polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Vivere il vuoto abitare in alto mare, ipotesi per un insediamento provvisorio sul reef di Sanganeb

Momo, Alberto and Oreglia d'Isola, Saverio

Vivere il vuoto abitare in alto mare, ipotesi per un insediamento provvisorio sul reef di Sanganeb.

Rel. Piergiorgio Tosoni, Elio Luzi. Politecnico di Torino, NON SPECIFICATO, 1999

Abstract:

Nel momento in cui segnalavamo il titolo del nostro lavoro di tesi, compilando il foglio bianco per l'iscrizione all'esame, non sapevamo ancora in che terreno ci saremmo inoltrati effettivamente. Le magnifiche ambivalenze di senso di una parola astratta come vuoto, e peraltro sempre più presente nei nostri vocabolari, sembravano già un paesaggio in cui fosse possibile un progetto.

Questo progetto, nato da un movimento romantico dopo un viaggio nel Mar Rosso, prevedeva un insediamento presso il faro del reef di Sanganeb nelle acque sudanesi di questo mare sulla rotta tra Port Sudan -a ovest- e Geddha -a est.

La singolarità dell'argomento, al di là di una fascinazione naturalistica e anche un po' esotica prodotta dal sito in questione (tra l'altro uno dei paradisi subacquei del Mar Rosso e meta di numerose missioni di ricerca marina), ci ha posto numerosi interrogativi di tipo progettuale, metodologico, ma anche morale e politico.

Una delle principali questioni è già riguardo al solo motivo per cui ci troviamo a riconoscere come vuoto, o almeno assimilare a quell'idea, un luogo come quello di Sanganeb.

Da una parte il mare è "l'immagine dell'infinito, ispira grandi pensieri", come recita Flaubert fra i suoi luoghi comuni. Dall'altra un faro di pietra con due lunghe banchine opposte in una zona oggi evitata dalle rotte principali di navigazione (ma non da quelle turistiche) sembra un'oasi in un deserto d'acqua.

Relatori: Piergiorgio Tosoni, Elio Luzi
Tipo di pubblicazione: A stampa
Parole chiave: mar rosso - sudan - insediamenti - levi-strauss
Soggetti: A Architettura > AO Progettazione
G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GD Estero
Corso di laurea: NON SPECIFICATO
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/776
Capitoli:

1 Introduzione al progetto

2 Racconto di viaggio

3 Figure con paesaggi

3.1 Abitare il vuoto. Troppo grande, troppo piccolo

3.2 Un salto nel vuoto. Guerra e turismo

3.3 Un vuoto turbolento

4 Relazione di progetto

4.1 Processi insediativi

4.2 Descrizione costruttiva

5 Appendice tecnica

6 Annotazioni intorno al vuoto

6.1 Premessa

6.2 Una lezione di Michel Vernes

7 Bibliografia

8 Tavole

Bibliografia:

AAVV, Il senso del Paesaggio, Contributi pervevnuti al seminario internazionale tenutosi al Politecnico di Torino Facoltà di Architettura, 8-9 maggio 1998.

In particolare:

Castelnovi P., Relazione introduttiva

Oreglia d'Isola A., Paesaggi: luoghi violenti, luoghi ameni

Raffestin C., De la domestication à la simulation du paysage

AAVV, J.G.Ballard, Shake, Milano 1994.

Augé M., I nonluoghi. Intoduzione ad un'antropologia della surmodernità, Elèuthera, Milano 1993.

Augé M., Un mondo diviso tra chi guarda e chi è guardato senza necessariamente essere visto, in "Il manifesto", 3 giugno 1999.

Ballard J.G., Febbre di guerra, Rizzoli, Milano 1993.

Ballard J.G., La mostra delle atrocità, Bompiani, Milano 1995.

Ballard J.G., Il futuro è morto. Psicogeografia della modernità, Mimesis, Milano 1995.

Barthes R., La camera chiara. Nota sulla fotografia, Einaudi, Torino 1980.

Baudelaire C., Erits esthétiques, Cristian Bourgeois Editeur, Paris 1986.

Baudelaire C., Le Voyage, in Les Fleurs du Mal, Einaudi, Torino 1995.

Baudelaire C., L'invito al viaggio, Non importa dove, fuori dal mondo in Lo spleen di Parigi, SE Studio Editoriale, Milano 1988.

Baudelaire C., Diari intimi, Mondadori, Milano 1976.

Baudrillard J., L'altro visto da sé, costa & nolan, Genova 1997.

Benjamin W., Parigi, capitale del XIX secolo, Einaudi, Torino 1986.

Benjamin W., L'opera d'arte nell'epoca della sua riproducibilità tecnica, Einaudi, Torino 1966.

Berjer J., Questione di sguardi, Il Saggiatore, Milano 1998.

