polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Sintesi di nanoparticelle per veicolare RNA = Synthesis of nanoparticles to deliver RNA

Laura Colombo

Sintesi di nanoparticelle per veicolare RNA = Synthesis of nanoparticles to deliver RNA.

Rel. Davide Fissore, Francesca Bosco. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Ingegneria Chimica E Dei Processi Sostenibili, 2021

[img] PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Restricted to: Repository staff only until 12 April 2023 (embargo date).
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (8MB)
Abstract:

Le nanotecnologie rappresentano l’incontro tra diversi campi di ricerca, tra cui la fisica, la chimica, la biologia e l’ingegneria. Grazie alle loro dimensioni caratteristiche e alle proprietà chimico fisiche, queste possono essere impiegate come nanocarriers in particolare per le applicazioni in campo biomedico, ad esempio per la veicolazione di farmaci contenenti RNA. In questo lavoro di Tesi è stato preso in esame il meccanismo chiamato nanoprecipitazione che può essere impiegato per la sintesi di nanoparticelle di chitosano e lipidiche (LNP). Le attività sperimentali sono state suddivise in cinque fasi principali: coltura di lieviti Saccharomyces Cerevisiae, estrazione di RNA da quest’ultimi, sintesi di nanoparticelle prive dell’acido nucleico e successivamente con RNA incapsulato, liofilizzazione delle nanoparticelle. La sintesi è stata eseguita impiegando due differenti microreattori: Vortex Mixer e Confined Impinging Jets Mixer (CIJM). Sono stati studiati gli effetti sulla sintesi legati alla variazione di concentrazione di chitosano e lipidi, solventi utilizzati e diluzione a valle della miscelazione in termini di dimensione media, polidisperistà, carica superficiale ed efficienza di incapsulamento grazie alla tecnologia del Dynamic Light Scattering (DLS). A valle della sintesi le nanoparticelle sono state sottoposte a differenti processi di separazione: dialisi e centrifugazione. Il primo permette di eliminare tutte le tracce di etanolo così da condurre la liofilizzazione in sicurezza; il secondo metodo consente di ottenere del surnatante che una volta raccolto viene analizzato allo spettrofotometro. Da questa misurazione è possibile conoscere l’efficienza di incapsulamento dell’RNA; i campioni prodotti sono stati in grado di incapsulare fino al 98% della quantità di acido nucleico presente nell’antisolvente di sintesi. I??l processo di liofilizzazione è stato eseguito unicamente sulle nanoparticelle lipidiche con RNA; queste sono state sospese all’interno di una soluzione acqua/saccarosio al 10%. La stessa soluzione è stata impiegata anche per eseguire la conservazione in freezer a -10°C.

Relators: Davide Fissore, Francesca Bosco
Academic year: 2021/22
Publication type: Electronic
Number of Pages: 101
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Ingegneria Chimica E Dei Processi Sostenibili
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-22 - CHEMICAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/19883
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)