polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Biomimetica, intelligenza naturale : quando la progettualità è bio-ispirata

Saltarella, Ilaria

Biomimetica, intelligenza naturale : quando la progettualità è bio-ispirata.

Rel. Michele Bonino, Bernardino Chiaia. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile, 2017

Abstract:

INTRODUZIONE

Oggigiorno ci si ritrova a dover risolvere problematiche sempre più importanti riguardo i sistemi di sviluppo principali partendo da soluzioni che coinvolgano l'ambiente a trecentosessanta gradi. Per ottenere cambiamenti sostanziali riguardo ad esempio l'effetto serra, la crisi energetica e l'inquinamento atmosferico è necessario rivedere e modificare le regole già consolidate nel tempo e nella società.

Affinché ci sia un dialogo più efficiente tra mondo artificiale e mondo naturale è necessario che la scienza e le tecnologie moderne si affianchino e supportino le dinamiche della natura, prendendone esempio e portandole ad un livello più elevato, con il fine ultimo di ripristinare gli equilibri già preformati degli ecosistemi.

Per garantire un migliore sviluppo delle problematiche individuate occorre creare un collegamento tra le esigenze della natura e le esigenze della società umana, nel rispetto reciproco, che metta un freno alla logica di sviluppo senza limiti posta finora dall'uomo. Nel corso degli anni si è dato sempre troppo poco peso alle "conseguenze" delle nostre scelte sull'ambiente arrivando ormai a situazioni limite di rischio biologico. E' necessario che ogni macro-sistema reagisca, si rinnovi e collabori per lo stesso obiettivo, ovvero quello di risanare la Terra, partendo da piccole ma essenziali modifiche.

In architettura dunque bisogna ripensare l'approccio progettuale con una maggiore consapevolezza nell'applicare le tecniche e le soluzioni fornite dalla ricerca scientifica. La natura, da milioni di anni, lavora all'interno di un ciclo in cui nulla si crea e nulla si distrugge. Un equilibrio perfetto tra produzione e consumo che, tra l'altro, si alimenta con energia solare. La biomimetica è una nuova filosofia per l'architettura contemporanea, un concreto piano di salvataggio per il pianeta. La rivoluzione della sostenibilità auspica tre grossi cambiamenti: aumento radicale nell'efficienza energetica; passaggio da un sistema di sfruttamento delle risorse dispersivo e inquinante a un modello a ciclo chiuso basato sull'utilizzo delle proprie risorse ed il riciclo delle stesse; passaggio da un'economia basata sui combustibili fossili a una basata sull'energia solare.

Imparare dalla natura può portare alla creazione di un nuovo ambiente in sintonia con essa, attraverso un piano progettuale più responsabile partendo dall'aspetto costruttivo e giungendo a quello riguardante le risorse. In tal modo l'abaco di conoscenze del progettista, volgendo lo sguardo alla biologia, si estende notevolmente .

Relators: Michele Bonino, Bernardino Chiaia
Publication type: Printed
Subjects: T Tecnica e tecnologia delle costruzioni > TE Tecnologia dei materiali
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-04 - ARCHITECTURE AND ARCHITECTURAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/6155
Chapters:

INTRODUZIONE

0.0 Cos'è la Biomimetica, Definizione

0.1 I Principi

0.2 Dicotomia tra architettura e natura

0.2.1 Le Analogie

0.3 II Metodo

0.3.1 In Architettura

1.0 Sistemi della Natura

1.1 Esempi in natura

1.2 Elementi-bio-ispirati

1.3 Progetti bio-ispirati

1.4 Materiali bio-ispirati

2.0 Strategie

3.0 Microbiologia

4.0 Il Biofilm

4.1 Definizione

4.2 Localizzazione

4.3 Quorum sensing

4.4 Casi in medicina

4.5 Varie applicazioni

4.6 Ruolo ecologico

4.7 Struttura biofilm

4.8 Applicazioni biomimetiche

5.0 II Progetto

5.1 Introduzione

5.2 Obiettivi

5.3 Concept

5.4 Analisi Strutturale

5.5 Focus sul legno

6.0 Conclusioni

7.0 Bibliografia

8.0 TAVOLE _ allegati

Bibliography:

BIBLIOGRAFIA

«Bio-Design», Antonelli P., Domus, Novembre 2011

«Biomimicry Innovation Inspired by Nature», BenyusJ., 1997 «Biomimetica: innovazione ispirata alla natura», De Luca D., 2010 «Tecniche della natura in architettura», La Rocca F., 1997 «Biomimetica e Architettura. Come la natura domina la tecnologia», Pagani R., Chiesa G., Tulliani J., 2015 «Bio-inspired Design. La biomimesi come promettente prospettiva di ricerca per un design sostenibile» Pietroni L., 2015

«Il progetto della Natura - gli strumenti della biomimicry per il design» Salvia G., Rognoli V., Levi M., 2009

«On growth and form», Thompson D'A, 1961

«Tecnologia e natura», Tucci F., 2008 «Some interesting and useful biomimetic transforms», Schimtt 0., 1969

«Design for the real world: human ecology and social change», Papanek V., 1971

«Hybrid Desig. Progettare fra tecnologia e Natura», Langella C., 2007 «Animai Achitecture», Arndt I., 2014 «Structure in Nature is a strategy for design», Pearce P. MIT press, 1978

«Biomimicry in Architecture», Pawlyn M., 2016

«Bioclimatologia, tecnologia e controllo ambientale», tesi, Matteoli, Foti, 1976

«Progettazione Sostenibile, dalla progettazione territoriale all'eco- design», Giacchetta A., 2007

SITOGRAPHY

www.biomimicry.org

www.asknature.org

www.archuniromal.it

www.woodlab.polito.it

www.haume.it

www.wikihouse.ee

www.web.mit.edu

http://inhabitat.com

http://www.genitronsviluppo.com

https://www.architetturaecosostenibile.it

http://sustainable-nano.com

https://www.rroij.com

Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)