Lombardia", rapporto finale inerente il progetto di ricerca EReR "La programmazione territoriale negoziata: strumenti, valutazione delle esperienze lombarde e internazionali, benchmarking", Milano. Reperibile in:(CR) (CR) Barbieri C. A. (2007a), "Governance, government e forme organizzative", in F. Corrado e C. Giaimo (a cura di), Città e territorio metropolitano contemporaneo. Rapporto da Torino, Franco Angeli, Milano, pp. 129-136.(CR) (CR) Barbieri C. A. (2007b), "Riforma e innovazione", in P. Properzi (a cura di), Rapporto del territorio 2007, INU, Roma, pp. 335-352.(CR) (CR) Barbieri C. A. (2007c), "Una nuova legge della Pianificazione per il Governo del territorio del Piemonte", Rapporto dal Territorio, Regione Piemonte, Torino. Reperibile in: Barbieri C. A. (2009), "Dall'urbanistica al governo del territorio", in Carta del territorio. La proposta del Piemonte per un nuovo governo del territorio regionale, IRES Piemonte, pp. 19-24.(CR) (CR) Barbieri C. A. (2010a), "Pratiche di governo del territorio nella sua dimensione transcalare", in V. Fabietti, C. Giaimo e M. Mininni (a cura di), VI Rassegna Urbanistica Nazionale. I casi in Rassegna. Catalogo della Mostra, INU, Roma, pp. 13-20.(CR) (CR) Barbieri C. A. (2010b), "Una riforma è necessaria", Urbanistica Informazioni, n. 229, pp. 69-70.(CR) (CR) Bagnasco C. (2009), "Le trasformazioni urbane fra domanda di qualità, piano e mercato", Urbanistica Dossier, INU, n. 114-115, pp. 47-50.(CR) (CR) Berque A. (1990), Médiance de milieux en paysages, Reclus, Montpellier.(CR) (CR) Bobbio L. (2003), La democrazia non abita a Gordio. Studio sui processi decisionali politico-amministrativi, Franco Angeli, Milano.(CR) (CR) Brenner N. (1999), "Globalisation as Reterritorialisation: the Re-scaling of Urban Governance in thè European Union", Urban Studies, voi. 36, n. 3, pp. 431-451.(CR) (CR) Cabodi C, Rossignolo C. (a cura di), (1998), Le periferie urbane tra locale e globale, workingpapers n. 11, DITER, Torino.(CR) (CR) Camagni R. (2003), "Piano strategico, capitale relazionale e community governance", in Pugliese T., Spaziante A. (a cura di), Pianificazione strategica per le città: riflessioni dalle pratiche, Franco Angeli, Milano, pp. 79-99.(CR) (CR) Ciaffi D., Mela A. (2006), La partecipazione. Dimensioni, spazi, strumenti, Carocci, Roma.(CR) (CR) Commissione Europea (CE), Libro bianco: La governance europea, COM (2001), 428 final/2, Bruxelles.(CR) (CR) Comune di Faenza (2010), "II Piano strutturale dell'Ambito faentino", in INU - VI RUN, I casi in Rassegna. Catalogo della Mostra: DVD-Rom, Matera, 1-14 marzo 2010, sez. Bl - La pianificazione associata del territorio locale e metropolizzato.(CR) (CR) Comune di Tortoli (2010), "Piano Strategico di Tortoli 2020", in INU - VI RUN, I casi in Rassegna. Catalogo della Mostra: DVD-Rom, Matera, 1-14 marzo 2010, sez. B2 - Strategie e piani di città.(CR) (CR) Comune di Tortoli (2010), "Sintesi dello studio preliminare. Le attività propedeutiche all'avvio del Piano", documento disponibile sul sito internet del Piano Strategico Area Vasta di Tortoli. Reperibile in: Corrado F. e Giaimo C. (a cura di) (2007), Città e territorio metropolitano contemporaneo. Rapporto da Torino, Franco Angeli, Milano.(CR) (CR) Corrado F. (2007), "Obiettivi e strategie per il posizionamento urbano", in Città e territorio metropolitano contemporaneo. Rapporto da Torino, Franco Angeli, Milano, pp. 116-125.(CR) (CR) Corsico F. e Manetta C. (2007), "Metronord. un caso studio", in Città e territorio metropolitano contemporaneo. Rapporto da Torino, Franco Angeli, Milano, pp. 137-151.(CR) (CR) Daini M., Piccinini M. (2008), "II Psc federato per i dieci comuni dell'imolese", Urbanistica Informazioni, INU, n. 217, pp. 41-44.