polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Un percorso luminoso per la valorizzazione dei traboules di Lione.

Favata, Giorgia and Leotta, Roberta

Un percorso luminoso per la valorizzazione dei traboules di Lione.

Rel. Chiara Aghemo, Annalisa Dameri. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Restauro E Valorizzazione Del Patrimonio, 2016

Abstract:

Scopo della tesi è la riqualificazione attraverso un progetto illuminotecnico di un’area del quartiere della Croix-Rousse a Lione, analizzando in particolare il sistema dei traboules . La prima fase del nostro lavoro ha avuto come obiettivo la conoscenza delle vicende storiche susseguitesi nel quartiere lionese: dagli insediamenti religiosi risalenti al XVI sec. fino ad arrivare alla fondazione degli atelier dei canuts avvenuta nel XIX sec.

Questa prima fase è stata importante per la comprensione dello stato attuale dello spazio urbano e architettonico dell’area in esame, in cui sono tuttora visibili le tracce del passato: il sistema dei traboules utilizzato oggi in alcuni casi come passaggio pedonale, gli edifici che un tempo accoglievano gli atelier riadattati in residenze o attività commerciali.

Abbiamo dunque compreso l’importanza di non alterare lo spazio urbano con interventi invasivi poiché esso presenta tutti i caratteri necessari per lo svolgimento della sua funzione; il nostro intervento al contrario vuole rafforzarne la sua identità mediante l’impiego della luce.

Il progetto illuminotecnico può definire una nuova percezione della dimensione spaziale e ricomporre lo spazio attraverso l’immaterialità della luce: per questo motivo abbiamo ritenuto che fosse lo strumento più adeguato alla riqualificazione di questi spazi. Uno degli obiettivi è quello di non snaturare il carattere tenebroso e intimo di questi luoghi, anzi di rafforzare questo aspetto e, contemporaneamente, rendere gli spazi più sicuri e, quindi, fruibili.

La seconda fase del nostro lavoro si è incentrata sulla comprensione del ruolo della luce negli anni, prima impiegata esclusivamente per garantire la sicurezza delle città, oggi vero e proprio strumento di progettazione urbana, giungendo infine alla definizione dei piani della luce.

In particolare a Lione, pioniera nel campo della sperimentazione illuminotecnica, sono stati definiti i Pian Lumière (piani della luce), punti di riferimento per altre importanti iniziative a livello internazionale.

Il contatto con i fruitori dello spazio in cui interveniamo è risultato uno strumento importante per delineare le scelte progettuali da mettere in atto: per questo abbiamo avviato un’indagine demoscopica, attraverso l’elaborazione di interviste rivolte a un campione di persone fruitori dell’area.

L’analisi territoriale ci ha permesso di comprendere in maniera più consapevole i caratteri del luogo, approfondendo diversi aspetti: spazi pubblici e privati, destinazioni d’uso dei piani terra, viabilità, percezione luminosa.

Successivamente abbiamo eseguito il rilievo dell’esistente accompagnato da un censimento dell’illuminazione presente e da un inventario dell’arredo illuminotecnico.

Abbiamo poi svolto una ricerca riguardante gli strumenti urbanistici e la normativa vigente, per delineare un progetto illuminotecnico che potesse rispondere alle esigenze di sicurezza, di comfort visivo e, quindi, di qualità della vita sociale .

Infine abbiamo scelto di studiare un percorso che si sviluppa lungo les pentes della Croix-Rousse , dalla Saóna fino al boulevard, che comprende il sistema dei traboules: questi sono stati scelti in base alla loro facilità di accesso .

Abbiamo così definito le linee guida del nostro progetto tenendo conto di tutti gli aspetti precedentemente analizzati: permettere la riconoscibilità dei sistemi ai fruitori, cercando di compiere delle scelte progettuali che utilizzino lo stesso linguaggio per gli elementi urbani ricorrenti individuati nel percorso, arrivando alla definizione di un percorso luminoso uniforme facilmente individuabile.

Abbiamo seguito tre direzioni: la coesione, la sicurezza ed infine la suggestione scenografica.

