polito.it
Politecnico di Torino (logo)

La paura come parametro di modifica degli spazi pubblici e abitativi delle città occidentali contemporanee

Sales Nunes, Danielle

La paura come parametro di modifica degli spazi pubblici e abitativi delle città occidentali contemporanee.

Rel. Piergiorgio Tosoni, Dario Galati. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura, 2008

Abstract:

INTRODUZIONE

Quando in una città s'instilla la paura, quando i cittadini disertano gli spazi dell'incontro collettivo, la perdita di qualità della vita è enorme. Qualsiasi persona che ha vissuto in una città in cui non c'è sicurezza, conosce bene il peso della mancanza di libertà e il prezzo altissimo che si paga nella vita quotidiana. E oggi, questo fenomeno tocca ormai non solo le grandi metropoli, ma anche le medie e piccole città.

A causa della paura, molti hanno limitato le loro attività: non escono più la sera, non usano i mezzi pubblici nelle ore buie, evitano i parcheggi sotterranei, non frequentano i parchi, si rinchiudono in appartamenti blindati. Le fasce più "deboli" della popolazione sono gli anziani e le donne, che si sentono particolarmente minacciate. Vittime di aggressioni o minacce, profondamente colpite nel loro senso di sicurezza, tendono a isolarsi ed evitare luoghi simili a quelli in cui sono state vittimizzate e a trasmettere questo comportamento al loro entourage. E tale comportamento, influenzando il vicinato, può portare addirittura al decadimento economico locale.

Molti vivono una generale preoccupazione, comune a tutti quelli che leggono i giornali e partecipano a quanto accade attorno a loro. Si tende ad avere paura soprattutto di quei reati di cui qualcuno pensa di poter essere vittima in qualunque momento � mentre si cammina per strada, si fa la spesa, quando si va al lavoro, ecc.

Data l'intensità della paura, anche quando non ci siano veramente dei "nemici", questi ultimi verrebbero inventati (come spesso accade). La loro immagine è costruita e stimolata dai mass media (radio, televisione, giornale), dalle mura, dalla crescente privatizzazione della sicurezza, dalle camere di sorveglianza, ecc.

A causa di questo, i poveri, gli stranieri e altri che sono considerati "diversi" sono identificati come una minaccia. E per soddisfare le ansietà

diffuse e il bisogno di sicurezza si ricerca l'antico sogno della purezza, della "società perfetta" (con i suoi spazi prevedibilmente controllati, liberi da "quelli indesiderati"). I cittadini passano a cercare una "comunità sicura", anche se questa è per promuovere segregazione spaziale, razzismo e intolleranza etnico-sociale; perchè non risolve, non sana i veri problemi sociali.

La paura diffusa è tale che sta segnando la vita quotidiana e determinando cambiamenti non ancora dei tutto prevedibili sulla forma e sull'organizzazione della città contemporanea. Quartieri recintati, guardie a controllare entrate e uscite, aree pubbliche diventate enclaves "difensive"

con accesso selettivo, la separazione in cambio della vita in comune, la criminalizzazione di chi è differente, ecc � questi sono alcuni effetti

dell'attuale "evoluzione" della vita urbana.

L'aumento della violenza e della criminalità è un fenomeno che si sta

verificando praticamente ovunque nel mondo. Nonostante esse si presentino in maniere diverse e di diversa intensità, tutti concordano nel riconoscere che

il loro aumento abbia un impatto negativo. Tuttavia non si può trovare la

stessa unanimità per le soluzioni messe in pratica nel tentativo di ridurle. Soluzioni, queste, percepite anche nei parametri di progettazione che denunciano e corrispondono al grado d'insicurezza e paura sentite nelle città, anche se talvolta queste sensazioni non sono collegate al rischio reale.

Questo lavoro è nato con l� intento di delineare alcune tendenze dell'architettura, nel panorama urbano occidentale, come strumento di contrasto alla violenza e riduzione dell'insicurezza e delle paure urbane; focalizzando l'attenzione sulle trasformazioni che stanno avvenendo negli spazi abitativi e pubblici. II primo rappresenta "la casa", e l'altro "la strada".

