polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Raggiungere Boulbon

Ciervo, Michele

Raggiungere Boulbon.

Rel. Alessandro Mazzotta, Chiara Lucia Maria Occelli, Stéphane Baumeige. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città, 2015

Abstract:

Ci troviamo nella cittadina di Boulbon, un piccolo villaggio medioevale situato a poco più di 15 km da Avignone, direzione Sud-Ovest, e a 8 km da Tarascon, direzione Nord. La regione quella della "Provence-Alpes-Còte d'Azur" e, più precisamente, del dipartimento "Bouches-du-Rhône", nel circondario di Arles.

Boulbon é il tipico villaggio medioevale della Provenza, perfettamente conservato nella sua quasi totalità.

La particolarità più interessante, tuttavia, è la topografia del sito.

Infatti, il territorio nel quale si inserisce il borgo di Boulbon è diviso, in maniera più o meno netta, in due zone: la pianura, che si sviluppa a partire dalle rive del fiume Rhône fino alle falesie site a Sud-Est, che veniva utilizzata per la coltivazione e l'allevamento; la "Montagnette", che comprende il circondario di falesie sopra citate che, invece, era ed è tuttora un paradiso per i cacciatori e i cercatori di tartufi.

Si può dire che quest'ultima zona rappresenta l'elemento più caratterizzante di tutto il borgo e ha, infatti, svolto un duplice ruolo nell'evoluzione del villaggio.

Innanzitutto, ha definito una barriera geografica che ha condizionato la conformazione dell'abitato: la pendenza e il profilo roccioso hanno generato uno sviluppo urbano molto compatto e tortuoso, un dedalo di cunicoli e strade strette che si ergono in salita fino all'apice della Montagnette dove è ubicata la roccaforte.

In secondo luogo, ha fornito un punto strategico per la costruzione della roccaforte stessa. La presenza di un forte è determinante per l'evoluzione di un villaggio medioevale. Centro di potere economico e politico, il castello era fondamentale per proteggere le risorse e gli abitanti. I Bulbonesi potevano, infatti, rifugiarsi al suo interno in tempo di guerra, portando con loro famiglie e provvigioni per resistere agli assedi.

Durante i diversi secoli, il villaggio e il suo castello hanno vissuto delle grandi trasformazioni e ampliamenti. Ancora oggi, sono visibili le tracce di queste evoluzioni sulla gran parte del villaggio e sulla roccaforte. Per meglio analizzare ed interpretare gli indizi, è stato svolto un lungo lavoro di ricerca e di rilievo sul sito, affiancati dagli studenti della "Maison méditerranéenne des sciences de l'homme" in "Master Métiers du Patrimoine (MMP)". Il loro lavoro di ricerca negli archivi storici, negli inventari e nei catasti, ci ha permesso di avanzare delle ipotesi piuttosto plausibili relative alle principali trasformazioni storiche.

Relatori: Alessandro Mazzotta, Chiara Lucia Maria Occelli, Stéphane Baumeige
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: A Architettura > AP Rilievo architettonico
R Restauro > RA Restauro Artchitettonico
U Urbanistica > UB Architettura del Paesaggio
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/4250
Capitoli:

INTRODUZIONE

I / BOULBON

1 – Eredità culturale

2 – Boulbon nel suo territorio

II / BOULBON E IL SUO CASTELLO

1 – Evoluzione storica

2 – I rampanti esterni

3 – Il complesso interno

III / IL CASTELLO

1 - Il Mastio

2- Gli accessi al Mastio

3 – Le logis signorili

4 – Le stalle

5 – I giardini

ANNEXES

Bibliografia:

BIBLIOGRAFIA

• BONAPARTE-WYSE L.-N., Gaston 1er, le rêve mexicain du comte de RaOulset- Boulbon, 2000

• BURAVAND V., Boulbon, village provençal aux Xllle et XlVe siècles d'après le Livre Rouge de Boulbon, mémoire de maîtrise sous la direction de CARRERE C., juin 1987

• BUTAUD G., Aperçus sur la coseigneurie en Comtat Vénaissin (Xlle - XVe siècle), 2010

• CLEBERT JP., SAEZ V., Chateaux en Provence, éditions Edisud, 1989

• LACHAPELLE A. (comte de). Le comte de Raousset-Boulbon et l'expédition de la Sonore ; correspondance-souvenirs et œuvres inédites 1817-1854, 1859

• LECOY de La MARCHE A., Le roi René, sa vie, son administration, ses travaux artistiques et littéraires : d'après les documents inédits des archives de France et d'Italie, Tome 2, 1875

• MANTEYER G. (de), La Provence du premier au douzième siècle, étude d'histoire et de géographie politique, tome 1, 1908

• MEIRION-JONES G. (dir.), La demeure seigneuriale dans l'espace Plantagenêt, PUR, 2013

• MESQUI J., Châteaux et enceintes de la France médiévale. De la défense à la résidence, 1.1, Paris, 1991

• MESQUI J., Châteaux et enceintes de la France médiévale. De la défense à la résidence, t.2, Paris, 1993

• VILLENEUVE comte de, Statistique du département des Bouches du Rhônes, Tome 3, 1826

• ENCYCLOPÉDIE DES BOUCHES-DU-RHONE1913-1937

• ARCHIVES DES BOUCHES-DU-RHONE - LE CHÂTEAU DE BOULBON

• BETTON Félicien, «Le chateau de Boulbon», Boulbon(FR), Les Amis du Vieux Boulbon, s003. 48p.

• BRANDI Cesare, «Théorie de la restauration», Paris(FR), Éditions Allia, 2011. 139p.

• CROCI Giorgio, «Conservazione e restauro strutturale dei beni architettonici», Grugliasco(IT), CittàStudiEdizioni, 2012. 432p.

• LE DUC Viollet, «Encyclopédie Médiévale», Tours(FR), Bibliothèque de l'Image, 2008. 720p.

• MASSARENTE Alessandro, «Castelgrande a Bellinzona», Firenze(IT), Alinea editrice, 1997. 35p.

• PINI-LEGOBBE Angela, PINI Verio, «Progetto Castelgrande, il divenire di un restauro» Milano (IT), Skira, 2006. 286p.

• VUDETTI Marco, CANEPA Simona, MUSSO Stefania, «Esporre Allestire Vendere Exhibit e Retail Design», Rome(IT), Wolters Kluwer Italia, 2014. 256 p.

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)