Blanchot M., L'infinito letterario, in Borges J.L., Finzioni Mondadori, Milano 1974, originariamente in Blanchot M., Le livre à venir, Gallimard, Paris, 1959.

Boyer M., Il turismo. Dal Gran Tour ai viaggi organizzati, Electa/Gallimard, Parigi-Torino 1997.

Bonesio L., Geofilosofia del Paesaggio, Mimesis, Milano 1997.

Brecht B., L'abicì della guerra, Einaudi, Torino, 1972.

Brook P, Lo Spazio vuoto, Bulzoni, Roma, 1998.

Burkhardt F., Alla scoperta di un nuovo nomadismo, in "Domus" 814, aprile 1999.

Celant G., Cragg, Charta, Milano 1996.

Daumal R., Il Monte Analogo, Adelphi, Milano 1991.

Deleuze G., Guttari F., Geofilosofia. Il progetto nomade e la geografia dei saperi, in "Millepiani" n.1, Mimesis, Milano 1993.

Deleuze G., Guttari F., Mille plateaux. Capitalisme e schizophrénie, Les Editions de Minuit, Parigi 1980.

Demopoulos M., Turigliatto R., Jean-Daniel Pollet, Lindau, Torino 1998.

De Gotzen S., Laner F., La chiglia rovesciata, Franco Angeli, Milano 1989

Dubbini R., Geografie dello sguardo. Visione e paesaggio in età moderna, Einaudi, Torino 1994.

Ellis B.E., Meno di zero, Einaudi, Torino 1996.

Faegre T., Tende: architettura dei nomadi, Dedalo, Bari 1981.

Flaubert G., Dizionario dei luoghi comuni, Mondadori, Milano 1968.

Fregonese M. Muscarà C., Gli spazi dell'altrove. Geografia del turismo, Patron editore, Bologna 1995.

Gambardella C. Manifesto della città mobile, in "Abitare" 362, maggio 1997.

Gambardella C. LA casa mobile; nomadismo e residenza dall'arhitettura al disegno industriale, Electa, Napoli 1995.

Golowin S., Il futuro dei nuovi nomadi, in "Domus" 814, aprile 1999.

Kroll L., Tutto è paesaggio, Testo & immagine, Torino, 1999.

Kronemburg R., The genesis, history and development of the potable building, Londra 1995.

Lévi-Strauss C., Tristi tropici, il Saggiatore, Milano, 1997.

Lozato-Giotard, Geografia del turismo. Dallo spazio visitato allo spazio consumato, Franco Angeli, Milano 1990.

Mango R., Guida E., Abitare l'emergenza. Studi e sperimentazioni progettuali, Electa, Napoli 1988.

Merlau-Ponty M., Fenomenologia della percezione, Einaudi, Torino 1965.

J.M.Miossec, L'image touristique comme introduction à la géographie touristique in Annales de géographie, 1977.

Munari B., Arte come mestiere, Laterza, Roma-Bari, 1966.

Oreglia d'Isola A., Per un'etica del paesaggio, in "Atti e Rassegna tecnica". Società Ingegneri e Architetti in Torino, n.5-6, 1991.

Oreglia d'Isola A., Abitare il paesaggio: uno sguardo dal nulla, in "Atti e Rassegna tecnica". Società Ingegneri e Architetti in Torino, n.2, 1995.

Oreglia d'Isola A., Pietre e Paesaggi, in "Annali dell'accademia di agricoltura di Torino", volume 138, 1995-95.

Perniola M., Il sex appeal dell'inorganico, Einaudi, Torino 1994.

Perniola M., Disgusti, Le nuove tendenze estetiche, costa&nolan, Milano 1998.

Turri E., Antropoloia del paesaggio, Elezioni di Comunità, Milano 1974.

Turri E., Mar Rosso in "Atlante" 26, agosto 1995.

Vertov D., L'occhio della rivoluzione. Scritti dal 1922 al 1942, Mazzotta, Milano 1975.

Villani T., I cavalieri del vuoto. Il nomadismo nel moderno orizzonte urbano, Mimesis, Milano 1991.

Viola B., Percepition, tecnologie, immagination et paysage, in "Traffic" n.3, 1992.

Vine P., The Red Sea, Immel Publishing, London e Jeddah 1985.

Vine P., Schmid H., The Red Sea Explorers, Immel Publishing, London 1987.

Virilio P., Guerra e cinema, Logistica della percezione, Lindau, Torino 1986.

Virilio P., Estetica della sparizione, Liguori editore, Napoli 1992.

Virilio P., Un monde surexposé, in "Le Monde diplomatique", agosto 1997.

Virilio P., Occhio contro occhio, il crack delle immagini, in "Le monde diplomatique", marzo 1998.

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)