polito.it
Politecnico di Torino (logo)

COSTRUIRE A VALENCIA: TRA STRUTTURALISMO E BIOMORFISMO.

Gioria, Gabriele

COSTRUIRE A VALENCIA: TRA STRUTTURALISMO E BIOMORFISMO.

Rel. Annalisa Dameri. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura, 2009

Abstract:

La presunta assenza di un legame tra l'oggetto d'arte contemporanea e la tradizione è sempre stata l'argomentazione più utilizzata dalla critica schierata contro ogni forma di modernità. Secondo questa linea di pensiero, la maggior parte di ciò che negli ultimi anni è stato realizzato in questa direzione rappresenta qualcosa di isolato

dal contesto in cui prende forma ed è privo di qualsiasi valore architettonico. Il fine di questa tesi è quello di confutare tale visione, prendendo come caso studio la Città delle Arti e delle Scienze, realizzata da Felix Candela e Santiago Calatrava, una delle figure ultimamente più criticate di quel gruppo di architetti catalogati, in senso negativo, archistar. Osservando gli edifici che compongono la Città delle Arti e delle Scienze, ho avuto modo di individuare un filone storico costituito da progettisti che hanno abbracciato stili ed ideali completamente differenti l'uno dall'altro, ma le cui opere sono accomunate dalla presenza di due aspetti progettuali tipici del XX secolo: lo strutturalismo ed il biomorfismo. Il primo, fondato sul concetto di fiducia totale nel progresso e nel metodo scientifico, nasce dagli ideali del Razionalismo, mentre il secondo affonda le radici nella filosofia di Steiner, nel modernismo catalano e nel movimento Organico di Wright. Ed è proprio dal contrasto tra due filoni apparentemente così distanti che nasce quella poetica del movimento che ho cercato di definire all'interno di un percorso cronologico che termina nella Città delle Arti e delle Scienze ed in numerose altre architetture contemporanee.

La presunta assenza di un legame tra l'oggetto d'arte contemporanea e la tradizione è sempre stata l'argomentazione più utilizzata dalla critica schierata contro ogni forma di modernità. Secondo questa linea di pensiero, la maggior parte di ciò che negli ultimi anni è stato realizzato in questa direzione rappresenta qualcosa di isolato

dal contesto in cui prende forma ed è privo di qualsiasi valore architettonico. Il fine di questa tesi è quello di confutare tale visione, prendendo come caso studio la Città delle Arti e delle Scienze, realizzata da Felix Candela e Santiago Calatrava, una delle figure ultimamente più criticate di quel gruppo di architetti catalogati, in senso negativo, archistar. Osservando gli edifici che compongono la Città delle Arti e delle Scienze, ho avuto modo di individuare un filone storico costituito da progettisti che hanno abbracciato stili ed ideali completamente differenti l'uno dall'altro, ma le cui opere sono accomunate dalla presenza di due aspetti progettuali tipici del XX secolo: lo strutturalismo ed il biomorfismo. Il primo, fondato sul concetto di fiducia totale nel progresso e nel metodo scientifico, nasce dagli ideali del Razionalismo, mentre il secondo affonda le radici nella filosofia di Steiner, nel modernismo catalano e nel movimento Organico di Wright. Ed è proprio dal contrasto tra due filoni apparentemente così distanti che nasce quella poetica del movimento che ho cercato di definire all'interno di un percorso cronologico che termina nella Città delle Arti e delle Scienze ed in numerose altre architetture contemporanee.

Relatori: Annalisa Dameri
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: A Architettura > AO Progettazione
T Tecnica e tecnologia delle costruzioni > TE Tecnologia dei materiali
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/1479
Capitoli:

01. Valencia

- Storia della città, Valencia oggi.

- La Città delle Arti e delle Scienze.

02.1 protagonisti

- Santiago Calatrava

- Felix Candela.

03. Tra strutturalismo e biomorfismo

- Rudolf Steiner e l'Antroposofia.

- Lo strutturalismo di Maillart.

- II biomorfismo nel modernismo catalano di Gaudi.

- L'espressionismo e l'Einsteinturm di Mendelsohn.

- Dal movimento organico al biomorfismo del Guggenheim.

- La terza avanguardia di Le Corbusier.

- Pier Luigi Nervi, ingegnere o architetto?

- Da Buckminster Fu/ter agli elementi biologici di Otto Frei.

