polito.it
Politecnico di Torino (logo)

La nuova vita del Terramaini

Pieraldo Marchegiani, Paolo Pischedda

La nuova vita del Terramaini.

Rel. Mauro Berta. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città, 2021

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Licenza: Creative Commons Attribution.

Download (60MB) | Preview
Abstract:

Questo elaborato nasce con la necessità di affrontare l'area in disuso del Terramaini. Un vero e proprio territorio di circa 126 ettari, su cui sorgeva l'ex aeroporto militare di Monserrato, nell'esatto baricentro della Città Metropolitana di Cagliari. Essa, un'area la cui morfologia brulla e paludosa è ostile al suo sfruttamento, continua ad essere razziata dalle città confinanti senza un piano univoco ed in cui vengono innestati tutti quei servizi che i Comuni non potevano più permettersi di ospitare all'interno dei propri territori. Questo rebus territoriale può essere risolto solo con una visione d'insieme più ampia e non con singoli micro-interventi. Lo studio si occuperà di analizzare come quest'area, in passato militarizzata, sia il prodotto storico di costrizioni ambientali e scelte infrastrutturali, di cui il canale Terramaini è certamente la più imponente, che già dalla nascita del Regno d'Italia ne hanno segnato confini e dimensioni. Ne definiremo l'inquadramento territoriale rispetto ai sei Comuni che l'avvolgono. Con il procedere dell'indagine, ci accorgeremo come questo luogo sia il fulcro per curare l'intera area antropizzata del Sud-Campidano. L'elaborato evidenzierà i tre livelli di influenza (locale, metropolitano, Mediterraneo) e di come questi ci guideranno nella gerarchia delle priorità da attribuire alla progettazione. Di come la preservazione e la tutela paesaggistica sia nostro primo interesse derivante dal limitrofo Parco Naturale del Molentargius Saline, principale bacino di migrazione di innumerevoli specie nello scacchiere mediterraneo. Analizzeremo il comportamento delle dinamiche urbane che influenzano l'area attraverso mappe di analisi che evidenzino diversi livelli: i sistemi di verde e le acque, l'edificato e l'infrastruttura viaria e i trasporti che la compongono. Lo scopo sarà di capire e trasmettere al lettore l'immagine del Terramaini, allegando, ai testi e agli schemi, delle fotografie scattate in loco. Come terza operazione, esamineremo dei casi studio consoni all'oggetto in esame e ci avvaloreremo dell'aiuto conferito dagli stessi per delle specifiche tematiche emerse dall'analisi: progetti di ex-aeroporti, lungo-canali, selvicoltura urbana e giardini planetari. Infine, proporremo il nostro l'obiettivo progettuale, l'interpretazione di un masterplan ad ampio respiro la cui principale strategia si occuperà di preservare il vuoto nell'urbanizzato cagliaritano, favorendo al contempo la tutela ambientale. Inoltre, esalteremo il suo ruolo di baricentro metropolitano, donando una prima visione organizzativa d'insieme. L'unica infrastruttura che accomuna tutti i centri abitati è la Strada Statale 554 dalla forma semi-circolare, abbracciando in un unico territorio tutto l'urbanizzato. Il nostro masterplan mira a realizzare un'infrastruttura viaria leggera e verde che sposi le necessità di Comuni estremamente eterogenei tra loro, al fine di riunirli sotto un'unica visione metropolitana. Il progetto finale, risultato del lavoro in parallelo di osservazione e ripensamento dell'area in analisi prenderà vita nei fogli come un futuro ipotetico da noi proposto, una volta finita l'esperienza accademica, al Comune di Cagliari.

Relators: Mauro Berta
Academic year: 2021/22
Publication type: Electronic
Number of Pages: 176
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-04 - ARCHITECTURE AND ARCHITECTURAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/21549
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)