polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Il Gioco della Natura. Potenzialità morfogenetiche dei Sistemi Complessi combinati agli Algoritmi Euristici in ambiente parametrico

Urru, Pierpaolo

Il Gioco della Natura. Potenzialità morfogenetiche dei Sistemi Complessi combinati agli Algoritmi Euristici in ambiente parametrico.

Rel. Michele Bonino, Marianna Nigra. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città, 2018

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Accesso al documento: Accesso libero
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (33MB) | Preview
Abstract:

L’avanzamento tecnologico e il dinamismo sociale del quale siamo oggi spettatori, risuonano in Architettura e sono il pretesto per avanzare delle proposte alternative nel metodo. Questo lavoro di tesi in particolare si occupa precipuamente di testare l’applicazione dei sistemi complessi in ambiente parametrico, al fine di assistere il design architettonico. Per queste ragioni si è scelto di operare in ambiente parametrico che per sua stessa natura necessita di una serie di dati che ne costituiscono la definizione primaria ma al contempo, essendo editabili in qualsiasi momento del processo, sono in grado di modificarne sensibilmente l’output in modo dinamico, fattore che caratterizza per l’appunto le variabili reali. Questa attitudine al cambiamento, l’editabilità e la notevole flessibilità costituiscono i presupposti principali per poter applicare, come detto, i principi che regolano i sistemi complessi. Il focus di questa tesi sono perciò le procedure esplicitate sotto forma di algoritmo. In particolare si è voluto indagare i processi morfogenetici instaurando un’analogia con la natura. Per questo motivo è stato necessario comprendere il funzionamento dei sistemi complessi e le logiche con le quali essi si strutturano. Gli organismi rientrano a tutti gli effetti in questa categoria, e la loro formazione è soggetta pertanto alle medesime regole. Si è voluto quindi trasporre tali logiche in architettura, volendo generare in altre parole, una forma che si sviluppasse in accordo alle leggi della natura che permettono agli organismi di crescere. A tal proposito si è ricorso all’utilizzo degli automi cellulari, che per le loro caratteristiche rientrano nei sistemi complessi, riproducendo per l’appunto con buona approssimazione la dinamica dei fenomeni naturali.

Relatori: Michele Bonino, Marianna Nigra
Anno accademico: 2018/19
Tipo di pubblicazione: Elettronica
Soggetti:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città
Classe di laurea: Nuovo ordinamento > Laurea magistrale > LM-04 - ARCHITETTURA E INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/8611
Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)