La necessità di creare un ambiente scenografico è data dalla volontà di trasformare gli spazi in possibili poli attrattivi che richiamino, non solo i residenti degli edifici connessi agli spazi urbani esaminati, ma anche possibili visitatori.

Relatori: Chiara Aghemo, Annalisa Dameri
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GD Estero
S Scienze e Scienze Applicate > SJ Illuminotecnica
U Urbanistica > UK Pianificazione urbana
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Restauro E Valorizzazione Del Patrimonio
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/4542
Capitoli:

Indice

Introduzione

1.Lione, città tra due rive

1.1.Storia della città di Lione

2.Il quartiere della Croix-Rousse

1.2.La fortificazione del territorio nel XVI secolo

2.2.La salita della Grande Còte: dal XVI al XVIII secolo

2.3.Espansione urbana nel XVIII secolo

2.4.Conseguenze della Rivoluzione del 1789: vendita e cessione degli edifici religiosi

2.5.La “collina che lavora”: gli atelier della seta

2.6.Urbanizzazione del XIX secolo: la rivolta dei canuts

2.7.Il contesto economico e sociale dopo la deindustrializzazione

3.Il sistema dei traboules

3.1.Traboules in Europa

3.2.Nascita dei traboules a Lione

3.3.Lo stato attuale

3.4.Architettura dei traboules

4.La luce come strumento di riqualificazione urbana

4.1.Luce e sicurezza

4.2.Il ruolo della luce nello spazio urbano

4.3.Inquinamento luminoso

4.4.Il concetto di “piano della luce”

5.Il ruolo della luce a Lione

5.1.Un piano per la luce a Lione: definizione del primo Pian Lumière

5.2.Un piano per la luce a Lione: definizione del nouveau Pian Lumière

5.3.Linee guida del nouveau Pian Lumière

5.4.Lyon e la fête des lumières

6.Analisi dello stato di fatto del quartiere Croix-Rousse

6.1.Analisi territoriale

6.2.Indagine demoscopica

6.3.Rilievo dell’illuminazione esistente. Schede apparecchi esistenti

6.4.Strumenti urbanistici e normativa

7.Un progetto illuminotecnico nel quartiere della Croix-Rousse

7.1.Obiettivi del masterplan

7.2.Concept

7.3.Dal concept al progetto

Piazze: intervento in place des Capucins

Traboules: intervento nel traboule rue des Capucins/rue René Leynaud

Passaggi pedonali: intervento in passage Thiaffait

7.4.Proiezioni

Conclusioni

Bibliografia

Allegati

Bibliografia:

STORIA URBANA DEL QUARTIERE DÉLIA CROIX-ROUSSE A LYON:

Bensoussan B., Bonniel J., La Croix-Rousse: résistances et recouvrements, Archives de l’OCS, volume 2, C.N.R.S., Parigi, 1979.

Belbahri A., Bensoussan B., Bonniel J., Garden M., La Croix-Rousse, C.N.R.5., centre régional de Publication de Lyon, Lione, 1980.

Garden M., La Croix-Rousse, C.N.R.S., Parigi, 1980.

Bensoussan B., Le recours au quartier. Enjeux et changement social en milieu urbain (le quartier de la Croix-Rousse à Lyon).

Cahiers de l’observation du changement social, vol. XVI, CNRS, Parigi, 1982.

Rittaud-Hutinet C., Mémoire vivante de la Croix Rousse: document et étude phonétique, centre méridional de la recherche scientifique, Parigi, 1982.

Rapin G., La Croix-Rousse à travers l’HistorieCroix Rousse Art et Culture, Lione, 1983.

Cayrat-Dumas C., V. Germain, La traboule comme réalité urbaine. Etude morphologique et projétasion autour des traboules crois roussiennes, T.P.F.E, Lione, 1989.

Bénetière M.H., Clemençon A.S., Mathian N., Les pentes de la Croix-Rousse. Historié des formes urbaines: urbanisme, archi¬tecture, occupation sociale, C.N.R.S, URA1014, Lione, 1992. /*

Barre J., La colline de la Croix-Rousse. Histoire et géographie urbaines, Lyonnaises d’Art et d’Histoire, Lione, 1993.