L'immagine del primo fa riferimento all'idea del primordiale insediamento dell'uomo, dove si trova l'unità base che compone la società della famiglia) e che trasmetterebbe all'uomo la sensazione di essere al sicuro "tra le mura", almeno in teoria. Mentre il secondo è il fulcro della vita

urbana, luogo dove l'eterogeneità si esprime in maniera più evidente, e anche le immagini dei luoghi che attirano o respingono l'attenzione dell'uomo a seconda del senso di sicurezza o insicurezza che viene trasmesso da quello che si può trovare "oltre le mura".

Nell'affrontare il tema della paura diffusa e i suoi effetti sulla forma e sull'organizzazione della città, è stato utile fare alcune considerazioni preliminari. Per una migliore definizione, il campo di riflessione è stato diviso in due parti: la prima enfatizza gli aspetti che producono la paura urbana e creano il bisogno di sicurezza; la seconda tratta di alcuni processi che stano occorrendo come tentativo di rispondere alle domande di sicurezza, ma portando nella città una lettura spaziale di un paranoico sentimento di difesa.

In questo modo il presente lavoro si apre con una definizione concettuale di quei fenomeni cui spesso si fa riferimento nell'affrontare il problema della sicurezza, senza darne però una descrizione esaustiva. Si presenta una breve diagnosi delle paure urbane nel contesto cittadino in America del Sud, America del Nord e in Europa, per poter così identificare gli elementi comuni e le differenze.

In secondo luogo, sulla base dei parametri progettuali applicati come "proposta di sicurezza" nello spazio pubblico e privato (abitativo), si cerca di fornire una percezione dei problemi e degli elementi architettonici che li caratterizzano in accordo con le risposte che le amministrazioni e le loro

comunità locali stanno dando nel tentativo di ridurre o controllare la paura

urbana.

La paura urbana è un fenomeno dai tanti volti e dalle molteplici

sfaccettature che portare a termine un'analisi al riguardo della sua influenza sull'architettura, anche all'interno di una stessa regione del

mondo, non sembra essere un compito facile. Tuttavia questo lavoro nasce dallo sforzo di illustrare delle situazioni con diversi gradi di somiglianza e

differenza tra i vari contesti (latinoamericano, nordamericano ed europeo), fino ad arrivare nei particolari casi degli Stati Uniti, Francia e Brasile. E in questo modo trarre un'opportunità di dibattito, di produrre domande e

riflessioni sull'influenza dell'architettura nel sentimento di (in)sicurezza nella città. È quest'ultima veramente una soluzione o soltanto un riflesso, conseguenza del contesto sociale??

Relatori: Piergiorgio Tosoni, Dario Galati
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: U Urbanistica > UK Pianificazione urbana
R Restauro > RC Restauro urbano
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/1336
Capitoli:

INDICE

INTRODUZIONE

PARTE 1 ° - PAURA IN CITTA'

1. IL CONCETTO DI PAURA

2. VIOLENZA E CRIMINALITÀ

2.1 AMERICA LATINA

2.2 EUROPA

2.3 AMERICA DEL NORD

3. LA PAURA DEGLI ALTRI. L'EDILIZIA RIVELA I PROBLEMI DI CONVIVENZA

3.1 RICCHI VERSUS POVERI

3.2 STRANIERI IMMIGRATI. OGNUNO NEL SUO GHETTO

3.3 VIOLENZA DI GENERE E VIOLENZA DOMESTICA

3.4 INTOLLERANZA RELIGIOSA E TERRORISMO

4. L'ASPETTO SOGGETTIVO DELLA PERCEZIONE DELL'INSICUREZZA

4.1 USI E CARATTERISTICHE DELLO SPAZIO URBANO

4.2 L'IMMAGINARIO COLLETTIVO PRODOTTO DAI MEZZI GIORNALISTICI

PARTE 2° - LA RICERCA PARANOICA

DÌ SICUREZZA IN CITTA (LA PAURA COME PARAMETRO DI MODIFICA DEGLI SPAZI PUBBLICI E ABITATIVI DELLE CITTA'OCCIDENTAU CONTEMPORANEE)