(CR) (CR) Dansero E., Mela A. (2006), "Eredità Olimpiche e patrimonio territoriale: un'esplorazione di scenari", in P. Bondonio, E. Dansero e A. Mela (a cura di), Olimpiadi, oltre il 2006, Carocci, Torino, pp. 331-355.(CR) (CR) Davoudi S., Evans N., Governa F. e Santangelo M. (2009), "Le dimensioni della governance", in F. Governa, U. Janin Rivolin, M. Santangelo (a cura di), La costruzione del territorio europeo: sviluppo, coesione, governance, Carrocci, Roma, pp. 37-65.(CR) (CR) Deidda D. (2003), "Introduzione", in D. Cersosimo (a cura di), II partenariato socio economico nei progetti integrati territoriali, FORMEZ-Progetto Sprint, Roma, pp. 11-22. Reperibile in: Dematteis G. (2002), "Sistemi territoriali locali come nodi e reti", in C. Rossignolo (a cura di), Geografìa urbana tra locale e globale, dispense di Geografia politica ed economica, Torino, pp. 68-73.(CR) (CR) Dematteis G., Governa F. (a cura di), (2005), Territorialità, sviluppo locale, sostenibilìtà: il modello SLoT, Franco Angeli, Milano.(CR) (CR) Dematteis G., Governa F. (2006), "L'individuazione dei sistemi territoriali locali e l'analisi del capitale territoriale", in Dematteis G. (a cura di), Criteri e metodi per la predisposizione del quadro di riferimento del nuovo Piano Territoriale e Paesistico Regionale, Quaderno Primo, aprile 2006.(CR) (CR) Dente B. (1999), "Governare la frammentazione?", in B. Dente, In un diverso stato. Come rifare la pubblica amministrazione italiana, II Mulino, Bologna, pp. 109-121.(CR) (CR) De Pascali P. (2008), "Govemance & Governance del territorio: introduzione ad un quadro incerto", in P. De Pascali (a cura di), Territori della governance. Indagini ed esperienze sulla governance ambientale nella pianificazione territoriale, Franco Angeli, Milano, pp. 13-38.(CR) (CR) ESPON - European Spatial Planning Observation Network (2007), project 2.3.2 "Governance of Territorial and Urban Policies from EU to Locai Level", Luxembourg. Reperibile in: Fabietti V., Giaimo C, Miniimi M. (a cura di) (2010), VI Rassegna Urbanistica Nazionale. I casi in Rassegna. Catalogo della Mostra, ENU, Roma.(CR) (CR) Farinòs Dasì J. (2009), "Lo scenario: governance territoriale dello sviluppo in Europa", in F. Governa, U. Janin Rivolin, M. Santangelo (a cura di), La costruzione del territorio europeo: sviluppo, coesione, governance, Carrocci, Roma, pp. 15-35.(CR) (CR) Freschi A. C. (2004), "Dall'e-Government alFe-Governance. C'è bisogno di e-Democracy", Rivista italiana di comunicazione pubblica, n. 21, pp. 60-73.(CR) (CR) Gastaldi F. (2007), "Piani strategici: rischi e criticità", Urbanistica, n. 132, pp. 112-116.(CR) (CR) Giaimo C. (2006), "Al più presto la legge di principi per il governo del territorio. Atti del Seminario nazionale Inu Roma, 21 settembre 2006", Urbanistica Dossier, INU, n. 92.(CR) (CR) Gibelli M. C. (1996), "Tre famiglie di piani strategici: verso un modello «reticolare» e «visionario», in F. Curti e M. C. Gibelli (a cura di), Pianificazione strategica e gestione dello sviluppo urbano, Alinea, Firenze, pp. 15-54.(CR) (CR) Giudice M. (2009), "Le strutture regionali per il governo del territorio", Urbanistica Informazioni, n. 226, pp. 45-46.(CR) (CR) Governa F. (2005), "Sul ruolo attivo della territorialità", in G. Dematteis e F. Governa (a cura di), Territorialità, sviluppo locale, sostenibilità: il modello SLoT, Franco Angeli, Milano, pp. 39-67.(CR) (CR) Governa F. (2008), "Teorie e pratiche di sviluppo locale. Riflessioni e prospettive a partire dall'esperienza italiana", in E. Dansero, P. Giaccaria e F. Governa, Lo sviluppo locale al nord e al sud Un confronto internazionale, Franco Angeli, Milano, pp. 69-98.