polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Progettare San Salvario - Ipotesi, dibattiti e trasformazioni tra Ottocento e Novecento

Pozzati, Alice

Progettare San Salvario - Ipotesi, dibattiti e trasformazioni tra Ottocento e Novecento.

Rel. Annalisa Dameri. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Restauro E Valorizzazione Del Patrimonio, 2014

Abstract:

INTRODUZIONE

Il lavoro di tesi si è sviluppato partendo dallo spunto fornito dal tirocinio curricolare svoltosi presso l’Archivio Storico della Città di Torino.

Il lavoro proposto è stato il riordino e la schedatura di una sezione di uno dei fondi più importanti dell’Archivio: il fondo Tipi e Disegni.

L’obbiettivo di tale tirocinio è stata la redazione di un repertorio, elaborato attraverso la stesura di un inventario digitale su un foglio di lavoro Excel, destinato sia all’utenza dell’istituzione cittadina che alla ricerca interna.

L’integrazione del suddetto fondo è composta da disegni di mappa della città di Torino che, nella maggior parte dei casi, probabilmente, furono eseguiti come “bozze” destinate a fungere da base alla elaborazione dei successivi piani regolatori.

Tali elaborati risultano essere dei validi testimoni dei cambiamenti vissuti dalla città a cavallo dei secoli XIX e XX. Infatti è definibile un arco cronologico, in cui racchiuderli, che parte dalla fine dell’Ottocento e raggiunge gli anni Settanta del Novecento.

La stesura della tesi si è rivelata l’occasione per studiare ed analizzare due serie in particolare, a mio avviso piuttosto interessanti.

Esse si presentano come fogli di mappa dalle caratteristiche tipologiche comuni e uniformi, e si sono rivelate un efficace strumento di studio del consolidamento del tessuto edilizio della città.

Riguardo alla prima serie, denominata Pianta Geometrica della Città di Torino, è stato possibile ricostruire le vicende storiche che ne dettarono la commissione. Al contrario, per quanto concerne la seconda serie scelta, pur presentando una coerenza di rappresentazione analoga alla prima, è stato possibile solamente effettuare delle ipotesi. Quest’ultima essendo priva di titolazione precisa, non si è potuto collegarla nè a un preciso disegno di legge nè all’esigenza della pubblica amministrazione di studiare il territorio torinese in previsione di una normativa futura.

É necessario sottolineare che nel predisporre il lavoro di tesi, si è dovuto definire un arco cronologico limitato, ma gli spunti forniti potrebbero innescare ricerche future su cui il margine di approfondimento è ancora elevato.

La scelta di limitare la ricerca solo a queste due serie, è stata dettata dall’enorme quantità di elaborati presi in esame durante il tirocinio. Nello studio relativo alla ricerca è stato ritenuto particolarmente interessante soffermarsi ad analizzare il consolidamento edilizio del quartiere di San Salvario.

Per fare questo per prima cosa si è partiti dall’analizzare la storia di Torino nell’Ottocento, secolo denso e ricco di cambiamenti, che si trova ad essere testimone di un’altalenante ciclicità fatta di periodi di crisi e spinte propulsive: dalla dominazione francese si arrivò all’eccezionale sviluppo industriale, unico in Italia, passando attraverso la Restaurazione, il Risorgimento, la perdita della capitale e molti altri avvenimenti indagati nel primo capitolo. Tale premessa prettamente storica è stata un supporto indispensabile per capire l’origine delle trasformazioni urbanistiche a cui è soggetta la città costantemente lungo tutto il secolo.

Il quartiere di San Salvario, analizzato nel secondo capitolo e che deve i suoi natali proprio all’Ottocento, è stato indagato traverso documenti iconografici e non, relativi alle edificazioni e ai dibattiti circa le costruzioni e il consolidamento del tessuto edilizio.

Nello studiare il borgo si è deciso di approfondire un’opera mai realizzata: l’Ospedale Militare Divisionario. Il dibattito su questa infrastruttura accese per un decennio le sedute del Consiglio Comunale, per poi decadere, soggiogato dalle necessità di edilizia privata della città.