Ayala G., Tranoy L., Les pentes de la Croix-Rousse à Lyon dans l’Antiquité, Gallia, 51, C.N.R.S., Parigi, 1994.

Dejean R., Traboules de Lyon. Histoires secrètes d’une ville, Jean Honoré, Lione, 2003.

Luc R., Les pentes de la Croix-Rousse: Au fil du temps, mot passant, Villurbanne, 2003.

Poirieux C., Guide de Lyon. Lyon et ses traboules. Cours, passages...Vieux-Lyon, Croix-Rousse- Presqu’île, Lyonnaises d’Art et d’Historié, Lione, 2009.

Poirieux C., Guide de Lyon. Colline de la Croix-Rousse - Plateau-Pentes, Lyonnaises d’Art et d’Historié, Lione, 2009.

STORIA URBANA DELLA CITTÀ DI LIONE:

Kleinclausz A., Lyon des origines à nos jours. La formation de la cité, Pierre Masson, Lione, 1925.

Deniau J., Lyon et ses envirirons, Arthaud, Grenoble, 1963.

Clapasson A., Description de la ville de Lyon: 1741, éd. annotée par Gilles Chômer et Marie-Félicie Pérez, Seyssel, éditions du Champ Vallon, 1982.

Gardes G., Lyon, l’art et la ville, C.N.R.S., Parigi, 1988.

Desbat A., La chronologie des premières trames urbaines à Lyon. Aux origines de Lyon, (sous dir. de C. Goudineau), Documents d’Archéologie en Rhône-Alpe, 2, série lyonnaise 1, Lione, 1989.

Vanario M., Les rues de Lyon à travers les siècles, Lyonnaises d’art et d’histoire, Lione, 1990.

Dally-Martin A., Delfante C., Cent ans d’urbanisme à Lyon, Sciences et Techniques, Lugdunum, Lione, 1994.

Gutton J.-P, Histoire de Lyon et du Lyonnais, PUF, Lione, 1998.

Delfante C., Pelletier J., Atlas historique du Grand Lyon. Formes urbaines et paysages au fil du temps, Seyssinet-Pariset, Xavier Lejeune, Lione, 2000.

Delfante C., Pelletier J., Plans de Lyon, 1350-2015. Portraits d’une ville, Stéphane Bâchés, Lione, 2006.

Bertin D., Temps et espaces de l’urbanisme lyonnais, dans L’Esprit d’un siècle. Lyon 1800-1914, catalogue d’exposition-, Fage, Lione, 2007.

Bertin D., Mathian N., Lyon. Silhouettes d’une ville recomposée. Architecture et urbanisme 1789-1914, lyonnaises d’Art et d’Histoire, Lione, 2008.

Chauvy G., Lyon disparu 1880-1950, Lyonnaises d’Art et d’Historie, Lione, 2010.

Meilllerand M.-C., Lyon et son territoire des origines à nos jours, Millénaire 3. Le Centre Ressources Prospective du Grand Lyon, Lyon, 2006 (disponible sur le site « Millénaire 3 » du Grand Lyon).

ARCHIVIO MUNICIPALE:

Dureau J.-M., Le plan de Lyon vers 1550, édition Critique, Archives Municipales, Lione, 1990.

Forma Urbis. Les plans généraux de Lyon du XVI ème au XX éme siècle, Archives municipales de Lyon, Lione, 1997.

AGENCE D’URBANISME:

Boichot G., Groupe de pilotage Zppau Croix-Rousse, Agence d’Urbanisme de Lyon, Lione, 1992.

Boichot G., Les Pentes de la Croix-Rousse: histoire d’une identité urbaine: zone de protection du patrimoine architectural et urbain, Agence d’Urbanisme de Lyon, Lione, 1992.

Drevet C., Vides et vues: analyse du paysage urbain des pentes de la Croix-Rousse, Drevet, Lione, 1992.

