polito.it
Politecnico di Torino (logo)

L'allestimento dello spazio per la sfilata di moda

Ala, Francesca

L'allestimento dello spazio per la sfilata di moda.

Rel. Valeria Minucciani, Chiara Aghemo. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Restauro E Valorizzazione Del Patrimonio, 2017

Abstract:

INTRODUZIONE

Il tema dell’allestimento dello spazio per la sfilata di moda è un argomento molto discusso legato al design ma non ancora sistematizzato.

Se infatti l’evento moda è stato ormai ampliamente divulgato e, negli ultimi anni, con la diffusione della tecnologia, sta perdendo la sua esclusività aprendosi ad un numero sempre più vasto di persone, la progettazione degli spazi che lo compongono è ancora tenuta lontano dai riflettori. Si tratta di un settore specifico che recentemente sta coinvolgendo diversi architetti facendo addirittura parlare di matrimonio tra moda e architettura. Noto esempio che ci permette di capire quanto siano fortunate queste “nozze” è la collaborazione tra la maison italiana Prada e lo studio OMA fondato dall’architetto Rem Koolhaas. Tale avvicinamento denota l’importanza che gli stilisti riservano per l’allestimento delle loro sfilate, le quali attraverso l’organizzazione degli spazi, la scelta dei materiali e l’utilizzo della luce devono essere espressione del brand e suscitare stupore negli spettatori rimanendo così impresse nella loro memoria. Troviamo quindi, a partire dagli anni ’80, eventi sempre più scenografici ed impattanti, dei veri e propri spettacoli in cui non è solo la collezione presentata ad essere protagonista ma anche l’allestimento che le fa da cornice. Da location mozzafiato ad effetti speciali, da scenografie imponenti a distribuzioni inusuali, le soluzioni ideate dai progettisti per stupire il pubblico sono infinite.

Ma proprio questa materia come è già stato anticipato è ancora poco diffusa e non codificata; pochi sono i riferimenti specifici alla progettazione dell’allestimento e pratica- mente inesistenti gli elaborati ad essa inerenti.

L’obiettivo è quindi proprio quello di sistematizzare il vasto tema dell’allestimento degli eventi moda raccogliendo e ordinando il materiale da cui ricavare le informazioni necessarie a tracciare le linee guida per un progetto di una sfilata.

Trattandosi di una materia molto ampia non è possibile occuparsi di tutti gli aspetti che la compongono, si affronterà quindi più nel dettaglio la progettazione degli spazi e delle componenti essenziali, fornendo solo una panoramica di altre problematiche legate a questo settore come l’abbattimento dei costi elevati o l’influenza delle tecnologie della comunicazione.

Partendo da un’analisi su come la sfilata si è evoluta negli anni, ripercorrendo le tappe principali dal XIX secolo ad oggi, si porranno le basi per poter prendere in esame alcuni celebri casi studio, soffermandosi sulla tipologia di location, prima, e sulle caratteristiche degli allestimenti, poi. Parallelamente lo studio del materiale d’archivio conservato alla Fondazione Gianfranco Ferré permetterà di esaminare da vicino elaborati di progetto rari nel loro genere.

Dall’analisi di sfilate più o meno recenti si giungerà quindi a delineare le linee guida per un progetto di allestimento, trattando anche la fase del cantiere e soffermandosi su alcune componenti essenziali: la passerella, gli spazi per il pubblico, i materiali e, naturalmente, la luce.

Proprio al ruolo della luce verrà riservata un’attenta lettura, non soltanto per gli aspetti funzionali in relazione alla corretta percezione e valorizzazione degli abiti, ma anche per gli aspetti emozionali e comunicativi, poiché un uso sapiente della luce permette di creare atmosfere particolari e indurre nell’osservatore le reazioni volute. Emerge quindi come la luce sia uno strumento estremamente potente nelle mani di un progettista, in grado di rendere unico un allestimento, trasmettere l’anima della griffe e avvolgere la collezione in passerella facendo immergere lo spettatore in un atmosfera da favola in cui perdersi e fantasticare sugli abiti che ha di fronte.

Per il reperimento del materiale e delle nozioni utili si fa riferimento principalmente al Portale degli archivi della moda del Novecento e all’archivio della Fondazione Gianfranco Ferré. Il primo, nato dal SAN (Sistema Archivistico Nazionale) in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e altri partner istituzionali, mette a disposizione parte del patrimonio bibliografico, iconografico e audiovisivo riguardante la moda italiana. Il secondo racchiude tutto il materiale accumulato che documenta l’attività dello stilista. Altro apporto fondamentale è fornito dal colloquio con Mika Tornstrom, technical manager della PacTeam di Torino: il confronto con un professionista del settore permette infatti di indirizzare la tesi su un piano più concreto che volge lo sguardo a quello che è il mondo del lavoro in questo settore. Emerge la necessità di un professionista con specifica esperienza in grado di conciliare creatività e competenza per poter gestire e coordinare, dalle prime fasi fino al termine dell'evento, il lavoro frenetico e le numerose figure professionali coinvolte. Un’enorme mole di lavoro da comprimere in un breve arco di tempo è quello che si cela dietro una sfilata di soli quindici minuti, in cui tutto deve essere perfetto e svolgersi senza intoppi.