(CR) (CR) Governa F., Janin Rivolin U., Santangelo M. (a cura di), (2009), La costruzione del territorio europeo: sviluppo, coesione, governance, Carocci, Roma.(CR) (CR) Governa F., Salone C. (2005), Italy and European Spatial Policies: polycentrism, urban networks and locai innovation practices", European Planning Studies, voi. 13, n. 2, pp. 265-283.(CR) (CR) Harris N. (2001), "Spatial Development Policies and Territorial Governance in an Era of Globalisation and Localisation", in OECD, Towards a New Role for Spatial Planning, OECD, Paris, voi. 737, pp. 33-58.(CR) (CR) Haus M., Heinelt H. (2005), "How to Achieve Govemability at thè Locai Level? Theoretical and conceptual consideration on a complementarity of urban leadership and community involvement", in M. Haus, H. Heinelt e M. Stewart (a cura di), Urban Governance and Democracy, Routledge, London, pp. 12-39.(CR) (CR) Healey P. (2003), "Progettazione istituzionale sistemica per la pianificazione collaborativa", in P. Healey, Città e istituzioni. Piani collaborativi in società frammentate, Dedalo, Bari, pp. 335-388.(CR) (CR) Hollingsworth J. R., Boyer R. (1997), "Coordination of Economie Actors and Social Systems of Production", in J. R. Hollingsworth e R. Boyer (a cura di), Contemporary Capitalism: The Embeddedness of Institutions, Cambridge University Press, Cambridge, pp. 1-48.(CR) (CR) Hooghe L., Marks G. (2001), "Types of Multi-level Governance", European Integration Online Paper - EioP, vol. 5, n. 11. Reperibile in: Howlett M., Ramesh M. (2003), "Analisi delle politiche pubbliche e scienza della politica", in M. Howlett e M. Ramesh, Come studiare le politiche pubbliche, II Mulino, Bologna, pp. 5-22.(CR) (CR) Jessop B. (1994), "Post-fordism and thè State", in A. Amin, Post-fordism. A reader, Blacwell, Oxford-Cambridge, pp. 251-279.(CR) (CR) Jones D., Smith L. (1981), "Introduction", in L. Smith, D. Jones (a cura di) Deprivation, Participation and Community Action, Routledge and Kegan Paul, London, pp. IX-XV.(CR) (CR) Korewasa A, Konvitz J. (2001), "Towards a New Role for Spatial Planning", in OECD, Towards a New Role for Spatial Planning, OECD, Paris, vol. 737, pp. 11-32.(CR) (CR) Le Galès P. (1995), "Du gouvernement des villes à la gouvernance urbaine", Revue Francaise de Science Politique, vol. 45, n. 1, p. 57-95. Reperibile in: Magnaghi A. (2000), II progetto locale, Bollati Boringhieri, Torino.(CR) (CR) Manetta C. e Corsico F. (a cura di) (2008), Metronord. Forme urbane emergenti nel territorio fra Borgaro Torinese, Settimo Torinese e Torino, Celid, Torino.(CR) (CR) Mazza L. (1996), "Funzioni e sistemi di pianificazione degli usi del suolo", Urbanistica, n. 106, pp. 104-108.(CR) (CR) Ministero delle Infrastnitture e dei Trasporti (2002), Accordo Quadro, Programma di Riqualificazione Urbana e di Sviluppo Sostenibile del territorio "2010 PLAN", Roma. Reperibile in: Ministero delle Infrastnitture e dei Trasporti (2003), Protocollo d'Intesa tra il Ministero delle Infrastnitture e dei Trasporti e le città Urban-Italia, Roma, Reperibile in: Ministero delle Infrastnitture e dei Trasporti (2004), Accordo Quadro, Programma concernente la rivitalizzazione economica e sociale delle città e delle zone adiacenti in crisi, per promuovere uno sviluppo urbano sostenibile. (CR) (CR) URBAN ITALIA "S+3 Set and three. Flexible Setup", Roma. Reperibile in: Moccia F. D. (2002), "Concezioni e pratiche di partenariato", in P. C. Palermo (a cura di), Il programma Urban e l'innovazione delle politiche urbane. Il senso dell'esperienza: interpretazioni e proposte, Franco Angeli, Milano, pp. 88-115.