1. SICUREZZA E CITTÀ

1.1 ALLA RICERCA DI SICUREZZA: SPAZIO PRIVATO VERSUS PUBBLICO

1.2 LE CAMERE DI SORVEGLIANZA: CONTROLLO SPAZIALE E SUGLI ALTRI

2. LA SICUREZZA RIDEFINISCE LO SPAZIO PUBBLICO

2.1 "DISNEY"ZZAZIONE

2.2 NEW URBANISM E GATED COMMUNITIES

3. LA SICUREZZA RIDEFINISCE LO SPAZIO ABITATIVO

3.1 GATED COMMUNITIES,L'ABITAZIONE REALE IN UNA COMUNITÀ FITTIZIA

3.1.1 Stati Uniti, Seaside e Celebration. "A dream world�

3.1.2 Brasile, i condomini residenziali Alphaville

3.1.3 "Enclaves résidentielles fermées'; la versione francese

3.2 LA CASA COME L'ULTIMA DIFESA.

UN RETRO MODO D'ABITARE IN BRASILE

CONCLUSIONE

BIBLIOGRAFIA

Bibliografia:

BIBLIOGRAFIA

AMENDOLA, Giandomenico. "La paura diffusa e la domanda di sicurezza nella città contemporanea" In La sicurezza nella progettazione urbana, Atti del Convegno Bologna 13 novembre 2000.

AMERIO, P.(a cura di), Il senso della sicurezza, Unicopli, Milano 1999

"Città, persone, idee", prefazione in ZANI, B. (a cura di) Sentirsi in/sicuri in città, Il Mulino, Bologna 2003.

ARRAIGADA, I. e GODOY, L. Seguridad Ciudadana y violencia en América Latina. Diagnostico y políticas en los ahos 90. CEPAL, Serie Políticas Sociales N. 32, Santiago 1999.

ARANTES António (a cura di), 0 espago da diferen9a, Papirus, Campinas 2000

ATLAS, Randy i., "Fear of Parking", In Security Management, Febbraio 2008.

BAUMAN, Zigmunt.

Fiducia e paura nella città. Bruno Mondadori, Milano 2005.

Il disagio della postmodernità. Bruno Mondadori, Milano 2007.

La società dell'incertezza. Il Mulino, Bologna 2001.

Voglia di comunità, Laterza, Roma-Bari 2004.

"Un catalogo delle paure postmoderne", in La società dell'incertezza. Il Mulino, Bologna 1999.

Comunidade: a busca por seguranga no mundo atual. Jorge Zahar Editora, Rio de Janeiro 2003.

BECKETT, Andy. "Take a walk on the safe side". In PILE, Steve et al. (a cura di), Unruly Cities? Order/Disorder. London 1999.

BENEVOLO, Leonardo. História da cidade. Perspectiva, Sào Paulo 1983

BILLARD, G., Chevalier, J., & MADORE, F. Ville fermée, ville surveillée -: La sécurisation des espaces résidentiels en France et en Amérique du Nord., Presses Universitaires de Rennes, Rennes 2005.

BLAKELY Edward J. and Mary Gail SNYDER. Fortress America : Gated Communities in the United States. Washington DC : Brookings Institution Press and Cambridge, MA, MA : Lincoln Institute of Land Policy, 1997.

BONNAFOUS, Simone. L'immigration prise aux mots. Ed. Kimé, France 1991.

BORLINI, B. (a cura di), La paura urbana: politiche, esperienze, luoghi comuni. Laboratorio Periferie Metropolitane, Università di Milano, Milano 2004.

BUFFET, J. P. Políticas de reducción de la inseguridad en Europa. In: Ministerio dei Interior, Politicas de Seguridad Ciudadana en Europa y América Latina, Santiago 2004.

Secucities. Crime Prevention in Europe. A comparative study of crime prevention in seven European cities. European Forum for Human Safety. 2002.

BUVINIC, M. e MORRISON, A.

Notas Técnicas sobre prevención de la violencia. Dipartimento di Sviluppo Sociale. Banca Interamericana per lo Sviluppo, Washington DC 1999.

La violencia en America Latina y el Caribe: Un marco de referencia para la Acción. Dipartimento di Sviluppo Sociale. Banca Interamericana per lo Sviluppo, Washington DC 1999.

CAFFO, F e FORRESI, C. Bambini e adolescenti di fronte alle paure. 2003, (www.azzurro.it/medias/PDFS/8.pdf)

CALDE I RA, T. P. Cidade de Muros: Crime, Segrega9ào e Cidadania em Sào Paulo, Editora 34 e Edusp, Sao Paulo 2000.

CALVINO, I., As cidades invisiveis. Companhia das Letras, Sào Paulo 1990.

CARDIA, Clara.

