polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Progettare spazi di apprendimento : proposta per un Centro de Ensino Fundamental a Riacho Fundo II, Brasilia, DF

Colacitti, Sylvie

Progettare spazi di apprendimento : proposta per un Centro de Ensino Fundamental a Riacho Fundo II, Brasilia, DF.

Rel. Francesca De filippi, Carlo Ostorero, Clasudia Navesv David Amorim. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile, 2017

Abstract:

INTRODUZIONE

L’influenza degli ambienti costruiti sull’individuo si articola in fattori tangibili e intangibili, e la ricerca alla base di questo elaborato finale ha l’obiettivo di fornire una panoramica degli studi che si sono interessati del tema e delle evidenze scientifiche ad essa legate, con particolare attenzione agli spazi costruiti per l’apprendimento.

Lo spazio di apprendimento è inteso non solo come luogo fisico ma come uno spazio mentale, culturale e emotivo, in cui si verificano quell’insieme di attività strutturate ai fini di stimolare e sostenere la costruzione di conoscenze, abilità, motivazioni e atteggiamenti.

La sfera che concerne i fattori invisibili di un ambiente, specialmente quelli legati alle percezioni soggettive dell’individuo, sono da tempo argomento di indagine tanto dell’architettura quanto della psicologia. Ancora più recente, ma non meno importante, è la volontà da parte della comunità scientifica di comprendere in maniera specifica il comportamento della mente sotto l’influenza dell’architettura.

Alla luce di queste premesse, sono stati presi in considerazione risultati di ricerche scientifiche per tre macro categorie di spazi costruiti, ossia dell’apprendimento, del lavoro e della senilità. Una particolare attenzione è stata riservata ai contributi delle ricerche nel campo della neuroscienza, i quali sono strumenti validi per i progettisti per la comprensione dell’influenza degli edifici sulle interazioni dell’essere umano col mondo circostante.

L’applicazione delle teorie neuroscientifiche sui meccanismi di funzionamento del cervello, combinata alla selezione e organizzazione dei fattori ambientali rilevanti, ha prodotto un nuovo modello organizzativo per la progettazione, suddiviso in tre macro categorie: naturalità (Naturalness), personalizzazione (Individualisation) e stimolazione (Appropriate level of Stimulation).

I presupposti teorici contemplati, in termini di benessere e di comfort, hanno fornito gli strumenti metodologici per la definizione di una serie di criteri progettuali, fondamentali per la progettazione di un complesso scolastico.

Questi criteri intrecciano il modello organizzativo diviso per naturalità, personalizzazione e stimolazione con i principi del comfort fisico, psicologico e funzionale. Il risultato si configura attraverso la definizione di quattordici categorie di criteri, a cui corrispondono differenti suggerimenti progettuali specifici.

A seguito della definizione dei presupposti teorici sono stati approfonditi i temi specifici dell’istruzione brasiliana, della tradizione dell’edilizia scolastica e delle differenti correnti pedagogiche che si sono diffuse nel paese.

Il ruolo dell’educazione è quello di convogliare le naturali attitudini e le energie potenziali degli individui al fine di potersi adattare e realizzare all’interno del mondo circostante. Il principio fondamentale alla base dell’educazione basica brasiliana consiste nell’aiutare i bambini e i giovani ad agire in modo efficiente nella società moderna e a prepararli per il mondo del lavoro.

La concezione architettonica degli edifici scolastici, specialmente in paesi emergenti, è profondamente legata alla situazione socioeconomica e politica del paese. Nonostante ciò, le correnti pedagogiche e il loro riflettersi nelle diverse realtà degli spazi di apprendimento hanno influenzato in maniera articolata l’architettura scolastica brasiliana.

La sperimentazione dei criteri progettuali, illustrati nei presupposti teorici, si è concretizzato attraverso la progettazione di un complesso scolastico pubblico, avendo come riferimento il bando di concorso pubblicato dalla Codhab-DF, la Società per lo sviluppo abitativo del Distretto Federale, per la Regione Amministrativa XXI di Riacho Fundo II, città satellite di Brasilia, capitale del Brasile.

La forte esigenza di scolarizzare una generazione in una città in fortissima crescita demografica, ha spinto la Codhab-DF nel 2016 a bandire un concorso pubblico per la progettazione e realizzazione di un CEF “Centro de Ensino Fundamental”, ovvero un complesso scolastico per l’educazione di bambini dai 6 ai 14 anni.

Al quadro esigenziale, proposto per quest’edificio dall’ente pubblico incaricato di bandire il concorso, è stato contrapposto un nuovo quadro esigenziale per il medesimo lotto nella medesima area.

Il principio fondamentale alla base della redazione del nuovo quadro esigenziale e della successiva proposta di progetto, è stato proprio quello di progettare una scuola in cui la qualità degli spazi non sia necessariamente in contrapposizione all’esigenza di alfabetizzazione di un paese come il Brasile.