(CR) (CR) Nuovo Circondario Imolese (2010), "Una pianificazione condivisa per i 10 Comuni dell'Imolese", in INU - VI RUN, I casi in Rassegna. Catalogo della Mostra: DVD-Rom, Matera, 1-14 marzo 2010, sez. Bl - La pianificazione associata del territorio locale e metropolizzato.(CR) (CR) Pasqui G. (2005), Territori: progettare lo sviluppo. Teorie, strumenti, esperienze, Carocci, Roma.(CR) (CR) Piano Territoriale Regionale (PTR Piemonte) (2009a), Norme di Attuazione, Regione Piemonte, Torino. Reperibile in:(CR) Piano Territoriale Regionale (PTR Piemonte) (2009b), Relazione, Regione Piemonte, Torino. Reperibile in: Piano Territoriale Regionale (PTR Piemonte) (2009c), Quadro di Governo del Territorio. Tavole della Conoscenza (A), Regione Piemonte, Torino. Reperibile in: Piano Territoriale Regionale (PTR Piemonte) (2009d), Quadro di Governo del Territorio. Tavole della Conoscenza (B), Regione Piemonte, Torino. Reperibile in:Programma Territoriale Integrato (2008), "Relazione Descrittiva - Programma Operativo", "RETI 2011 - Research, Environment, Territory, Innovation' SAT s.r.l., Settimo Torinese. Reperibile in: Saccomani S. (2007), "Quale area", in F. Corrado e C. Giaimo (a cura di), Città e territorio metropolitano contemporaneo. Rapporto da Torino, Franco Angeli/Urbanistica, Milano, pp. 11-13.(CR) (CR) Saccomani S. (2009), "I processi di metropolizzazione nell'area torinese", Urbanistica Informazioni, INU, n. 223, pp. 13-14.(CR) (CR) Salone C. (2005), "II territorio nelle politiche. Reti di soggetti, risorse localizzate e vantaggi competitivi nei processi di sviluppo locale", in G. Dematteis e F. Governa (a cura di), Territorialità, sviluppo locale, sostenibilità: il modello SLoT, Franco Angeli, Milano, pp. 161-188.(CR) (CR) Salone C. (2007), Politiche territoriali: l'azione collettiva nella dimensione territoriale, Utet, Torino.(CR) (CR) Santangelo M. (2005), "Transcalarità e multiscalarità dello sviluppo locale", in G. Dematteis e F. Governa (a cura di), Territorialità, sviluppo locale, sostenibilità: il modello SLoT, Franco Angeli, Milano, pp. 68-85.(CR) (CR) SAT s.r.l., Comune di Settimo Torinese, Borgaro Torinese, Leinì e Volpiano (2007), Urban Italia "S+3" - Lavorare insieme per pensare in grande, DVD, Virtual Reality & Multi Media Park S.p. A.(CR) (CR) Simon H. A. (1955), "A Behavioral Model of Rational Choice", Quarterly Journal of Economics, voi. 69, n. 1, pp. 99-118, trad. it. "Un modello comportamentale di scelta razionale", in Casualità, razionalità, organizzazione, Bologna, II Mulino, 1985, pp. 119-142.(CR) (CR) Stewart M. (2005), "Collaboration in Multi-actor Governance", in M. Haus, H. Heinelt e M. Stewart (a cura di), Urban Governance and Democracy, Routledge, London, pp. 149-166.(CR) (CR) Stoker G. (2000), "Urban Politicai Science and tha Challenge of Urban Governance", in J. Pierre (a cura di), Debating Governance. Authority, Steering, and Democracy, Oxford University Press, Oxford, pp. 91-109.(CR) (CR) Swyngedouw E. (1997), "Neither Global nor Locai. 'Glocalization' and thè Politics of Scales", in K. R. Cox (a cura di), Spaces of Globalization. Reasserting thè Power ofthe Locai, The Guilford Press, New York - London, pp. 137-166.(CR) (CR) Talia M. (2003), "La nuova domanda di pianificazione", in M. Talia, La pianificazione del territorio. Conoscenze, politiche, procedure e strumenti per il governo delle trasformazioni insediative, II Sole 24 ore, Milano, pp. 41-74.(CR) (CR) Un-habitat (2004), "Tools to support transparency in locai governance", Urban Governance Toolkit Series, Nairobi. Reperibile in: Wassenhoven L. e Zapountzaki K. (2009), "II difficile percorso della governance territoriale nei paesi europei", in F. Governa, U. Janin Rivolin, M. Santangelo (a cura di), La costruzione del territorio europeo: sviluppo, coesione, governance, Carrocci, Roma, pp. 141-171.