polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Glasgow in crescita: un community garden presso il Govan Graving Docks = Growing Glasgow: a community garden at the Govan Graving Docks

Villarino Hernandez, Diana Carolina

Glasgow in crescita: un community garden presso il Govan Graving Docks = Growing Glasgow: a community garden at the Govan Graving Docks.

Rel. Subhash Mukerjee. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città, 2018

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Accesso al documento: Accesso libero
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (189MB) | Preview
Abstract:

La presenza di agricoltura e alloggi ha svolto un ruolo importante nella vita dell'essere umano. Molte economie, in alcuni paesi, dipendono direttamente dalla loro produzione agricola. In Scozia, per esempio, l'agricoltura è un fattore determinante all'interno della scala urbana del paese: oltre il 75% della terra è utilizzato per l'agricoltura, mentre oltre il 15% è superficie forestale. Il concetto principale di questa tesi è quello di portare elementi naturali nella città mediante l'architettura in modo innovativo: attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie sostenibili legate all'agricoltura biologica, con lo scopo di generare nuovi spazi per mercati, negozi, gallerie, ecc. I porti di Govan (sito del progetto), nella loro condizione di abbandono, ci permettono di pensare a un progetto di riqualificazione che tenda a valorizzare il lungomare di Glasgow. Il sito è considerato come "un eccezionale complesso di porti senza paralleli in Scozia" (ReGlasgow, 2018). Tale complesso fu costruito per il Clyde Navigation Trust ed utilizzato per un periodo di 30 anni, ma rimasto poi dismesso dal 1988. Al giorno d’oggi, le persone a Govan vorrebbero migliorare quest'area e quale modo migliore per farlo se non attraverso la combinazione di architettura e natura? La tesi propone il recupero dei porti di Govan Graving Docks e cerca di rendere l’area di progetto più sicura, più sostenibile e più integrata con l’esistente. A tale scopo la natura, considerata come punto di partenza ed interpretata in maniera più innovativa, sarà impiegata nella progettazione di un vertical farming, luogo in grado di fornire nuove tecnologie per lo sviluppo dell’agricoltura urbana. Il vertical farming si porrà, così, come la chiave di una serie di trasformazioni dell'area, poiché da questo concetto si svilupperanno le altre funzioni. Partendo da questa idea, il progetto propone lo sviluppo di un edificio residenziale che cerca di coinvolgere lavoratori, agricoltori, studenti, famiglie, ecc. Questo, insieme alla costruzione del vertical farming, porterà ad una nuova microeconomia, una nuova popolazione urbana e un nuovo modo di vivere in città. Inoltre, la realizzazione del "Roof Garden", elemento integratore di tutto il progetto, crea una connessione tra i due edifici. Le aree verdi si sviluppano in verticale, dal livello del terreno verso l'alto, attirando gli uccelli e la fauna selvatica sul tetto: la campagna e la città convivono in uno spazio pubblico che si sviluppa in altezza.

Relatori: Subhash Mukerjee
Anno accademico: 2018/19
Tipo di pubblicazione: Elettronica
Soggetti:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città
Classe di laurea: Nuovo ordinamento > Laurea magistrale > LM-04 - ARCHITETTURA E INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
Ente in cotutela: Department of Architecture, University of Strathclyde Glasgow. (REGNO UNITO)
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/8600
Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)