- Le curve dell'architettura finlandese: da Aalto a Saarinen.

- II biomorfismo di Friedensreich Hundertwasser.

- L'Arte cinetica e programmata.

- J0rn Utzon, Sydney Opera House.

- La Philharmonie e la fattoria Gut Garkau.

- Imre Makovecz e l'architettura ungherese.

- Miche/ucci e la chiesa dell'Autostrada.

- Dagli Archigram all'architettura blob.

Bibliografia:

Andrea Memmo, Elementi dell'architettura lodoliana, o sia, L'arte del fabbricare con solidità scientifica e con eleganza, Stamperia Pagliarini, 1834 i

Marie Steiner von Sivers, Prefazione all'opera: Verso un nuovo stile architettonico, 1911-1914

Contratto tra il Comune di Firenze e la ditta Nervi e Nebbiosi per la costruzione di una tribuna coperta in

data 1° dicembre 1930

Rassegna del Comune n. 9 - 10, Le opere del Comune nel primo decennio dell'Era fascista, Firenze,1932

Giovanni Michelucci, Lo stadio Giovanni Berta in Firenze dell'ingegnere Pier Luigi Nervi, "Architettura" n.3,1932

Lewis Mumford, Surrealism and Civilization, "New Yorker", 19 dicembre 1936, recensione della mostra surrealista al Museo d'Arte Moderna di New York

F. Amond, Etude statique des voiles minces en paraboloidee hyperbolique travaillant sans flexion, 1936

Pier Luigi Nervi. Scienza o arte del costruire? Caratteristiche e possibilità del cemento armato, Edizioni della Bussola, 1945

Pier Luigi Nervi, Costruire correttamente, Edizioni Hoepli, Milano 1954

Eduardo Torroja, The structures ofEduardo Torroja, F. W. Dodge Corp, 1958

Giuseppe Vaccaro, Il Palazzetto dello sport, Roma, in "L'architettura cronache e storia" di Gennaio 1958

Fèlix Candela, Carta de Fèlix Candela al director in Arquitectura, Madrid, Ottobre 1959

Graefe Rainer e Ottmar Pertschi, Un ingegnere rivoluzionario: Vladimir Choukhov, da "Casabella" n.573,1959

Ramirez Dampierre, "Arquitectura" n.30, giugno 1961

Rudolf Wittkower, Principi architettonici nell'età dell'Umanesimo, Einaudi, 1964

Bruno Zevi, La misura umana del tramonto lecorbusieriano, da "L'Architettura, cronache e storia" n.117,

Fabbri Editori, 1965

Giulio Carlo Argan, L'Azione culturale nell'espressione di un vero maestro, Sansoni, 1967

Fèlix Candela, da "Arquitectura/Mexico", anno XXX tomo XXIII, n.100 aprile/giugno, 1968

Max Bill, Robert Maìllart, Artemis - Verlag tur Architektur, 1969

Sergio Cammini, Intervista con Giovanni Michelucci, da "Modo" n.32, settembre 1980 Luigi Ramazzotti, Nervi oggi: scritti dalle mostre e dai convegni, Kappa, 1983

Rudolph Steiner, La prova dell'anima, Milano Ed. Antroposofica, 1986

Gottfried Semper, Style: The Textile Art in The Four Elements of Architechture and Other Writings,Cambridge, 1989

Bruno Zevi, Il linguaggio moderno dell'architettura, guida al codice anticlassico, Einaudi, 1973

Belfiore Pasquale, I Maestri Del Movimento Moderno, Edizioni Dedalo, 1979

Bruno Zevi, Frank Lloyd Wright, Zanichelli, 1979

Henry Russell Hitchcock, Lo Stile Internazionale, Zanichelli, 1982

Rudolph Steiner, Laporta dell'iniziazione, Milano Ed. Antroposofica,

R. Barili!, L'arte contemporanea. Da Cézanne alle ultime tendenze, Feltrinelli, 1984

Gillo Dorfles, Architetture ambigue, dal Neobarocco al Postmoderno. Dedalo, 1984

Fèlix Candela, En defensa del formalismo y otros escrìttos, Xairat Ediciones, 1985

Rudolph Steiner, La prova dell'anima, Milano Ed. Antroposofica, 1986

Scatena Donatella, Priori Giancarlo, Imre Makovecz, Palombi, 2001

Paolo Martegani, Riccardo Montenegro, Design digitale. Nuove frontiere degli oggetti, Testo&lmmagine,

2001.