Sebbene la premessa del concorso originario manifestava la volontà di coniugare spazi accademici tradizionali con spazi dell’apprendimento contemporanei, la considerevole domanda della popolazione ha messo in evidenza dei vincoli difficilmente superabili.

La nuova proposta ha visto quindi l’interazione tra esigenze sociali e qualità spaziali, tra requisiti minimi ai limiti della sicurezza e necessità di garantire degli ambienti sensibili ai criteri multilivello di comfort.

L’intrecciarsi di progettualità architettonica ed educativa genera di fatti una contaminazione tra mondi, discipline e competenze che non attingono spesso allo stesso vocabolario. La progettazione diventa così strumento per la comunicazione tra le varie discipline e componente attiva della didattica.

Relatori: Francesca De filippi, Carlo Ostorero, Clasudia Navesv David Amorim
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: A Architettura > AF Edifici e attrezzature per il tempo libero, le attività sociali, lo sport
A Architettura > AG Edifici e attrezzature per la sanità e l'assistenza
A Architettura > AL Edifici e attrezzature per l'istruzione, la ricerca scientifica, l'informazione
A Architettura > AO Progettazione
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/6292
Capitoli:

PREMESSA

INTRODUZIONE

1. I PRESUPPOSTI DELLA RICERCA: IL RAPPORTO TRA

LO SPAZIO E LE ATTIVITÀ UMANE

1.1. La salute e il benessere

1.2. Il benessere e la fruizione dello spazio: Lynch, Hall e Neuroscienza

1.3. Gli spazi costruiti

1.3.1. Spazi di apprendimento

1.3.2. Spazi di lavoro

1.3.2.1. Comfort fisico

1.3.2.2. Comfort psicologico

1.3.2.3. Comfort funzionale

1.3.3. Spazi della senilità

1.4. I fattori determinati le condizioni di benessere all’interno di

spazi costruiti

1.4.1. Naturalness (ambientali)

1.4.2. Individualization (personalizzazione)

1.4.3. Stimulation (stimolazione)

1.5. Fattori determinanti per la progettazione di spazi di apprendimento:

il caso studio dell’università di Salford

1.5.1. Il caso studio: metodologia e risultati

1.5.2. Fattore ambientale

1.5.3. Fattore di personalizzazione

1.5.4. Fattore di stimolo

1.6. Dallo stato dell’arte ai criteri di progettazione

1.6.1. Comfort fisico e naturalità

1.6.2. Comfort psicologico e personalizzazione

1.6.3. Comfort funzionale e stimolazione

2. PROGETTARE SPAZI DI APPRENDIMENTO IN BRASILE

2.1. Sistema Scolastico pubblico Brasiliano

2.1.1. Educalo Infantil

2.1.2. Ensino fundamental

2.1.3. Ensino Medio

2.1.4. Ensino superior

2.2. Evoluzione degli spazi didattici in Brasile

2.2.1. Inizio XX secolo

2.2.2. Prima metà Novecento

2.2.3. Tra ventesimo e ventunesimo secolo

2.3. Il rapporto tra la pedagogia e l’architettura

2.3.1. Principali correnti pedagogiche

2.3.2. Esigenze spaziali

3. ESEMPI DI SCUOLE INNOVATIVE RISPETTO I MODELLI TRADIZIONALI DI SPAZI DI APPRENDIMENTO

3.1. 0RESTAD COLLEGE, 3XN, Copenhagen, Denmark / 2007

3.2. COLEGIO PIES DESCALZOS, Giancarlo Mazzanti, Cartagena, Colombia / 2014

3.3. Grupo Escolar Simone Veil, Colombes Franca / 2015

3.4. FREDERIKSBJERG SCHOOL, Henning Larsen Architects, Aarhus, Denmark / 2016

4. PROGETTARE A BRASILIA: CONCORSO PUBBLICO CODHAB-DF

4.1. La città pianificata

4.2. Le città satellite

4.3. Riacho Fundo II

4.3.1. Cenni storici

4.3.2. Analisi socio-economica

4.3.3. Analisi territoriale e bioclimatica Distrito Federai

4.3.4. Direttive e normative urbanistiche per la Regione Amministrativa di Riacho Fundo II

4.4. Il concorso pubblico CODHAB-DF per la Regione Amministrativa di Riacho Fundo II

4.4.1. Presupposti

4.4.2. Richieste di concorso

4.4.3. Risultati del concorso

4.4.3.1. Progetto vincitore

4.4.3.2. Secondo classificato

4.4.3.3. Terzo classificato

4.4.4 Considerazioni finali

2.4. LA PROPOSTA PER IL CONCORSO PUBBLICO CODHABDF

2.4. Presupposti della nuova proposta di concorso

2.4. Nuovo Programa de Necessidades

2.4. Confronto dei Programas de Necessidades