Un altro approfondimento ha coinvolto l’indagine della Pianta Geometrica della Città di Torino. Quest’ultimo ci ha permesso di comprendere come la città avesse a cuore la redazione di precisi e scrupolosi piani regolatori di ampliamento.

Le ultime analisi sono interessanti invece per capire come la storia della città e dell'urbanistica non sia fatta solo dalle dalle opere realizzate e dai piani regolatori approvati, ma in egual misura dal dibattito interno, dalle bozze e dai ripensamenti che fungono da culla di gestazione ai cambiamenti della città.

Lo studio è stato anche dettato dalla necessità di comprensione degli elaborati presi in esame per lo svolgimento della tesi.

Infine si è scelto di dedicare un capitolo all’indagine riguardanti le vicende storiche che hanno condotto l’Archivio Storico a presentarsi nel modo in cui oggi lo si conosce, descrivendo in modo sommario i vari fondi che lo compongono, soffermandosi in particolare sull’analisi del fondo Tipi e Disegni.

L’Ottocento, secolo affascinante ed eterogeneo, ha gettato le fondamenta culturali, economiche, amministrative, della capitale piemontese che oggi abbiamo il privilegio di vivere.

Quella ottocentesca non è solamente una città poliedrica ma è anche una «città di ieri». Dove questo “ieri” ci riporta a un tempo e a una serie di immagini ancora percepibili nella nostra quotidianità, caratteri che sono stati incorporati nello scenario in cui ancora oggi viviamo e ci muoviamo.

Relatori: Annalisa Dameri
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: A Architettura > AO Progettazione
ST Storia > STN Storia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Restauro E Valorizzazione Del Patrimonio
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/4073
Capitoli:

0. INTRODUZIONE

1. TORINO NELL’OTTOCENTO

1.1. Un secolo eterogeneo

1.1.1. Torino e Napoleone

1.1.2. Torino e la Restaurazione

1.1.3. Torino e l’invenzione dell’unità

1.1.4. Torino e la perdita della capitale

1.2. Da capitale politica a capitale industriale

1.2.1. Il tessuto urbano ottocentesco

1.2.2. La crisi e la rinascita

2. SAN SALVARIO: un borgo in divenire

2.1. Origini del quartiere ottocentesco

2.2. Anni Quaranta: preesistenze, proprietari e proposte

2.2.1. Nuove infrastrutture per un nuovo quartiere

2.3. Anni Cinquanta: l’ingrandimento della capitale

2.4. Il ventennio post unitario: saturazione di un borgo in espansione

2.5. Fine secolo: esigenze di sviluppo programmato

2.5.1 La Pianta Geometrica della Città

2.6. Gli esordi del XX secolo: nuovi piani per una nuova Torino

3. METODOLOGIA: il tirocinio e gli strumenti per l’indagine

3.1. Una memoria lunga cinquecento anni

3.2. L’origine dei fondi

3.3. Il fondo Tipi e Disegni

3.4. Il riordino e l'integrazione

4. bibliografia, sitografia e archivi

Bibliografia:

BIBLIOGRAFIA

- Edmondo De Amicis, La città, in AA. W, Torino 1880, Roux e Favaie, Torino 1880. Ed. consultata: Torino 1880, Lindau, Torino 1991

- Giuseppe Lavini, Il problema delle stazioni ferroviarie per le grandi città ed in particolare per Torino, Unione Tipografico-Editrice Torinese, Torino 1913

- Città Di Torino, Inventario degli Atti dell’Archivio Comunale dal 1111 al 1848, vol. 8, Torino 1935-1966

- Paolo Portoghesi, in Dizionario Biografico degli Italiani, Vol. Ili, Istituto dell’Enciclopedia Italiana, Roma 1961

- Ada Peyrot, Torino nei secoli, Vedute e piante, feste e cerimonie nell’ incisione dal Cinquecento all’Ottocento, vol. II, Tipografìa Torinese Editrice, Torino 1965

