polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Studio della stabilità del pendio su cui si fonda il Duomo di Agrigento

Montante, Federica

Studio della stabilità del pendio su cui si fonda il Duomo di Agrigento.

Rel. Marco Barla. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Ingegneria Edile, 2018

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Accesso al documento: Accesso libero
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (10MB) | Preview
Abstract:

Il Duomo di San Gerlando è il luogo di culto più importante di Agrigento in Sicilia. Fu fondato nel secolo XI per volere del vescovo Gerlando nella parte più alta occidentale della collina di “Girgenti”, posizione dominante sulla città antica. Tale ubicazione, scelta originariamente per chiari motivi strategici, si è rivelata nel corso della sua storia la causa di persistenti dissesti. La navata Nord poggia infatti, direttamente sul ciglio di un pendio molto ripido, con inclinazione di 40-50° e altezza maggiore di 40 m, il quale è soggetto ad una frana in continuo stato di avanzamento. Scopo della presente Tesi di laurea è lo studio della stabilità del pendio, il quale verrà condotto in prima battuta attraverso il metodo dell’equilibrio limite, per poi proseguire mediante il metodo degli elementi finiti. L’utilizzo di entrambe le procedure permetterà di svolgere un confronto dei risultati ottenuti, al fine di comprenderne i vantaggi e i limiti di ambedue metodi. Per il raggiungimento di tale obiettivo è stato necessario analizzare i risultati delle diverse campagne di indagine effettate a partire dal 1966, anno significativo per la storia di Agrigento a causa del movimento franoso che coinvolse la zona dell’Addolorata, posta ai piedi del quartiere su cui si fonda la Cattedrale. Tra queste risulta particolarmente significativa la campagna di indagine effettuata nel 2012, in quanto ha permesso l’ottenimento di numerose misure inclinometriche attraverso le quali è stato possibile individuare la superficie di rottura. Inoltre, furono effettate prove di laboratorio da cui derivano i dati assunti per l’elaborazione delle analisi. Il lavoro verrà concluso da una verifica delle opere previste attuata mediante il metodo degli elementi finiti.

Relatori: Marco Barla
Anno accademico: 2017/18
Tipo di pubblicazione: Elettronica
Soggetti:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Ingegneria Edile
Classe di laurea: Nuovo ordinamento > Laurea magistrale > LM-24 - INGEGNERIA DEI SISTEMI EDILIZI
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/7684
Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)