polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Progetto per un rifugio a Machu Picchu, Perù

Coraglia, Serena

Progetto per un rifugio a Machu Picchu, Perù.

Rel. Roberto Apostolo, Mario Grosso. Politecnico di Torino, NON SPECIFICATO, 2005

Abstract:

L'idea progettuale nasce da un concorso internazionale accademico promosso da "Arquitectum", un'asso ciazione peruviana che si dedica alla promozione di nuove idee architettoniche.

Ci si propone di realizzare un rifugio in un'area definita, su Putucusi Peak, una montagna che si trova di fronte alla città storica di Machu Picchu. Gli obiettivi del concorso sono di creare una cornice alla cittadella, senza distrarre l'attenzione da essa con la nuova architettura progettata; viene data molta importanza all'esperienza dell'effìmero (come la vista del sole che sorge sulla città) trascurando il comfort che il visitatore può provare; ci si propone di progettare una struttura che sia autosufftciente dal punto di vista della produzione di energia e che si basi su un nullo impatto ecologico; il progetto dovrà essere capace di migliorare l'importante realtà geografica che circonda Machu Picchu.

Per raggiungere l'area di progetto si può utilizzare un sentiero che parte dai piedi di Putucusi Peak, nella valle del fiume Urubamba, oppure una funivia, da indicare nel progetto dal momento che per ora non esiste, che partirebbe da Aguas Calientes, una città vicina a Cuzco.

Dopo aver studiato le tecnologie costruttive e le caratteristiche architettoniche del popolo inca che edificò la città, sono passata alla progettazione del rifugio. L'edificio si colloca a 2530 metri sul livello del mare, leggermente sopraelevato rispetto a Machu Picchu (2450 m s.l.m) e presenta una pianta a forma romboidale su tre livelli sovrapposti. Dopo l'arrivo ad una quota di 2545 m. tramite la funivia, si giunge alla struttura alberghiera attraverso un sentiero in terra battuta: ci si trova su di un vasto terrazzo sul quale si apre l'ingresso del rifugio: da qua si entra in una reception che permette al visitatore di raggiungere le camere da letto. Esse sono poste su tutti i livelli e si differenziano unicamente per l'esposizione e per la presenza, o meno, di balconi.Solamente due camere sono dotate di bagno privato, dal momento che il bando richiede espressamente la progettazione di bagni in comune.

I bagni si trovano anch'essi su tutti i piani per poter servire al meglio tutte le camere e gli spazi comuni. Al piano terra si trovano la cucina, la sala da pranzo e una sala per il relax. Vengono disposte su questo piano anche le camere per gli impiegati. All'ultimo piano abbiamo, oltre alle camere da letto per gli ospiti, un'infermeria, un ufficio amministrativo, i locali tecnici con accesso dal tetto piano ed un'area espositiva la quale conterrà tavole che spieghino la storia e la civiltà del popolo inca. Si è pensato di realizzare l'edificio con muri portanti in pietra e solai in legno con travi lamellari per sostenere le luci che abbiamo progettato. Per il disegno dei prospetti abbiamo pensato di utilizzare le finestre rastremate tipiche dell'architettura inca, e le abbiamo disposte in modo da creare una cadenza regolare.

Per tenere fede a quello che richiedeva il bando di concorso abbiamo dimensionato un impianto ad energia solare per la produzione di acqua calda sanitaria, per il riscaldamento dell'edificio e per la produzione di energia elettrica. Abbiamo affiancato questo impianto ad una caldaia a legna che contribuisce alla produzione di acqua calda e al riscaldamento della struttura.

Relatori: Roberto Apostolo, Mario Grosso
Tipo di pubblicazione: A stampa
Parole chiave: progettazione - rifugio - Peru'
Soggetti: G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GE Geografia
Corso di laurea: NON SPECIFICATO
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/660
Capitoli:

La storia degli inca.