Boichot G., ZPPAUP des pentes de la Croix-Rousse, Agence d’Urbanisme de Lyon, Lione, 1994.

Mignard R., Choay F., La ZPPAUP des pentes de la Croix-Rousse: vers une intégration du patrimoine urbain dans la vie contem¬poraine, Institut Français d’Urbanisme, Lione, 1994.

Pradier F., La ZPPAUP des pentes de la Croix-Rousse, Université Lyon 3, Lione, 1994.

Sermand D., Site physique et paysage urbain des pentes de la colline de la Croix-Rousse, Université Lyon 2, Lione, 1994.

Buisson P., Zone de protection du patrimoine architectural urbain et paysager ZPPAUP des pentes de la Croix-Rousse: révision n°1, Agence d’Urbanisme de Lyon, Lione, 2000.

Marques S., Lyon: 1er arrondissement: les pentes de la Croix-Rousse: tome 1, Agence d’Urbanisme de Lyon, Lione, 2007.

BIBLIOGRAFIA GENERALE DI STORIA:

Concina E., Venezia nell’età moderna, Venezia, 1989.

Pevsner N., Storia dell’architettura europea, Laterza, Bari, 1992.

Olmo C., Dizionario dell’Architettura del XX secolo, Allemandi, Milano, 2000.

Orefice G., Spazio urbano e architettura nella Toscana Napoleonica, Edifir, 2002, Firenze, p.110.

Barre J., Feuga, Morand et les Brotteaux, Lyonnaises d’art d’Historie, Lione , 2002.

Chierici P., Metamorfosi del tessuto edilizio tra Medioevo ed età moderna. Il caso di Cuneo, Celid, Torino, 2002.

Tosco C., Viglino Davico M. (a cura di), Architettura e insediamento nel tardo medioevo in Piemonte, Celid, Torino, 2003.

Calabi D., Storia della città. L’età contemporanea, Marsilio, Venezia, 2004.

Pérouse de Montclos J. M., Jacques-Germain Soufflot, editions du patrimonie, Parigi, 2004.

Curdo G., La città del Settecento, Laterza, Roma, 2008.

Savorra M, Zucconi G., Spazi e cultura militare nella città dell’Ottocento, Città e storia, Roma, 2009.

Zucconi G., La città dell’Ottocento, Laterza, Roma, 2013.

INTERVISTE:

Bruno Delas, Mission Site Historique de Lyon, mission culture du Grand Lyon ,28 novembre 2014.

Nathalie Mathian, Storica dell’arte all’università di Lyon, Lumière, Lyon 2-26 novembre 2014

Jean-Yves Quay, Architetto urbanista all’ENSAL, 25 novembre 2014.

Christian Marcot, Professore all’ENSAL, 20 novembre 2014.

SITI INTERNET STORIA:

http://www.lyon-france.com/

http://www.lyontraboules.net/

http://www.i-canut.com/

http://www.traboules-saintetienne.free.fr/

http://www.lingalot.net/

http://www.quadruppani.blogspot.it/

http://www.patrimoine-rhonealpes.fr

http://www.geoportail.gouv.fr

http://www.lyon-france.com

http://www.cours-college.com

http://www.lemonde.fr

ILLUMINOTECNICA

BIBLIOGRAFIA GENERALE:

Diani J., Un pian lumière pour la ville de Lyon, Agence d’urbanisme de Lyon, Lione, 1990.

Begag A., Burgelin C., Chabert H., Charbonneau J.P., Decourtray A., Leone J., Salmon J., Tingaud Guy F., Les lumières de Lyon, Lione, 1993.

Benoit B., Guy F., Lyon cité lumière, Sillons du temps, Lione, 1995.

Deleuil J.M., Lyon la nuit -.espaces pratiques et représentations, Université Lyon , Lione, 1995.

Narboni R., La lumière urbaine-éclairer les espaces publics, Le Moniteur, Parigi, 1995.

Benant C., Revue de presse: des lumière dans la ville, Agence d’urbanisme de Lyon, Lione, 2000.