Linee guida in materia di sicurezza urbana per la progettazione dei piani urbanistici attuativi anche in un'ottica di genere. Laboratorio Qualità Urbana e Sicurezza del Politecnico di Milano, Piacenza 11 aprile 2005.

"La sicurezza nella progettazione urbanistica ed edilizia". In La sicurezza nella progettazione urbana, Atti del Convegno Bologna 13 novembre 2000, p.31.

Quaderno n°2 supplemento al no 17 di Metronomie a.VI I Marzo 2000. Settore pianificazione territoriale della Provincia di Bologna.

CARVALHO, M., et al. "Residential Satisfaction in Condiminios Exclusivos (Gate Guarded Neighborhoods) in Brazil". In Environnement and Behavior, voi 29, n°6,1997.

CASTELLO, Lineu. "Do Desenho Animado ao Desenho Urbano: 0 Urbanismo da Meta-Realidade". in: V Seminario de História da Cidade e do Urbanismo. Cidades: Temporalidades em Confronto. PUC-Campinas, Campinas 1998.

CENSIS, 40° Rapporto annuai sulla situazione sociale del paese, 2006.

CEPAL, Nuevo rostro en las ciudades de la región. In: Notas de la CEPAL. Comisión Económica para America Latina y el Caribe. Santiago Novembre 2000.

CHAMPAGNE, Patrick. "La construction médiatique des malaises sociaux". In Actes de la Recherche en Sciences Sociales, n° 90, 1992.

CICERI, M. R. La paura. II Mulino, Bologna 2004, pp.7-25.

COELHO, Joào Rodrigo Parreira. Espa90 Público em Tempo Privado. Das estratégias de (re)produ9ào às configura9óes possíveis de espago público na metrópole contemporanea.Editora Papirus, Sào Paulo 2000. p. 99.

COMMITTEE ON LAW AND JUSTICE, Firearms and Violence: A Critica! Review. National academies press, Washington, D.C. 2004.

CORTESI, Gisella e al. (a cura di). La città delle donne, un approccio di genere alla geografia urbana. Patron Editore, Bologna 2006.

CRAWFORD, A. Crime Prevention and Community Safety: Politics, Policies and Practices. Longman, Londra 1998.

DAMMERT, Lucia e NAPOLANOLL, Carla. "La banalizzazione della violenza: il ruolo dei mezzi di comunicazione". In Le amministrazioni locali e la sicurezza cittadina: le esperienze in America Latina e in Europa. G. Canale & C. s.p.a., 2007..

DAVIS, Mike. Geografie della paura: Los Angeles, !'immaginario collettivo del disastro. Feltrineili, Milano 1999.

DEBORD, G. A sociedade do espetàculo. Contraponto Editora, Rio de Janeiro

1997.

DEL RIO, Vicente. "Consideragóes sobre o desenho da cidade pós-moderna". In: Anais da VII ANPUR. Recife 1997, p.696

DOUGLAS, M. Come percepiamo il pericolo: antropologia del rischio. Feltrinelli, Milano 1991.

ELLIN, Nan

Architecture of Fear. Princeton Architecturai Press, New York 1997.

Postmodern Urbanism. Blackweli Publishers Ltd, Oxford 1996.

ENGLANDER, Elizabeth K., Understanding Violente. Lawrence Erlbaum Associates,

ENGLE, Merry Sally Urban Danger : Life in a Neighborhood of Strangers, Tempie University Press, Philadelphia 1981.

« Defensible Space Undefended : Social Factors in Crime Control Through

Environmental Design », in Urban Affairs Quarterly 1981.

FACCHINI, Alfredo. 11 settembre il giorno che cambiò la storia. Nuovi Mondi. Roma 2007.

FERNANDES, Ana. "Cidades Neo-Tradicionais: exemplo ou contra-exemplo?", In Programa do Il Seminario Internacional de Conserva9ào e Desenvolvimento Urbano Sustentàvel. CECI/UFPE, Recife 2000, p. 18.

FERRAZ, Sonia M. T.

Arquitetura da violencia. Dep. de Arquitetura da Universidade Federa) Fluminense, FAPERJ, Rio de Janeiro 2004.

"Violéncia, Medo e Mercado: urna anàlise da publicidade imobiliària". In Impulso, Revista de Ciéncias Sociais e Humanas. Voi. 15, Maio/Agosto, Unimep, Sào Paulo 2004, p. 79-89.