1.1-I primordi

1.2-L'organizzazione sociale

1.3-L'evoluzione sociale

1.4-La religione degli inca

1.5.1-Le conquiste

1.5.2-II metodo di conquista

1.5.3-I reinsediamenti

1.6-L'organizzazione militare degli inca

1.7-L'inizio della crisi dell'impero

L'architettura inca

2.1-Apparecchi murari

2.2-Rastremazione delle aperture

2.3-II tetto: il kulpi e la chul-pa

2.4-I centri peruviani dell'altipiano: Machu Picchu, Cuzco, Ollantaytambo

2.5-Rovine delle isole del lago Titicaca

2.6-Centri della Costa

2.7-Chan Chan

2.8-Tambo Colorado e Cajamarquilla

2.9-Architettura religiosa: Queneto, Cacha

2.10-Pachacamàc

2.11-Grandi monumenti terrazzati

2.12-Piramidi del Sole e della Luna. Il "castello" di Chavin

2.13-Architettura militare:Sacsahuàman,la fortezza di Paramonga

La città di Machu Picchu

3.1-Caratteristiche climati-che del Perù

3.2-La scoperta di Machu Picchu

3.3-Caratteristiche architettoniche

3.4-II settore agricolo

3.5-II settore urbano

3.6-I dintorni di Machu Picchu

Il bando di concorso

4.1- Introduzione Messaggio di benvenuto La sfida Obiettivi del concorso

4.2- II progetto II rifugio

Pianificazione e usi

Condizioni particolari

4.3- II luogo Descrizione di Machu Picchu

II luogo

II clima

4.4-Programma di concorso

Obiettivi specifici

Struttura del concorso

4.5-Per accedere al concorso

Chi può partecipare

Tasse

Requisiti di sottoscrizione

Timetable

Termine massimo per la consegna

4.6-Giuria e premi

4.7-Regole di competizione

Restrizioni

Esposizione e pubblicazione

Comunicazione

I vincitori del concorso

Primo premio

Secondo premio

Terzo premio

Prima menzione d'onore

Seconda menzione d'onore

Terza menzione d'onore

Quarta menzione d'onore

Quinta menzione d'onore

Sesta menzione d'onore

Settima menzione d'onore

Ottava menzione d'onore

Le fonti d'ispirazione

Casa Mobius,Het Gooi,Olanda.

Terme Vals

Casa di Pietra, Tavole

Il progetto

Sottotesi: progettazione di un impianto ad energia rinnovabile

Bibliografia

Bibliografia:

1.Katz F., Le civiltà dell'America precolombiana. Storia, civiltà, cultura, casa editrice Mursia, Milano, 1985.

2.Bingham H., La città perduta degli inca. Machu Picchu, una delle più stupefacenti scoperte archeologiche della storia, Newton&Compton editori, Roma, 2005.

3.Imbelloni J., Civiltà andine. Creazioni plastiche e stili degli antichi popoli delle Ande, casa editrice Sansoni, Firenze, 1960.

4.Kauffmann Doing F, a cura di Ligabue G, Perù, atto primo, Erizzo editrice, Venezia, 1993.

5.Cavantrucci C, Splendori delle civiltà precolombiane, Istituto Geografico De Agostani, Novara, 1989.

6.Tickell J., Tickell O., Cusco, Perù, Tauris Park Books.Londra, 1989.

7.Longhena M., Alva W., Antico Perù. Storia e cultura degli Inca e di altre civiltà andine, edizioni White Star, Vercelli, 1999.

8.Doubilet S., Boles D., La casa in Europa oggi. Tendenze dell'architettura contemporanea, Edizioni Rizzoli, Milano, 1999.

9.Grosso M.,Il raffrescamento passivo degli edifìci, Maggioli, Rimini, 1997.

10.Benedetti C, Manuale di progettazione bioclimatica, Maggioli, Rimini, 1994.

11.Dall'O G, Gli impianti nell'architettura, Edizioni Utet, Torino, 2000.

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)