polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Topolò : un’utopia realizzata : analisi e progetto per il recupero di un paese di montagna.

Senno, Alessandro

Topolò : un’utopia realizzata : analisi e progetto per il recupero di un paese di montagna.

Rel. Andrea Bocco. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città, 2013

Abstract:

La citazione dal libro dell’architetto Yona Friedman presente nel titolo di questa tesi è certamente un azzardo, ma senza presunzione l’utopia raccontata in queste pagine è stata realizzata.

La rinascita di questo piccolo paese quasi abbandonato al confine tra Italia e Slovenia, popolò, è awenuta grazie al “non festival” Postaja Topolove - la Stazione di Topolò, una manifestazione culturale che ha restituito al paese e ai suoi abitanti un posto nel mondo, raccogliendo un consenso collettivo unico nel suo genere, sconfiggendo i sentimenti di ’insoddisfazione e abbandono che opprimevano queste valli e rendendo l’utopia realizza- ¡bile.

Questa esperienza è l’esempio concreto di come la cultura, l’arte, la musica possono contribuire al rilancio di luoghi il cui futuro sembra essere stato negato, ma che covano delle potenzialità inespresse presenti nel territorio, nel paese e negli abitanti. L’unicità del .luogo, con la sua posizione di confine geografico e culturale insieme al pesante bagaglio 'storico, appare come un ostacolo insormontabile per l’insediamento e lo sopravvivenza idi una rassegna culturale aperta ad esperienze provenienti da tutti gli angoli del mondo; la ventennale realtà della Postaja ha dimostrato il contrario.

Attraverso un coinvolgimento attivo degli abitanti, un uso capillare degli spazi reali e immaginari (la stazione non esiste), ad una diversa concezione di esposizione delle opere d’arte e delle performance, e ad una completa immersione con la vita di montagna e della natura che lo circonda, il festival ha così rianimato il paese e di riflesso tutte le zone 'limitrofe.

Lo spunto offerto da questa esperienza può essere la base per un ragionamento sulle possibilità di recupero e ripopolazione di zone montane o più in generale abbandonate, senza la pretesa di trovare la formula esatta ma proponendo un approccio parallelo alle odierne teorie e pratiche.

Relatori: Andrea Bocco
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: R Restauro > RC Restauro urbano
U Urbanistica > UK Pianificazione urbana
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/3451
Capitoli:

INTRODUZIONE

CAPITOLO 1 / Storia, identità, festival

Breve storia delle vicende del paese

Identità, cultura, lingua

Il “non" festival di Topolò

Intervista a Moreno Miorelli

CAPITOLO 2 / La montagna

Inquadramento generale

Recupero di borgate in montagna

Lo stato attuale

FVG, Grimacco, Topolò

Casi di recupero

CAPITOLO 3 / Laboratorio di idee

Arte come laboratorio

Postaja Topolove

BlackBox

IFAC

Binaural

MoKS

CAPITOLO 4 / Rilievo

Gli approcci al rilievo

Il territorio fisico

Il territorio agricolo

Percorsi

L'insediamento

L’abitazione

Rilievo edificio #1

Rilievo edificio #2

Rilievo fienile

Rilievo mulino

CAPITOLO 5 / PROGETTO

La strategia Alloggi

Progetto casa #1

Progetto casa #2

Mulino

Mobilità

Produttività

Turismo

Progetto bivacco diffuso

Energia

Conclusioni

Ringraziamenti

Bibliografia:

Renzo Ruclii. Topolò, Racconto sulle origini di un paese delle Valli del Natisone, Cooperativa Lipa Editrice, 1994

Loredana Sciolla, Sociologia dei processi culturali, Bologna Mulino 2002

Gustavo Zagrebelsky, La virtù del dubbio. Intervista su etica e diritto, a cura di G. Preterossi. Roma-Bari, Laterza 2007

Michela Bassanelli, Geografie dell’abbandono, Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura e società Corso di laurea in Architettura anno accademico 2009-2010

Confcommercio Legambiente, Rapporto sull’Italia del disagio insediativo, agosto 2008

Daniele Kihlgre, “Il Patrimonio Minore. Da Santo Stefano di Sessanio ai Sassi di Matera”

Censimento ISTAT 2011

Valorizzare le risorse di montagna, l’esperienza del progetto CAPACities - L'artistica Editrice

Claude Lévi-Strauss. Il pensiero selvaggio. Milano, Marco Tropea Editore, 1996

Vito Teti, Il senso dei luoghi. Memoria e storia dei paesi abbandonati. Donzelli Editore, 2004

Andrea Bocco, Gianfranco Cavaglià, Flessibile come di pietra. Tattiche di sopravvivenza e di pratiche di costruzione nei villaggi montani. Torino, Celid 2008

Yona Friedmann, L’architettura di sopravvivenza. Una filosofia di povertà. Torino, Bollati Boringhieri Editore. 2010

Valli del Natisone, Nedike doline - Ambiente, Cultura materiale, Arte, Tradizioni popolari, Lingua, storia - Cooperativa Lipa Editrice.

Enzo Pascolo, Case della slavia friulana. Società filologica friulana

Werner Batzing, L’ambiente alpino, trasformazione - distruzione - conservazione, Melograno 1987

Francesco Remotti, L’ossessione identitaria, Laterza, 2010

Regione Piemonte, Metodologie per il recupero degli spazi pubblici

Norberto Tubi - Maria Pia Silva, Gli edifici in pietra. Recupero e costruzione, murature, solai e coperture, Sistemi editoriali, 2003

Gigi Capriolo - Barbara Narici, Ecovillaggi, una soluzione per il futuro del pianeta? - Ecologia dell’ambiente, corpo e mente - Edizioni GB 1999

Luigi Sertorio, Vivere in nicchia, pensare globale - Torino : Bollati Boringhieri, 2005

Luigi Bistagnino, Design sistemico. Progettare la sostenibilità produttiva e ambientale. Slow Food editore, 2009

Harvard University Graduate School of Design, GSD Platform 4. Actar, 2011

Jacopo Gasparri, Trasformare l’involucro: la strategia dell’addizione nel progetto di recupero. Monfalcone, Edicom Edizioni, 2012

Donatella Ruttar, Cataloghi Postaja Topolove 2016-2012.

Sitografia

Fiorenzo Toso “Minoranze linguistiche”, Enciclopedia Treccani dell’Italiano 2011.

www.ruralresettiement.com/

www.feid72.at

www.ifac2013.com/2012/09/ww. formez.it

www.cm-torrenatisonecoilio.it.cm-

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)