polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Le "tracce latenti" nel paesaggio storico: Torino Colleasca = The "latent traces" in the historical landscape: Turin Colleasca

Doria, Gianluca

Le "tracce latenti" nel paesaggio storico: Torino Colleasca = The "latent traces" in the historical landscape: Turin Colleasca.

Rel. Cristina Cuneo, Marco Santangelo. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile, 2018

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Accesso al documento: Accesso libero
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (8MB) | Preview
Abstract:

Vi sono molteplici buone ragioni che mi hanno spinto a maturare con questa tesi un ragionamento più approfondito sulla storia del paesaggio storico legato al territorio esterno alla città di più antica acculturazione romana, fuori dalla Porta Segusina. La comprensione del presente e la pianificazione del futuro, tramite la memoria del passato, può essere, secondo me, il metodo più corretto, per agire correttamente sul territorio e sulla società urbana. Le opportunità e le risorse con cui costruire il futuro di Torino, non possono sfuggire ad una considerazione del paesaggio storico allargato a tutto il territorio. La complessa articolazione allargata della città storica, ad ampio raggio, deve fornire la chiave di lettura e la base progettuale, non solo dei percorsi di tutela del patrimonio di beni culturali presenti, scomparsi o trasformati del territorio, ma anche lo scudo difensivo di quelle piccole identità locali, soffocate dalla metropoli. Questa tesi vorrebbe essere, nel suo piccolo, un ulteriore tassello alle ben note ricerche dirette, a partire dagli anni settanta, da Vera Comoli Mandracci. La ricerca del passato nel territorio fornisce spesso come risultato, un gran numero di tracce latenti, relative a strutture o infrastrutture scomparse, le quali tuttavia possono lasciare una traccia impressa, come una incisione, nel territorio. I vari strati storici, sono stati messi in evidenza tramite un attento studio della cartografia attuale e storica, ma anche con una complessa ricerca più letteraria, legata a documentazioni scritte d’archivio, in particolare per l’epoca medievale, la quale non ha fornito immagini iconografiche. Fissate le presenze più importanti del territorio oggetto di studio, la ricerca si è orientata ad uno studio del rapporto tra tali strutture e la città storica. L’acquedotto romano, il Castello Arduinico, la Colleasca, le strade, le case, i canali, i monasteri, i borghi, i mulini e le chiese, sono solo alcuni degli elementi che hanno caratterizzato per secoli l’aspetto del paesaggio osservabile nel passato. Ma cosa rimane di questa identità, di questo paesaggio storico in quello attuale? Come si è evoluta nel tempo la città?

Relatori: Cristina Cuneo, Marco Santangelo
Anno accademico: 2018/19
Tipo di pubblicazione: Elettronica
Soggetti:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile
Classe di laurea: Nuovo ordinamento > Laurea magistrale > LM-04 - ARCHITETTURA E INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
Ente in cotutela: ULG - Université de Liège (BELGIO)
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/8609
Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)