Relatori: Valeria Minucciani, Chiara Aghemo
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: A Architettura > AO Progettazione
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Restauro E Valorizzazione Del Patrimonio
Classe di laurea: Nuovo ordinamento > Laurea magistrale > LM-04 - ARCHITETTURA E INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/6194
Capitoli:

INTRODUZIONE

1 LA MODA NELLA STORIA

1.1 Tappe storiche dal XIX sec. ad oggi

1.2 Strumenti di divulgazione della moda

1.3 Le evoluzioni della sfilata

1.3 L’evoluzione degli spazi

2 LE LOCATION

2.1 Location all’aperto

2.2 Location al chiuso

3 GLI ALLESTIMENTI

3.1 Innovazione

3.2 Scenografia

3.3 Contenitore

3.4 Apparato distributivo

4 IL CASO STUDIO DELLA FONDAZIONE GIANFRANCO FERRE’

4.1 La mia esperienza

4.2 Casi studio analizzati

5 REQUISITI

6 COMPONENTI

6.1 Componenti essenziali

6.2 Componenti aggiuntive

7 LINEE GUIDA

7.1 Decreto palchi e fiere

7.2 La fase progettuale

7.3 II cantiere

7.4 La passerella

7.5 II pubblico

7.6 La luce

7.7 I materiali

8 LE SFILATE VIRTUALI

CONCLUSIONI

RINGRAZIAMENTI

Bibliografia:

BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA

Forcolini G., Forte S., Luce dinamica. Effetti di luce per vetrine, showroom, punti vendita e allestimenti, s.l.,Tecniche Nuove, 2003

Gnoli Sofia, Un secolo di moda italiana, Roma, Meltemi, 2005.

Beaujard, Gilles, et Alli, Shozvtime: Le défilé de mode, Association Paris-Museé, 2006

Rea Corrado, Fondamenti di luministica. Teoria, tecnica e apparecchi per l’illuminazione artistica teatrale e dello spettacolo, Milano, Hoepli Editore, 2006

Simard Jean-Pascal, he défilé de mode comme «événement» théatrale trois cas d’analyse:- Viktor&RolfAlexander McQueen et John Galliano. Mémoire présenté comme exigence partielle de la màtrise in étude des art, Université du Quebéc à Montréal, Marzo 2006

Frascolo Marco, Manuale di progettazione illuminotecnica. Voi 1 e 2, Roma, Mancosu editore_Architectural book and revew, 2010

Iversone Annemarie, In Fashion: From Runway to RetaliEverything Tou Need to Know to Break Into thè Fashion Industry, Clarkson Potter, 2010

Vaudetti M.,Canepa S.,Musso S., Esporre, allestire, Vendere. Exhibit e Retail design, Milano, Wolters Kluwer, 2014

Frisa Maria Luisa, Le forme della moda. Cultura, industria, mercato: dal sarto al direttore creative, Bologna, Il Mulino, 2015

Pingitore Lorenzo, Spazi Temporanei, relatore V Minucciani, correlatore M.M.Margaria, Politecnico di Torino, 2016

Fortini Amanda, How the Runway Took Off. A brief history of the fashion show, in Slate, Febbraio 2006

URL: http://www.slate.com/articles/arts/fashion/2006/02/how_the_runway_took_ofi'.html

Gnoli Sofia, Walter Albini, in Vogue, Dicembre 2009

Morgan Jan, he défilé de mode: spectaculaire décor à corps, in Société & Represéntations, Gennaio 2011, n.31, pp 125-136

URL: https://www.cairn.info/revue-societes-et-representations-201 l-l-page-125.htm#pal

Raggi Valentina, Thierry Dreyfus, il re della luce, in Grazia Casa, Gennaio/Febbraio 2012, pag 42-45

Anon., A timeline of Prada and OMA / AMO catwalk collaborations, in Wallpaper, 9 Febbraio 2012 URL: https://www.wallpaper.com/fashion/a-timeline-of-prada-and-oma-amo-catwalk-collaborations

Anon., Prada, l’uso creativo della luce, in Disano Lighting Magazine, Maggio/Agosto 2012, pag 26-31

Pincini Alessia, AMO per maison Prada, in Abitare, 22 Gennaio 2013

URL: http://www.abitare.it/it/architettura/2013/01/22/a-casa-prada/?refresh_ce-cp

Anon., Coemar amplia e consolida la sua offerta per l’80° anniversario, 24 Aprile 2013 URL: http://www.coemar.com/bin/index.php

B. Francesca, La Mille et deuxième nuit, in Wevux, 27 Aprile 2013 URL: https://wevux.com/it/la-mille-et-deuxieme-nuit0012275

Neuville Julien, The Creative Class. Thierry Dreyfus, Lighting Designer and Show Producer, 27 Agosto 2013

URL: https://www.businessoifashion.com/articles/creative-class/the-creative-class-thierry-dreyfus-lighting-designer-and-fashion-show-producer