- Ada Peyrot, Vittorio Viale, a cura di, Immagini di Torino nei secoli, Palazzo Reale, Torino 1969

- Augusto Cavallari Muart, Carlo Promis, come urbanista: avvio per una bibliografìa riabilitativa, in Atti della società degli ingegneri e degli architetti in Torino, 23 (7) (1969), p. 159

- Nikolaus Pevsner, History of building types, Thames and Hudson, Londra 1976. Ed. consultata: Storia e Caratteri degli Edifìci, ed. italiana a cura di Achille M. Ippolito, Fratelli Palombi Editori, Roma 1986

- Paolo Sica, Storia dell’urbanistica, l’Ottocento, vol. II, Laterza, 1981

- Rosanna Roccia, L’archivio storico del Comune di Torino: fondi documentarie per la storia della città, in Isabella Ricci Massabò, Lezioni di metodologia della ricerca storica, Torino, Celid, 1983

- Vera Comoli Mandracci, Torino, Laterza, Grandi Opere, Roma-Bari 1983. Ed. consultata 2006

- Rosanna Roccia (a cura di), Il palazzo di Città, vol. I, Città di Torino 1987

- Cesare Bianchi, Piazza Castello, Famija Turinèisa 1989, Daniela Piazza Editore, Torino 1989

- Domenico Bagliani, Laura Sasso, Piazza Castello, in Luoghi di Torino tra passato e futuro, Celid, Torino 1989

- Giuseppe Bracco (a cura di), Ville de Turin 1798 - 1814, Città di Torino 1990

- Costanza Roggero Bardelli, Amedeo di Castellamonte e Donato Rossetti: due progetti per San Salvario, in Studi Piemontesi, ISSN 0392-7261, 1990, pp.65-72

- Vera Comoli Mandracci e Rosanna Roccia (a cura di), Le città possibili nell ’urbanistica di Torino, Catalogo della mostra, Torino, Salone del Libro 1991

- Vilma Fasoli E Clara Vitulo (a cura di), Carlo Promis professore di architettura civile agli esordi della cultura politecnica, Celid, Torrchitettura moderna. La città industriale, voli Mandracci e Rosanna Roccia (a cura di), Le sta Città di Torerto Gabetti, Alessandro Antonelli, Cooperatbenefici della Luna, Torino 1994

- Francesco Barrera Il V 1994

- Paolo Scarzella (a cura di), Torino trasformazioni entro la cerchia dei viali napoloenosanna ino alla nuova legge municipale. Il primo Co Comunale di Torino, Atti consolari - Serie storica, Archivio Storico brizio Astrua, Un segno nella memoria per il recupero edilizio e urbano: il progetto di Carlo Promis a Torino per dieci isolati lungo la via e la piazza Madama Cristina (1853), in Marina Fumo e Gigliola Ausiello (a cura di), Il Progetto nello spazio della memoria, Atti del Convegno Intemazionale, Napoli 27-28 ottobre 1995, pp. 626-639

- Vera Comoli Mandracci E Vilma Fasoli (a cura di), 1851 -1852

- Il piano d’ingrandimento della capitale, Consiglio Comunale di Torino, Atti consolari - Serie storica, Archivio Storico della Città di Torino 1996

- Isabella Massabò Ricci, Torino, in II Piemonte paese per paese, voi. IX, Bonechi, Firenze 1996

- Vera Comoli Mandracci e Rosanna Roccia (a cura di), Torino città di loisir. Viali, parchi e giardini fra Otto e Novecento, Città di Torino 1996

- Umberto Levra e Rosanna Roccia (a cura di), Milleottocento-quarantotto, Città di Torino 1998

Andreina Griseri e Rosanna Roccia (a cura di), Torino. Ipercorsi della religiosità, Città di Torino 1998.

