polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Certificazione energetica nella Regione Piemonte : criticità e potenzialità attraverso l'applicazione ad un caso studio.

Reolon, Umberto

Certificazione energetica nella Regione Piemonte : criticità e potenzialità attraverso l'applicazione ad un caso studio.

Rel. Valentina Serra. Politecnico di Torino, Corso di laurea in Architettura, 2010

Abstract:

L'aumento della spesa per l'approvvigionamento energetico e la crescente consapevolezza del pesante impatto sull'ambiente delle politiche energetiche adottate fino ad ora, ha sollecitato l'attenzione riguardo al contenimento dei consumi energetici ed all'utilizzo di fonti rinnovabili. [ ] La ricerca inizialmente farà una panoramica su leggi, direttive e norme che riguardano l'argomento in questione e che ne delineano i contorni e ne fissano i caratteri. [ ] Dopo la panoramica sulla normativa si entrerà nello specifico dell'ACE spiegandone la finalità, la struttura ed il suo utilizzo pratico; difatti si analizzeranno i vari passaggi per la compilazione dell'ACE e la sua trasmissione alla Regione Piemonte.

A seguire si prenderà in esame un edificio nella provincia di Torino come caso studio e si illustreranno le metodologie per determinare i valori significativi nell'ambito energetico-ambientale, così da poter in seguito fare delle valutazioni progettuali per il contenimento energetico dell'edificio e la sua ottimizzazione per quello che riguarda il fabbisogno di energia. Si faranno alcune considerazioni su interventi sia nella fase ante-operam della progettazione, scelta dei materiali, soluzioni tecnologiche, e sia nella fase post-operam, ipotizzando alcune nuove soluzioni architettoniche e tecniche allo scopo di contribuire ad un miglioramento della prestazione energetica globale dell'edificio. In conclusione si cercherà di capire se l'edificio oggetto di studio potesse essere realizzato, mantenendo inalterato il suo aspetto architettonico, con soluzioni tecnologiche tali da comportare un minore utilizzo di energia ed inoltre se sia possibile arrivare ad un risparmio energetico tramite interventi da realizzarsi in futuro.

Relatori: Valentina Serra
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: T Tecnica e tecnologia delle costruzioni > TC Protezione degli edifici
T Tecnica e tecnologia delle costruzioni > TE Tecnologia dei materiali
R Restauro > RA Restauro Artchitettonico
Corso di laurea: Corso di laurea in Architettura
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/1858
Capitoli:

Introduzione ed obiettivi della ricerca

Capitolo 1 - La normativa di riferimento

1.1 La normativa comunitaria

1.2 La normativa nazionale

1.3 La normativa regionale

Capitolo 2 - La certificazione energetica nella Regione Piemonte

2.1 Il SICEE

2.2 L'Attestato di Certificazione Energetica

Capitolo 3 - Il caso studio

3.1 Il sito e le caratteristiche principali dell'edificio

3.2 I dati climatici

3.3 Le caratteristiche tecniche dell'edificio

3.4 Le caratteristiche degli impianti

3.5 Il computo metrico estimativo dell'involucro esterno

Capitolo 4 - Il metodo di calcolo ed i valori di riferimento

4.1 I confini degli ambienti climatizzati e non climatizzati

4.2 Le zone termiche ed i relativi confini

4.3 Le condizioni interne di calcolo ed il clima esterno

4.4 I fabbisogni netti di energia termica per il riscaldamento e per il raffrescamento

4.5 L'aggregazione dei risultati

4.6 I rendimenti degli impianti

4.7 Il fabbisogno di energia primaria

Capitolo 5 - Il metodo di calcolo applicato al caso studio

5.1 I dati

5.2 Il foglio di calcolo

5.3 I risultati

5.4 Il caso studio localizzato a Torino

5.5 I rendimenti impiantistici

5.6 Il fabbisogno di energia primaria

5.7 La produzione di acqua calda sanitaria e l'utilizzo del software Docet

Capitolo 6 - I possibili interventi migliorativi

6.1 L'orientamento ideale dell'edificio

6.2 Le modifiche alla stratigrafia dell'involucro opaco

6.3 L'oscuramento dei serramenti

6.4 La chiusura dell'area delle logge

Capitolo 7 - Considerazioni e conclusioni

Riferimenti bibliografici, normativi e siti internet

Bibliografia:

Corrado Vincenzo, Paduos Simona, La nuova legislazione sull'efficienza energetica degli edifici, Requisiti e metodi di calcolo, collana "Energia & Ambiente", Torino, Celid, 2008.

Corrado Vincenzo, Prestazioni energetiche degli edifici: la normativa europea e nazionale, ACCA Software (ITA), 2009, Vol.5, 2009.

Corrado Vincenzo, Prestazioni energetiche degli edifici: metodologie di calcolo dei principali indicatori, ACCA Software (ITA), 2009, Vol.6, 2009.

Corrado Vincenzo; Ballarmi I., UNI/TS 11300 - La nuova normativa nazionale per il calcolo della prestazione energetica degli edifici, Rockwool Building School (ITA), 2009.

Corrado Vincenzo; Serraino M., Il nuovo quadro legislativo italiano sull'efficienza energetica degli edifici - D.Lgs. 192/2005 + D.Lgs. 311/2006, Rockwool (ITA), 2007.

Corrado Vincenzo; Serraino M., Applicazione della nuova normativa sull'efficienza energetica degli edifici - Commenti al nuovo quadro legislativo ed alla normativa, Rockwool (ITA), 2006.

Sassi Paola, Strategie per l'architettura sostenibile, I fondamenti di un nuovo approccio al progetto, collana "Manuali di progettazione sostenibile", Milano, Edizioni Ambiente, 2008.

Principali riferimenti normativi

Direttiva Comunitaria 2006/32/CE

Direttiva 2002/91/CE

Legge 10/91

D.P.R. 412/93

D.L. 192/05

D.L. 311/06

D.L. 115/08

D.P.R. 59/09

L.R. 28 maggio 2007 n.13

D.G.R. 4 agosto 2009, n.43-11965

UNI TS 11300

Siti internet

www.sistemapiemonte.it/ambiente/sicee/;

www.regione.piemonte.it/energia/certificazione-energetica.html;

www.anab.it, Associazione nazionale architettura bioecologica;

www.anit.it, Associazione Nazionale per l'isolamento termico e acustico;

www.cti2000.it, Comitato Termotecnico Italiano;

www.enea.it, Ente per le Nuove tecnologie, l'Energia e l'Ambiente;

www.energaia.info, Associazione atta a far conoscere, promuovere, sviluppare e diffondere i principi alla base dell'edilizia sostenibile.

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)