polito.it
Politecnico di Torino (logo)

IL BIM PER IL COMPUTO METRICO

Amayeh, Shahin

IL BIM PER IL COMPUTO METRICO.

Rel. Anna Osello. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Ingegneria Edile, 2018

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (5MB) | Preview
Abstract:

The economic financial pIl mondo delle costruzioni sta vivendo un periodo di grandi cambiamenti e sviluppo tecnologico favoriti dall’introduzione del metodo BIM nella progettazione. Nei progetti di infrastrutture sta aumentando sempre più la percentuale di utilizzo del Building Information Modeling (BIM), inducendo molti operatori del settore a riconoscere la necessità di adottarlo per ottenere una maggiore competitività e aggiudicarsi nuovi lavori. I progetti che si avvalgono di un approccio basato sul BIM usufruiscono di una serie di interessanti vantaggi: minori rielaborazioni, meno errori, migliore collaborazione e dati di progettazione che possono essere utilizzati per supportare le operazioni, la manutenzione e la gestione delle risorse. I proprietari di infrastrutture civili, comprese le amministrazioni pubbliche, non vogliono perdere questi vantaggi e stanno imponendo sempre più l'utilizzo del BIM nei propri progetti. Malgrado le voci che circolano sul BIM per le infrastrutture, vi è ancora molta confusione sul suo effettivo utilizzo. Aziende di progettazione e organizzazioni che stanno valutando il passaggio al BIM si chiedono quale sia il modo migliore per implementarlo.1 Il presente lavoro riporta un esempio di come si può fare un computo metrico estimativo tramite l’utilizzo dell’aproccio BIM e confrontarlo con i risultati dell’approccio tradizionale. Vladimir Bazjanac, Professore emerito del Lawrence Berkeley National Laboratory, University of California afferma che “il processo di progettazione e realizzazione delle strutture è cambiato rapidamente. Il cambiamento è dovuto soprattutto all’emergere del metodo BIM e alla sua intrinseca capacità di garantire la validità dei dati inseriti nel manufatto in ogni momento del suo ciclo di vita, permettendo una realizzazione integrata della commessa che era impossibile fino ad ora”. Una volta compreso cosa è effettivamente il BIM, il processo di implementazione per realizzarlo diventa più chiaro. In genere, le persone considerano il BIM come un processo intelligente basato su modelli per pianificazione, progettazione, costruzione e gestione di infrastrutture. In realtà, per implementare il BIM è necessario che il team di lavoro venga preparato a considerare in modo diverso l'esecuzione dei progetti. Non si lavorerà più con punti, linee, archi e forme che rappresentano oggetti, ma si creeranno e utilizzeranno invece modelli intelligenti. Questi modelli sono spazialmente accurati e vengono popolati con oggetti intelligenti. Si inizia definendo in che modo devono apparire questi oggetti e come devono comportarsi. Quindi si mappa un processo che aiuterà tutti i soggetti coinvolti nel progetto a trarre vantaggio dalle informazioni contenute nel modello.1 lan for infrastructure design starting from BIM information

Relators: Anna Osello
Academic year: 2017/18
Publication type: Electronic
Number of Pages: 112
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Ingegneria Edile
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-24 - CONSTRUCTION ENGINEERING
Aziende collaboratrici: GEODATA ENGINEERING SPA
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/7707
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)