FLUSTY, Steven. The Spaces of Postmodernity: Readings in Human Geography (with M. Dear). Blackwell Publishers, Oxford 2002.

FREE Jr., Marvin D., Racial issues in criminal justice: the case of African Amencans. Criminal Justice Press, Monsey, New York 2003.

FREUD, S. Das Unbehagen in der Kultur(1929); trad. it. "Il disa io della ivi " ing g civiltà", , Opere, Boringhieri, Torino 1978, voi. X.

FRIEDMAN, Lawrence M. "Lawful law and lawless Iaw: forms of American violence", In Cr/me andpunishment in American history. Oxford University Press, 2002.

GALATI, Dario. Prospettive sulle emozioni e teorie del soggetto. Bollati Boringhieri, Torino 2002, pp.126-221

GALIMBERTI, Umberto. Dizionario di psicologia. UTET, 2006.

GANEM, Maria, Violéncia urbana descaracteriza arquitetura moderna � Estudo identifica incorporagao de elementos medievais a prédios e casas de SP e Rio. Revista Ciéncia Hoje, Coluna Arquitetura e Urbanismo n°1572. Sao Pauo, abril 2003, disponivel no site: http:l/cienciahoje.uol.com.br/1572

GHIRARDO, Diane. Architecture after modernism. CSGraphics, Singapore 1996

G I D D ENS, Anthony. Mundo em descontrole. Record, Rio / Sào Paulo, 4° ed. 2005, p. 25.

GOMES, L., "Industria do medo", Revista Consultor Juridico, 09/04/2002, disponivel no site http://conjur.uol.com.br/textos/9816.

ISTAT, La sicurezza dei cittadini. Reati, vittime, percezione della sicurezza e sistemi di protezione, Roma 2003; Ministero dell'Interno, Rapporto sullo stato della sicurezza in Italia, 2005; Censis, 40 ° Rapporto annuale sulla situazione sociale del paese, 2006.

JACOBS, Jane. The Death and Life of Great American Cities, New York, 1961 - Traduzione in lingua italiana: Vita e morte delle grandi città. Saggio sulle metropolis americane, prefazione di Carlo Olmo, Edizioni di Comunità, Torino 2000.

KELLING, George, COLES Catherine M., Fixing broken windows, Free Press, New York 1996.

KRIEGER, Alex.

"Where and how urban design happen". In Harvard Design Magazine, n224. Cambridge 2006, p. 64-71.

Whose Urbanism. Architecture, november 1998.

(www.gsd.harvard.edu/people/facultylkriegerlarticies/whoseurbanism.pdf)

LA CECLA, Franco. Perdersi. L'uomo senza ambiente. Laterza, Roma-Bari 2000

LISTERBORN, C. "Safe city. Discourses on women's fear in safer cities

programmes", In: G. Cortesi, F. Cristaldi & J. Droogleever Fortuijn.

Gendered

Cíties: Identities, Activities,Networks. University of Lund, Lund, Sweden 2004. p. 69-82.

LOW S. M. Behind the gates: lire, security, and the pursuit of happiness in fortress America. New York: Routledge, 2003, p275.

MICELI, Renato (a cura di). Sicurezza e Paura. L'IRES Piemonte, Torino 1999.

MILLER, J., Search and Destroy : African-American Males in the Criminal Justice System, Cambridge University Press, New York 1999.

MINISTERO DEGLI INTERNI, Políticas de Seguridad Ciudadana en Europa y America Latina. Santiago 2004.

MINISTERO DEGLI INTERNI, Rapporto sullo stato della sicurezza in Italia, 2005.

NORMATIVA TECNICA EUROPEA "Prevenzione del crimine attraverso la pianificazione urbana e a progettazione architettonica". Appendice C, p.30. (ENV 14383-2 Dec 2003 CEN /TC325)

NAZIONE UNITE. Dichiarazione delle Nazioni Unite sull'elimanzione della violenza contro le donne del 1993, descrive la violenza contro le donne, art. 1.

NEWMAN, 0.

Creating Defensible Space, U.S. Department of Housing and Urban Development and Research, 1 996 (www.defensiblespace.com).

And FRANCK, K. "The Effects of Building Size on Personal Crime and Fear of Crime", in Population and Environment n°5, 1982.

