polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Recupero dell'ex Lanificio Bona a Carignano

Viotti, Marco

Recupero dell'ex Lanificio Bona a Carignano.

Rel. Enrico Moncalvo, Alessandro Martini. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura, 2008

Abstract:

La città, la fabbrica, il sito

Il Comune di Carignano è situato nella seconda cintura a sud di Torino. La giacitura del comune è totalmente pianeggiante, con una leggera pendenza da sud verso nord, con quote s.l.m. variabili da 238 m (estremità sud-ovest) a 224 m (fascia lungo il fiume Po).

Elemento caratterizzante è la vasta estensione territoriale, pari a 50,18 Kmq, una delle maggiori in tutto il Piemonte. Il Comune è contraddistinto dalla presenza di uno dei più importanti centri storici del Piemonte, di carattere prevalentemente barocco, con parti medievali.(1)

All'interno del centro storico sono molti gli edifici religiosi, pubblici e privati di rilevante interesse storico ed ambientale. Un secondo elemento caratterizzante il territorio è costituito dal fiume Po, che delimita in parte i confini della città.

La terza componente che contrassegna il contesto storico-ambientale è costituita dal territorio pianeggiante, totalmente coltivato e fertilissimo, con la presenza di un diffuso sistema di borghi rurali storici e cascine isolate.

Dall'ultima indagine, risalente al 31/12/2004 la popolazione residente a Carignano è pari a 8777 abitanti (2). Dalla tabella fonte Istat si vede come la popolazione sia stimata negli anni stabile con una maggiore crescita nel decennio tra il 1962 ed il 1971, in cui si è registrato un boom dovuto all'offerta occupazionale della Fiat (3).

Dato interessante è vedere come la fabbrica Bona non ha portato un incremento del numero di abitanti: ciò sta a significare che ha dato lavoro a quelli già presenti in un periodo che

era caratterizzato da una forte povertà diffusa.

Il lotto dell'opificio Bona è posizionato nella zona centrale del centro abitato, ed è di superficie pari a 15500 mq.

Il grande fabbricato influenza tutta la zona circostante, composta in gran parte da edifici da 2-3 piani con destinazione residenziale. Le dimensioni molto imponenti di ogni singolo edificio della fabbrica e dell'attuale municipio creano un vero e proprio distacco dagli

edifici circostanti.

(1) S. ANNONE, Carignano: appunti per una lettura della città, 4 voll., Museo Civico Giacomo Rodolfo, Carignano 1980,

(2) Rapporto annuale la situazione del paese, Istat Istituto Nazionale di Statistica, Roma, 2005

(3)S. ANNONE, Carignano: appunti per una lettura della città, 4 voli, Museo Civico Giacomo Rodolfo, Cariano, 1980.

Relatori: Enrico Moncalvo, Alessandro Martini
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: T Tecnica e tecnologia delle costruzioni > TC Protezione degli edifici
R Restauro > RA Restauro Artchitettonico
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/1404
Capitoli:

Indice

1 La città, la fabbrica, il sito

Lo sviluppo urbano

Il lanificio Bona e la città: produzione e trasformazione

2 Quattro chiacchiere con l'assessore

3 Aspetti della prima architettura industriale riconducibili al lanificio Bona

4 Il lanificio Bona tra processi produttivi e disegno dell'architettura

5 Considerazioni per il riuso

Considerazioni di carattere storico e urbanistico

Esempi di ex opifici recuperati in Piemonte e in Italia

7 Riferimenti architettonici e linee guida per il progetto

Un illustre vicino: Alberto Sartoris

L'ironia in architettura

L'importanza del modulo

L'archetipo e l'oggetto astratto

8 Il progetto

9 Bibliografia

Bibliografia:

Bibliografia

G. QUAllA, L 'industria laniera e cotoniera in Piemonte dal 1831 al 1861, Comitato di Torino, Torino 1961

B. CAIZZI, Storia dell 'industria italiana � dal XVIII sec ai giorni nostri, Banca Commerciale Italiana, Torino 1964

G. B. Lusso, Carignano i luoghi pii, Edizioni Alzani, Pinerolo 1971

M. Rix, Industrial Archeology, The Historical Association, Londra 1976

L. RE, Le architetture industriali del lanificio "V.E. F.11i Bona " in Carignano: una storicizzazione per il riuso, in "Ricerche di storia dell'arte", VII (1978), pp. 41-60

R. NELVA, B. SIGNORELLI, Le opere di Piero Fenoglio nel clima dell 'Art Nouveau intenazionale, Dedalo Libri, Bari 1979

S. ANNONE, Carignano: appunti per una lettura della città, 4 volumi, Museo Civico Giacomo Rodolfo, Carignano 1980

A.A .V.V., Progetti ed assonometrie di Alberto Sartoris, Officina edizioni, Roma, 1982.

L. KRIER, D. PORPHYRIOS, J. ROBERTSON,LEON KRIER, Houses, Palaces, Cities,' Academy Publications, Londra 1984

R. VENTURI, D. ScoTT BROWN, S. IZENOUR, Imparando da Las Vegas, Ed. Cluva, Venezia 1985

L. BOCCA, E. M. FERRARI, Alberto Sartoris, opere 1920-1985, Turris editrice, Cremona 1987

J. GUBLER, A. ABRIANI, Alberto Sartoris, dall'autobiografia alla critica, Electa, Milano 1990

M. SOMMELLA GROSSI, Alberto Sartoris, l 'immagine razionalista, Electa, Milano 1990.

A. VIDLER, Claude-Nicolas Ledoux, Cambridge, MA-Londra 1990

B. CORTI, Archeologia industriale, ICMAI Il Coltello di Delfo, Brescia 1991

A. BELLUZZI, Venturi Scott Brown e associati, Editori Laterza, Bari 1992.

J. GUBLER, A. ABRIANI, Alberto Sartoris, novanta gioielli, Mazzotta, Torino 1992.

A. SARTORIS, Riflessioni sulla città integrata con riferimento alla riabilitazione del centro storico di Carignano. In "Metamorfosi", XXI (1993), pp. 8-10

M. SNODIN (a cura di), K F. Schinkel, The English Journey: Journal of a Visit to France and Britain in 1826, Yale University Press, Londra 1993.

M. KRIEREN (a cura di), Osvald Mathias Ungers, Studio Paperback 1994.

AA.VV., A. Sartoris, Carignano Nuova la città nella città esperienza di un progetto, Sapiens, Milano 1995.

C. VACCARO, F. SCHWARTZ, Venturi Scott Brown associati, Zanichelli, Bologna 1995

A. FERLENGA (a cura di), Aldo Rossi, tutte le opere, Electa, Milano 1999

B.

AA.VV., I Lani ici di Follina, economia, società e lavoro tra medioevo ed età contemporanea, Cierre, Roma 2000.

E. BoRDOGNA, Guido Canella, opere e progetti, Electa, Milano 2001

A. BAUDIN, Architecture moderne, la collection Alberto Sartoris, Presses polytechniques et universitaries romandes, Losanna 2003

TOGNARINI, A. NESTI, Archeologia industriale, l'oggetto, i metodi, le figure professionali, Carocci, Roma 2003

ISTAT, Rapporto annuale la situazione del paese, Istat Istituto Nazionale di Statistica, Roma 2005

P. CHIERICI (a cura di), Un f lo di seta: le fabbriche magni iche in provincia di Cuneo, Nerosubianco, Cuneo 2007.

G. DARLEY, Fabbriche: origine e sviluppo dell'architettura industriale, Pendragon, Bologna 2007

N. GISONDA, Officine del volo. Un progetto di Nicola Gisonda, Silvana Editoriale, Milano 2007.

Documenti e disegni dall'archivio storico del comune di Carignano, disegni sciolti.

www.ass.itlink.net

http://www.vsba.com/

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)