2.5. PROPOSTA PROGETTUALE

2.5. Stato di fatto: analisi topografica e morfologica

2.5. Stato di fatto: Carta dei Condicionantes Ambientáis

2.5. Direttrici progettuali

2.5. Gli orientamenti

2.5. La distribuzione funzionale

2.5. Le viste di progetto in funzione dei criteri progettuali

2.5. La distribuzione degli ambienti per livelli

2.5. Fattore ambientale

2.5. Fattore di personalizzazione

2.5. Fattore di stimolo

2.6. SCELTE TECNOLOGICHE

2.6. Scelte tecnologiche sostenibili

2.6. Materiali e tecnologie blocco principale

2.6. Materiali e tecnologie blocco sportivo

CONCLUSIONE

BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA

ALLEGATI

Bibliografia:

LIBRI

• Ardis S., Bicchi C., Strategie e modelli educativi per la promozione del benessere. Atti della prima giornata di studio, Fisciano, 22 aprile 2016, Aonia edizioni, 2017.

• Biondi G., Borri S., Tosi L. Dall’aula all’ambiente di apprendimento. Milano, Altralinea, 2016.

• Cagelli M., Paolino L., Pavesi A. S., Guida alla progettazione degli edifici scolastici: verifica su base prestazionale e casi studio per la scuola dell’infanzia e primaria. Santarcangelo di Romagna (RN), Maggioli, 2011.

• Campagnoli, G., Larchitettura della scuola. Un’idea per i luoghi della cultura e dell'apprendere. FrancoAngeli, Milano, 2007.

• Franceschini, G., Piaggesi, B., La progettazione degli spazi nella scuola dell’infanzia. Franco Angeli s.r.l., 2000.

• Gasparin, J. L„ Urna Didàtica para a Pedagogia Histórico-Crítica. 2a ed. Campiñas, SP: Autores Associados, 2003.

• Gennari M., Pedagogia degli ambienti educativi. Armando, 1988.

• Hodulak M., Programming spaces far innovation. In: Mallory-Hill S, Preiser W, Watson C, editors. Enhancing building performance. Oxford: Blackwell Publishing Ltd; 2012. p. 98el08.

• Kowaltowski, D. C. C. K., Arquitetura escolaro projeto do ambiente de ensino. Oficina de Textos, Brasil, 2011.

• Lamberts, R., Dutra, L., Pereira, F. O. R., Eficiencia Energética Na Arquitetura (3a Edi^äo). Editora Eletrobras/Procel, s.l., 2014.

• Libäneo, J. C., Democratizado da Escola Pública: a pedagogia crítico-social dos conteúd- os. Sao Paulo: Loyola, 1990.

• Lynch, Kevin, L’immagine della città, a cura di Paolo Ceccarelli, Venezia, Marsilio, 2016.

• Melendez, A. Escolas-parques. Rev. ProjetoDesign, ed. 284, 2003.

• Pallasmaa, J., Robinson, S., Mind in Architecture - Neuroscience, Embodiment, and the Future of Design, MIT Press, 2015.

• Oleotto E., Edifici scolastici ecocompatibili. Progetti per una scuola sostenibile, Edicom, 2006.

• Weyland, B., Attia, S., Progettare scuole tra pedagogia e architettura. Milano, Guerini, 2015.

• Ponti G., La scuola intelligente: dall’edilizia scolastica all’architettura educativa. Palermo, Grafill, 2014.

• Sacristán, J. G. E Gomez, A.L.P., Escola: Da Reprodugào À Critica Do Conhecimento E Da Experiencia - Compreender E Transformar O Ensino. Sào Paulo: Artmed, 1998.

• Saviani, D., Escola e Democracia. 36a ed. Campinas, SP: Autores Associados, 2003.

• Vischer, J.C., Towards an Environmental Psychology of Workspace: How People are Af-fected by Environments for Work, 2008.

• PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE

• Barrett, P., Barrett, L„ Davies, F., Achieving a step change in the optimal sensory design of buildings for users at all lif e-stages. Building and Environment, Volume 67, September 2013, Pages 97-104, ISSN 0360-1323

• Barrett, P., Barrett, L„ Davies, F., Zhang, Y. (2015), “The impact of classroom design on pupils’ learning: Final results of a holistic, multi-level analysis. Volume 89, July 2015, Pages 118-133, ISSN 0360-1323. Maxwell Building, University of Salford, Salford, M5 4WT, United Kingdom.

• Braga, D. K., N. D. Amorim, C., Conforto Térmico em edificios residenciáis do Plano Piloto de Brasilia, in I Conferencia latino-americana de construyo sustentável. X en¬contró nacional de tecnologia do ambiente construido, 18-21 julho 2004, Sao Paulo.