PALLINI,Cristina e POCATERRA, Federica. "Immigrazione: un problema di architettura?" In Architettura e Città, N ° 02. Di Baio Editore, Milano 2005, p. 57.

PARKER, Simon. Urbantheory and the urban experience: encountering the city. Routledge, London 2004

PAWLEY, Martin - 'The triumph of consumer society is a triumph of all private goals over 'ali public goals." -. In ELLIN, Nan. Postmodern Urbanism. Pnnceton Architectural Press, 2007, p.132.

POLESELLO, Gianugo. "Spazio, spazio pubblico, architetture", In CAPUTO, Paolo, Le architetture dello spazio pubblico. Forme del passato, forme del presente. Electa, Milano 1997. p. 53.

POSTER M., The Mode of Information. Polity Press, Cambridge 1990.

PRETECEILLE, Edmond, "Ségrégation, classes et politique dans la grande ville". In BAGNASCO, A. et LEGALES, Vilies en Europe. La Découverte, Paris 1997.

RAPOSO, Rita. "Gated Communities in Lisbon: Economy and Culture, Private and Public. In Earth and Environmental Science". Springer Netherlands, Voi 66, n°1-2, November 2006.

REMY, Jean et VOYE' Liliane. Ville: Ordre et Violence. Formes spatiales et transaction sociale, P.U.F, Paris 1981.

ROBERT, F. "La gran muralla: aproximacion al terna de los barrios cerrados en la region metropolitana de Buenos Aires", In Investigacion urbana: EI Nuevo milenio y lo urbano. Instituto de Investigaciones Gino Germani, Bueno Aires 1999.

ROTKER, Citizens of Fear. Urban violence in Latin America, 2002.

SANTOS, Ana C. Gomes dos; DEL RIO, Vicente. "A outra urbanidade: A construgao

da cidade pós-moderna e o caso da Barra da Tijuca". In CD Rom com Anais

do V Seminario de Históría da Cidade e do Urbanismo. PUC Campinas,

Campinas 1998, p. 21.

SERPA, Angelo. Urbana baianidade, baiana urbanidade. Atica, Salvador 1998, p 39.

SORKIN, Michael. "See you in Disneyland". In FAINSTEIN, Susan S. e CAMPBELL, Scott (a cura di), Readings in Urban Theory. Blackwell Publishers, 2° edizione, Oxford 2002.

SOUZA, Maria Adélia A. de. A ídentidade da metrópole. Editora Hucitec, USP, Sào Paulo 1994, p.44.

SNYDER Mary Gail (1997b). "Divided We Fali. Gated and Walled Communities in the United States". In Nan EIIin, Architecture of Fear. Princeton Architectural Press, New York, p.85-99.

TESSARI, Olga. "0 que è o medo". In Feliz cidade. Sào Paulo Febbraio 2008, p.15.

TOSCANO, R., La violenza e le regole, Giulio Einaudi Editore, 2006.

TRAQUINA, Nelson. Teorias do jornalismo. Insular, Florianópolis 2004.

UNIONE EUROPEA. PROGRAMMA URB-AL. Il progetto Consolidamento dei governi locali per la sicurezza urbana: formazione e pratiche. Stampa G. CANALE & C. S.p.a. 2007.

WAICQUANT, Loic.

"Urban outcasts: stigma and division in the black American ghetto and the French urban periphery". In International Journal of Urban and Regional Research, 1993. p.365-83.

"A black city within the white". revisiting America's dark ghetto. Black Renaissance, Autumn/Winter 1998, p.141-151.

ZANI, B. "Problemi e prospettive", In ZANI, B. (a cura di). Sentirsi in/sicuri in città, II Mulino, Bologna 2003.

ZUKIN, Sharon.

"Paisagens urbanas pós-modernas: mapeando cultura e poder". In ARANTES António (a cura di), Q espa90 da diferenga, Papirus, Campinas 2000, p. 206.

The Culture of Cities. Wiley-Blackwell, Oxford 1996, p.38-39.

Riviste e Giornali (edizioni cartacei e/o online)

Articolo "Basta con spacciatori e prostitute, Padova costruisce un altro muro'; La Repubblica, 22 ottobre 2007, pagina 21, Sezione: Cronaca. (httpJlricerca.repubblica.it/repubblica)archivio/repubblica/2007/10/22/bastacon-spacciatori-prostitutepadova-costruisce-un.html - data accesso 18110/2008)

Articolo "caderno Retratos do Rio".del giornale brasiliano "O Globo", 28/04/02.