Terzi C., I piani della luce, EditorialeDomus, Milano, 2001.

Batteux J., Combarel E., Eveno C., Fachard L., Gandelsonas M., Gravelaine F., Gwiazdzinski L., Kersale Y., Masboungi A., Narboni R, Paquot T., Penser la ville par la lumière, de la Villette, Lione, 2003.

Decelle S., Polere C., Vievard L., Démarche Lyon 2020 : les emblèmes du Grand Lyon, Communauté urbaine de Lyon, Lione,

Aghemo C., Bordonaro E., Evoluzione del rapporto Luce e Città, AIDI, Venezia, 2006.

Brandi U., Geissmar-Brandi C., Light for cities, Ulrike Brandi Licht, Hamburg, 2006.

Ravizza D., Architetture in luce, Francoangeli, Milano, 2006.

Chausson N., La nuit : émergence d’un nouveau temps de vie, institut d’urbanisme de Lyon, Lione, 2008.

Fisher J., Licht/Lumière/Light ( Architecture Compact), h.f. ullman, Mul edition, Chinia, 2008.

Capasso A. (a cura di ), Luce e ambiente. Le tecnologie della luce artificiale per iprogetti de luogo dell’abitare, Clean edizioni, Napoli, 2010.

Frascarolo M. (a cura di), Illuminotecnica: manuale di progettazione, 2 voli., Mancosu: Architectural Book e review, Roma, 2010.

NORMATIVA TECNICA DI RIFERIMENTO:

Normativa Illuminazione Pubblica Europea, UNI EN 13201:2007.

RIVISTE:

Luce e design: le forme del progetto, Tecniche Nuove, Milano, 2006.

SITI INTERNET ILLUMINOTECNICA:

http://www.aidiluce.it/

http://www.ascomac.it/

http://www.schreder.com/

http://www.actlightingdesign.com/

http://www.enlightermagazine.com/

http://www.arclighting.com/

http://www.adi-design.org/

http://www.lightingacademy.org/

http://www.assil.it/

http://www.eclairage-de-jardin.fr/

TESI CONSULTATE:

Aceto A., Matera L., L’illuminazione pubblica : una proposta di linee guida, Rei. Chiara Aghemo, Tesi di Laurea discussa alla facoltà di Architettura, Politecnico di Torino, 2014 (coll.14741 ).

Borghi C., Bottazzi F., Un progetto per la sicurezza urbana : sostenibilità sociale e luce : save/safe Murazzi, Rei. Riccardo Be- drone, Correi. Chiara Aghemo, Sarah Isabella Chiodi, Tesi di Laurea discussa alla facoltà di Architettura, Politecnico di Torino, 2014 (coll. 15055).

Fisanotti Dario, Social lighting : un progetto di luce urbana per il centro storico di Rivoli, Rei. Chiara Aghemo; Correi. Roberta Novascone, Rossella Taraglio, Tesi di Laurea discussa alla facoltà di Architettura, Politecnico di Torino, 2014 (coll.15111).

Racca E., Parco della musica: un progetto per il Molino Cordero, Rei. Chiara Aghemo, Marco Bosio, Tesi di Laurea discussa alla facoltà di Architettura, Politecnico di Torino, 2014 (coll. 15431).

Raspino S., Luce come strumento di riqualificazione urbana : proposta progettuale per la città di Schwerin, Rei. Chiara Aghemo, Correi. Thomas Roemhild, Tesi di Laurea discussa alla facoltà di Architettura, Politecnico di Torino, 2014, (coll. 14699).

Calabrese A., La riqualificazione energetica degli edifici ad uso pubblico, Rei. Chiara Aghemo; Correi. Luca Degiorgis, Tesi di Laurea discussa alla facoltà di Architettura, Politecnico di Torino, 2015 (coll. 15181 ).

Stellino K., Luce per i borghi : linee guida per la valorizzazione del territorio, Rei. Chiara Aghemo, Tesi di Laurea discussa alla facoltà di Architettura, Politecnico di Torino, 2015 (coll. 15206).

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)