polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Involucro polimerico trasparente: materiali, prodotti, applicazioni e sperimentazioni, tra tecnica e immagine

Fiore, Marco

Involucro polimerico trasparente: materiali, prodotti, applicazioni e sperimentazioni, tra tecnica e immagine.

Rel. Alessandro Mazzotta. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura (Costruzione), 2012

Abstract:

In tempi recenti il mondo del progetto architettonico ha visto affacciarsi sulla propria scena l'impiego di materiali di recente costituzione, che si caratterizzano prevalentemente per essere derivati da sostanze, prevalentemente, di origine fossile: le plastiche. Tali materiali sono considerati "artificiali" in quanto la composizione chimica delle loro sostanze originali avviene in laboratorio e la lavorazione eseguita tutta all'interno dell'industria. I materiali plastici, largamente impiegati nell'impiantistica, possono diventare parete, copertura, divisorio interno, rivestimento e giocare con la luce e i colori negli elementi di mascheramento. Se il mondo della chimica conosce approfonditamente i polimeri, le loro caratteristiche, capacità di reazione, limiti e potenzialità, coloro che operano nel settore edile non conoscono, allo stesso modo, le diverse possibili applicazioni delle plastiche. Gli esperti di chimica sono in grado di manipolare la materia di sintesi con facilità, poiché sono loro stessi a crearla in laboratorio. Il mondo del costruito invece conosce poco delle applicazioni che i polimeri offrono, nella maggior parte dei casi perché la mentalità corrente considera ancora i materiali di sintesi come poveri, poco duraturi, falsi e inquinanti, confondendo spesso il basso costo di alcuni di essi con la scarsità di prestazioni. Prova ne è il fatto che sono impiegati solo in alcune tipologie edilizie, prevalentemente quella industriale e sportiva. Le plastiche sono ancora pensate come materiali utilizzati in ultima ratio, allo scopo di risparmiare sui costi e senza alcuna volontà di composizione architettonica. Recentemente però esempi illustri hanno dimostrato che il mondo dell'architettura si è arricchito di questi nuovi materiali, dalle notevoli capacità tecniche ed espressive: soprattutto i grandi eventi sportivi hanno permesso ai più di conoscere manufatti ove sono stati impiegati i materiali di sintesi con interessanti effetti architettonici e funzionali. L'Allianz Arena di Monaco, il Water Cube di Pechino, la Base Operativa Luna Rossa a Valencia, la Racket Tower di Leicester, le Serre dell'Eden Project in Cornovaglia, la Kunsthouse di Graz, l'e-Bo Centre di Bologna sono solo alcuni degli esempi in cui le plastiche sono protagoniste, da sole o in connubio con altri materiali. Accanto ai progetti noti per le caratteristiche compositive e tecnologiche e per la firma che portano, ne esistono altri che possiedono meno enfasi e in cui le soluzioni tecnologiche sono più semplici, ma che costituiscono egualmente un riferimento per lo sviluppo dell'impiego delle plastiche in architettura. In entrambi i casi i materiali di sintesi riescono a rispondere a esigenze prestazionali precise, aggiungendo anche valore espressivo. Tale risultato è ottenuto, nella maggioranza dei casi, per lo più attraverso l'impiego di diversi gradi di trasparenze che modificano la vista dell'oggetto.

Relatori: Alessandro Mazzotta
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: S Scienze e Scienze Applicate > SG Fisica
T Tecnica e tecnologia delle costruzioni > TE Tecnologia dei materiali
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura (Costruzione)
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/2702
Capitoli:

Indice

Introduzione

0.1 Obbiettivo della tesi

0.2 Limitazione del campo di ricerca

0.3 Struttura della tesi

0.4 Motivazioni della ricerca

0.5 La conoscenza della materia da parte del progettista

0.6 Il ruolo del committente

Capitolo I: La trasparenza dei materiali plastici in architettura

1.1 Da materiale di sostituzione a materiale con identità' propria

1.2 Cenni sul trasferimento da altri settori

1.3 L’essere camaleontico

1.4 L'essere leggero

1.5 L’essere plasmabile

1.6 L'essere resistente

1.7 L'essere conveniente

1.8 Cenni storici sulle plastiche

1.9 Lo sviluppo dell'architettura plastica

Capitolo II: Fondamenti delle plastiche

2.1 Materiali e prodotti polimerici

2.2 Prodotti a base polimerica

2.3 Plastico resistente

Geometria, leggerezza e resistenza strutturale

2.4 Schede tecniche dei principali materiali polimerici impiegati nel costruito come involucro

2.4.1 Policarbonato (pc)

2.4.2 Polimetilmetacrilato(pmma)

2.4.3 Politetrafluoroetilene (ptfe: teflon)

Capitolo III: L'applicazione di prodotti a base polimerica nell'involucro, scocche e membrane

