polito.it
Politecnico di Torino (logo)

IL BIM PER LE OPERE IN SOTTERRANEO Approccio metodologico alla modellazione del contesto: La stazione "Italia 61" = BIM FOR UNDERGROUND INFRASTRUCTURE Methodological approach to site modeling: The "Italia 61" station

De Conciliis, Licia

IL BIM PER LE OPERE IN SOTTERRANEO Approccio metodologico alla modellazione del contesto: La stazione "Italia 61" = BIM FOR UNDERGROUND INFRASTRUCTURE Methodological approach to site modeling: The "Italia 61" station.

Rel. Anna Osello, Arianna Fonsati. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Ingegneria Civile, 2018

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Accesso al documento: Accesso libero
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (10MB) | Preview
Abstract:

Sempre più numerose sono le esperienze di utilizzo della metodologia BIM nel campo delle infrastrutture. Questa grande sfida in Italia, è stata colta recentemente dal mondo dell’ingegneria Civile. L’approccio alla progettazione BIM orientata alle opere in sotterraneo, in particolare, risulta un processo ancor più complesso. Tuttavia, la maggior parte delle applicazioni è finalizzata alla rappresentazione dell’opera, non tenendo conto della sua contestualizzazione nell’ambito territoriale.La tesi proposta mira alla ricerca delle attuali possibilità di implementazione, nella metodologia BIM, delle informazioni riguardanti il sottosuolo analizzando la possibilità di gestire ed organizzare questi dati nel flusso della modellazione parametrica.L’obiettivo della ricerca ha riguardato quindi, l’applicazione BIM per la definizione del contesto della stazione metropolitana “Italia 61”, intendendo con questo ultimo l’inquadramento geografico, georeferenziato dell’area di studio e la definizione di un modello informativo del sottosuolo. Segue poi un esempio di applicazione del modello generato, per la simulazione delle fasi di scavo di ausilio alla contabilizzazione delle quantità di sterro e alla definizione di un piano di utilizzo dei materiali estratti. Infine, grazie alla collaborazione con la collega Chiara Dettori, la quale si è occupata della modellazione strutturale dell’opera, si è giunti alla rappresentazione finale del modello federato. In altre parole, si è proceduto alla definizione del processo di coordinamento inteso come la rappresentazione congiunta delle due discipline affrontate.

Relatori: Anna Osello, Arianna Fonsati
Anno accademico: 2017/18
Tipo di pubblicazione: Elettronica
Soggetti:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Ingegneria Civile
Classe di laurea: Nuovo ordinamento > Laurea magistrale > LM-23 - INGEGNERIA CIVILE
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/8163
Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)