Articolo "Come topi nel ventre di Torino le baby gang invadono le fogne' La Repubblica, l4 marzo 2005, pagina 23, Sezione:Cronaca.

Articolo "Hausse de 60% des actes de profanation depuis 2005" � Famille

Chrétienne n°1539 du 14-20 juillet 2007

(http~/www.indignations.org/profanations/index.php?2007/07/12/145-h'ausse-de-60-des-actes-de-profanation-en-20075-hausse-

de-60-des-actes-de-profanation-en-2007 - data accesso 15/11/2007)

Articolo "Imbrattata la 'Donna' di Botero'; La Repubblica, 13 Luglio 2007, pagina 07, Sezione: Milano.

Articolo "Profanations en Alsace suscitent l'indignation" � Le Monde, l 6 aoùt 2004.

Articolo « Sampa ganha ponte estaida » (http://noticias.uoi-com.br/album/08051 Oponte�album.jhtm - Data di accesso 12/05/2008)

Articolo "Sicurezza: per Ferrajoli solo bombardamento mediatico'; 26 settembre 2008.(http:llwww.iisole24ore.com/art/SoleOnLine4/dossier/Norme%20e%20Tributi/2 008/festivaldiritto/giorno-per-giornolsicurezza-ferrajoli.html - data accesso 30109/2008)

Articolo "Toujours plus de déplacés ». Rivista Grenobie&moi, n° 82, Aprile 2008. p. 07.

BECK, U. "La società mondiale del rischio". In La Repubblica 13 dicembre 2002.

CALDAS, Benjamin Barney. "Terrorismo e Arquitetur". Artigo publicado na coluna Ciudad do jornal EI Pais, Cali 13/0912001.

CICCARELLI, Andrea. RASSEGNA RdB CUB, "Le news dal 10 al 20 novembre 2007." (http://www2.rdbcub.it/rassegna�stampa,_news-2007111020.htm -data accesso 18/10/2008).

DAVIS, Mike. "A renovagao urbana e o espírito pós-moderno". In: Espago & Debates, N°27, Rio de Janeirol 989.

DE PAOLI, Dina. "A busca de cidades mais seguras: circuito fechado de càmeras

de televisào (CCTV)". In Arquitextos N° 60, Maggio 2005. Portai Vitruvius.

(http://Www.vitruvìus.com.br/arquitextos/arqOOO/esp309.asp - data accesso

1811012007)

DIAS, Fabiano Vieira. "Arquitetura Introvertida". In website ViverCidades. Rio de Janeiro, Agosto 2002 (www.vitrius.com.br/arquitextos/arqOOO/Www.vivercidades.org.br)

DRAGONE, R., "Architettura assediata dale soluzione anti-terrorismo". Edilportale 28 � Aprile 2006. (http://Www.edilportale.com/ediinews/Npopup.asp?IDDOC=5723)

Fabiano Vieira. Arquitetura Introverfida. In website ViverCidades. Rio de Janeiro,ago.2002 (http://Www.vítruvius.com.br/arquitextos/arq0004.

HAMPF, Mario Trejos. In "A cidade dual : sua interpretagao no sul". Portai Vitruvius, Q Arquitextos n°047. Sao Paulo, aprile 2004. (http://www.vitruvius.com.br/arquitextos/arq047/arqO47-00.asp - Data di accesso 0210212008)

JAILLET, M-C. "Peut-on parier de secession urbaine à propos des viiies européennes?". Esprit, voi. 11, n°258, Novembre 1999, p1 45-167.

LARA, F.

"Vizinhos do Pateta". Arquitextos n°11.02. Sao Paulo, Portai Vitruvius, abril 2001 (http://www.vitruvius.com.br/arquitextos/arqO11/arq011-02.asp)

"Admiravei Urbanismo Novo". Arquitextos Texto Especial n°56. Sao Paulo, Portai Vitruvius, fevereiro 2001 (httpJ/www.vitruvius.com.br/arquitextoslarq000/espO56.asp)

"Depois do World Trade Center?". Arquitextos Texto Especial n °17.02. Sao. Paulo, Portai Vitruvius, outubro 2001 (http-://www.vitruvius.com.br/arquitextos/arqO1 7/arq01 7 02.asp)

LAZAR, Giibert. "L'essor des vilies fortifies". A propos de Fortress America: Gated Communities in the United States. In Futuribies, Juin 1999.