• Ouza, V. M. B., Influencia Da Ocupagáo Do Solo No Comportamento Da Ventilagao Naturai E Na Eficiència Energètica Em Edificagòes: Estudo De Caso Em Goiània: Clima Tropical De Atitude. De. A 2006. 260 F. Dissertalo (Mestrado Em Arquitetura E Urbanismo) - Universidade De Brasilia, Brasilia, 2006.

• Ulrich R., View through a window may influence recovery from surgery. Science 1984;224:420el

• Vischer, J.C., Towards an Environmental Psychology of Workspace: How People are Af-fected by Environments for Work, 2008.

• Weyland, B., La Corporeità della scuola tra pedagogia e architettura. Dwelling Schools

• Zeisel, J., Silverstein, N.M., Hyde,}., Levkoff, S., Lawton, M. P., Holmes, W. (2002), Environmental Correlates to Behavioral Health Outcomes in Alzheimer’s Special Care Units”, The Gerontologist, Vol. 5, 697-711. 2002.

NORMATIVE E MANUALISTICA

• Censo Escolar 2016INEP, Brasilia, DF, 2017.

• Dati Pnad, Pesquisa Nacional por Amostra de Domicilios, 2015.

• Diretrizes curriculares nacionais da educando bàsica, Ministério da Educalo, Brasilia, 2013.

• Diretrizes Curriculares Nacionais para o Ensino Fundamental. Ministério da educalo e do desporto conselho nacional de educalo. Brasilia, DF, CEB 04/98, 01/1998.

• Ensino fundamental de nove anos - orientagòes gerais - Ministério Da Educalo, Secre- taria de educalo bàsica

• Fixa Diretrizes Curriculares Nacionais para o Ensino Fundamental de 9 (nove) anos. Mi-nistério da educalo e do desporto conselho nacional de educalo. Brasilia, DF, CNE/ CEB n° 11/2010.

• Legge n° 11.274/06, Ministério da Educalo, Brasil.

• Manual Para Elaborando De Projetos Proprios - Volume 02 - Escolas De Ensino Fundameritai. Ministério da Educalo, Fundo Nacional de Desenvolvimento da Educalo, Coordena^ào Geral de Infra-Estrutura - CGEST.

• Normas de Edificalo, Uso e Gabarito, NBG 034/2012.

• Normas ABNT NBR 9050

• Pesquisa Distritai Por Amostra De Domicilios - Riacho Fundo li - Pdad 2011.

• Programa Mais Educando - passo a passo. Ministério da Educalo, Secretarla de Educalo Continuada, Alfabetiza<jào e Diversidade, Diretoria de Educalo Integrai, Direitos Humanos e Cidadania, Brasilia, DF, s.a..

ARTICOLI

• Gangem, V., La prossemica: un nuovo apporto all’architettura?. in Op. cit., 14, Edizioni II Centro, Napoli, gennaio 1969.

• Lynch, K., Rodwin, L., A Theory ofUrban Form. In Journal of thè American Planning Association, 24: 4, 201 - 214.

• TESI

• Blandino, A., Linee guida per la riqualificazione delledilizia scolastica ad elevato comfort indoor : il caso della scuola “Riccardo Dal Piaz” di Torino. Rei. Roberto Pagani, Corrado Carbonaro, Pier Giorgio Turi. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Ar¬chitettura per il progetto sostenibile, 2014.

• Cassandri E., devoluzione dell’edificio della scuola primaria italiana, tra architettura e pe-dagogia. Politecnico di Milano, Polo di Mantova, Scuola di architettura e società, Laurea magistrale in Architettura, 2015.

• Paradiso D., Edifici scolastici tra architettura e pedagogia. Rei. Peretti, Gabriella. Politec¬nico di Torino, 2. Facoltà di architettura, Corso di laurea in architettura, 2012

• Comba, F„ Pedagogico e strutture scolastiche per l’infanzia : progettazione di una scuola dell’infanzia. Rei. Ingaramo, Roberta. Politecnico di Torino, Corso di laurea in architet¬tura per il progetto sostenibile ,2015.

SITOGRAFIA

• www.anfarch.org

• www. archdaily, com

• www.architetturaecosostenibile.it

• www.codhab.df.gov.br

• www. co deplan. df. gov.br/index, php

• www.continuingeducation.bnpmedia.com

• www.concursosdeprojeto.org

• www.dailyoverview.com/allprints/brasilia

• www.educador.brasilescola.uol.com.br

• www.finnisharchitecture.fi

• www.fondazionemontessori.iti

• www.indire.it

• www.istruzione.it

• www.mitpress.mit.edu

• www.opcit.it

• www.plataformaarquitetura.cl

• www.polysolution.com.br

• www.rudolfsteiner.it

• www.saluteinternazionale.info

• www.sciencedirect.com/science/article

• www.territorioscuola.com

• www.treccani.it

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)