- Rosanna Roccia (a cura di), Archivio S- Rosanna Roccia, L’archivio Storico delTorino, gennaio 1999, disponibile presso l’Archiviona ittà di Torino 1999

- Giuseppe Bracco (e in trasformaziondustria, Consiglio Comunale di Torino, Atti consolari - Serie storica, Archivio Storico della Città di Torino 2000

- Umberto Levra (a cura di), Storia di Torino, La città nel Risorgimento (1798-1864), vol. VI , Giulio Einaudi editore s.p.a., Torino 2000

- Umberto Levra (a cura di), Storia di Torino, Da capitale politica a capitale industriale (1864-1915), vol. VII, Giulio Einaudi editore s.p.a., Torino 2000

- Guido Zucconi, La città dell’Ottocento, Editori Laterza, Bari 2001

- Donatella Calabi, Storia della città, Età moderna, Marsilio, Venezia 2001

- Vera Comoli Mandracci e Rosanna Roccia (a cura di), Progettare la città. L'urbanistica di Torino tra storia e scelte alternative, Torino 2001

- Andrea Longhi, Materiali per una storia dell ’archeologia urbana: l’area del Castello di Torino, 1831-1937, in Storia Urbana. Rivista di studi sulle trasformazioni della città e del territorio in età moderna (Anno XXV - Numero 94, gennaio - marzo 2001) pp. 193-2116

- Annalisa Dameri, I disegni di Pelagio Palagi per una “Chiesa gotica”, in II disegno di architettura: notizie su studi, ricerche, archivi e collezioni pubbliche e private, ISSN 1121-8770, ottobre 2002, pp. 107-112

- Paolo Cozzo, Filippo De Pieri, Andrea Merlotti (a cura di), Valdesi a Torino (XVIII-XXsecolo), Convegno per i 150 anni del Tempio valdese (1853-2003), Torino, (12-13 dicembre 2003), Silvio Zamorani Editore, Torino 2003

- Umberto Levra e Rosanna Roccia (a cura di), Le esposizioni torinesi 1805 — 1911, Specchio del Progresso e macchina del consenso, Città di Torino 2003

- Giuseppe Bracco e Vera Comoli Mandracci (a cura di), Torino da capitale politica a capitale dell’industria. Il disegno della città,(1950-1940), Città di Torino 2004

- Vilma Fasoli (a cura di), 1859-1864. “Opere Straordinarie” per l’abbellimento di Torino Capitale, Consiglio Comunale di Torino, Atti consolari - Serie storica, Archivio Storico della Città di Torino 2005

- Giovanni Maria Lupo E Paola Paschetto (a cura di), 1853-1912, 1912-1930. Le due cinte daziarie di Torino, Consiglio Comunale di Torino, Atti consolari - Serie storica, Archivio Storico della Città di Torino 2005

- Anthony L. Cardoza, Geoffrey W. Symcox, Storia di Torino, Giulio Einaudi editore s.p.a., Torino 2006

- Giuseppe Dardanello, Rosa Tamborrino (a cura di), Guarirti, Juvarra e Antoneìli: segni e simboli per Torino, Catalogo della mostra “Torino, Palazzo Bricherasio, 28 giugno-14 settembre 2008”, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (MI) 2008

- Maria D’amuri (a cura di), 1848 - 1923. Edilizia popolare a Torino. Il problema della casa e la politica municipale, Consiglio Comunale di Torino, Atti consolari - Serie storica, Archivio Storico della Città di Torino 2010

- Mario Bianco, Massimo Scaglione, San Salvario, Grafhot Edirice, Torino 2011

- Massimiliano Savorra, Carlo Sada 1849-1924. Committenti, architetture e città nella Sicilia orientale, Torridelvento Edizioni, Palermo, 2014

SITOGRAFIA

- http://www.comune.torino.it/

- http://www.treccani.it/

- http ://www.museotorino.it/

- http://www.comune.torino.it/archiviostorico/

ARCHIVI

- Archives Nationales Paris Archivio Storico della Città di Torino Archivio di Stato, Torino

- Archivio Fotografico Centro Storico Fiat di Torino Archivio Fotografico Brogi, Torino Biblioteca Reale, Torino Galleria Sabauda, Torino

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)