LE GOIX, R., "Les gated communities aux Etats-Unis et en France : une innovation dans le développement périurbain ?". Hérodote n °122, 3e trimestre 2006, p1 07-136.

LORES, Raul Juste. "Sao Paulo, Brasii. Pioneira da giobalizagao, a cidade

simboliza os maiores contrastes". Arquitextos Texto Especial n °17.01. Sao ; Paulo, Portai Vitruvius, outubro 2006

(http://www.vitruvius.com.br/arquitextos/arq077/arqO77-01.asp)1.asp)

MENNA, F. "Psicologia e percezione dei rischio", intervista a Paul Siovic, in UNITN, periodico di informazione, politica e cultura, n°44, 2001

MEROLA, Ediane. "Operacao da Policia Militar na Favela", giornale "o Globo" 28/05/2008.

Revista Politis Julho, 2007. Fonte: www.politis.fr � data accesso 11/1112007.

SALOMÀO, Rachel. "Ruas impedem o livre acesso de pessoas". In Panorama Rio. 23 Novembro 2006 - http://panoramario.wordpress.com12006/10/23/ruasimpedem-o-livreacesso-de-pessoas/ - data accesso 04 Giugno 2008.

SEGRE, Roberto. 'World Trade Center (1973-2001): Fragilidade de um Icone Urbano" Arquitextos n °17.03. Sao Paulo, Portai Vitruvius, outubro 2001(http://www.vitruvius.com.br/arquitextos/arqOl 7/arq017_03.asp)

TEIXEIRA, Carlos M. "Aiphaville e Alphaville". Arquitextos n°21.02. Sao Paulo, Portai Vitruvius, fevereiro 2002

(http://www.vitruvius.com br/arquitextos/arq021 /arq021 _02.asp)

ZANETTA, Olivier et ROHOU Anne. "Banlieue: de Clichy-sous-Bois à Villiers-leBei", Le Monde, articie publié le 28 novembre 2007

Filmi

Agente Lemmy Caution: missione Alphaville (1965)

Un film di Jean-Luc Godard con Eddie Constantine, Akim Tamiroff, Anna Karina, Jean-Pierre Léaud, Howard Vernon, Laszió Szàbó, Jean-Louis Comolli, Michel Delahaye, Jean-André Fieschi. Genere Fantastico. Produzione Francia, Italia, 1965. Durata 100 minuti circa.

Biade Runner (1982)

Un film di Ridley Scott con Harrison Ford, Sean Young, Daryl Hannah, Edward James Olmos, Rutger Hauer, Joanna Cassidy, M. Emmet Walsh, William Sanderson, Brion James, Joe Turkel, James Hong, Morgan Paull, Kevin Thompson, John Edward Allen, Hy Pyke. Genere Fantascienza. Produzione USA, 1982. Durata 118 minuti circa.

Banlieu 13 (2004)

Un film di Pierre Morel avec Cyril Raffaella, David Belle e Tony d'Amario. Genereazione. Colore. 95 minuti. Produzione Francia. 2004.

City of God

(Cidade de Deus, 2001)

Un film di Fernando Meirelles. Con Alexandre Rodrigues, Matheus Nachtergaele,

I Seu Jorge, Leandro Firmino da Nora, Alice Braga. Genere Drammatico, colore 130

minuti. - Produzione Brasile, Francia, USA, 2001.

The Truman Show (1998)

Un film di Peter Weir. Con Ed Harris, Jim Carrey, Laura Linney, Noah Emmerich,

Natascha McElhone, Holland Taylor, Paul Giamatti. Genere Commedia drammatica.

Colore .102 minuti. - Produzione USA 1998.

Tropa d' EI ite (2007)

Un film di José Padilha e James d'Arcy con Wagner Moura, Caio Junqueira e Andre

Ramiro. Genere drammatico. Colore. 115 minuti. Produzione Brasil, 2007.

La Zona (2008)

Un film di Rodrigo Pl. Con Daniel Gimenez Cacho, Maribel Verdú, Carlos Bardem, Daniel Tovar, Alan Chàvez. Genere drammatico. Colore. 97 minuti. Produzione

Spagna, Messico, 2007.

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)