David Girai, La arquitectura de Fèlix Candela, Madrid Min. Cultura, 2002

Fromonot Francoise, Glenn Murcutt. Tutte le opere, Mondadori Electa, 2002

Friedman Mildred, Gehry. Architettura + Sviluppo, Rizzoli, 2002

Blundell Jones Peter, Hans Scharoun, Phaidon, 2002

David Chipperfield, David Chipperfield: Architectural Works 1990-2002, Birkhauser, 2003

Carlos Cacciavillani, L'architettura del modernismo catalano. Autori e opere, Gangemi, 2003

Emili Annerita, Richard Buckminster Fu/ter e le neoavanguardie, Kappa, 2003

Gillo Dorfles, Ultime tendenze dell'arte d'oggi, Feltrinelli, Milano, 2003

John Waters, Blobitecture: Waveform Architecture and Digital Design, Rockport Publishers, 2003

Klaus Stiglat, Ingegneri civili e il loro lavoro, Ernst & Sohn, 2004

Rudolph Steiner, Friedrich Nietzsche, lottatore contro il suo tempo, Ed. Tilopa, 2004

Dal Co Francesco, Il tempo e l'architetto. Frank Lloyd Wright e il Guggenheim Museum, Mondadori Electa, 2004

Pierre Restany, Hundertwasser: The Painter-King with thè 5 Skins: The Power ofArt, Taschen, 2004

Bruno Gora, Tinguely e Munarì. Opere in azione, Editore Mazzetta, 2004

Pietro Eagle, L'arte di Charles Kos, Noran Publishing, 2004

Simon Donatella, Le forme e il movimento. George Simmel e Auguste Rodin, II Segnalibro, 2005

AA.VV., Max Bill, pittore, scultore, architetto, designer, Electa, 2005

Simona Cremante, Leonardo Da Vinci, Giunti Editore, 2005

Michael John Gorman, Buckminster Fu/ter Designing for Mobility, Skira, 2005

Winfried Nerdinger, Frei Otto Complete Works, Birkhauser Verlag Ag, 2005

Simon Sadìer, Archigram: Architecture without Architecture, MIT Press, 2005

Janos Gerle, Architecture as Philosophy: The Work oflmre Makovecz, Axel Menges, 2005

Simon Sadìer, Archigram: Architecture without Architecture, MIT Press, 2005

Ein Werkbuch, Kunststoffe und freie Formen, Springer, 2005

Francesco Montalto, Rosario De Simone, Le Corbusier, Laterza, 2006

Mugnaini Olga, Critelli Manuela, Politeama Pratese. Vita, sorte e miracoli di un teatro, Editore Cantini,2006

Claudia Conforti, Roberto Dulio, Marzia Marandola, Giovanni Michelucci. 1891-1990, Electa Mondadori,2006

Ludovica Tramontin, NOX, l'Architettura del Continuo, EdilStampa, 2006

Jo Whittingham, Valencia, Morellini, 2007

Philip Jodidio, Calatrava. Complete Works 1979-2007, Taschen, 2007

Antonio Martfnez, Luis Barragan 1902-1988, Electa, 1988

Rossana Bossaglia, Astrattismo, Giunti Editore, 1990

Friedrich Hundertwasser, L'Albero-Inquilino, 1990

Mario Lupano, Colloquio con Giovanni Michelucci, da "Domus" n.720, ottobre 1990

Alessandro Suppressa, Itinerari di architettura moderna, Settegiorni Editore, 1990

Bernard Marrey, UnAmourSans Limite, Editións du Linteau, 1993

Randall J. Van Vunckt, International Dictionary of Architects and Architecture : Volume 1, St. James Press, 1993

Marcos Novak, Architetture liquide nel cyberspazio, da "Cyberspace" p.259, Muzzio Padova, 1993

Piero Torriti, Francesco di Giorgio Martini, Ed. Giunti 1993

Marcos Novak, Architetture liquide nel cyberspazio, da "Cyberspace" p.259, Muzzio Padova, 1993

Alexander Tzonis e Liane Lefaivre, Structure and thè Work of Santiago Calatrava, Basel-Boston-Berlin, 1994.

Catalogo della mostra Archigram, Centre Pompidou, 1994.