-Atelier di pittura

I.abalos, J. Herreros, A. Jamarillo

Madrid, Spagna_2002

- Capannone Industriale

Florian Nagler Architekten

Bobingen, Germania_2001

- Terminal 1a

Itten+Brechbuhl Ag/Baumschlager Eberle

Vienna, Austria_2005

-Valdes studio

Anton Garcia-Abril Ruiz

Madrid, Spagna_2004

- Laban Centre

Herzog & de Meuron

Londra, Inghilterra_2003

- Catholic Church of Jesus Christ the Re

Staib Architects with Gunter Behnisch

Radebeul, Germania_2003

- Ricola Warehouse

Herzog & de Meuron

Laufen, Svizzera_1993

- Base Operativa Luna Rossa

Renzo piano building workshop

Valencia, spagna_2006

- Dior Omotesando

Sanaa (Kazuyo Sejima / Ryue Nishizawa)

Tokyo, Giappone_2003

- Reiss flagship store & headquarters

Squire & partners

Londra, Inghilterra_2008

- Allianz Arena

Herzog & de Meuron

Monaco, Germania_2006

- Water Cube

PTW e ARUP

Pechino, Cina_2008

- Racket Tower

Arup & partners

Leicester, Gran Bretagna_2002

- Naked House

Shigeru Ban

Kawagoe, Giappone_2000

- Plastic House

Kengo kuma

Tokyo, Giappone_2002

- Lang-Kroll House

Florian Nagler Architekten

Gleissenberg, Germania_2001

3.1 Involucro polimerico: Buffer Zone

3.1.1 Convertire una serra in una residenza

- Latapie House_Lacaton & Vassal

Floirac, Francia_1993

- University of Arts & Human Sciences_Lacaton & Vassal

Grenoble, Francia_2001

- Trade-fair hall_Lacaton & Vassal

Parigi, Francia_2008

- Semi-detached houses_Pfeifer Kuhn

Mullheim, Germania_2005

3.1.2 Le membrane plastiche

- Unilever building_Behnisch Architekten

Amburgo, Germania_2009

- Gerontology Technology Centre_D. J. Siegert

Bad Tolz, Germania_2004

3.1.3 Conclusione

3.1.4 Bibliografia

Capitolo IV: Prospettive di un materiale plastico "sostenibile"

- New Stadium La Balastera

Francisco Mangado

Palencia, Spagna_2005

- United Bottle_Team Instant (Dirk Hebel e Jörg Stollmann)

Zurigo, Svizzera _ 2007

- Smartwrap Building Kieran Timberlake Associates

(Stephen Kieran & James Timberlake)

Cooper Hewitt National Design Museum, New York, USA_2003

- Cellophane House

Kieran Timberlake Associates (Stephen Kieran & James Timberlake)

New York, USA_2008

- Seed [pod]

University of Arizona (Solar Decathlon Team)

Washington DC, USA_2009

- Polli-brick: "air-insulated curtain wall system"

Miniwiz, Arthur Huang

- Eco-Ark

Arthur Huang

Taipei, Taiwan_2010

Capitolo V: Linee guida per l'utilizzo dei polimeri nell'involucro trasparente

Conclusioni

Bibliografia

Bibliografia:

RIVISTE:

- Abitare 347 1996

- DetarM2 2002

- Detail 4 2008

- Detaìl 5 2008

- Domus791 1997

- Lotus International 105 2000

TESTI:

- Herzog Thomas, "Atlante delle facciate", UTET, Torino, 2004

- Knippers Jan, "Atlante delle plastiche", UTET, Torino, 2001

- Rudy llke, "Lacaton & Vassal", Barcelona, 2008

- Jeska Simone, "Transparent plastics: design and technology", Boston, 2008

- Kaltenbach Frank, "Trasparenze: vetri, plastiche e metalli", UTET, 2007

- C. Cecchini, Plastiche : i materiali del possibile : polimeri e compositi tra design e architettura, Firenze : Alinea Editrice, 2004.

- S.A. Salvi, Plastica tecnologia design le materie plastiche, i loro compositi, le tecnologie trasformative: dal petrolio al progetto attraverso la storia del disegno industriale italiano, Hoepli, Milano 1997.

- K. Oberbach, H. Saechtling, Manuale delle materie plastiche, Tecniche Nuove, Milano 1999;

- A.A.V.V., Detail Practice - Translucent Materials: glass, plastics, metals, Bauen mit Etfe-Folien, di Karsten Moritz e Rainer Barthel

- Knaack, Ulrich

The future envelope 2 : architecture, climate, skin / edited by Ulrich Knaack & Tillamnn Klein. - Amsterdam : IOS Press, c2009

- Schittich, Christian

Building skins / [edited by] Christian Schittich. - Basel [etc.] : Birkhäuser, 2006 ; München : Detail

- Jeska, Simone

Transparent plastics : design and technology / Simone Jeska. - Basel ; Boston ; Berlin : Birkhäuser, c2008

- Kaltenbach, Frank

Trasparenze : vetri, plastiche e metalli / a cura di Frank Kaltenbach ; ed. it. a cura di Enrico De Angelis. -Torino : UTET Scienze e tecniche, c2007

- Engelsmann, Stephan

Plastics in architecture and construetion / Stephan Engelsmann, Valerie Spalding, Stefan Peters. - Basel : Birkhäuser, c2010

- Uffelen, Chris van

Plastica / Chris van Uffelen. - Milano : Motta, 2009

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)