(CR) (CR) Siti consultati(CR) (CR) VI RUN - Rassegna Urbanistica Nazionale (ultima consultazione 15.3.2010)(CR) (CR) Banca Dati Demografica Evolutiva Regione Piemonte - BDDE(CR) (ultima consultazione 11.5.2010)(CR) (CR) Comune di Ivrea(CR) (ultima consultazione 3.12.2009)(CR) (CR) Comune di Faenza, Piano Strutturale associato (ultima consultazione 19.3.2010)(CR) (CR) Comune di Settimo Torinese, Programma Integrato per lo Sviluppo Locale (PISL) "4x4" (ultima consultazione 9.6.2010)(CR) (CR) Comune di Settimo Torinese, Programma Territoriale Integrato (PTI) "RETI 2011" (ultima consultazione 20.4.2010)(CR) (CR) Comune di Torino, PISL proposti dal Comune (ultima consultazione 3.5.2010)(CR) (CR) Comune di Venaria Reale, Programma Urban Italia "Venaria Unica", PISL "Venaria 2015" e PTI "Paesaggi Reali" (ultima consultazione 3.5.2010)(CR) (CR) Corona Verde (ultima consultazione 28.5.2010)(CR) (CR) ESPON - European Spatial Planning Observation Network (ultima consultazione 29.11.2009)(CR) (CR) EUROPA - sito ufficiale Unione Europea (ultima consultazione 9.12.2009)(CR) (CR) INU - Istituto Nazionale di Urbanistica, riforma urbanistica nazionale (ultima consultazione 5.5.2010)(CR) (CR) ISTAT, 14° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni (2001) (ultima consultazione 12.5.2010)(CR) (CR) ISTAT, 14° Censimento generale dell'agricoltura (2000) (ultima consultazione 15.5.2010)(CR) (CR) ISTAT, 8° Censimento generale dell'industria e dei servizi (2001)(ultima consultazione 14.5.2010)(CR) (CR) Nuovo Circondario Imolese (ultima consultazione 23.3.2010)(CR) (CR) Patto territoriale del Po (ultima consultazione 15.4.2010)(CR) (CR) Patto territoriale della Stura (ultima consultazione 7.4.2010)(CR) (CR) Piano Strategico Area Vasta Tortoli (ultima consultazione 17.3.2010)(CR) (CR) Programma P.R.U.S.S.T. "2010 PLAN" (ultima consultazione 21.5.2010)(CR) (CR) Programma URBAN Italia "S+3" (ultima consultazione 15.4.2010)(CR) (CR) Provincia di Torino, cartografia dei Patti Territoriali (ultima consultazione 7.4.2010)(CR) (CR) Provincia di Torino, Patto territoriale del Canavese (ultima consultazione 15.4.2010) (CR) (CR) Provincia di Torino, Patto territoriale del Po (ultima consultazione 15.4.2010) (CR) (CR) Provincia di Torino, Patto territoriale della Stura (ultima consultazione 15.4.2010)(CR) (CR) Regione Piemonte, area metropolitana torinese (ultima consultazione 8.4.2010)(CR) (CR) Regione Piemonte, programmi Jasper, Jeremie e Jessica (2007-2013) (ultima consultazione 4.5.2010) (CR) (CR) Regione Piemonte, Nuovo Piano territoriale Regionale (ultima consultazione 22.4.2010) (CR) (CR) Regione Piemonte, Programmi Integrati di Sviluppo Locale(CR) (ultima consultazione 8.6.2010)(CR) (CR) Regione Piemonte, Programmi Integrati di Sviluppo Locale e Programmi Territoriali Integrati (ultima consultazione 19.4.2010)(CR) (CR) Ricerca Italiana, PRIN - unità locale di Torino (ultima consultazione 14.4.2010)(CR) (CR) Torino Internazionale, area metropolitana (ultima consultazione 8.4.2010)(CR) (CR) Ufficio di Piano Federato - Nuovo Circondario Imolese (ultima consultazione 23.3.2010)(CR) (CR) UN-HABITAT - Programma per gli Insediamenti Umani delle Nazioni Unite(CR) (ultima consultazione 9.12.2009)(CR) (CR) Urban Italia (ultima consultazione 3.5.2010)(CR) (CR) Ulteriore documentazione(CR) (CR) Elaborazioni cartografiche SAT srl - Servizi Amministrativi e Territoriali (figure 27.2; 29.2, 32.2)(CR) (CR) Convenzione tra i Comuni per la redazione e la presentazione del Programma territoriale integrato, documentazione SAT srl (scheda 21).

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)