Sokol Zac, La prima passerella di moda crowsourced virtuale, in Creators, 11 Settembre 2014 URL: https://creators.vice.com/it/article/mg5y4a/ii-vostri-modelli-sfilano-lungo-la-prima-passerella-di-moda-crowsourced-virtuale

Traldi Laura, Alexandre de Betak: ecco come disegno sogni (inpasserella), in Designlarge, 8 Settem¬bre 2014

URL: http:/ / designlarge-d.blogautore.repubblica.it/2014/09/08/dior-michael-kors-viktor-rolf-shows-betak/

Crisanti Maurizio, Decreto palchi, emanata la circolare applicativa, 9 Gennaio 2015 URL: http://mauriziocrisanti.it/2015/01/decreto-palchi-circolare/

Douvry Aurélie, Scénographie : Quand la mode se met en scène, in L’Imagineé, Settembre 2015 URL: http://l-imaginee.com/scenographie-mode-se-met-scene/

Villa Massimo, Il rigore & la follia, in Luce e Design, 11 Settembre 2015

URL: http://www.lucenews.it/il-rigore-la-follia/

The long and winding history of fashion show, in New York Fashio Week Live, 23 Settembre 2015 URL: http://nyfwlive.com/the-long-and-winding-history-of-fashion-week

Frigerio Laura, Moda e realtà virtuale: un matrimonio fort Sunato, in Vogue, 2 Febbraio 2016 URL: http://www.vogue.it/moda/news/2016/02/02/realta-virtuale-e-moda/

La terza sfilata di Dior a Palazzo Blenheim, in II Post, 1 Giugno 2016 URL: http://www.ilpost.it/2016/06/01 /sfilata-cruise-dior-blenheim/

Celentano Raffaella, Haute Couture in the city: l’alta moda sfila nelle città italiane, in Snapitaly, 23 Luglio 2016

URL: http://www.snapitaly.it/haute-couture-in-the-city/

Idacavage Sara, Fashion history lesson: the evolution of runway shows. From salons to stadiums, a brief look at how catwalks evolved into the social media spectacles that we know them as today, in Fa- shionista, 19 Settembre 2016

URL: http://fashionista.com/2016/09/fashion-week-history

Tibaldi Serena, hefasi di una sfilata, dalla location allo show, in Repubblica, 12 Novembre 2016 URL: http://www.repubblica.it/rclub/moda/2016/11 /12/news/le_fasi_dLuna_sfilata_dalla_loation_allo_show-151751357/

Scultura di luce e passerella multimediale per una moda 4.0, in Luce, Luglio 2017 URL:http://luceweb.eu/2017/06/23/scultura-di-luce-e-passerella-multimediale-per-una-moda-4-0/

Archivio della Fondazione Gianfranco Ferré, Milano. (Foto, disegni, cartelle stampa, video)

Archivi della Moda del Novecento. (Materiale iconografico, bibliografico, audiovisivo)

URL: http://www.moda.san.beniculturali.it/wordpress/?page_id=251

Associazione Italiana Archivistica Nazionale: http://www.anai.org/anai-cms/

Archivi della Moda del Novecento: http://www.moda.san.beniculturali.it/wordpress/Ppercor- si=sfìlata

Bureau Betak: http://www.bureaubetak.com/

Business of fashion: https://www.businessoffashion.com/

Chanel: www.chanel.com

Coemar: http://www.coemar.com/bin/index.php

CoolHunting: http://www.mrkcoolhunting.com/it

Decreto palchi e fiere: http://www.firas-spp.com/nota-circolare-n-35-decreto-palchi/

Dior: http://www.dior.com

Disano Illuminazione: http://www.disano.it/it/home

Domus web: http://www.domusweb.it/en/home.html

Elle: http://www.elle.it/

Fondazione Gianfranco Ferrè: http://www.fondazionegianfrancoferre.com/home/collezioni_dpap.php?lang=it&t=&sta=pe&y=1979

Grazia: http://www.grazia.it/

IO Donna: http://www.iodonna.it/

MF fashion: http://www.mffashion.com/it

Museo Ferragamo: http://www.ferragamo.com/museo/it/ita

Museo Novecento (Città di Firenze): http://www.museonovecento.it/collezioni/prima-sfila- ta-di-moda-italiana-casa-giorgini/

Palazzo Madama per “We Wear Culture”: http://www.palazzomadamatorino.it/it/news/pa- lazzo-madama-partecipa-we-wear-culture

Prada: http://www.prada.com/it/a-fiiture-archive.html

Progetto “We Wear Culture”: https://www.google.com/culturalinstitute/beta/project/fashion Pubblitec: http://www.pubblitec.info/allestire/

Studio OMA: http://oma.eu/

The Museum of Costume: http://www.museumofcostume.co.uk/

The Red List: https://theredlist.com/

Vogue: www.vogue.it

www.vogue.co.uk

www.vogue.com

Wallpaper: https://www.wallpaper.com/

You Tube: https://www.youtube.com/?hl=it&gl=IT

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)