polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Progetto di un isolato residenziale per la Fischerinsel a Berlino : ricostruzione critica e abitare contemporaneo

Porotto, Alessandro

Progetto di un isolato residenziale per la Fischerinsel a Berlino : ricostruzione critica e abitare contemporaneo.

Rel. Silvia Malcovati, Orio De Paoli. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Per La Sostenibilità, 2012

Abstract:

Abstract

Ho avuto l'opportunità di confrontarmi con la realtà architettonica di Berlino durante il tirocinio svolto presso lo studio Jordi & Keller, architetti che operano essenzialmente all'inter-no dei centri storici con l'idea forte e precisa che la progettazione architettonica e urbanistica di un luogo non deve prescindere dalla sua evoluzione storica. Questo approccio è legato alla perdita d'identità della città, a causa del secondo conflitto mondiale prima e delle demolizioni durante le ricostruzioni nel dopoguerra, in nome di un nuovo inizio e delle ideologie. Per questo motivo l'unicità e le caratteristiche originarie del centro storico di Berlino non possono più essere vissute a livello architettonico e urbanistico. L'incarico che ho ricevuto da Jordi & Keller riguardava l'analisi dell'area del nucleo originario di Còlln-Berlin in tutta la sua complessità: raccogliere più materiale e informazioni possibili sugli edifici esistenti, quelli che esistevano in passato e quelli che sono già in pianificazione.

L'obiettivo era di creare un substrato che tenesse conto di tutti gli aspetti storici, tipologici ed architettonici, per poter trovare una soluzione che permettesse allo stesso tempo di integrarsi con l'ambiente costruito e di comprendere più profondamente le parti di città scomparse. In questo senso il nucleo storico originario di Berlino può ritornare tangibile, in quanto {(architettura e città sono fenomeni collettivi, qualcosa che non si può separare dalla vita culturale e dalla società e in cui una comunità diviene consapevole di se stessa e oggetto della propria memoria. Vista così, la città, che cresce nel corso del tempo, è un sedimentarsi di storia, una sorta di "formazione" architettonica in cui una comunità trova la propria espressione duratura}).2 A Berlino l'importanza della forma della città e della memoria storica come strumento di progetto è oggetto di dibattito da diversi decenni. Già l'esperienza dell'IBA [Internationale Bau Ausstellung, 1979-1987) aveva messo in primo piano come linee guida la ricostruzione dei caratteri urbani della città, la sua storia, la varietà tipologica e la complessità dell'impianto di diversi punti di Berlino Ovest. Tali questioni di architettura sono state messe anche al centro della politica amministrativa del Senato, soprattutto grazie alla figura di Hans Stimmann (Senatsbaudirektor dal 1991 al 2006), che, partendo da un'accurata analisi delle trasformazioni urbane di Berlino in determinate vicende storiche (Schwanplàne, figg. 1-3), ha portato avanti il tema della memoria della città scomparsa e della sua ricostruzione critica (kritische Re-konstruktion). La profonda consapevolezza critico-teorica creatasi negli anni e la grande partecipazione degli architetti al dibattito hanno portato al Planwerk Innenstadt del 1999, in cui l'impianto storico diventa fondamentale per la ricerca di una nuova identità nelle aree centrali del Mitte: il principio cardine è di intervenire senza cancellare alcun ele¬mento che faccia parte della storia pianificatoria e architettonica di Berlino.

Anche il materiale è stato prodotto in concomitanza con l'associazione Berliner Historische Mitte3, un vasto gruppo di architetti, storici, urbanisti, critici e paesaggisti che hanno dato vita al progetto Burgerforum, una serie di incontri, conferenze pubbliche e dibattiti tematici, in cui si discute sulle problematiche e sulla possibile ricostruzione critica della Doppelstadt Còlln-Berlin.Partecipare a questi dibattiti tematici è stato interessante anche perché mi ha permesso di conoscere un approccio e un metodo di lavoro diversi. La struttura del presente lavoro potrebbe essere diviso in due parti.

