polito.it
Politecnico di Torino (logo)

PAPER.O - DA SCARTO A RISORSA Proof of concept del riciclo del rifiuto cartaceo in ambito domestico = PAPER.O - FROM WASTE TO RESOURCE Proof of concept of paper waste recycling at home

Bertaccini, Valeria and Guadalupi, Roberta

PAPER.O - DA SCARTO A RISORSA Proof of concept del riciclo del rifiuto cartaceo in ambito domestico = PAPER.O - FROM WASTE TO RESOURCE Proof of concept of paper waste recycling at home.

Rel. Fabrizio Valpreda, Marco Piumetti. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Design Sistemico, 2018

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Accesso al documento: Accesso libero
Licenza: Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0.

Download (30MB) | Preview
[img] Archive (ZIP) (Documenti_allegati) - Altro
Accesso al documento: Accesso libero
Licenza: Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0.

Download (770kB)
Abstract:

Ogni anno il numero di oggetti tecnologicamente avanzati aumenta sempre di più, aiutando notevolmente l’uomo all’interno della casa. Abbiamo voluto, con questa tesi, inserirci in questa tendenza di sviluppo e ricerca, proponendo un prodotto che bene si sposa con l’ambiente domestico di generazione 2.0, ma che potrebbe essere utilizzato ugualmente in una casa tradizionale, non strettamente tecnologica, per la gestione dei rifiuti cartacei.Dalla nostra analisi è emerso che l’utente desidera ed è pronto a migliorare il suo rapporto con la raccolta differenziata, non solo cartacea. Ma come esaminato nella nostra tesi, ci sono molti problemi di gestione e comunicazione, che demoralizzano l’utente e fanno perdere loro la fiducia verso il sistema di riciclo. Abbiamo bisogno di una nuova visione e di costruire un nuovo rapporto con il rifiuto, trasformandolo in risorsa. PAPER.O è uno strumento domestico che aiuta a riciclare autonomamente il rifiuto cartaceo e gestirne i volumi prodotti in casa. Questo strumento si inserisce in un nuovo contesto inesplorato che vede lo spostamento del processo di riciclo della carta dai lunghi iter nazionali di riciclo, all’ambiente domestico. Si viene in questo modo a creare una nuova esigenza, che non vuole sostituirne una esistente, ma semplicemente vuole aiutare l’utente nella gestione dei suoi rifiuti cartacei e nella maggiore consapevolezza dei vantaggi relativi alla valorizzazione di questi. PAPER.O promuove un nuovo processo tecnologico di riciclo che deriva dal connubio tra lo storico processo manuale e quello industriale, estrapolando le fasi di produzione e adattandole all'ambiente domestico. Nello specifico la macchina ricicla la carta partendo da carta di scarto e acqua, che vengono mescolati e poi distribuiti su un retino, formando così il foglio riciclato. Lo strumento utilizza un sistema Arduino per il controllo delle parti meccaniche ed è interamente realizzato con materiali di recupero e di riciclo.La nostra tesi propone un percorso che inizia con un’analisi di scenario che spazia dall’analisi delle nuove case 2.0, al sistema di riciclo in Italia, alla produzione di carta riciclata artigianale e industriale fino ai casi studio riguardanti le nuove tecnologie di riciclo. Questa analisi ha portato alla costruzione di un quadro completo del riciclo della carta che ci ha fornito gli elementi fondanti per la realizzazione del nostro progetto.Nella seconda parte di questa tesi è stato sviluppato nel dettaglio il percorso progettuale che inizia con l’analisi chimico fisica del materiale cartaceo nella sua forma riciclata e si conclude con la realizzazione di un prototipo che vuole essere il proof of concept di una nuova sperimentazione tecnologica di riciclo del rifiuto cartaceo in ambiente domestico. E’ stato esplorato inoltre l’aspetto comunicativo del progetto che vede lo studio di un’immagine coordinata (nome/logo, video, sito internet e social media) che permette una migliore contestualizzazione e fruizione del progetto. Il progetto è stato rilasciato in CC, ovvero con una licenza CreativeCommons (in particolare BY-NC-ND 4.0, letteralmente Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International). La scelta di questo tipo di licenza molto restrittiva, nasce dalla volontà di proteggere un progetto ancora in evoluzione e che potrebbe presentare ulteriori risvolti progettuali. Inoltre il progetto si presenta ancora in una fase embrionale e potrebbe essere manipolato da terzi in maniera non in linea con l’etica che ci ha portato alla sua realizzazione.

Relatori: Fabrizio Valpreda, Marco Piumetti
Anno accademico: 2017/18
Tipo di pubblicazione: Elettronica
Soggetti:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Design Sistemico
Classe di laurea: Nuovo ordinamento > Laurea magistrale > LM-12 - DESIGN
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/8287
Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)