polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Storia, Architettura e Territorio: il Castello del borgo di Sperlinga - Enna

Oberdan, Elenia

Storia, Architettura e Territorio: il Castello del borgo di Sperlinga - Enna.

Rel. Laura Antonietta Guardamagna. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura, 2010

Abstract:

Sono tanti i castelli ed i borghi che in ogni epoca i nostri antenati costruirono in tutto il nostro paese. Di questi, lo studio svolto vuole offrire una panoramica completa di una realtà nel cuore della Sicilia, focalizzando l'attenzione sul paese di Sperlinga che ha uno straordinario borgo che ospita al suo interno un castello medievale unico nel suo genere. In questa tesi, lo studio sul paese di Sperlinga ed il suo Castello, ha lo scopo di conoscere e far conoscere queste grandi ricchezze che l'entroterra siciliano nasconde per sostenere un turismo in equilibrato rapporto con la natura e la cultura, ed in sintonia quindi con la sempre crescente sensibilità ambientale.(CR) (CR) INTRODUZIONE(CR) (CR) Il castello medievale, che dall'alto della roccia domina l'intero panorama, si presenta, per chiunque si avvicini al paese di Sperlinga, come il punto di riferimento principale. Un possente monumento, tra i più importanti dell'Isola, motivo di orgoglio per chi vive in questa realtà urbana semplice e pura, ancora quasi non raggiunta dalla modernità. Ho ritenuto importante lo studio del castello sperlinghese perché, si tratta di un vero bene culturale in cui la sua essenza e la sua forma si combinano perfettamente e armoniosamente con la forte natura circostante. Molte delle fortezze medievali siciliane, proprio come quella di Sperlinga, presentano infatti, la particolarità di essere impiantate sulla sommità di rocce naturali già caratterizzate dalla presenza di antichi ingrottati. Ritroviamo questa realtà un po' in tutta l'Isola; pensiamo, in particolare, ai diciannove comuni della provincia di Erma: tra questi solo sedici possiedono una valida testimonianza castellana, in molti casi poi, l'incuria e l'abbandono impediscono la conservazione delle condizioni originali, mentre altre volte l'usura del tempo, ma in particolare le trasformazioni subite dall'intervento umano nel corso dei secoli, hanno cancellato ogni traccia del monumento per cui di essi rimangono solo notizie storiche. Nonostante questa sorta di continuo degrado, spesso determinato dall'uomo, la fisionomia castellana della provincia di Erma è ancora ben leggibile; qui esistono luoghi in cui l'umanità ha lasciato le tracce della sua esistenza senza causare alcun danno e in perfetta armonia con la natura. La zona dell'ennese presenta l'aspetto singolare della sua terra in cui la roccia grigia e compatta si innesta sul verde dei campi suscitando effetti molto suggestivi, determinati anche dai molti ambienti ricchi di leggende e di storie mitologiche. L'architettura dei castelli dell'ennese è caratterizzata dal gioco delle masse che ne compongono la struttura muraria e dall'armonia con cui i volumi si sposano con la natura circostante. A Sperlinga come a Gagliano Castelferrato, Cerami, Bozzetta (Leonforte) e Pietratagliata (Aidone), anche questi paesi appartenenti alla provincia di Erma, l'architettura è costituita dalla nuda roccia nella sua conformazione naturale. Ma solo il castello di Sperlinga presenta la particolarità di ambienti ampi e ancora fruibili, interamente scavati nella viva roccia, adoperati come contenitori culturali. Oggi ruotano attorno al castello una serie di festività che si legano ad altre ricorrenze tipiche del posto e che vengono vissute e, ancora prima, organizzate con impegno e dedizione. Tra queste spiccano la cosiddetta sagra del tortone ed il corteo storico, due eventi che nello stesso giorno attirano a Sperlinga moltissima gente, sia del posto che forestiera, in un tripudio di colori, giochi e musica. Gli eventi più importanti della vita degli abitanti di Sperlinga, sono stati sempre legati a questa imponente struttura ed ancora oggi vivono nei racconti delle persone soprattutto anziane, che ne parlano come se fossero avvenuti solo ieri; affascina sentirli dialogare con il loro strano accento francese col quale narrano di tempi antichi, di rivoluzioni, di francesi barricati in un castello in cui nessuno poteva più entrare... Con il loro strano accento tutto diventa storia, anche ciò che la memoria dell'uomo ha confuso con la fantasia; raccontano fatti accaduti molto tempo fa e tramandati per secoli da padre in figlio, per oltre settecento anni.