La prima rispecchia precisamente lo sviluppo di questa ricerca condotta a Berlino ed è composta da una serie di planimetrie di studio a larga scala per definire poi un'ipotesi di pianificazione per tutta l'area di Còlln-Berlin (materiale presentato pubblicamente il 23 aprile 2012, in occasione della prima conferenza del Burgerforum Historische Mitte): dall'analisi delle variazioni delle parcelle di Còlln, confrontando differenti periodi storici; da una catalogazione delle tipologie edilizie presenti a Còlln, visionando numerose foto e libri d'epoca; infine, da un'ipotesi progettuale dell'area della Fischerinsel per mostrare il concetto che ha animato tutto il percorso.

La seconda parte riguarda, invece, il lavoro realizzato a Torino, cioè il progetto architettonico di un isolato residenziale per un'area scelta della Fischerinsel di Berlino. L'intento di questa idea è da una parte di porsi in continuità con le ultime tendenze dei piani edilizi approvati per il centro di Berlino, per dimostrare l'affidabilità del metodo della ricostruzione critica; dall'altra parte di applicare quanto emerso dall'analisi preliminare. Dapprima l'attenzione è concentrata sull'isolato, sulla sua impostazione morfologica, struttura tipologica e "immagine"; successivamente vengono analizzate nel dettaglio le diverse tipologie edilizie che entrano in gioco nel progetto:infine, alcune immagini concettuali del progetto mettono in luce il rapporto l'integrazione con il contesto circostante. Inoltre, il progetto approfondisce a livello esecutivo e dettaglio una casa unifamiliare del blocco residenza affrontando così anche tematiche appartenenti e bioclimatica e problemi di natura tecnologica, particolare, anche in questo caso si è cercato di instauro un legame tra tecniche costruttive innovative e soluzioni formali storiche, dimostrando che realizzare edifici compie con riferimenti al passato di un luogo è prima di tutto un fa dell'abitare contemporaneo.

Relatori: Silvia Malcovati, Orio De Paoli
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: A Architettura > AH Edifici e attrezzature per l'abitazione
A Architettura > AO Progettazione
U Urbanistica > UK Pianificazione urbana
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Per La Sostenibilità
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/2976
Capitoli:

Introduzione

Parte I. Il lavoro svolto a Berlino

Dalla Doppelstadt Berlin-Còlln alla Fischerinsel

Parte II. Il progetto per la Fischerinsel II nuovo isolato per Fischerinsel Townhouse Friedrichsgracht 5

Conclusioni

Bibliografia

Fonti iconografiche

Bibliografia:

Brenner Fagioli 2010

Klaus Theo Brenner, Massimo Fagioli (a cura di). Razionalisti berlinesi. La costruzione della città, Quaderni di Aión 16, Aión Edizioni, Firenze 2010

Caja Malcovati 2009

Michele Caja, Silvia Malcovati, Berlino ì990-20 Ì0. La ricerca sull'isolato e sul quartiere, Libraccio-Lampi di stampa, Milano 2009

Hoffmann-Axthelm 2011

Dieter Hoffmann-Axthelm, Das Berliner Stadthaus. Geschichte uno typologie. 1200 bis 2010, DOM publishers, Berlino 2011

Sasso 2006

Ugo Sasso, Dettagli per la bioclimatica, Alinea Editrice, Firenze 2006

Spagnoli 1993

Lorenzo Spagnoli, Berlino XIX-XXsecolo, coll. Guida all'architettura moderna, Zanichelli Editore, Bologna 1993

Stimmann 2000

Hans Stimmann (a cura di), Berlino-Berlin 1940-1953-1989-2000-2010; Physiognomie einer GroBstadt, (catalogo della Mostra Internazionale di Architettura 7/2000 Venezia), Skira, Ginevra-Milano 2000

Stimmann 2002

Hans Stimmann, (a cura di), Die Gezeichnete Stadt. Die Physiognomie der Berliner Innenstadt in Schwarz- und Parzellenplane 1940-2010. The city in black, Nicolai Verlag, Berlino 2002

Stimmann Kieren 2005

Hans Stimmann, Martin Kieren, Die Architektur des neuen Berlin, Nicolai Verlag, Berlino 2005

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)