Hans Robert Jauss, Las Transformaciones de lo moderno, Visor, 1995

Giovanni Klaus Koenig, Architettura del Novecento. Teoria, Storia, pratica, critica, 1995

Bruno Zevi, Stona dell'architettura moderna, Einaudi, 1950 -1996

Josep Vicent Boira, Arquitectura i control del territori: la defensa del litoral de la Marina Alta al segle XVI, 1996

Josep Maria Montaner, Dopo il movimento moderno. L'architettura della seconda metà del Novecento, Laterza, 1996

Massimo Locci, Aldo Lorìs Rossi, La concretezza dell'utopia, Testo&lmmagine, 1997

Antoine Picon, L'art de l'ìngénieur, Editións du Centre Georges Pompidou, 1997

Luca Molinari, Santiago Calatrava, Milano, Skira, 1998.

Castellani Francesca, EdgarDegas. La vita e l'opera, Mondadori, 1998

Bruno Zevi, Linguaggi dell'architettura contemporanea, Etas-Libri, 1998

Sergio Poretti, Pier Luigi Nervi, Cartiera Burgo a Mantova 1960-1964, da "Casabella" n.651-652,1998

Alexander Tzonis, Santiago Calatrava - La poetica del movimento, Rizzoli, 1999

Pawley Martin, Norman Poster. Architettura globale, Rizzoli, 1999

Remoli Giorgio, Frank O. Genry. Museo Guggenheim, Bilbao, Universale di architettura, 1999

Angelika Muthesius, Hundertwasser's Architecture: Building for Nature and Humankind, Taschen, 1999

Margot Aschenbrenner, Hugo Hàrìng - thè Organic versus thè Geometrie, Edition Axel Menges, 1999

Rocchi Coopmans De Yoldi Giuseppe, Le Corbusier, Terragni, Michelucci, Alinea, 1999

Marco Brizzi, Kas Oosterhuis. Il lato selvaggio dell'architettura, da "Arch'it", 1999

Peter W. Williams, Houses of God: Region, Religion, and Architecture in thè United States, University of Illinois Press, 2000

Juan Tonda, Tabla de obras de Cubiertas Ala, Ediciones Corunda, 2000

Antonietta lolanda Lima, Soleri: architettura come ecologia umana, Jaca Book, Milano 2000

Martina Corgnati, Francesco Poli, Dizionario dell'arte del Novecento. Mondadori, 2001

Paolo Urbani, Territorio e poteri emergenti, le politiche di sviluppo tra urbanistica e mercato,

Giappichelli, 2007

Zaphiropoulou Photini, Capolavori della scultura greca antica, Istituto poligrafico e Zecca dello Stato,

2007 .

Francis D. K. Ching, Cassandra Adams, Manuale di costruzione civile, Sistemi Editoriali, 2007

Fausto Giovannardi, Vladimir G. Shukhov e la leggerezza dell'acciaio, Borgo San Lorenzo, 2007

Gabriella D'Amato, Moda e design. Stili e accessori del Novecento, Mondadori, 2007

Guido Beltramini, Carlo Scarpa: Architecture and Design, Rizzoli International Publications, 2007

Isabel Artigas, Gaudi: Complete Works, Taschen, 2007

Harry Rand, Hundertwasser, Taschen, 2007

Renato Barilli, Storà dell'arte contemporanea in Italia, Bollati Boringhieri, Torino, 2007

Pacetti Pamela, Le aviorimesse di Pier Luigi Nervi ad Orvieto, La Caravella Editrice, 2008

Richard Buckminster Fuller, Utopia or Oblivion: The Prospects for Humanity, Lars Muller Publishers,

2008

John Wilton-Ely, Giovanni Battista Piranesi 1720-1778, Architettura e Architetti Classici, 2008

Alfonso Panzetta, Atlante Regionale degli Scultori Italiani dal Neoclassicismo al primo '900, Ad Arte, 2008

Gerhard Mack, Herzog & de Meuron 1997-2001, Volume 4: The Complete Works, Springer, 2009

Valerio Mosco, Steven Holl, Motta Architettura, 2009

Baruch Spinoza, Epistola XXI a van Blijenbergh

Juan Tonda, Tabla de obras de Cubiertas Ala

Frans Carlgren, Rudolf Steiner e l'Antroposofia, Libera Università di Scienza dello Spirito

Lara-Vinca Masini, L'arte del Novecento, Vol.5, Gruppo Editoriale l'Espresso

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)