Relatori: Laura Antonietta Guardamagna
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: ?? STN Storia ??
G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GE Geografia
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/1923
Capitoli:

Prefazione(CR) (CR) Introduzione(CR) (CR) Capitolo I :(CR) 1.1 Cronologia storica su Sperlinga ed il suo castello(CR) 1.2 Indagine storica(CR) 1.3 Le origini del castello(CR) 1.4 Sperlinga nella cartografia storica(CR) (CR) Capitolo II :(CR) 2.1 Le famiglie che possedettero il castello(CR) (CR) Capitolo III :(CR) 3.1 Sperlinga ed il Vespro Siciliano(CR) 3.2 La leggenda del vespro(CR) 3.3 II vespro Siciliano(CR) (CR) Capitolo IV :(CR) 4.1 Cronologia delle principali fasi storico-costruttive del castello(CR) (CR) 4.2 II castello di Sperlinga(CR) 4.3 Gli interventi(CR) (CR) Capitolo V :(CR) 5.1 II borgo medievale e rupestre(CR) (CR) Capitolo VI :(CR) 6.1 II dialetto Gallo-Italico(CR) 6.2 II Gallo-Italico a Sperlinga0(CR) (CR) Capitolo VII :(CR) 7.1 Feste e tradizioni(CR) (CR) Capitolo VIII :(CR) 8.1 Sperlinga tra i percorsi medievali e naturalistici della Sicilia(CR) (CR) Capitolo IX :(CR) 9.1 Vivere il castello oggi - METAPROGETTO(CR) (CR) Conclusioni(CR) (CR) Bibliografia

Bibliografia:

R. Pirri, Sicilia sacra, Palermo, 1644(CR) (CR) R. Pirri, Sicilia Sacra, Palermo, 1733, Tomus I(CR) (CR) A. Holm, voyage pittoresque des ìsle de Sicile, de Malte et Lipari, Parigi, 1787(CR) (CR) G. Pitrè, Usi e costumi: credenze e pregiudizi del popolo siciliano, Palermo, il Vespro, 1978.(CR) (CR) G. Pitrè, Il Vespro siciliano nelle tradizioni popolari della Sicilia, Palermo, il Vespro, 1979(CR) (CR) J.C.R. de Sain Non, Voyage pittoresque ou description des Royaumes de Naples et de Siciliae, Paris, 1782, ristampa anastatica, edizioni scientifiche italiane, Napoli, 1819(CR) (CR) M. Amari, la guerra del vespro siciliano,centio editoriale meridionale, Torino, 1851(CR) (CR) M. Amari, Biblioteca arabo-sicula, ossia raccolta di testi arabici che toccano la geografia, la storia, la biografìa e la bibliografia della Sicilia, raccolti e tradotti in italiano da Michele Amari, Torino e Roma, Loescher E. voi. I 1880, voi. II 1881.(CR) (CR) M. Amari, C. Schiaparelli, L'Italia descritta nel "Libro di Ruggero " compilato da Idrisi, Roma, 1883(CR) (CR) A. Holm, storia della Sicilia nell' antichità, Torino, 1896 - 1901(CR) (CR) G. Paterno Castello, Nicosia, Sperlinga, Cerami, Troina, Adrano, Istituto Italiano di arti grafiche, Bergamo, 1907(CR) (CR) T. Tasso, Gerusalemme Conquistata, a cura di L. Bonfigli, Bari, 1934, vol I(CR) (CR) G. Agnello, L'architettura civile e religiosa in Sicilia nell'età sveva, Roma, Collezione meridionale, 1961(CR) (CR) E. Bacino, Città dell'uomo, Roma, Editrice Europea, 1965.(CR) (CR) N. Messina, Il vocabolario nicosiano inedito di Carmelo La Giglia, tesi di laurea, anno accademico 1967-68.(CR) (CR) M. Finley, storia della Sicilia antica, traduzione italiana, Bari, 1968(CR) (CR) G. Rohlfs, Spilinga, Sperlinga, Spelònga, in Bizantins Sicula, Taibbi, Palermo, 1975.(CR) (CR) G. Gangemi, R. La Franca, Centri storici di Sicilia, Vittorietti editore, Palermo, 1979(CR) (CR) G. Guglielmo, Sperlinga, il fascino di un paese, Nicosia, Lacagnina, 1982 F. Mugnos, I raguagli historici del vespro siciliano, Epos, Palermo, 1982(CR) (CR) S. Lo Pinzino, Ipossessori del castello di Sperlinga nel corso dei secoli, Catania, Angelo Salica, 1982.(CR) (CR) D. Bracato, «Andare per castelli», in AA.VV. I castelli della provincia di Enna, Siracusa, Ediprint, 1986(CR) (CR) M.Amari, La guerra del Vespro siciliano: un' epopea del secolo XIII, Messagerie Pontremolesi, 1989.(CR) (CR) C. Catania, «La spada nella roccia», Sperlinga sotto le mura del suo castello, in Bell'Italia, N. 36, 1989, p. 15(CR) (CR) M. Amari, Racconto popolare del Vespro siciliano, Palermo, Sellerio, 1989 S. Lo Pinzino, Sperlinga, Enna, 1989 e 1995(CR) (CR) S.C. Trovato., Progetto galloitalici. Saggi e materiali I, Catania, Underground, 1989(CR) (CR) I. Peri, La Sicilia dopo il Vespro, uomini, città e campagne 1282-1376, Bari, Laterza, 1990(CR) (CR) F. Maurici, Castelli medievali di Sicilia, dai Bizantini ai Normanni, Palermo, 1992(CR) (CR) Azienda autonoma provinciale per l'incremento turistico, Sperlinga, guida storico turistica, il Lunario, Enna, 1994(CR) (CR) S. Lo Pinzino, Sperlinga, guida storico-turistica, Enna, II Lunario, A.A.P.I.T., 1994(CR) (CR) S.C. Trovato., Migrazioni inteme: I dialetti galloitalici della Sicilia: bilancio e prospettive, Padova, Centro di Studio per la Dialettologia italiana (C.N.R.) 1994(CR) (CR) E. Barreca, «Sola Sperlinga negavit», in Sicilia events N. 2, 1999, p. 1(CR) (CR) Provincia Regionale di Enna, Castelli e torri della provincia di Enna, edizione Ariete, Palermo, n° maggio - giugno, 1999(CR) (CR) S. di Matteo, viaggiatori stranieri in Sicilia, ISSPE istituto siciliano di studi politici ed economici, Palermo, 1999(CR) (CR) A.D. Beltrandi, Castelli di Sicilia, Catania, ristampa del 2000(CR) (CR) E. Caruso, A. Nobili ( a cura di), le mappe del catasto Borbonico di Sicilia, Regione Siciliana, Assessorato regionale dei beni culturali ed ambientali e della pubblica istruzione, arti grafiche siciliane, Palermo, 2001(CR) (CR) S. Lo Pinzino, «Sperlinga», in Vaccaro G. et Alii, Castelli medievali di Sicilia, guida agli itinerari castellani dell Isola, Palermo, Regione siciliana, Assessorato dei beni culturali, ambientali e della pubblica istruzione, 2001, da p. 210(CR) (CR) Regione Siciliana, Assessorato regionale dei beni culturali ed ambientali e della pubblica istruzione, l'Ile aux troìs pointes, cartes de la sicile de la collection la Gumina (XVI e XIXsiede), biblioteque Royale de Belgique, Bruxelles, 2001(CR) (CR) Regione Siciliana, centro regionale per l'inventario la catalogazione e la documentazione dei beni culturali ed ambientali, Castelli medievali di Sicilia, guida agli itinerari castellani dell'isola, arti grafiche Renna, Palermo, 2001(CR) (CR) B. Rividdi, Sperlinga cammin narrando...intorno all'antico maniero, novagraf, Assoro, 2002(CR) (CR) Istituto comprensivo "Dante Alighieri" di Nicosia, Alla riscoperta dell'ambiente rupestre nei territori urbani di Nicosia e Sperlinga, 2002-2003, Assoro, Arti Grafiche NovaGraf s.n.c, 2003(CR) (CR) L. La Vigna, Viaggio in provincia di Enna, multi grafica troinese, Troina, 2003(CR) (CR) S. Guglielmo - A.Bonomo (a cura), Rassegne di poesie in dialetto galloitalico, il galloitalico lingua di Sicilia, Messina, Kopygrafìca Service, 2004, 2005(CR) (CR) T. Scalisi, Sperlinga, cento immagini della nostra storia, Ragusa, Tomaselli, 2004(CR) (CR) S. Scalisi, Sperlinga, 100 immagni della nostra storia, Ragusa, 2004(CR) (CR) Provincia Regionale di Erma, Folklore, sagre e fiere agricole, new stile, Enna, 2005(CR) (CR) G. Ruffino, Sicilia, profili linguistici delle regioni, Bari, Laterza, 2005(CR) (CR) T. Scalisi, Sperlinga, ricordi per immagini, Ragusa, Tomaselli, 2005(CR) (CR) S. Scalisi, Sperlinga, racconto per immagini, Ragusa, 2005(CR) (CR) O. Terrana, le vie del medioevo, Messina, 2007(CR) (CR) Provincia Regionale di Enna, Azienda provinciale del turismo, Enna e la sua provincia, città aperta edizioni, Troina, 2008(CR) (CR) L. Bellone, C. Bellone, P.T. Bellone, A. Bonomo, S. Guglielmo, S. Scalisi, Sperlinga, città antica di Sicilia, Novagraf, Assoro, 2008(CR) (CR) Rocco Lombardo, Viaggio in provincia di Enna tra immagini d'epoca e parole di secoli, il Lunario, Enna, 2008

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)