polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Un nuovo "Scalo" per Torino: Proposta progettuale di rigenerazione urbana per l'area dell'ex Scalo merci Vanchiglia = A new Yard for Torino: Project proposal for urban regeneration of the former railways yard Vanchiglia.

Marta Piccato

Un nuovo "Scalo" per Torino: Proposta progettuale di rigenerazione urbana per l'area dell'ex Scalo merci Vanchiglia = A new Yard for Torino: Project proposal for urban regeneration of the former railways yard Vanchiglia.

Rel. Michela Barosio, Santiago Gomes. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile, 2019

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (181MB) | Preview
[img] Archive (ZIP) (Documenti_allegati) - Other
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (101MB)
Abstract:

Le aree industriali dismesse caratterizzano fortemente le nostre città e rappresentano una risorsa per attivare un cambiamento che tende al riutilizzo del suolo già costruito in precedenza. Il lavoro svolto si colloca in una zona di Torino interessata in modo particolare dal tema del riuso: la variante 200. La variante 200 interessa una porzione di città particolarmente estesa, posizionata a Nord-Est, viene suddivisa in tre ambiti d'intervento: Spina 4, il Trincerone ferroviario di Corso Sempione e l'ex Scalo Vanchiglia. La proposta progettuale si concentra esclusivamente su quest'ultimo, l'area dell'ex scalo ferroviario (ambito 9.200). Il vecchio Scalo Ferroviario Vanchiglia, in disuso da metà degli anni '90, si posiziona a cavallo tra due quartieri, Barriera di Milano e Aurora, e tra due circoscrizioni - la sesta e la prima. Oggi risulta essere in stato di totale abbandono, chiuso da reti metalliche è un vero e proprio ostacolo nell'attraversamento della città. Tenendo in considerazione le norme tecniche del comune di Torino e alcuni dei punti fondamentali del piano Particolareggiato Regaldi, approvato nel 2015, si è cercato di trovare una risposta valida alle richieste della città. Inizialmente è stata svolta l'analisi della morfologia del contesto, dove si sono ipotizzate quelle che potevano essere le soluzioni più appropriate per mettere in relazione il progetto e i quartieri in cui si inserisce, con il tentativo di guardare ad un possibile sviluppo futuro della città. Si è tenuta considerazione poi la necessità di posizionare un complesso commerciale che possa funzionare come spinta per la rigenerazione dell'intera area. Questo ha previsto un approfondimento su diversi casi studio italiani e non, localizzati in un contesto cittadino. Il tentativo è stato quello di rispondere alle richieste attraverso una serie di interventi diversi che collaborano e convivono tra loro. Sono stati sviluppati tre macro temi principali: l'area commerciale, gli spazi residenziali e gli spazi aperti. Questi si aggregano lungo l'estensione dell'intero lotto di progetto alternandosi tra loro e collaborando al disegno di spazi nuovi, attrattivi, funzionali e dinamici: spazi aperti pubblici e privati, spazi residenziali, lavorativi e ludici e un nuovo progetto infrastrutturale che tiene in considerazione le preesistenze e la nuova linea della metropolitana.

Relators: Michela Barosio, Santiago Gomes
Academic year: 2019/20
Publication type: Electronic
Number of Pages: 57
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-04 - ARCHITECTURE AND ARCHITECTURAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/13399
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)